La Conad fa sognare tutti, poi cede 3-1

Sieco Service Ortona-Conad Reggio Emilia 3-1 (28-26, 25-21, 21-25, 25-17)
Sieco Service Ortona: Simoni 8, Guidone ne, Matricardi ne, Michalovic 25, Cortina (L), Toscani (2° L) ne, Di Meo, Lanci 1, Rivera 8, Cisolla 17, Moretti 6, Maiorana, Orsini ne. All. Lanci
Conad Reggio Emilia: Della Corte 1, Catellani (L), Di Franco, Bertoli 10, Guemart 1, Tiozzo 8, Tondo 14, Bucaioni 1, Kody 17, Benaglia, Giglioli 9, Allesch, Morgese. All. Cantagalli
Arbitri: Feriozzi e Cappelletti
Durata: 28′, 24′, 24′, 23′. Tot. 1h39′
Note Ortona: ace 5, service error 15, muri 10, ricezione 67%, attacco 50%
Note Conad: ace 1, service error 21, muri 11, ricezione 54%, attacco 48%

Una Conad così fa sognare, e alla fine mangiare le mani per quel che poteva essere e non è stato, nel grande esordio playoff della squadra di Luca Cantagalli.
I giallorossi cedono 3-1 ad Ortona in gara-1 dei quarti di finale, ma sfiorando il capolavoro e con tanti rimpianti per un primo set comandato sino al 15-20 e ceduto ai vantaggi.
In questa prima domenica di post-season, la Conad è l’unica squadra capace di vincere un set in trasferta, mentre Sora, Potenza Picena e Corigliano rispettano il fattore campo dominando 3-0 rispettivamente contro Matera, Vibo Valentia e Cantù.
Una magra consolazione, se vogliamo, ma anche la consapevolezza di potersela giocare contro la vincitrice della regular season, nella gara-2 in programma domenica prossima, giorno di Pasqua, al Pala Bigi.
Per provare a portare tutti alla bella di mercoledì 8 aprile, di nuovo ad Ortona.

LA PARTITA

Non ci sono particolari sorprese nei due sestetti iniziali proposti dai coach Nunzio Lanci e Luca Cantagalli.
Ortona parte con la diagonale composta da Andrea Lanci e Peter Michalovic, con il neo acquisto Rivera in banda assieme ad Alberto Cisolla, Simoni e Moretti al centro e Cortina libero.
La Conad va con Della Corte opposto a Bucaioni, Bertoli e Tiozzo in banda, ma c’è Giglioli (e non Benaglia) al centro a far coppia con Tondo, con Luca Catellani ovviamente nel ruolo di libero.
E dopo un avvio in equilibrio, uno scatenato Tondo apre il break che i muri di Giglioli e Bertoli fanno diventare una mezza voragine, sul 15-20 giallorosso del 1° set.
E’ in questo momento che la gara potrebbe già subire una piccola svolta, ma la reazione della Sieco Service, trascinata dal totem Michalovic, è furente e porta ad un finale ai vantaggi, dove la Conad cede ai vantaggi (28-26) dopo aver avuto set-ball a disposizione.
Una mazzata, ma i giallorossi ci vogliono credere e l’ingresso di Kody per Della Corte risulterà comunque utile, anche se Ortona se ne va nel cuore del secondo set, controllando da par suo per il 2-0 (25-21).
I reggiani sbagliano tanto, troppo dai 9 metri (1 ace e 21 errori), ma quando sembrano spacciati in avvio di terzo (7-4), con tutta l’inerzia abruzzese, reagiscono da grande squadra.
E allora si va al quarto set, dopo che i Cantagalli boys riescono a chiudere sul 21-25 il terzo parziale. La benzina però è finita, Cisolla e Michalovic danno le ultime spallate decisive già in apertura del quarto, regalando un netto 25-17 alla Sieco Service che vola così sull’1-0 nella serie.

Comments are closed.

Facebook