Monthly Archives

Marzo 2014

“Vogliamo chiudere subito i conti per pensare alla Coppa Italia”

By | News | No Comments

Quella parolina magica, A2, lui la nomina.
“Sì, non dobbiamo averne paura. Siamo vicinissimi all’obiettivo, ma dobbiamo fare l’ultimo passo come tutti gli altri, concentrati e cattivi”.
Coach Luca Cantagalli lancia la Conad verso la settimana che potrebbe sancire il ritorno in paradiso del club, dopo un solo anno di B1.
Diciassette vittorie in diciassette gare di campionato, un ruolino di marcia straordinario che ha cancellato ogni avversario.
Sabato sera (ore 21) al Pala Bigi la sfida contro Olbia, la quint’ultima di un torneo che vede Guemart e compagni marciare con 11 punti su Cagliari. Se la Conad dovesse battere da 3 punti la Meridiana, e i sardi lasciare un punto in casa contro Santa Croce, sarà già serie A.
“Sarebbe il massimo per poter preparare con anticipo la Final Four di Coppa Italia (18-19 aprile), alla quale teniamo tantissimo” – spiega il coach giallorosso, che ha lasciato qualche giorno di riposo in più nella settimana di pausa dopo la vittoria di Santa Croce.
“Era giusto così, per ricaricarci fisicamente con un lavoro specifico ma anche riposarsi mentalmente in vista del gran finale.
Ora settimana intensa in palestra e poi sabato una partita fondamentale”.
Da affrontare in quale modo?
“Come sempre, piedi a terra ben piantati come abbiamo sempre fatto durante l’anno, pensando una gara alla volta.
L’obiettivo sempre in mente, questo sì, perchè l’abbiamo dichiarato dal primo giorno senza nasconderci, ma la nostra forza è stata quella di scendere in campo con umiltà e voglia.
Non arriviamo a questa partita al massimo delle condizioni fisiche, ma credo che per l’ennesima volta i ragazzi stringeranno i denti.
Non sarà una passeggiata, ma ci siamo abituati nel corso di questo campionato”.
E poi sarà Final Four…
“Sì, nel mezzo la gara di Tuscania (12 aprile, ndr), poi una competizione difficilissima.
Se affronteremo due gare nel giro di 24 ore sarà comunque una novità, ma già la semifinale con Brescia sarà tosta, contro una squadra che sta facendo benissimo nel proprio girone.
Poi l’eventuale finale contro Santa Croce, l’unica squadra che ci ha battuto seppur nella prima fase di Coppa Italia, o Motta che è la padrona di casa.
Normalmente contro le squadre forti ci esaltiamo, ma quella due giorni sarà un’altra storia”.
L’esperienza alla Conad, due stagioni esaltanti.
“Non potevo che trovarmi bene a lavorare con gente che ha voglia di programmare e ha un progetto vero.
Abbiamo fissato degli obiettivi e, se riusciremo a vincere il campionato, li avremo raggiunti considerando il play-off dello scorso anno in A2.
Quest’anno è stato ancor più difficile, vincere i campionati non è cosa da tutti i giorni, ma quando si lavora bene i risultati arrivano”.
Infine, l’appello al pubblico per la gara di sabato.
“Sono sincero, sapevo avremmo pagato dazio per la scelta della categoria – confida il coach.
Per questo mi rivolgo a chi ci ha sempre sostenuto, anche in alcune trasferte, e dico loro di esserci sempre più vicini.
Il resto arriverà, anche se non è facile inculcare una cultura pallavolistica importante nel maschile a Reggio.
Quella con Olbia però potrebbe essere l’ultima gara importante della stagione al Pala Bigi, per questo credo valga proprio la pena di esserci”.

Iniziativa Conad: Insieme per la scuola, i punti si trasformano in attrezzature informatiche

By | News | No Comments

Nel week-end di pausa del campionato di serie B, merita di essere sottolineata la splendida iniziativa promossa da Conad.
Presso la Scuola Primaria “Secchi” e la Secondaria “Alighieri” di Bibbiano, si sono inaugurate le 10 attrezzature informatiche messe a disposizione dalla seconda edizione dell’iniziativa “Insieme per la scuola” promossa da Conad.
Set laser Pen, videoproiettori, stampanti sono tra gli strumenti consegnati alla presenza di una rappresentanza dei genitori, della Dirigente Scolastica dell’I.C. di Montecchio Elena Guidi, Giuseppe Fornaciari del Conad di Bibbiano, il Sindaco di Bibbiano Sandro Venturelli e Andrea Carletti, Assessore alle Politiche Educative.
Il progetto si inserisce nel quadro delle attività di reperimento delle risorse promosse dal CoGe, il gruppo di lavoro ministeriale che sviluppa modelli di efficienza organizzativa e di autofinanziamento per le scuole con il supporto del ministero dell’Istruzione, dell’università e della ricerca.
Anche la seconda edizione di “Insieme per la scuola” è stata apprezzata dai ragazzi e famiglie, che hanno raccolto i buoni scuola presenti nelle bustine di figurine della Walt Disney ricevute in occasione della spesa al supermercato e li hanno consegnati alla scuola frequentata. Ogni scuola ha raccolto più punti possibile e, raggiunto il numero necessario, ha potuto richiedere in modo gratuito i premi scelti tra attrezzature informatiche e supporti multimediali presenti in un apposito catalogo.
“Da sempre Conad si contraddistingue per l’attenzione ai bisogni delle comunità in cui operano i suoi punti vendita” afferma Giuseppe Fornaciari, Socio di Conad Bibbiano e membro del Cda di Conad Centro Nord e prosegue: “Con questo progetto che coinvolge tutta Italia siamo riusciti a dare una risposta alle esigenze e difficoltà che si trovano ad affrontare scuole e studenti, dando la possibilità a molti di potersi permettere una scuola più digitale”.
“Ancora una volta l’Amministrazione comunale di Bibbiano trova al suo fianco un interlocutore sensibile ai bisogni della nostra comunità come Conad, grazie all’attenzione dei clienti e dei cittadini di Bibbiano” afferma Andrea Carletti, Assessore alle politiche scolastiche del Comune di Bibbiano. ”Nel caso specifico ci fa particolarmente piacere investire in dotazioni tecnologiche per le nostre scuole e per i nostri studenti. Sostenere la scuola significa offrire migliori possibilità di apprendimento, contribuire a creare nuove opportunità per i nostri ragazzi”.
Conad Centro Nord ha registrato nel suo territorio di competenza (Lombardia e le province emiliane di Reggio Emilia, Parma e Piacenza) 1233 scuole iscritte all’iniziativa (+20% rispetto al 2012) e 606 scuole che hanno effettuato ordini per un totale di 2293 premi consegnati; 130 le scuole del territorio reggiano e ben 608 le attrezzature. A Bibbiano è 24 il totale delle strumentazioni consegnate tra scuole statali e paritarie.
A livello nazionale si sono iscritti 9.793 istituti scolastici; di questi, 4.442 hanno richiesto 17.386 attrezzature informatiche per un investimento di 3 milioni di euro. Nel 2014 si replicherà l’iniziativa con l’obiettivo di fornire materiali didattici e attrezzature informatiche e sportive in forma gratuita alle scuole che si iscriveranno al programma.

Come funziona:

A partire dal 7 Aprile fino al 31 Maggio 2014 (1 giugno 2014 nei punti vendita aperti la domenica), le famiglie che faranno la spesa in uno dei punti vendita Conad, Conad Superstore, Conad City, Margherita che espongono il materiale pubblicitario, riceveranno un bollino ogni 15€ di spesa effettuata.
Attaccando 3 bollini sull’apposita schedina e consegnandola alla cassa, le famiglie riceveranno gratuitamente un Buono Insieme per la Scuola distribuito all’interno delle bustine dei personaggi 3D della nuova collezione (info su: www.insiemeperlascuola.it).

Pausa meritata per gli eroi della Conad, è già count-down verso il 5 aprile

By | News | No Comments

Il count-down è ufficialmente cominciato.
Il count-down verso il 5 aprile, il giorno che potrebbe sancire il ritorno in serie A2 della Conad Reggio Emilia.
Toccate ferro, ma già nella quint’ultima giornata del campionato di B1 in programma tra due settimane, potrebbe essere festa.
Dopo la diciassettesima firmata domenica a Santa Croce, c’è un meritato stop nel prossimo week-end per gli eroi giallorossi, che in settimana allenteranno un po’ la presa per ripartire alla grande verso tre gare delicatissime.
Sabato 5 aprile la sfida interna con Olbia (ore 21), il 12 aprile a Tuscania (ore 17) e venerdì 18 la trasferta di Coppa Italia a Motta di Livenza, per la semifinale di Final Four contro Brescia (ore 17.30).
Per il campionato, il +11 su Cagliari potrebbe anticipare i tempi della grande festa, anche se sulla carta il giorno giusto potrebbe essere a Tuscania.
Se la Conad batterà Olbia (terza della classe) e riuscirà a guadagnare un punto nei confronti di Cagliari, impegnata in casa contro Santa Croce, sarà già serie A2.
Sì, perchè a quel punto i sardi potrebbero teoricamente nelle ultime 4 giornate agguantare la squadra di Cantagalli a quota 51 punti, e anche nel numero di vittorie (18), ma rimarrebbe alle spalle nel quoziente set.
Sarà un confronto a distanza fantastico, il prossimo 5 aprile: Cagliari-Santa Croce alle ore 19, Conad-Olbia alle 21.

Conad inarrestabile: +11, A2 sempre più vicina

By | News | No Comments

Gruppo Biokimica S. Croce-Conad Reggio Emilia 1-3 (25-21, 21-25, 22-25, 21-25)
Gruppo Biokimica S. Croce: Da Prato 13, Razzetto 5, Lumini 15, Andreotti 2, Catania, Diouf 1, Nuti 5, Del Campo 1, Sabatini, Pinzani (L), Ciulli 1, Baldaccini 13. All. Pagliai
Conad Reggio Emilia: Dordei ne, Catellani (L), Bassoli ne, Magnani ne, Guemart 1, Tiozzo 10, Tondo 14, Bartoli 22, Sideri ne, Cuda 14, Benaglia 5, Santini ne, Tataru ne. All. Cantagalli
Arbitri: Sicurella e Alice
Note S. Croce: ace 2, service error 13, muri 9, ricezione 71%, attacco 45%.
Note Conad: ace 2, service error 19, muri 6, ricezione 65%, attacco 47%.

La diciassettesima.
La diciassettesima gemma di una Conad infinita, una Conad che vince 3-1 anche a Santa Croce sull’Arno, l’unica campo dov’era caduta in questa stagione (nella prima fase di Coppa Italia), e avvicina sempre più il traguardo promozione.
A 5 giornate dalla fine, sono 11 i punti di margine su Cagliari, e allora dopo la pausa del prossimo week-end potrebbe già essere festa per la meravigliosa squadra di Luca Cantagalli.
Il tecnico giallorosso, così come capitan Guemart, torna da ex al Pala Parenti e regala e si regala un’altra notte stupenda.
Una Conad che soffre nel primo set, lo perde in volata, poi accende il turno e spazza via gli avversari, seppur al termine di una battaglia tosta, tostissima.
Cantagalli presenta il classico sestetto, con capitan Guemart subito bravo a coinvolgere Bartoli e Cuda.
I Lupi però sono spinti da un grande Lumini e portano a casa il primo parziale con il break decisivo nel finale: 21-25.
La Conad però non si scompone, con la sicurezza dei grandi lotta nel secondo set portandosi avanti con Tiozzo e Tondo sugli scudi. Il 25-21 che vale l’1-1 è netto, ma è il terzo set quello della verità.
Santa Croce non molla nulla, ma nel finale la capolista ha la meglio e con il 22-25 si garantisce già un punto preziosissimo.
Non può bastare ai “cannibali” in giallorosso, e allora sotto con un quarto set dove Cuda regala spettacolo, prima del solito finale in volata dal 20 pari.
Lo sprint è ancora ospite, il 21-25 significa un +11 che sa tanto di… serie A!

Ancora i Lupi sulla strada della Conad, l’A2 è davvero vicinissima

By | News | No Comments

E’ l’unico campo dove la Conad ha perso in questa stagione.
Il Pala Parenti di Santa Croce sull’Arno, casa dei lupi biancorossi, lo scorso 13 ottobre 2013 fu teatro di un evento poi diventato unico nel suo genere.
La Conad versione 2013/2014 è infatti una macchina infernale che ha triturato tutti gli avversari, firmando un en-plein di 16 vittorie in 16 gare di campionato.
Nella prima fase di Coppa Italia però, quando ancora i meccanismi non erano oliati alla perfezione, la truppa di Cantagalli cadde sul campo toscano perdendo l’accesso diretto alla Final Four di Coppa Italia, poi riagguantato in seguito.
Era una domenica quel giorno, lo sarà anche questa volta nel “posticipo” delle ore 18.00 di una giornata importantissima.
A sei turni dal termine, la Conad Reggio Emilia è sempre più vicina al ritorno in serie A2, ma bisognerà superare anche l’ostacolo offerto da Nuti & Co. per navigare in acque sempre più tranquille.
Santa Croce sembrava poter essere la vera rivale dei giallorossi nella corsa alla promozione diretta, dopo aver vinto (e rinunciato al titolo) l’ultimo torneo di B1. Col passare dei mesi però il Gruppo Biokimica si è spento e in questo momento è addirittura fuori dai play-off.
Certo è che la Conad dovrà prestare la massima attenzione, nella quarta sfida stagionale ai toscani (il bilancio dice 2-1 Conad con le due vittorie al Pala Bigi tra Coppa e campionato).
E chissà che non ce ne possa essere una quinta, considerato che entrambe sono qualificate alla Final Four di Coppa Italia che andrà in scena il 18-19 aprile a Motta di Livenza e non le vedrà di fronte in semifinale, con la Conad attesa da Brescia e i Lupi che sfideranno i padroni di casa veneti.
Intanto la Conad pensa a questa sfida e lo può fare con la formazione al gran completo da poter schierare per coach Luca Cantagalli, uno dei due ex della gara assieme a Michel Guemart, visto che tecnico e capitano della Conad sono stati compagni di squadra in maglia biancorossa, ormai 8 anni fa.
Cantagalli che dovrebbe quindi partire con il consueto starting-seven composto dalle diagonali Guemart-Bartoli, Tiozzo-Cuda, Tondo-Benaglia e Catellani libero.
Arbitrerà l’incontro la coppia composta da Carcione e Grassia.

Ancora i Lupi sulla strada della Conad, l’A2 è davvero vicinissima

By | News | No Comments

E’ l’unico campo dove la Conad ha perso in questa stagione.
Il Pala Parenti di Santa Croce sull’Arno, casa dei lupi biancorossi, lo scorso 13 ottobre 2013 fu teatro di un evento poi diventato unico nel suo genere.
La Conad versione 2013/2014 è infatti una macchina infernale che ha triturato tutti gli avversari, firmando un en-plein di 16 vittorie in 16 gare di campionato.
Nella prima fase di Coppa Italia però, quando ancora i meccanismi non erano oliati alla perfezione, la truppa di Cantagalli cadde sul campo toscano perdendo l’accesso diretto alla Final Four di Coppa Italia, poi riagguantato in seguito.
Era una domenica quel giorno, lo sarà anche questa volta nel “posticipo” delle ore 18.00 di una giornata importantissima.
A sei turni dal termine, la Conad Reggio Emilia è sempre più vicina al ritorno in serie A2, ma bisognerà superare anche l’ostacolo offerto da Nuti & Co. per navigare in acque sempre più tranquille.
Santa Croce sembrava poter essere la vera rivale dei giallorossi nella corsa alla promozione diretta, dopo aver vinto (e rinunciato al titolo) l’ultimo torneo di B1. Col passare dei mesi però il Gruppo Biokimica si è spento e in questo momento è addirittura fuori dai play-off.
Certo è che la Conad dovrà prestare la massima attenzione, nella quarta sfida stagionale ai toscani (il bilancio dice 2-1 Conad con le due vittorie al Pala Bigi tra Coppa e campionato).
E chissà che non ce ne possa essere una quinta, considerato che entrambe sono qualificate alla Final Four di Coppa Italia che andrà in scena il 18-19 aprile a Motta di Livenza e non le vedrà di fronte in semifinale, con la Conad attesa da Brescia e i Lupi che sfideranno i padroni di casa veneti.
Intanto la Conad pensa a questa sfida e lo può fare con la formazione al gran completo da poter schierare per coach Luca Cantagalli, uno dei due ex della gara assieme a Michel Guemart, visto che tecnico e capitano della Conad sono stati compagni di squadra in maglia biancorossa, ormai 8 anni fa.
Cantagalli che dovrebbe quindi partire con il consueto starting-seven composto dalle diagonali Guemart-Bartoli, Tiozzo-Cuda, Tondo-Benaglia e Catellani libero.
Arbitrerà l’incontro la coppia composta da Carcione e Grassia.

Cantagalli e il progetto Tricolore

By | News | No Comments

Guida Reggio Emilia, capolista in B1 con 16 vittore in 16 partite: “Piano triennale. Chiuso l’armadio dei ricordi>

di: Massimo Boccucci – Corriere dello Sport 20/03/2014 (scarica il .pdf dell’articolo completo)

L’uomo che vinse tantissimo ci riprova, perchè Luca Cantagalli quando si tratta di mettersi in gioco c’è sempre. Adesso ci prova a casa sua, alla guida della Conad Tricolore Reggio Emilia regina incontrastata del proprio girone di B1. Ha vinto 16 partite su 16, vola verso la promozione in A2 con 9 punti di vantaggio sul Cagliari a 6 turni dalla fine ed è in corsa pure per la Coppa Italia (l’attenda la Final Four ad aprile). L’ultimo vittoria della serie contro Monterotondo, preparando la trasferta di Santa Croce sull’Arno, conferma come si può essere profeti in patria.

Il Campione di Cavriago si gode l’avventura: “Ci stiamo togliando tante soddisfazioni – confessa- con un progetto trinnale ambizioso”.

Le basi sono state gettate dopo una scelta dolorosa: “L’anno scorso abbiao fatto un buon campionato di A2, arrivando ai play-off. C’è stata la rinuncia e la ripartenza dalla B1. Non è semplice trovare società che progettano il futuro, io sono a casa e qui è possibile. C’è tanta buona reggianità, come quattro ragazzi nell’organico per dare una possibilità e per il budget”.

Ma Cantagalli si sente un Bazooka anche da allenatore? “La mentalità da giocatore a tecnico è molto differente. Nello spirito sì, ma in realtà non lo devo essere”.

Cosa le resta oltre un armadio pieno di medaglie, coppe e scudetti? “Dei grandi ricordi. Ho vissuta una vita da giocatore con soddisfazioni, emozioni, fortuna, sacrificio. Le cose sono cambiate, ho chiuso l’armadio anche se ogni tanto lo guardo. Ho iniziato un altro percorso. All’inizio avevo dubbi, non l’ho preso come un lavoro ma come esperienza”.

Quanto se la sente ancora addosso la generazione di fenomeni? “Per i risultati e i sacrifici lo siamo stati, ma da gente normale. Eravamo ragazzi tranquilli. Di fenomeno c’era poco, ma quel che abbiamo fatto è stato fenomenale.”

Com’è cambiata la pallavolo? “La mentalità, il gioco le regole: oggi è un’altra storia. Noi siamo cresciuti con altri insegnamenti. Per noi era soprattutto una questione di fondamentali. Adesso si pratica un gioco molto fisico e meno tecnico. I set durano poco e bisogna dare il massimo in poco tempo. Il nostro gioco era più lento, ora è tutto più studiato e computerizzato”.

Avremo unìaltra generazione di fenomeni come la vostra? “Credo che la base sia fare dei progetti nuovi con delle idee, attraverso il lavoro suigiovani e tanta pazienza. Poi serve anche la fortuna.Le generazioni durano appunto una generazione, è difficili ripetersi. Vale in ogni parte del mondo”.

Può uncampione come Cantagalli avere dei rimpianti? “Non potevo chiedere di meglio a questo sport. Magari potevo vincere anche qualcosa in più…”.

Il vostro gruppo può fare qualcosa per il movimento nazionale? “Qualcuno ci ha provato e la volontà c’è smpre. Ma è anche un mondo radicato al passato: non c’è rinnovo nella dirigenza. Ci sarebbero tante cose da cambiare”.

La sua prossima sfida è portare Reggio Emilia in A1? “Si, io guardo al giorno dopo e non tanto più avanti. Poi altre sfide verranno, e spero sempre vincenti”

Auguri a capitan Michel Guemart, leader della Conad dei record

By | News | No Comments

Capitano e leader vero della Conad dei record, Michel Guemart festeggia 31 anni dopo l’ennesima vittoria, la 16^ in 16 gare di campionato, ottenuta domenica contro Monterotondo.
Nato a Forlì il 18 marzo 1983, il palleggiatore vivrà domenica prossima una giornata speciale, tornando da avversario in quella Santa Croce della quale è stato protagonista, assieme proprio a coach Cantagalli, al tempo suo compagno di squadra.
Intanto, auguri Michel!

Nessun problema con Monterotondo, è una Conad inarrestabile

By | News | No Comments

Conad Reggio Emilia-Pallavolo Monterotondo 3-1 (25-16, 24-26, 25-15, 25-11)
Conad Reggio Emilia: Catellani (L), Bassoli ne, Magnani ne, Guemart 4, Tiozzo 14, Tondo 13, Bartoli 17, Sideri 1, Cuda 12, Benaglia 9, Tataru ne. All. Cantagalli
Pallavolo Monterotondo: Del Mastro 3, Piccini, De Blasio, Mazzolena (L), Forte, Rossi 4, Spagnoli ne, Bacciaglia 5, Labardi, Martinoia, Marino 4, Zancla 5, Di Leo 21. All. Cantagalli
Arbitri: Cerra e Labanti
Note Conad: ace 11, service error 13, muri 14, ricezione 59%, attacco 53%.
Note Monterotondo: ace 4, service error 13, muri 2, ricezione 52%, attacco 36%.

Imbattibile.
E’ la Conad che sa solo vincere, sempre e comunque, in ogni situazione.
Finisce con un netto 3-1 anche il match interno con Monterotondo, che al Pala Bigi non riesce a replicare il mezzo miracolo della gara d’andata, quando i romani tolsero un punto a Guemart e compagni.
Questa volta è ancora bottino pieno per la fantastica squadra di Cantagalli, che infila il 16° successo in 16 gare di campionato, arrivando a quota 45 punti, 9 in più rispetto a Cagliari.
Il duello coi sardi prosegue, ma è chiaro che a sei giornate dal termine rimane un vantaggio importantissimo per coronare il sogno dell’immediato ritorno in serie A.
Un 3-0 non così scontato alla vigilia, anche perchè Monterotondo è stata una delle sole 3 squadre (oltre a Olbia e Sant’Antioco) a levare punti alla capolista, e la squalifica per un turno di coach Cantagalli ha privato la Conad della propria guida.
In panchina quindi il vice Mauro Gallingani, e il sestetto classico con Bartoli opposto a Guemart, Tiozzo e Cuda in banda, Tondo e Benaglia al centro con Catellani libero.
Primo set in totale controllo per Guemart & Co., che comandano sin dal principio con Tondo e Bassoli dominatori assoluti: è 25-16.
Il secondo parziale comincia invece tutto in salita con la reazione di Monterotondo che porta i romani subito avanti di 5-6 lunghezze.
La Conad rimonta, punto dopo punto, ma viene trafitta in volata 24-26 e capisce che questa gara deve chiuderla in fretta.
Dal terzo set, non c’è più storia con Catellani super e Guemart a scatenare la furia di Bartoli e Cuda.
Il finale se lo prende Benaglia, è 25-15 comodo così come è dominio totale nel quarto set.
I giallorossi partono subito a bomba con Tiozzo (9-3), chiudendo con un nettissimo 25-11.

Anche senza il coach, la Conad vuole firmare la 16esima vittoria

By | News | No Comments

Ogni match è complicato e presenta insidie, soprattutto se ti chiami Conad Reggio Emilia e hai vinto 15 partite su 15 in un campionato di serie B sinora dominato.
Per la gara interna di questa domenica con Monterotondo (fischio d’inizio alle ore 18.00 al Pala Bigi), c’è un’ulteriore difficoltà in più.
Coach Luca Cantagalli è stato infatti squalificato per un turno, dopo il cartellino rosso rimediato nel quarto set della gara di sabato scorso a Sant’Antioco. La reazione di Guemart e compagni fu straordinaria già in terra sarda, con un successo al tie-break meraviglioso, e oggi per la prima volta nelle due stagioni sulla panchina giallorossa il tecnico che sta provando a riportare la Conad in A2 non potrà sedere in panchina.
Ci sarà il vice Mauro Gallingani a farne le veci, e in campo 13 leoni a cercare di infilare la 16esima vittoria consecutiva.
In realtà saranno 12, visto che Alessandro Dordei non sarà della partita dopo la distorsione alla caviglia patita nel match di Sant’Antioco (dovrebbe rientrare per Santa Croce).
Attenzione a Monterotondo, una delle tre squadre capaci di levare punti alla Conad. I romani furono i primi, lo scorso 23 novembre, poi ci sono riuscite solo Olbia e Sant’Antioco, ma senza riuscire a battere la capolista.
Una Conad che al Pala Bigi ha sempre vinto da 3 punti, e a 7 giornate dal termine conserva 9 punti di margine su Cagliari, unica squadra rimasta a lottare per la promozione diretta.
Sarà una serata speciale per Giuliano Tataru (nella foto), romano che a Monterotondo è cresciuto diventando un giocatore che si è rivelato in questa sua prima stagione a Reggio Emilia molto utile (ricordiamo la magica serata di Coppa con Bergamo).
Conad che dovrebbe partire con il sestetto classico: Guemart-Bartoli, Tiozzo-Cuda, Tondo-Benaglia, Catellani libero.
Monterotondo, guidata in panchina dall’ex palleggiatore Spanakis, dovrebbe schierare Di Leo opposto a Piccini, Rossi e Del Mastro in posto 4, Bacciaglia e Marino al centro, Mazzolena libero.
Arbitra l’incontro la coppia composta da Cerra e Labanti.

FORMAZIONI IN CAMPO

Pala Bigi di Reggio Emilia – domenica ore 18.00
Conad Reggio Emilia: Guemart-Bartoli, Tiozzo-Cuda, Tondo-Benaglia, Catellani (L). A disposizione Bassoli, Magnani, Sideri, Santini, Tataru. All. Cantagalli (squalificato)
Pallavolo Monterotondo: Piccini-Di Leo, Del Mastro-Rossi, Marino-Bacciaglia, Mazzolena (L). A disposizione De Blasio, Forte, Spagnoli, Labardi, Martinoia, Zancla. All. Spanakis
Arbitri: Cerra e Labanti

Facebook

Get the Facebook Likebox Slider Pro for WordPress