Monthly Archives

Gennaio 2016

CHE ENTUSIASMO NEGLI SPOGLIATOI: “MA DOBBIAMO CONTINUARE COSI'”

By | News | No Comments

CANTAGALLI RAGGIANTE: “SIAMO STATI BRAVI, SONO TRE PUNTI IMPORTANTISSIMI IN CHIAVE PLAYOFF. ORA PERO’ POSSIAMO TIRARE UN PO’ IL FIATO E RECUPERARE TUTTI”.
CAPITAN TONDO: “ORA INIZIA IL TOUR DE FORCE CON LE GARE PIU’ DIFFICILI, MA NON PARTIAMO GIA’ SCONFITTI, ANZI…”. BEVILACQUA: “ABBIAMO DUE SETTIMANE PER PREPARARE SIENA, VOGLIAMO FARE RISULTATO ANCHE IN TOSCANA”

Alessandro Bevilacqua ieri ha sostituito alla grande Ludovico Dolfo mettendo a segno 9 punti

Alessandro Bevilacqua ieri ha sostituito alla grande Ludovico Dolfo mettendo a segno 9 punti

Coach Luca Cantagalli non può che essere soddisfatto per la quarta vittoria consecutiva, la settima in otto gare, della sua Conad. Non era facile affrontare il Club Italia, squadra di ragazzini terribili, talentuosi e senza pressioni, soprattutto dopo un mese così “tirato” di impegni. E seppure il gioco non sia stata quello spumeggiante delle ultime uscite, i giocatori sono stati bravi a restare sul pezzo, tenuti sulla corda da Cantagalli che nei momenti clou li ha richiamati all’ordine in panchina.
“Questi sono tre punti importanti – dice Cantagalli – Il Club Italia è una squadra grintosa e pericolosa. Infatti avevo preparato la partita soprattutto dal punto di vista psicologico, perché chi ha sottovalutato questa squadra poi l’ha pagata cara sul campo. Sono ragazzi che giocano bene, che non hanno nulla da perdere e senza pressioni. E sono una squadra che se non la metti subito sotto e concedi loro l’opportunità di giocare palla su palla, diventa complicata affrontarla. Inoltre eravamo in situazione di emergenza, con qualche acciacco e soprattutto l’assenza di Dolfo che per noi è un giocatore importanitssimo e che era in un ottimo momento di forma. Detto questo, siamo stati molto bravi a giocarci palla su palla, a trovare i loro difetti strada facendo anche se abbiamo regalato qualcosina, facendo qualche errore di troppo. Ma vincere era troppo importante per continuare il nostro cammino per consolidare i playoff e lo abbiamo fatto. Ora finalmente abbiamo una settimana in cui tireremo il fiato e in cui potremo recuperare tutti”.

Coach Luca Cantagalli sta guidando magistralmente la Conad con una cavalcata entusiasmante in questo girone di ritorno

Coach Luca Cantagalli sta guidando magistralmente la Conad con una cavalcata entusiasmante in questo girone di ritorno

Il capitano Alessandro Tondo è stato determinante ieri sera, sia a livello realizzativo mettendo a referto 13 punti, ma soprattutto per aver trascinato i compagni nei momenti di maggior difficoltà e aver spesso tolto le castagne dal fuoco. “Un set perso ci può stare – ha detto Tondo a fine match – Ma era troppo importante guadagnare tre punti, perché all’andata ne abbiamo persi già troppi. Siamo in un bel periodo, abbiamo rimesso in sesto il gioco e c’è grande entusiasmo. Ora le partite facili, se così si possono definire perché non lo sono mai, sono finite. Adesso ci attende un tour de force in cui affronteremo squadre da metà classifica fino a quelle in vetta. Ma non dobbiamo permetterci di dire che sono perse a prescindere, anzi. C’è grande entusiasmo e dobbiamo crederci”.

Ludovico Dolfo non ha potuto essere della partita è così è toccato ad Alessandro Bevilacqua che si è fatto trovare pronto, tonico e bello carico mettendo a segno 9 punti e con una bella prestazione anche a muro: “Era una partita fondamentale – dice – Abbiamo guadagnato vittoria e tre punti meritatissimi. Ora possiamo riposarci un po’ con la pausa. E tra due settimane torneremo in campo. Andremo a Siena dove sarà una bella battaglia, ma la prepareremo per arrivare nelle migliori condizioni possibili. Speriamo di fare un bel risultato anche in Toscana”.

SETTEBELLO CONAD: SCHIANTATO ANCHE IL CLUB ITALIA!

By | News | No Comments

SETTEBELLO CONAD! SCONFITTO ANCHE IL CLUB ITALIA PER 3-1, QUARTO SUCCESSO CONSECUTIVO E SETTIMO SIGILLO IN OTTO GARE. ORA LA TRUPPA DI CANTAGALLI E’ MOMENTANEAMENTE AL SETTIMO POSTO IN ATTESA CHE SI COMPLETI LA GIORNATA. ORA, UNA SETTIMANA DI PAUSA E POI RUSH FINALE: SI TORNA IN CAMPO A SIENA, DIRETTA CONCORRENTE PER LA CLASSIFICA, NEL GIORNO DI SAN VALENTINO 

Alessandro Tondo, Giulio Silva, Leano Cetrullo e Davide Benaglia esultano! Il capitano ha trascinato i compagni con la sua grinta nei momenti più difficili, mentre l'opposto ha messo a segno 20 punti

Alessandro Tondo, Giulio Silva, Leano Cetrullo e Davide Benaglia esultano! Il capitano ha trascinato i compagni con la sua grinta nei momenti più difficili, mentre l’opposto ha messo a segno 20 punti

Un Conad Volley Tricolore da Settebello. Sette come le bellezze centrate nelle ultime otto partite, la quarta di fila (solo Tuscania ha interrotto il momento magico della truppa di coach Cantagalli). E sette come il numero di posizione occupato momentaneamente in classifica in attesa che domani si completi la 5° giornata di ritorno di Serie A2 UnipolSai: +1 su Cantù e meno uno da Siena, proprio la squadra che affronterà nella tana toscana al ritorno in campo il 14 febbraio dopo la pausa di una settimana per la Coppa Italia (per il quale la Conad non si è qualificata al giro di boa). E soprattutto 9 punti nelle ultime tre partite per la gioia di patron Azzio Santini che aveva invocato l’impresa.
Ma la gara di stasera non è stata per niente semplice, con il Club Italia che se non peccasse di inesperienza, grazie al talento dei giovani più promettenti del panorama nazionale, potrebbe davvero competere con tutte. Punteggio sempre sulla scia dell’equilibrio, ma coach Cantagalli ha saputo motivare nei momenti no i suoi. E al quarto set la rabbia per il 2-1 subìto ha portato la Conad a scatenarsi e a vincere, trascinata da un grande Cetrullo (20 punti) e un super Alessandro Tondo (13 punti e decisivo nei momenti che contavano di più).

Situazione di sostanziale equilibrio nel primo set con la Conad che inizia subito sotto dopo due muri fuori di poco e i “ragazzini terribili” del Club Italia che variano molto il gioco mettendo in difficoltà la ricezione reggiana. Ma Cetrullo e Tondo sono sul pezzo: 4-6 per gli ospiti in partenza. Qualche errore di troppo in contrattacco da parte della Conad e in battuta da parte del Club Italia che però gioca molti primi tempi. Il muro reggiano però comincia a prendere le misure e un ace di Benaglia azzera il gap: 11-11. Prova a scappare la Conad, ma non riesce a ingranare sempre a causa di qualche fallo di troppo, ma altrettanto lo è il Club Italia: 15-14 e +1 per Reggio. Un set non bellissimo da vedere a livello di gioco, ma il Volley Tricolore cerca con le unghie di metterlo in tasca: 17-16 con Silva che suona la riscossa. La Conad prende il largo con Cetrullo, prima con un bel pallonetto soft e poi con un muro, poi Bevilacqua – partito in sestetto al posto dell’acciaccato Dolfo, out per il match – lo imita: 20-17 e +3. Ma i giovani talenti del progetto federale non mollano nulla e tornano in parità sul 21-21 anche se una chiamata dubbia su un tocco a muro non ravvisato dell’arbitro scatena la rabbia di Silva che si prende un giallo. Nella fase clou coach Cantagalli si gioca la carta Kody che però al primo attacco sbaglia e Club Italia sul +1: 22-23. Ma capitan Tondo e un muro di Bevilacqua portano la Conad a giocarsi il set point: 24-23. Ed è proprio Kody a pescare il jolly del 25-23: 1-0 per Reggio.

Nella seconda frazione, la Conad comincia con più sprint approfittando di qualche peccato di gioventù degli ospiti in qualche frangente: 5-3. Ma i ragazzi di coach Totire non demordono e vanno anche sopra giocandosi punto su punto col Volley Tricolore: 10-11 per gli ospiti che ribaltano lo svantaggio. Un buon Cetrullo però scalda la mano e riporta sopra Reggio: 13-12. Dopo uno scambio lungo e spettacolare che fa scattare la standing ovation sportiva del PalaBigi, il Club Italia mura Cetrullo e va sul 15-15: altro set combattutissimo. Sempre sul sottile filo dell’equilibrio, nessuno riesce a fare un passo in avanti che subito viene raggiunto: 18-18. Cantagalli come nel finale di set precedente gioca ancora l’asso Kody al posto di Cetrullo. Ma non sortisce nell’immediato l’effetto sperato: 19-21 con Club Italia in vantaggio. Cantagalli allora chiama tutti a rapporto e scuote la squadra. E capitan Tondo di violenza schiaccia a terra un primo tempo facendo capire che la “lezione” è servita, poi Kody prima va a murare e poi con due attacchi trascina la Conad sopra: 24-22, che break! Poi accade il clamoroso: Club Italia annulla i due set point e va a giocarsi la frazione ai vantaggi. Cantagalli richiama all’ordine i suoi e la reazione arriva prima con un gran primo tempo di Benaglia, poi con Cetrullo a muro: 26-24 e 2-0 per la Conad!

La Conad vuole assolutamente chiudere la pratica e guadagnare i tre punti, ma non è semplice contro questo Club Italia che inizia subito bene: 2-3. Poi i padroni di casa inanellano una bella serie positiva e coach Totire dall’altra parte risponde inserendo qualche giocatore fresco, ma il punteggio è sempre equilibrato: 11-11. Ma il Club Italia è davvero un osso duro e va addirittura sul +2: 12-15. Per Luca Cantagalli arriva ancora il momento di tornare sotto e di spostare gli equilibri: butta nella mischia Kody e chiama il timeout sul -4: 12-16. La scossa arriva proprio col Puma camerunense e un ace di capitan Tondo: 15-17, gap dimezzato e Conad che torna in corsa. Ma i giovani ospiti tornano ad essere terribili e vanno sopra di 3: 16-19. Cantagalli allora ritorna a suonare la sveglia ai suoi in panchina. E la risposta arriva con Kody che si scatena: 21-21, parità agguantata. Poi però blackout con errori in serie e il Club Italia piazza il break che li porta a servire per il set: 21-24. Silva sbaglia una schiacciata, palla fuori e gli ospiti accorciano: 21-25 e 2-1!

La Conad entra rabbiosa nel quarto set partendo con un bel 3-0. È l’ultima chance per mettersi in tasca i 3 punti, missione imprescindibile se vuole continuare a coltivare ambizioni di alta classifica. Tondo e compagni arrivano a piazzare un massimo vantaggio di +5: 12-7 e viaggiano a vele spedite.
Il Club Italia prova a farsi sotto ancora, ma il distacco costruito dal Volley Tricolore è considerevole. Cetrullo e Bevilacqua bombardano e mantengono sempre gli avversari su uno stabile +5: 17-12. La Conad però ogni tanto tende a rilassarsi e il Club Italia ritorna a -2: 17-15. Cantagalli richiama ancora una volta i suoi a rapporto. Stavolta si aspetta la scossa finale che porta alla vittoria. Ed è sempre il capitano Tondo a dare l’esempio: 19-16 e un urlo per incitare i suoi a dare tutto al fotofinish. Ma la reazione degli ospiti è incredibile, trovando un break di 3-0 ed è 19-19! Urla anche Cantagalli per riportare l’ordine, Tondo lo ascolta e trascina ancora una volta i compagni: controbreak e 22-19! Stavolta il timeout arriva dall’altra panchina, ma la Conad ormai è lanciata: Bevilacqua guadagna almeno quattro match point. Il Club Italia ne annulla uno, ma sulla bordata di Cetrullo non si può fare nulla: 3-1, giochi chiusi e tre punti messi in cassaforte. Missione compiuta per una squadra sempre più sorprendente.

Il tabellino

CONAD VOLLEY TRICOLORE REGGIO EMILIA      3
CLUB ITALIA ROMA                                                            1
(25-23; 26-24; 21-25; 25-21)

REGGIO: Bevilacqua 9, Benaglia 8, Cetrullo 20, Silva 7, Tondo 13, Marchiani 2; Bonante, Kody 7, Scaltriti. Libero: Morgese. Non entrati: Cargioli e Tom D.P. Allenatore: Cantagalli
CLUB ITALIA: Di Martino 3, Zoppellari 3, Margutti 16, Galassi 11, Argenta 17, Zonca 5; Caneschi 3, Osak 7. Liberi: Piccinelli e Marta. Non entrati: Gaia e Tofoli. Allenatore: Totire
Arbitri: Sessolo e Montanari

FEBBRE DEL SABATO SERA AL PALABIGI: LA CONAD ATTENDE IL CLUB ITALIA

By | News | No Comments

DOMANI ALTRO SATURDAY NIGHT: AL PALABIGI ARRIVA IL CLUB ITALIA
MARCHIANI E MORGESE METTONO IN GUARDIA I COMPAGNI: “STIAMO ANDANDO ALLA GRANDE, NON DOBBIAMO PORCI LIMITI, MA OCCHIO A NON SOTTOVALUTARE LA GARA DI DOMANI. SONO GIOVANI, MA POSSONO METTERE IN DIFFICOLTA’ CHIUNQUE”

Il palleggiatore Manuele Marchiani tra gli artefici della rinascita del Conad

Il palleggiatore Manuele Marchiani tra gli artefici della rinascita del Conad

La “Febbre del Sabato Sera” è al PalaBigi, dove la Conad spera di poter ballare di gioia a fine match. Dopo la bella vittoria contro Mondovì sabato scorso, si gioca ancora in via Guasco e ancora di sabato. Domani sera alle 20,30 la truppa di coach Cantagalli attenderà il Club Italia, la squadra dei talenti del futuro voluta dalla Federazione per far crescere i giovani in ottica nazionale e facendoli giocare in un campionato agonistico di livello come la serie A2. E nella rosa allenata da coach Michele Totire, una “volpe” della categoria che conosce molto bene, spiccano due figli d’arte che evocano dolci ricordi agli appassionati: si tratta del palleggiatore Alessandro Tofoli, figlio di Paolo, l’alzatore più vincente degli Azzurri e della grande Generazione di Fenomeni, e di Davide Gardini, figlio di Andrea, grande capitano dell’Italia.

Anticipo della 5a giornata di ritorno di campionato di Serie A2 UnipolSai in cui il Volley Tricolore va a caccia del settimo acuto in otto partite che significherebbe non solo consolidare la propria posizione nei playoff conquistata dopo la grande cavalcata di quest’ultimo mese e mezzo, complice anche gli scivoloni delle squadre davanti come Ortona che ha perso l’ottavo posto proprio la settimana scorsa dopo la sconfitta con Castellana Grotte. Ma potrebbe anche far guadagnare ulteriori posizioni, aspettando poi il turno di campionato di domenica.

Davide Morgese, libero classe '96, ha alzato notevolmente le percentuali di ricezione della squadra

Davide Morgese, libero classe ’96, ha alzato notevolmente le percentuali di ricezione della squadra

Tutte considerazioni però che si avvereranno solamente se si ottiene l’obiettivo che tre settimane fa aveva auspicato e fissato il patron Azzio Santini (“Voglio nove punti nelle prossime tre gare”). E dopo Brescia e Mondovì, la Conad vuole il colpaccio da tre punti anche domani sera. E grida vendetta ancora il punto lasciato per strada a Roma all’andata, dove il Volley Tricolore vinse al tie-break. Ma era ancora un momento di chiaroscuro quello della squadra.

Club Italia che non è affatto da sottovalutare però, nonostante le verdissima età che fa peccare un po’ di esperienza i promettenti atleti.
Lo sa bene Manuele Marchiani, palleggiatore della Conad e uno degli artefici della rinascita della Conad. Dopo aver patito un infortunio che gli ha fatto cominciare la stagione con qualche difficoltà, appena ha preso confidenza coi compagni, tutto sta girando alla grande. “Sì, ho sofferto l’inizio campionato – dice – Come tutti del resto. Poi aver costruito un bel feeling con la squadra ha sicuramente aiutato. Il gioco è diventato più fluido, abbiamo maggiori sicurezze. Però sono importanti tutti e nessuno è fondamentale. I risultati finalmente stanno arrivando, speriamo di continuare così. Il difficile verrà adesso col calendario in salita? È vero che affronteremo sempre più squadre che gravitano in alta classifica, ma non c’è partita più difficile dell’altra. Se esprimiamo il nostro gioco possiamo dare filo da torcere a chiunque. Playoff? Ancora non sappiamo i nostri limiti come ha detto il coach in settimana, però non dobbiamo certo porceli e arrivare più in alto possibile. Poi tireremo le somme alla fine”.

Il più giovane del Club Italia è proprio Gardini, classe ’99, mentre il più “anziano” è l’opposto talentuoso Argenta, classe ’96 proprio come il nostro libero Davide Morgese, che invece della Conad è il più giovane. E per lui sarà una sfida contro dei coetanei. Ma anche lui mette in guardia i compagni: “Sono giovani, ma in campo non lo dimostrano per niente. Hanno qualità e possono metterci in difficoltà. Già per il punto perso all’andata contro di loro ce lo fa capire. Starà a noi essere bravi a imporre il nostro gioco e portare a casa i tre punti. Ricezione migliorata grazie a me? No no, siamo migliorati grazie alla squadra, all’impegno e alla costanza che ci stiamo mettendo in allenamento. Per questo stanno arrivano i risultati e dobbiamo continuare così”.

Dando uno sguardo ai precedenti tra le due squadre in A2, la Conad ha affrontato 8 volte il Club Italia. La bilancia pende dalla parte di Reggio: 7 vittorie e una sconfitta quando il team si chiamava ancora Edilesse Cavriago.

LA PRIMA DONNA DEL MAIN SPONSOR SULLA PANCHINA DELLA CONAD

By | News | No Comments

ANCORA UN SUCCESSO CON LA BELLA INIZIATIVA “LO SPONSOR IN PANCHINA”. A SEDERSI DI FIANCO A COACH CANTAGALLI PER LA PRIMA VOLTA E’ STATA UNA DONNA, SI TRATTA DI PAOLA RONDANINI, DIRETTORE DEL SUPERSTORE LE VELE DI CONAD, MAIN SPONSOR DEL VOLLEY TRICOLORE. «E’ STATO MOLTO EMOZIONANTE E MI HA COLPITO LA GRANDE EDUCAZIONE DEI GIOCATORI. IL GIOCO DI SQUADRA E’ FONDAMENTALE, PROPRIO COME NEI NOSTRI SUPERMERCATI» 

Paola Rondanini, direttrice del Conad Le Vele, assieme al coach Luca Cantagalli

Paola Rondanini, direttrice del Conad Le Vele, assieme al coach Luca Cantagalli

L’iniziativa “Lo Sponsor in Panchina” cominciata a inizio stagione è ormai diventata un amuleto al PalaBigi. Anche sabato scorso la squadra ha avuto l’onore di avere in panchina un ospite che ha portato fortuna nella vittoria contro Mondovì.

A sedersi di fianco a coach Luca Cantagalli, al suo vice Paolo Zambolin e al consigliere delegato al marketing Loris Migliari, è stata per la prima volta dall’avvio di questa iniziativa una donna: Paola Rondanini, direttrice del Superstore Le Vele di Conad, main sponsor del club; una location che ospitò, prima che cominciasse il campionato, la bellissima festa di presentazione della prima squadra e del Progetto Giovani.

«E’ stato veramente molto emozionante – ha raccontato Paola Rondanini – Sono rimasta colpita dalla grande educazione che ha la squadra. I giocatori si parlano sempre in modo corretto, anche nei momenti di grande tensione e agonismo dove è facile che il controllo possa sfuggire di mano. Ho visto davvero la pallavolo e lo sport nel suo aspetto migliore. Altro che le polemiche del calcio che siamo abituati a sentire, come accaduto anche di recente. Sono rimasta sbalordita da Kody, tanto per fare un esempio. Entrava in campo per fare muro e poi tornava subito in panchina, sempre col sorriso. Insomma, magari qualcun altro avrebbe potuto anche arrabbiarsi volendo giocare a tutti i costi. Invece in questa squadra ho visto una grande unione e disponibilità ad aiutarsi. È stato veramente bello. Poi il fatto di vivere la partita a pochi centimetri dal campo catapulta dentro al gioco e fa venire voglia di fare la raccattapalle…».

La Rondanini in panchina tra Loris Migliari e il medico Massimo Pantaleoni

La Rondanini in panchina tra Loris Migliari e il medico Massimo Pantaleoni

Emozione data anche dal fatto di essere seduta di fianco a un campionissimo come Luca Cantagalli. «A parte quando abbiamo fatto la foto insieme che gli arrivavo nemmeno all’ombelico – scherza simpaticamente la Rondanini – Di lui mi ha colpito la calma e la tranquillità che riesce a infondere ai ragazzi, anche magari a quelli più caldi caratterialmente. E poi capitan Tondo quando era in panchina era una sorta di secondo allenatore, incitava e caricava i compagni. Nonostante sia giovane, è davvero un bell’esempio».

Aspetti sportivi che vanno a collimare anche con la partnership ormai consolidata con lo sponsor Conad. Uno sport sano, bello e pulito come la pallavolo rispecchia esattamente i valori che Conad vuole trasmettere in ciò che propone ogni giorno alla gente. “Persone oltre le cose”, come dice l’eloquente slogan di Conad.
«Quello di Conad con la pallavolo – conclude la Rondanini – è un abbinamento vincente. Perché come in questo sport è fondamentale il gioco di squadra per avere successo, lo è anche per noi nei nostri punti vendita. Occorre rapportarsi con correttezza e con grande educazione e rispetto. Siamo davanti alla gente. E chi lavora per noi deve comportarsi proprio come una squadra: aiutare i colleghi affinché tutto sia positivo e costruttivo».

KODY: “SONO FELICE PER COME HO RITROVATO I MIEI COMPAGNI”

By | News | No Comments

KODY: “NON MI ASPETTAVO DI TORNARE IN ITALIA E DI TROVARE I MIEI COMPAGNI IN ZONA PLAYOFF COSI’ PRESTO. SONO DAVVERO FELICE. ORA VOGLIO DARE UNA MANO E DIMENTICARE L’AMAREZZA DELLA MANCATA QUALIFICAZIONE ALLE OLIMPIADI. GIOCARMI IL POSTO CON CETRULLO? LA NOSTRA E’ UNA RIVALITA’ POSITIVA E COSTRUTTIVA, SIAMO MOLTO AMICI” 

L'opposto camerunense Arthur Kody è rientrato sabato sera contro Mondovì dopo l'avventura in nazionale

L’opposto camerunense Arthur Kody è rientrato sabato sera contro Mondovì dopo l’avventura in nazionale

L’opposto numero 10 della Conad, Arthur Kody aveva lasciato Reggio dopo aver dato una scossa pazzesca con 22 punti serviti ad abbattere Sora, che arrivava al PalaBigi da favorita essendo seconda in classifica. Una vittoria quel 22 dicembre del 2015 da cui partì la grande cavalcata del Volley Tricolore dall’ultimo posto fino all’odierno ottavo posto, in zona playoff.
Poi il “Puma” camerunense è andato nel suo Paese per vestire la maglia della nazionale e inseguire un sogno: la storica qualificazione alle Olimpiadi di Rio 2016, una competizione che la selezione africana non ha mai conquistato.

«Abbiamo perso in semifinale contro l’Egitto – racconta Kody – Poi purtroppo abbiamo perso la possibilità di andare a giocarci il torneo di spareggio in Canada, perdendo nella finale 3° posto contro l’Algeria al tie-break per 15-13. Ma nonostante questo, sono soddisfatto perché abbiamo giocato senza quattro giocatori importanti per noi, esprimendo una bella pallavolo. Certo, un po’ di rabbia c’è, ma ora voglio continuare a fare bene con la maglia della Conad».

Kody è tornato la settimana scorsa ed è sceso nuovamente in campo contro Mondovì al PalaBigi. Anche se è partito in panchina per scelta di coach Cantagalli che ha potuto contare su un ottimo Cetrullo. Lo stesso tecnico si è detto fortunato di avere due giocatori così nel ruolo di opposto, forse i migliori di tutta la Serie A2, precisando che giocherà chi si allenerà meglio.
«Ho sempre seguito i miei compagni dal Camerun, guardando le partite quando potevo – dice Kody – Già contro Sora ci eravamo sbloccati, ma quando sono tornato ho trovato proprio una mentalità migliore. Un atteggiamento positivo, tanta consapevolezza e quelle motivazioni che a inizio campionato forse sono un po’ mancate. Ora c’è tanta voglia di vincere. Non pensavo di tornare e trovare la squadra già in zona playoff, anche se sapevo che ci saremmo arrivati. Sono davvero felicissimo e ora mi metto a disposizione della squadra per aiutarla a raggiungere questo obiettivo. Le prossime partite sono fondamentali per noi e speriamo di continuare così. Io e Cetrullo dobbiamo giocarci il posto? Il nostro è un duello positivo e costruttivo. Io e Leano siamo amici e ci aiutiamo. Ci alleniamo bene e starà al tecnico scegliere. E’ giusto che sabato sera abbia giocato lui. Io sono contento e non esiste nessun problema».

CANTAGALLI ORA NON VUOLE FERMARSI PIU’

By | News | No Comments

COACH CANTAGALLI SORRIDE, MA NON VUOLE FERMARSI: “MISSIONE PLAYOFF COMPIUTA? NO, LA MISSIONE E’ APPENA COMINCIATA. IL NOSTRO CAMPIONATO INIZIA ORA. DOBBIAMO MIGLIORARE ANCORA E STA A NOI ANDARE ALLA RICERCA DEI NOSTRI LIMITI CHE ORA NON CI PONIAMO. CETRULLO E KODY? CON DUE GIOCATORI COSI’ ABBIAMO SICURAMENTE UN’ARMA IN PIU’ E FOSSERO TUTTI QUESTI I PROBLEMI…”.

Luca Cantagalli sulla panchina della Conad si sta togliendo tante soddisfazioni dopo un brutto avvio di campionato. Speriamo siano le prime di una lunga serie

Luca Cantagalli sulla panchina della Conad si sta togliendo tante soddisfazioni dopo un brutto avvio di campionato. Speriamo siano le prime di una lunga serie

 

La sesta vittoria in sette gare per la Conad fa certamente sorridere e inorgoglire coach Luca Cantagalli che ha trascinato i suoi ragazzi fuori dal tunnel oscuro di inizio campionato con una cavalcata straordinaria. Il Volley Tricolore per il cammino fatto tra fine andata e inizio girone di ritorno sarebbe a ridosso delle prime in classifica: un solo ko nella prima di ritorno con Tuscania, mentre le altre sono state tutte messe in tasca. E l’hurrà di ieri sera contro Mondovì, è valso l’ottavo posto in solitario in piena zona playoff grazie allo scivolone di Ortona. Ma il tecnico vuole tenere i piedi per terra.

“Sì, abbiamo agganciato l’ottavo posto e i playoff – dice Cantagalli – Ma la missione non è compiuta per niente. Anzi, è appena cominciata. Abbiamo fatto un mezzo passo e siamo ritornati dentro, ma ora bisogna continuare altrimenti nulla di tutto questo avrà un senso. Riguardo alla partita, sono soddisfatto per il risultato, mentre per la prestazione invece così così. Non si possono prendere 5 punti di break in rotazione e in alcuni momenti ci è andata bene. Dobbiamo riflettere e lavorare sui nostri errori, perché appena ci rilassiamo e tiriamo un po’ il fiato, andiamo in difficoltà. E se di fronte abbiamo una squadra un po’ più organizzata, ce la fanno pagare cara. Però la reazione c’è stata ed è chiaro che quando si è obbligati a vincere, la pressione si fa sentire. Non siamo perfetti e dunque dobbiamo lavorare e migliorare”.
Poi, Cantagalli si sofferma sulla gestione del “dualismo” fra gli opposti Cetrullo e Kody. Il primo è in un grande momento di forma ed è stato protagonista sia della vittoria di ieri con 19 punti sia di questa bella risalita della Conad, mentre Kody è volato in Camerun a Natale per giocarsi le qualificazioni olimpiche con la sua nazionale, rientrando per la partita di ieri. “Abbiamo mantenuto l’assetto delle ultime partite perché Cetrullo sta facendo bene – dice il coach – e siamo partiti con lui. Ma il fatto che Kody sia tornato ci dà più certezze e più forza psicologica, ma soprattutto grande equilibrio. Certamente, avere due giocatori così nello stesso ruolo è una difficoltà per me a livello di scelta, ma anche un’arma doppia. Ora però chiaramente Kody deve rigiocarsi un po’ il posto e credo che questa “rivalità” possa essere solo positiva e costruttiva in modo da migliorare per entrambi, Insomma, non è affatto un problema, anzi fossero sempre stati questi…”.

Il tecnico infine parla della classifica e di dove può arrivare questa squadra che comincia finalmente la forma di ciò che voleva lui in primis, ma anche la società, sin da inizio stagione: “Paradossalmente inizia ora il nostro campionato. In questi due mesi ci siamo ritrovati e abbiamo costruito quella chimica e quell’amalgama che dovevamo mettere insieme in preparazione. Così non è stato semplicemente perché – non erano alibi allora e non lo sono a maggior ragione ora – abbiamo avuto tanti infortuni e problemi fisici. Un conto è costruire un sistema di gioco col palleggiatore titolare e un altro conto è non averlo per tutto il pre-campionato. Ma siamo stati bravi a rimetterci in piedi, a migliorare e credo che lo faremo sempre di più. Non ho mai dubitato dei miei ragazzi, siamo sul pezzo e dobbiamo continuare a esserlo sempre di più. Siamo cresciuti, abbiamo tante consapevolezze in più: non siamo più quelli di due mesi fa. Ma come ho detto ai ragazzi negli spogliatoi, se vogliamo che tutto questo lavoro serva a qualcosa, bisogna vincere”.

Poi Cantagalli mette in guardia sulla prossima gara, ancora in casa al PalaBigi e ancora di sabato sera alle 20,30 contro Club Italia. “Sarà una partita difficile, loro non hanno niente da perdere e giocano senza pressione. E sono ragazzi talentuosi che hanno dato filo da torcere a tutti. Cerchiamo di vincere questa e poi dopo tireremo un po’ il fiato con la sosta. Ricaricheremo le pile e ci prepareremo al tour de force finale perché le partite più dure, almeno sulla carta, le abbiamo dopo. Ma possiamo dare filo da torcere a tutti. Dove possiamo arrivare? Non lo so, non faccio conti e non guardo alla classifica. Difficile capire dove arriveremo, siamo alla ricerca dei nostri limiti ed è anche bello farlo. Vogliamo continuare a vincere. Pensiamo a qualificarci per i playoff. Io ne ho giocati tanti e assicuro che è un mondo completamente diverso dove può succedere davvero di tutto”.

LA CONAD MANDA AL TAPPETO MONDOVI’ E GUADAGNA L’OTTAVO POSTO

By | News | No Comments

MISSIONE COMPIUTA: LA CONAD STENDE ANCHE MONDOVI’ E VENDICA L’ANDATA  VINCENDO 3-0 E TRE PUNTI IN TASCA PER GLI UOMINI DI COACH CANTAGALLI CHE AGGUANTANO L’OTTAVO POSTO PLAYOFF! SESTA VITTORIA IN SETTE GARE: LA APRE E LA CHIUDE IL PIRATA BENAGLIA CHE PORTA I SUOI A NAVIGARE IN ACQUE DOLCI CON TANTI SOGNI NEL FORZIERE

Il Pirata Benaglia, Capitan Tondo e "Hitman" Leano Cetrullo: sono loro i tre giustizieri di Mondovì

Il Pirata Benaglia, Capitan Tondo e “Hitman” Leano Cetrullo: sono loro i tre giustizieri di Mondovì

Il Volley Tricolore manda al tappeto la Bam Mondovì al PalaBigi per 3-0 e si guadagna tre punti importantissimi che le permettono di agguantare l’ottavo posto in solitaria, grazie al clamoroso tracollo  di Ortona che ha perso in casa contro Castellana Grotte al tie-break dopo essere andata sopra per 2-0. E tutto questo significa che i playoff sono a portata di mano. Una prova di carattere, di grinta e di cuore quella degli uomini di Cantagalli che davanti si sono trovati una squadra tostissima, incitata da una quarantina di supporters arrivati dal Piemonte. Tutti i set sono stati combattutissimi e Reggio si è trovata spesso sotto, ma la qualità di Cetrullo (19 punti per lui), la grinta di Silva (8 sullo score) e un capitan Tondo trascinante hanno fatto la differenza.

Comincia con un buon piglio la Conad mettendo giù il primo punto del match con Benaglia, ma Mondovì si dimostra subito una formazione coriacea andando sopra sul 2-6 sfruttando qualche difficoltà in ricezione di Reggio. Un break che porta coach Cantagalli a chiamare  subito timeout per stimolare una reazione. Che però stenta ad arrivare: Dolfo prova a scuotere i suoi, ma gli ospiti non stanno a guardare e mette in difficoltà una Conad troppo fallosa soprattutto coi centrali fissando il punteggio sul 7-11. Ma i buoni colpi di Cetrullo e Dolfo portano Reggio ad annullare il vantaggio piemontese: 14-14. E poi due grandissimi ace del capitano Alessandro Tondo mandano la Conad sul +2: 17-15, che rimonta! Ma Mondovì è un osso duro, impatta e poi torna sopra: 17-18. Ma Cetrullo con una bordata e un errore degli ospiti lancia Reggio sul 19-18. Set bellissimo, si combatte su ogni punto. Il Volley Tricolore piazza un allungo che potrebbe essere decisivo e va sul 23-21, poi Silva con un grande muro guadagna almeno tre set point. Mondovì ne neutralizza due andando sul 24-23. Ma Cetrullo (8 punti a fine set per lui) non sbaglia sul contrattacco e Reggio porta a casa il primo set: 25-23 e 1-0.

Il secondo set inizia con grande equilibrio con le due formazioni che vanno avanti di punto in punto per poi riprendersi: 3-3. Ma un bel primo tempo, un muro di Tondo e una schiacciata fuori di Manassero portano Reggio sul +3: 6-3. Cetrullo è scatenato e con la complicità di Dolfo mette in atto un tentativo di fuga da parte della Conad: 10-5. Mondovì non riesce a reagire e Cetrullo la punisce ancora: 13-8 per il team reggiano. E ancora l’opposto a sfondare il parquet avversario con un grande ace: 15-10. Poi però qualche errore di troppo e la sfortuna portano Mondovì ad un clamoroso break di 0-5: 15-15. Cantagalli chiama i suoi a rapporto e Tondo dà la scossa: 16-15. Poi Dolfo fa male in banda e allunga: 19-16. Mondovì non molla niente e l’ex Bertoli esplode una saetta dalla battuta: 20-19. Poi Benaglia erge un muro e Reggio si trova sul 21-19 nel momento clou del set. A muro non passa più nulla dalle parti della Conad: 23-20. Cetrullo sbaglia un attacco, ma Tondo (quinto punto del set per lui) toglie le castagne dal fuoco con un gran primo tempo: 24-21. Mondovì guadagna il cambio palla, ma Manassero sbaglia la battuta e Reggio va sul 2-0!

La Conad vuole chiudere subito la pratica e portarsi a casa i tre punti, ma non è facile perché Mondovì è davvero un osso duro: 3-4 per gli ospiti a inizio terzo set. Dolfo e Benaglia provano a ribaltare la situazione, ma i piemontesi riescono sempre a mantenere quel punticino di vantaggio: 8-9. Cetrullo sbaglia qualche attacco di troppo e la Bam allunga sul +4 trovando un buon break: 8-12. Cantagalli richiama i suoi e Cetrullo si fa subito perdonare con due ace pazzeschi: 11-12. Mondovì si riprende il gap, ma ancora Cetrullo la mette giù: 12-15. I piemontesi allungano ancora, ma è sempre la coppia Marchiani-Cetrullo a confezionare punti: 15-16. Poi con la superba difesa di Morgese, Silva trova il colpo del 17-17. Mondovì torna avanti, poi un muro Benaglia-Cetrullo viene chiamato fuori in modo dubbio dall’arbitro: piemontesi sul +2. Ma la rabbia e il cuore di Reggio riportano il punteggio in parità: 19-19. Mondovì ancora avanti di uno, ma è sempre capitan Tondo a dare la carica con uno splendido primo tempo: 20-20. Un set tiratissimo! La Bam va sopra ancora per due volte, ma la Conad la riprende sempre e sempre con un super Tondo: 22-22! Poi De Luca sbaglia un pallonetto e Reggio si porta sul 23-22! Mondovì accusa il colpo e commette fallo: 24-22, match point per la Conad. E il suo pirata Davide Benaglia chiude la gara sul 3-0 e portando la sua ciurma a navigare in piene acque playoff

Il tabellino
 

CONAD VOLLEY TRICOLORE REGGIO EMILIA     3
BAM MONDOVI’                                                                   0
(25-23;25-22; 25-22)

REGGIO: Dolfo 6, Benaglia 5, Cetrullo 19, Silva 8, Tondo 10, Marchiani 1; Kody, Scaltriti. Libero: Morgese. Non entrati: Cargioli, Bonante, Bevilacqua. Allenatore: Luca Cantagalli
 
MONDOVI’: Parusso 1, De Luca 12, Manassero 7, Perla 4, Cortellazzi 4, Bertoli 13; Longo,  Menardo, Ghibaudo. Libero: Thei. Non entrati: Peirano, Fabiano, Peluffo (2° L). Allenatore: Barisciani
Arbitri: Traversa e Rossetti

DOMANI SERA ARRIVA MONDOVI’: MISSIONE PLAYOFF

By | News | No Comments

DOMANI SERA LA CONAD ATTENDE ALLE 20,30 AL PALABIGI LA BAM MONDOVI’. GLI OBIETTIVI? VENDICARE L’ ANDATA E AGGANCIARE I PLAYOFF. RIENTRA KODY DOPO LA PARENTESI IN CAMERUN CON LA SUA NAZIONALE, L’OPPOSTO CERCHERA’ SUBITO DI TOCCARE QUOTA 200 PUNTI COME IL COMPAGNO CETRULLO: GLIENE MANCANO 22
LUNEDI’ A “REGGIO SOTTO RETE”, TRASMISSIONE DI TELEREGGIO, SARANNO OSPITI LUCA CANTAGALLI E L’EX VICEDIRETTORE DI SKY SPORT LORENZO DALLARI  

Il camerunense Kody che è rientrato dall'esperienza in nazionale. Domani sera la Conad avrà un'arma in più

Il camerunense Kody che è rientrato dall’esperienza in nazionale. Domani sera la Conad avrà un’arma in più

Due missioni per la Conad che dopo la vittoria nel lunch match di domenica scorsa a Brescia, domani sera, nell’anticipo della 4a giornata di ritorno del campionato di Serie A2 UnipolSai, attende al PalaBigi la Bam Mondovì alle ore 20,30.
Il primo obiettivo è quello di “vendicare” – come ha detto lo stesso coach Luca Cantagalli in settimana, la sconfitta dell’andata per 3-1 in Piemonte, forse la più brutta a livello di prestazione del Volley Tricolore. Il secondo invece è quello di agganciare i playoff, che distano solo un punto, cercando di approfittare di un eventuale passo falso di Ortona che si trova all’ottavo posto. E soprattutto continuare la striscia positiva di vittorie: la Conad cerca infatti la terza consecutiva e la sesta in sette gare, dove solamente Tuscania l’ha fermata.

Coach Luca Cantagalli da domani riavrà un’arma molto importante: l’opposto Kody che ha lasciato l’Italia dopo la vittoria della riscossa contro Sora per poi andare in nazionale a giocarsi le qualificazioni alle Olimpiadi. È tornato ad inizio settimana ed è carico più che mai per dare una mano ai compagni che non lo hanno fatto rimpiangere. La squadra reggiana avrà così due frecce pericolosissime per gli avversari: Cetrullo che è in un gran momento di forma e il numero 10 camerunense. E quest’ultimo cercherà subito di agguantare un record del compagno: i 200 punti stagionali che il numero uno abruzzese ha superato con una grande prova a Brescia domenica scorsa. A Kody gliene mancano 22.
E a dare una bella spinta in panchina ci sarà anche una donna, la prima, per l’iniziativa di successo “Lo Sponsor in Panchina”, ideata dal consigliere delegato al marketing Loris Migliari. Si tratta di Paola Rondanini, direttore del Superstore Le Vele di Conad, main sponsor del club.

Inoltre, finito il match, la pallavolo non si ferma. E lunedì sera, alle 23, su TeleReggio, nella trasmissione “Reggio Sotto Rete” condotta da Gionata Cavecchi, saranno ospiti l’allenatore Luca Cantagalli e l’ex vicedirettore di Sky, Lorenzo Dallari.

PRIMA SQUADRA E UNDER 15 SI ALLENANO INSIEME

By | News | No Comments

PROGETTO GIOVANI: AVANTI TUTTA! TERZO POSTO DELL’UNDER 15 AL TROFEO ESTASI A PARMA. E COME PREMIO, OGGI SI SONO ALLENATI CON LA PRIMA SQUADRA DI LUCA CANTAGALLI AL PALAENZA DI SANT’ILARIO. E DUE NOSTRI BABY SONO STATI CONVOCATI DALLA SELEZIONE REGIONALE 

Coach Luca Cantagalli impartisce suggerimenti ai baby dell'Under 15 AL PalaEnza

Coach Luca Cantagalli impartisce suggerimenti ai baby dell’Under 15 AL PalaEnza

Continua alla grande il processo di crescita del Progetto Giovani, il bel sodalizio per il settore giovanile nato nella scorsa primavera dalle società pallavolistiche più importanti di Reggio – Volley Tricolore, Pieve Volley e Vigili del Fuoco.
Dopo l’ottimo piazzamento delle formazioni Under 17 e Under 15 nell’importante torneo Winter Cup, l’Under 15 ha disputato nel weekend appena trascorso un ‘altra competizione importante: il Trofeo Estasi a Parma. Dopo una buona vittoria all’esordio nel derby contro l’Energy Volley Parma, nella seconda uscita contro la selezione provinciale di Piacenza ha subìto una sconfitta di misura. Nella semifinale poi i baby del Volley Tricolore hanno ceduto il passo ai titolati avversari del One Team Azzano i quali hanno vinto impedendo così ai nostri colori l’accesso alla finale. Ma i giovani guidati da Carlo Bonfatti si sono però poi aggiudicati la finalina, salendo sul podio della kermesse e confermando così una buona e continua crescita tecnica.

L'Under 15 di Carlo Bonfatti che si è classificata al 3° posto al Trofeo Estasi di Parma

L’Under 15 di Carlo Bonfatti che si è classificata al 3° posto al Trofeo Estasi di Parma

Un piazzamento che è stato “premiato” con l’allenamento di oggi svolto al PalaEnza di Sant’Ilario assieme alla prima squadra che sta preparando il match di campionato di sabato (ore 20,30 al PalaBigi contro Mondovì). Prima la parte atletica insieme a capitan Tondo e compagni e poi alla fine, dopo aver fatto assistenza ai palloni, hanno potuto fare qualche scambio coi loro beniamini. Un’emozione particolare anche perché a dirigerli è stato il tecnico Luca Cantagalli, di cui tanti di loro hanno il poster in camera.
Un’iniziativa che rientra anche nell’ambito di unificare le metodologie di allenamento tra prima squadra e settore giovanile, con lo stesso coach Cantagalli e il preparatore atletico Giovanni Biondi che stanno tenendo una serie di “lezioni”, con confronti e dialogo, per raggiungere l’obiettivo che porterebbe i giovani ad essere più pronti qualora arrivassero in prima squadra.

Ma le soddisfazioni non finiscono qui. Per il Regional Day, torneo tra tutte le selezioni regionali che si svolge a Bologna il 26 gennaio, sono stati convocati due nostri atleti: si tratta del capitano dell’Under 15 Alessandro Negri e del giocatore dell’Under 17, Marco Cantagalli, orgoglio di papà Luca allenatore della prima squadra.

Alessandro Negri, capitano dell'under 15, convocato nella selezione regionale

Alessandro Negri, capitano dell’under 15, convocato nella selezione regionale

Marco Cantagalli, figlio di Luca coach della Conad prima squadra, che milita nella formazione Under 17, convocato anche lui tra i 40 al Regional Day

Marco Cantagalli, figlio di Luca coach della Conad prima squadra, che milita nella formazione Under 17, convocato anche lui tra i 40 al Regional Day

LA LEGA DEFINISCE IL CALENDARIO FINO A FINE CAMPIONATO

By | News | No Comments

DEFINITE LE VARIAZIONI DEL CALENDARIO DELLA SERIE A2: LA CONAD GIOCHERA’ TRE VOLTE DI SABATO E UNA INFRASETTIMANALE AL MERCOLEDI’. AD ALESSANO SI SCENDERA’ IN CAMPO A MEZZOGIORNO, MA IL VERO TOUR DE FORCE SARA’ A MARZO CON CINQUE PARTITE IN UN MESE E TRE MATCH IN UN “FAZZOLETTO” DI SOLI OTTO GIORNI 

Giulio Silva attacca contro Luca Marzo di Alessano. Contro la squadra salentina al ritorno si giocherà a mezzogiorno in terra pugliese

Giulio Silva attacca contro Luca Marzo di Alessano. Contro la squadra salentina al ritorno si giocherà a mezzogiorno in terra pugliese

La Legavolley ha definito il calendario del girone di ritorno della Serie A2 UnipolSai con spostamenti e modifiche dettati dalle concomitanze – specie per quanto riguarda la Conad – col basket e altri sport nei palazzetti dei diversi club. Anche se lo “spezzatino” di quest’anno è dovuto anche a motivi televisivi per i diritti esclusivi acquistati da SporTube.

Dopo la partita di questo sabato alle 20,30 contro Mondovì che arriva in visita a Reggio, il Volley Tricolore scenderà in campo altre due volte di sabato: il 30 gennaio contro il Club Italia sempre tra le mura amiche e il 5 marzo sempre ancora in casa contro Vibo Valentia. Mentre la 10a giornata di campionato sarà di scena mercoledì 9 marzo alle 20,30 quando la Conad andrà a fare visita a Sora.
Marzo che sarà un mese di fuoco dove si giocherà per ben cinque volte: tre di queste gare verranno disputate in un arco di tempo dove ci sarà da avere il fiatone, in soli 8 giorni.
Ma l’auspicio della Conad è che dopo il 27 marzo, data dell’ultima gara di campionato, l’avventura possa continuare…

IL PROGRAMMA COMPLETO

Sabato 23 gennaio ore 20,30 Conad – BAM Mondovì

Sabato 30 gennaio ore 20,30 Conad – Club Italia Roma

Domenica 14 febbraio ore 16 Emma Villas Siena – Conad

Domenica 21 febbraio ore 16 Conad – Potenza Picena

Domenica 28 febbraio ore 18 Cassa Rurale Cantù – Conad

Sabato 5 marzo ore 20,30 Conad – Tonno Callipo Vibo Valentia

Mercoledì 9 marzo ore 20,30 Globo Banca Popolare Frusinate Sora – Conad

Domenica 13 marzo ore 18 Conad – Globo Scarabeo Civita Castellana

Domenica 20 marzo ore 12 Aurispa Alessano – Conad

Domenica 27 marzo ore 18 Conad – Sieco Service Ortona

Facebook

Get the Facebook Likebox Slider Pro for WordPress