Monthly Archives

Maggio 2016

FESTA DI FINE STAGIONE PER IL VOLLEY TRICOLORE. E IL PROGETTO GIOVANI CONTINUA A CONQUISTARE TROFEI

By | News | No Comments

DOMANI GRANDE FESTA FINALE DEL VOLLEY TRICOLORE A VILLA CUPIDO. SARANNO PRESENTI TUTTE LE SQUADRE DEL CLUB, DALLA SERIE A2 ALLE GIOVANILI E INTANTO IL PROGETTO GIOVANI SI METTE IN MOSTRA AL TROFEO MARCONI: L’UNDER 17 VINCE, MENTRE L’UNDER 15 OTTIENE IL 2° POSTO MENTRE LA PRIMA SQUADRA INAUGURA L’AMPLIAMENTO DELLA CALYPSO 

Una delegazione della prima squadra all'inaugurazione della Calypso col titolare Nerino Ferretti

Una delegazione della prima squadra all’inaugurazione della Calypso col titolare Nerino Ferretti

Botti finali di stagione per il Volley Tricolore che domani sera, martedì 31 maggio, chiude la stagione 2015-2016 ricca di soddisfazioni. Dalla prima squadra – che domenica ha partecipato all’inaugurazione dell’ampliamento della Calypso Life Club di Bibbiano, palestra in cui gli atleti si sono allenati tutto l’anno e che per l’occasione hanno dato vita ad avvincenti match di beach volley con clienti e amatori – che ha concluso il campionato di serie A2 con uno storico 5° posto e con una semifinale playoff che rende il curriculum del club ancora più glorioso, fino ai baby del Progetto Giovani che nei loro campionato hanno fatto faville e che hanno continuato a conquistare coppe e trofei nei giorni scorsi.

Beach volley dei nostri ragazzi alla Calypso

Beach volley dei nostri ragazzi alla Calypso

Domani sera infatti la società e tutte le squadre del Volley Tricolore, si ritroveranno dalle 19,30 al ristorante “Villa Cupido” a Villa Cella di Reggio Emilia. Un momento di festa per celebrare una grande stagione, colma di emozioni e soddisfazioni. Una serata soprattutto all’insegna del divertimento con Mauro Incerti, ex pallavolista e ora noto comico reggiano nonché spalla dell’amico Antonio Guidetti, allieterà la festa come presentatore.
A seguire ci sarà un buffet offerto dal ristorante e per finire, per concludere la serata sempre all’insegna del divertimento, il concorso “Indovina il giocatore”.

L'Under 15  si è classificata seconda al Memorial Marconi

L’Under 15 si è classificata seconda al Memorial Marconi

E sarà anche l’occasione per festeggiare i risultati del Progetto Giovani che con le

L'Under 17 ha conquistato il trofeo Marconi

L’Under 17 ha conquistato il trofeo Marconi

proprie selezioni Under 15 e Under 17 hanno partecipato al Memorial Maurizio Marconi – giunto alla XX edizione, organizzato dal Gruppo Sportivo dei Vigili del Fuoco in memoria del collega scomparso in servizio vent’anni fa – che si è svolto sabato e domenica scorsa. L’Under 17 ha portato a casa il trofeo più prestigioso, vincendo in finale contro il Volley Sassuolo, mentre l’Under 15 si è dovuta arrendere in finale contro Padova.
«Sono risultati che confermano che questo Progetto Giovani sta viaggiando oltre le più rosee aspettative – dice Massimo Davoli, consigliere delegato al Progetto Giovani – Stiamo raccogliendo in fretta degli ottimi frutti e ciò lascia intravedere un futuro importante se continueremo a lavorare così. Faccio tanti applausi a questi ragazzi che stanno dimostrando tante qualità».

IL VOLLEY TRICOLORE SABATO ALLA FESTA DELLA CALYPSO

By | News | No Comments

IL VOLLEY TRICOLORE SABATO SARA’ PRESENTE ALL’INAUGURAZIONE DELL’AMPLIAMENTO DELLA STRUTTURA DELLA CALYPSO LIFE CLUB A BIBBIANO, CHE FA PARTE DEL NOSTRO POOL DEGLI SPONSOR. UNA DELEGAZIONE DI GIOCATORI E STAFF SI CIMENTERA’ NEL BEACH VOLLEY SFIDANDO AMATORI E CLIENTI DELLA CALYPSO
IL DIRETTORE GIOVANNI BARBIERI: “ORGOGLIOSO DEL CAMPIONATO DEL VOLLEY TRICOLORE, SIAMO FELICI CHE LE ECCELLENZE DELLO SPORT REGGIANO SI ALLENINO DA NOI” 

Tondo, Cetrullo e compagni si sono allenati per tutta la stagione, per quanto riguarda la parte fisica e atletica

Tondo, Cetrullo e compagni si sono allenati per tutta la stagione, per quanto riguarda la parte fisica e atletica

La Calypso Life Club di Bibbiano si allarga e il Volley Tricolore risponde presente. Sabato la struttura in cui la squadra giallorossa ha svolto in questa stagione tutta la parte fisica e atletica inaugurerà la stagione estiva e il nuovo ampliamento della superficie per svolgere attività. Una festa a cui il Volley Tricolore non vuole mancare, dato che la Calypso fa parte del nostro pool degli sponsor ed è anche il luogo in cui Tondo e compagni hanno immagazzinato la benzina che ha permesso al club di arrivare ad una storica semifinale playoff.

Sabato, dalle 16,30 in poi una delegazione di atleti, tra cui Giulio Silva, Antonio Cargioli, Riccardo Scaltriti, Davide Morgese, Alessandro Bevilacqua e parte di staff e dirigenza, tra cui coach Luca Cantagalli e il suo vice Paolo Zambolin saranno presenti all’inaugurazione. In più, si cimenteranno in un mini torneo di beach volley, giocando assieme ai clienti di Calypso. calypso

«E’ davvero un onore che da noi si alleni il Volley Tricolore, una delle eccellenze dello sport reggiano – commenta Giovanni Barbieri, direttore di Calypso – e siamo felici dello splendido traguardo che ha raggiunto quest’anno ai playoff – E siamo anche contenti di avere una rappresentanza alla nostra inaugurazione di sabato. Anche il nostro è un grande traguardo. Amplieremo la struttura di 500 metri dove sorgeranno luoghi per altre attività che saranno un valore aggiunto. Dal pilates di gruppo fino parkour, pole dance, arrampicata indoor e tiro con l’arco. Sabato e domenica tutti potranno provare questi sport con personale altamente qualificato, che è ciò che ci dà ulteriore valore aggiunto. Inoltre, avremo anche corsi di avviamento al triathlon di cui domenica ci sarà una simulazione dimostrativa. Infine, si terrà anche la finale provinciale Csi di nuoto. Insomma, una grande festa, a cui invito tutti a partecipare».

Il nostro Loris Migliari assieme al titolare Nerino Ferretti, dietro di loro il direttore Giovanni Barbieri

Il nostro Loris Migliari assieme al titolare Nerino Ferretti, dietro di loro il direttore Giovanni Barbieri

Calypso è l’espressione dello sport in tutte le sue forme: prevenzione e postura, socializzazione, mantenimento della condizione fisica, apprendimento e pratica sportiva.
Nella struttura è possibile trovare la sala attrezzi e la sala Spinning con allestimento Technogym, due sale per corsi fitnessi, yoga, pilates matwork e pilates con le macchine, karate, boxe e balli caraibici, una piscina da 25 metri con corsie sempre disponibili per il nuoto libero, una vasca per corsi acquafitness con idromassaggio e giochi d’acqua, percorsi vascolari con acqua fredda e calda, una piscina estiva ed un percorso vita di un Km immerso nella campagna con aree attrezzate per esercizi con attrezzi o a corpo libero. Inoltre uno spazio riservato al relax con sauna, bagno turco e doccia emozionale subito accanto al centro estetico. Per neonati, bambini e ragazzi Calypso propone corsi di acquaticità, nuoto, yoga, danza classica, danza moderna, hip-hop e karate.
Tutte le attività sono organizzate e proposte da uno staff altamente specializzato.
Per info: Calypso Life Club – Via Monte Grappa 3/a, Bibbiano (Reggio Emilia) – 0522 240157

LA SQUADRA MISTA MASCHILE E FEMMINILE VINCE I PLAYOFF DI SERIE C

By | News | No Comments

IL VOLLEY TRICOLORE NON E’ SOLO SERIE A E PROGETTO GIOVANI
LA SQUADRA MISTA FEMMINILE-MASCHILE VINCE I PLAYOFF CSI DI SERIE C. L’ALLENATORE-GIOCATORE E DIRIGENTE MASSIMO DAVOLI COMMENTA: “E’ IL COMPLETAMENTO DI UNA STAGIONE STRAORDINARIA” 

La squadra mista del Volley Tricolore festeggia la vittoria

La squadra mista del Volley Tricolore festeggia la vittoria

Un anno di crescita esponenziale per il Volley Tricolore. A tutti i livelli. Dalla prima squadra che ha ottenuto un risultato straordinario con lo storico traguardo del 5° posto in campionato in Serie A2 e il raggiungimento della semifinale playoff, fino al Progetto Giovani che – al suo primo anno di vita – con le selezioni Under 15, Under 16 e Under 17 ha ottenuto grandi mete tra cui due titoli provinciali.

Ma non c’è solo questo. Perché la squadra mista – maschile e femminile – del Volley Tricolore ha ben figurato nella serie C del Csi, qualificandosi per i playoff nella regular season disputata al palasport di San Polo d’Enza e poi vincendoli in finale contro l’Autocarrozzeria Adani&Motti al palazzetto di Cavriago.
La squadra allenata da Massimo Davoli che riveste sia il ruolo di coach sia quello di giocatore in campo – ed è anche dirigente del Volley Tricolore, col ruolo di consigliere delegato al Progetto Giovani – è composta dal capitano Bruno Ficarelli, Pietro Barbieri, Simone Castagnetti, Alberto Basirico’, Giovanni Ruggero, Roberto Bonacini, Francesca Sacchetti, Ilaria Zorra, Silvia Bolondi, Linda Sokolic, Cristina Bertolini e Sabina Aimone.

«Una bella soddisfazione – commenta Massimo Davoli – che va a incorniciare l’anno da favola del Volley Tricolore a tutti i livelli. Siamo in costante crescita, soprattutto per quanto riguarda il Progetto Giovani con cui al primo anno siamo andati a gonfie vele, raggiungendo risultati anche impensabili. È stata davvero la ciliegina sulla torta alla splendida stagione della serie A2. Dobbiamo continuare a lavorare su questa linea e per quanto riguarda le giovanili, abbiamo già programmato e formato gli organici per la prossima annata».

UN PRESTIGIOSO PREMIO INTERNAZIONALE PER LUCA CANTAGALLI

By | News | No Comments

UN PRESTIGIOSO RICONOSCIMENTO PER IL NOSTRO LUCA CANTAGALLI
A LUGLIO RICEVERA’ IL PREMIO INTERNAZIONALE “FAIR-PLAY MECENATE”, TRA I PIU’ IMPORTANTI AL MONDO A LIVELLO SPORTIVO
“SONO ORGOGLIOSISSIMO, PERCHE’ IL SIGNIFICATO INCARNA IL MIO STESSO MODO DI VIVERE LO SPORT” 

Una stagione ricca di soddisfazioni per coach Luca Cantagalli

Una stagione ricca di soddisfazioni per coach Luca Cantagalli

Dopo una stagione da favola in cui ha guidato il Volley Tricolore ad uno storico 5° posto in regular season e a una semifinale playoff ancora più storica, per il nostro grande coach Luca Cantagalli arriva la ciliegina sulla torta. Il 13 luglio prossimo sarà guest star a Castiglione Fiorentino, dove ritirerà il Premio Internazionale “Fair-Play Mecenate” arrivato alla XX edizione. Si tratta di uno di premi più importanti a livello mondiale e che nel proprio albo dei premiati annovera vere e proprie stelle dello sport di tutto il pianeta. Dai campioni olimpici italiani Sara Simeoni, Pietro Mennea, Valentina Vezzali, Yuri Chechi, i fratelli Abbagnale, fino a leggende mondiali come Sergey Bubka, il rugbista Jonah Lomu, Vitaly Scherbo, la nuotatrice Van Almsick e tantissimi altri.

E quest’anno lo riceverà anche Luca Cantagalli che sarà il terzo atleta reggiano dopo Stefano Baldini e Giuliano Razzoli a potersi fregiare del premio.
“In considerazione dei valori e dei comportamenti etici che ha sempre dimostrato”, si legge nella motivazione data dalla giuria che ha scelto “Luca Bazooka” tra i premiati. Un riconoscimento alla sua grande carriera da pallavolista, sport in cui ha vinto tutto da giocatore, ma dove ora ci sta provando anche da allenatore. E pure molto bene col Conad Volley Tricolore, visto che si sta confermando quel grande campione e uomo che è.

Luca, ritirerai uno straordinario riconoscimento.
“Sì, sono molto orgoglioso. Si tratta di uno dei più prestigiosi che ho ricevuto nella mia vita oltre a quelli sportivi chiaramente. Mi piace molto perché i valori di questo premio rispecchiano il mio modo di vivere lo sport, sia da giocatore sia da allenatore”.
Una ciliegina sulla torta dopo una stagione fantastica.
“Sì, veniamo da una grande stagione. All’inizio un po’ problematica, ma siamo riusciti a cambiare pelle dando il massimo di ciò che potevamo dare. Siamo tutti soddisfatti, certo potevamo anche fare meglio e se avessimo vinto gara 2 in semifinale contro Vibo, forse ora staremmo parlando di qualcosa di più grande. Però siamo orgogliosi di quanto fatto, soprattutto perché siamo entrati nella storia di questa società, facendo quello che nessuno aveva mai raggiunto”.
Come hai detto tu, la stagione è iniziata sotto una cattiva stella, poi però si è trasformato tutto in una favola. Girone di andata chiuso all’ultimo posto, poi 11 vittorie in 12 gare, ruolino di marcia impressionante e alla fine 5° posto storico e semifinale playoff. Una roba quasi da Leicester… Qual è stato il momento della svolta?
“Purtroppo all’inizio ci siamo trovati a fare i conti con la sfortuna e gli infortuni. Affrontare una preparazione senza il palleggiatore titolare non è un alibi, è un handicap importante. Quindi, già questo non ci aiutava. Poi, lo spogliatoio all’inizio era poco coeso. Fuori stava bene, ma dentro al campo si sopportava poco. Credo che la svolta più importante sia stata quella di compattare lo spogliatoio. Nel momento peggiore, quando eravamo ultimi, ci siamo trovati tutti con le spalle al muro. Tanti giocatori erano stati messi sotto grande accusa e tutti insieme siamo riusciti a distogliere lo sguardo dai problemi personali per cominciare a vincere. E la svolta si è concretizzata nel match d’andata contro Sora. Bisogna ammettere anche che nel frattempo erano tornati al 100% giocatori come Dolfo e Marchiani, fondamentali per noi. Però devo fare un grande applauso ai ragazzi, a me stesso e al mio staff per come siamo emersi dalle difficoltà”.
Il momento peggiore?
“Fa parte del mestiere di allenatore prendere decisioni che si rivelano poi nel tempo giuste o sbagliate. Però il momento più negativo è stato quando mi sono ritrovato a gestire la situazione iniziale che ormai sembrava compromessa. Non si intravedevano possibilità per saltarci fuori. Ed è diventato tutto ancora più complicato perché non trovavo sostegno nella mia società. Se non vincevamo contro Sora, sarei stato esonerato. Ma sono riuscito a restare lucido e ad uscire dal tunnel. E di questo, sono fiero di me e dei miei ragazzi”.
Il momento più esaltante invece?
“Le due partite contro Civita Castellana in casa nei quarti playoff. Abbiamo espresso un bellissimo gioco e abbiamo raggiunto il risultato storico della semifinale. Sono stati i match che ci siamo goduti di più perché c’era un entusiasmo mai visto sugli spalti. Ma anche la semifinale al PalaBigi contro Vibo è stata esaltante, peccato solo per l’epilogo”.
A livello di singoli, chi ti ha stupito e sorpreso di più?
“Non mi piace parlare di singoli, perché credo sempre nella squadra. Anche perché andrebbero tutti menzionati. Nel corso delle partite c’è sempre chi a turno ha fatto vincere con qualche colpo individuale. Se proprio devo farne, dico Dolfo. Veniva da anni in cui non ha quasi mai giocato. Ha avuto un inizio travagliato, poi quando ha trovato il ritmo ha fatto un bel campionato. E poi, nonostante il nostro rapporto amore-odio, dico Benaglia. Per me ha fatto il suo miglior campionato quest’anno, soprattutto nella parte finale di stagione era inarrestabile. Facendone un altro, dico Silva che è stato il nostro ago della bilancia. Ci ha dato equilibrio e soprattutto una carica caratteriale importante”.
Avevi due opposti fortissimi, la miglior coppia del campionato: Cetrullo e Kody. Dura lasciarne uno dei due fuori.
“Sì, Leano ha fatto un buon campionato e si è caricato la squadra sulle spalle proprio quando Kody è andato in nazionale saltando quattro gare. Però per me è stata un’arma importante avere due giocatori così. Poi dico una cosa che a Kody non piacerà tanto, ma credo che se lui imparasse a giocare da centrale, potrebbe diventare un top anche per la A1. Le potenzialità fisiche ce le ha tutte”.
E Luca Cantagalli cos’ha imparato da questa stagione?
“Ho imparato soprattutto a gestire i momenti difficili. Anche il mio primo anno da allenatore fu complicato, ma l’avvio di quello appena scorso è stato bello tosto. Credo di essere migliorato a livello mentale oltre che tecnico”.
Il tuo futuro?
“Sto attendendo di conoscere il progetto della società e poi vedremo il da farsi”.

IL NOSTRO TOM D.P. CONVOCATO NELLA NAZIONALE AUSTRALIANA PER LA WORLD LEAGUE

By | News | No Comments

L’OTTIMA STAGIONE DEL “KANGAROO KILLER” TOM D.P. VALE LA CONVOCAZIONE IN NAZIONALE E LA PARTECIPAZIONE ALLA WORLD LEAGUE. LA BANDA DEL VOLLEY TRICOLORE AFFRONTERA’ ANCHE L’ITALIA 

Thomas Douglas Powell con la maglia della Conad quest'anno; è stato un'arma importante per coach Cantagalli

Thomas Douglas Powell con la maglia della Conad quest’anno; è stato un’arma importante per coach Cantagalli

Dopo la grandissima stagione della Conad con il 5° posto in campionato e la storica semifinale playoff persa troppo severamente contro Vibo Valentia che si sta giocando titolo e promozione in SuperLega con Sora, è tempo di tirare fiato per gli uomini di coach Luca Cantagalli.
Sono state concesse due settimane di meritate vacanze, prima di ritornare sul parquet ad allenarsi fino al rompete le righe ufficiale fissato per fine giugno.

L’unico però che sta sudando ancora in palestra è la banda australiana Thomas Douglas-Powell, convocato dalla sua nazionale con cui giocherà la World League che comincerà il 16 giugno. Nel girone dei canguri c’è anche la nazionale italiana del ct Gianlorenzo Blengini, poi la Francia di Ervin Ngapeth e il Belgio. Un girone ostico per la nazionale oceanica che però ha dimostrato una grande crescita negli ultimi anni, fino ad arrivare al 13° posto del Ranking Mondiale Fivb. L’obiettivo, che sarebbe un’impresa per la nazionale australiana, sarà quello di arrivare alla Final Six dal 13 al 17 luglio che si disputerà in Polonia, a Danzica. La World League sarà l’ultima competizione prima delle Olimpiadi e dunque sarà un bel banco di prova per tutte le selezioni.
Tom D.P. scenderà in campo anche per le amichevoli di questi giorni. Il 17 e il 18 maggio a Cavalese, in val di Fiemme, sfiderà proprio l’Italia per due test.

Tom D.P. con la maglia della nazionale australiana. Alla World League affronterà anche la selezione italiana

Tom D.P. con la maglia della nazionale australiana. Alla World League affronterà anche la selezione italiana

La banda della Conad ha già affrontato nell’estate scorsa la nazionale italiana, prima di approdare a Reggio Emilia dopo l’esperienza in Canada alla University of Winnipeg.
Una stagione positiva quella di Tom dopo un buon avvio nelle prime gare dove ha collezionato anche il suo record personale di 19 punti nel match contro Castellana Grotte e andando spesso in doppia cifra, ha patito qualche difficoltà fisica che lo ha tenuto a freno per un mesetto nella parte centrale del campionato. Poi, in concomitanza con la grande favola/cavalcata dall’ultimo al 5° posto del Volley Tricolore – risultato mai raggiunto nella sua storia – ha ricominciato a macinare punti e belle prestazioni, fino alla penultima di regular season contro Alessano dove ha siglato 18 punti con ben 3 ace di fila. Poche volte è partito nel sestetto iniziale, ma anche per scelta di coach Cantagalli che lo ritiene un’arma potente e importantissima a gara in corso. Tom è capace di avere un grande impatto sul match fin da quando mette piede nel parquet. Soprattutto in battuta ha dato spesso la scossa alla Conad, risultando determinante nei finali di set che gli hanno fatto guadagnare l’appellativo di “Kangaroo Killer”, spietato nei momenti decisivi.

Per il numero 18 giallorosso, le cifre stagionali non sono per niente male. In 87 set giocati tra campionato e playoff, ha messo a segno 176 punti e 19 ace, con una perfezione in attacco del 47,9%.

Facebook

Get the Facebook Likebox Slider Pro for WordPress