Monthly Archives

Novembre 2019

Si torna in campo: Reggio pronta per Bergamo

By | Senza categoria | No Comments

Volley Tricolore arriva alla partita contro Bergamo dopo una pausa imprevista, causa maltempo infatti il match del 24 novembre contro Mondovì è stato rimandato a data da destinarsi. Conad Reggio tornerà quindi tra le mura del Bigi domani, domenica 1 dicembre con inizio partita posticipato alle 19, per affrontare l’Olimpia bergamasca.  

«Dopo essere stati fermi domenica scorsa, siamo molto carichi per rientrare in campo – ha affermato il libero reggiano, Luca Cagni -. Abbiamo dato buona intensità agli allenamenti di queste due settimane e ci sentiamo pronti. Consapevoli, comunque, che ogni gara è una battaglia». In particolare Bergamo, che l’anno scorso è arrivata in finale playoff, ha messo in chiaro già all’esordio di questa serie A2 Credem banca obiettivi molto ambiziosi. Attualmente settima con otto punti, Olimpia si trova un gradino della classifica sopra Reggio (ottava con sette punti).

«Ci siamo preparati al meglio per affrontare quest’incontro, visto che nelle ultime due partite in casa non siamo riusciti a ottenere il risultato – ha detto lo schiacciatore Alberto Bellini -. Stranamente, aggiungerei, visto che il PalaBigi di solito è un punto di forza del Volley Tricolore. Sarà una partita dura e potrebbe non essere facile per noi ingranare subito, ma è importante ottenere la prima vittoria in casa».

Nella sesta giornata del 24 novembre, Bergamo ha accolto in casa la Bcc Castellana Grotte con una vittoria 3 a 1 molto combattuta. «Bergamo all’inizio ha avuto una partenza un po’ lenta – ha continuato Bellini -, anche perché come tante altre squadre ha cambiato buona parte della rosa. Essendo organici tutti un po’ nuovi, la prima che trova l’assetto giusto può mettere in fila una buona serie di vittorie. In questa A2 ogni incontro è difficile ma il risultato non è mai scontato».

Anche quest’anno Volley Tricolore sostiene il Comune nel promuovere la campagna di prevenzione contro l’Hiv. Domani, giornata mondiale contro l’Hiv, entrambe le squadre indosseranno la stessa maglietta da allenamento con su scritto: “Gioco a pallavolo, non gioco con la vita”. Il centrale Andrea Mattei, insieme a tanti altri esponenti dello sport reggiano, è tra i protagonisti di un video promozionale (prossimo all’uscita).

Comunicazione Ufficiale

By | Senza categoria | No Comments

Notiamo con piacere l’importanza che la Gazzetta di Reggio ha dato al nostro bilancio positivo, per noi motivo di vanto. Precisiamo solamente un due inesattezze contenute nell’articolo: la parola fallimento non è da associarsi alle società di Trento e Modena. Il nostro vicepresidente, Azzio Santini, ha ricoperto il ruolo di consigliere di Lega e non di consigliere nazionale FIPAV

Conad diretta a Mondovì per la sesta d’andata

By | Senza categoria | No Comments

In occasione della sesta giornata del girone d’andata in serie A2 Credem banca, l’attenzione si sposta tutta su Mondovì. Sarà infatti la Synergy, attualmente penultima in classifica con 1 punto, ad accogliere la Conad tra le mura del PalaManera – inizio partita ore 18, diretta streaming disponibile sul canale YouTube ‘Lega Pallavolo Serie A’.

«Ovviamente sarà importante mantenere alto lo spirito di gioco», commenta l’opposto Zingel, totalizzatore di 26 punti all’ultimo incontro, conclusosi 3 a 2 per gli ospiti di Lagonegro. «La trasferta – continua – mette sempre un po’ più in difficoltà. Data anche la loro posizione in classifica, sarà una partita con molta pressione. Dovremo essere bravi a tenere il nostro ritmo di gioco, mantenendo un livello di gioco che ci permetta di stare tranquilli».

Nonostante la recente partenza dell’opposto Kadankov, la regia di Mondovì mostra un buon livello d’esperienza con Pistolesi, cui negli ultimi incontri si è unito sulla diagonale Borgogno; nondimeno Terpin, come Borgogno, è stato il miglior realizzatore dell’ultimo match contro la Bcc (entrambi 23 punti. «Sicuramente – dice il centrale Tommaso Fabi – l’attacco piemontese potrebbe dare del filo da torcere, ma rimaniamo concentrati su di noi. Sappiamo di avere delle buonissime potenzialità, se curiamo il nostro gioco non dovremmo avere grossi problemi».

Fabi ha esordito nelle file della Conad domenica scorsa, la sua prima volta al Bigi, «è stata una bella esperienza – aggiunge –, sta andando bene e stiamo ritrovando sicurezze dopo partita un po’ scomoda. Ci sentiamo pronti per Mondovì».

Commenti post-partita. Dolfo: “Peccato per le occasioni perse”

By | Senza categoria | No Comments

La partita di ieri sera contro Lagonegro lascia un po’ di rammarico negli animi della Conad, insieme però alla consapevolezza di non aver mollato fino alla fine. Il parziale del quinto set parla da sé (20-22), emblema di un incontro che ha alzato davvero la tensione e l’adrenalina a mille. 

«Abbiamo avuto degli alti e bassi stasera, come ce ne potranno essere in futuro – ha commentato coach Bosco a conclusione del match -. Sono stati commessi degli errori, alcuni anche banali, che non ci hanno dato la possibilità di contrattaccare. Questo è un rammarico ma c’è da dire che la squadra è rimasta sempre in partita anche se in difficoltà, il che fa ben sperare per il proseguo del campionato. Il nostro lavoro in palestra servirà anche a garantire una certa continuità di gioco durante la gara, di partita in partita».

Due ore e un quarto al cardiopalma, specialmente sul finale. Al terzo set Reggio ha ingranato la marcia giusta fin dai primi punti lasciando Lagonegro sotto di sei punti; di contro, al quarto, la risposta avversaria non si è fatta attendere. «Al secondo e al quarto probabilmente è mancata un po’ di cattiveria – ha commentato lo schiacciatore Ludovico Dolfo, vice-capitano e realizzatore di 20 punti -. Al tie-break invece abbiamo avuto più di un’occasione per chiudere la partita. Bisogna fare i complimenti a loro che hanno fatto un’ottima prestazione a muro-difesa, stasera erano superiori. Noi siamo andati in confusione, attaccare due o tre palloni a fila senza mai realizzare il punto ci ha messo un po’ in crisi. In battuta poi potevamo essere più incisivi, altro elemento fondamentale per riuscire bene in questa A2. E’ un peccato perché volevamo regalare la prima vittoria in casa al nostro pubblico». 

 

 

Un plauso alla difesa lagonegrese dunque, che ieri sera ha dato davvero del filo da torcere ai reggiani ponendo un limite alla realizzazione in attacco. Una partita «di alti e bassi», ha considerato il libero Davide Morgese, un ritmo che ha messo alla prova la pazienza degli atleti Tricolore. «Quando si va avanti punto a punto, avere la meglio anche su un solo pallone in più fa la differenza. Sapevamo di affrontare una squadra ostica, abile sia in difesa che a muro: due fattori che possono far innervosire molto durante il gioco». Resta il fatto che la serie A2 Credem banca, tanto più quella di quest’anno, non lascia spazio ai rimpianti. I ragazzi della Conad infatti saranno già al lavoro da domani, in vista della prossima partita domenica 24 novembre al PalaManera della Synergy Mondovì. 

Al tie-break con Lagonegro, Reggio perde 3 a 2

By | Senza categoria | No Comments

Si conclude 3 a 2 quella che con la Geosat Geovertical è stata davvero una battaglia. Le due squadre iniziano a studiarsi con cautela al primo set, che finisce ai vantaggi 25 a 23 per Reggio. Lagonegro si aggiudica però il secondo, di nuovo ai vantaggi (22 a 25) con buona agitazione in campo da parte della compagine reggiana. La reazione della Conad arriva inesorabile al terzo, finito 25 a 20 con una presa di posizione reggiana netta fin dalle prime azioni. Al quarto è Lagonegro a voler dire la sua e lo fa chiaramente, portandoselo a casa per 18 a 25; il tie-break è da pelle d’oca, la tensione è alle stelle e nessuna delle due squadre intende mollare ma è Lagonegro ad avere la meglio per 20 a 22.

LA PARTITA

Reggio e Lagonegro iniziano a studiarsi con calma sul campo del Bigi (8 a 7) fino a un primo distacco grazie al muro di Mattei, che in coppia con Zingel e Dolfo riesce a bloccare prima Fantauzzo poi Tiurin. La Geosat, trainata dall’opposto russo, riesce a tornare in carreggiata e il match prosegue testa a testa (15 a 16). Il servizio del capitano Ippolito porta sicurezzzia ai reggiani, lo stesso per Zingel in attacco (21 a 19). Dopo un set-ball da pelle d’oca con grande recupero di Dolfo in difesa, il primo si chiude 25 a 23 con Zingel in attacco.

Inizio più deciso per la squadra avversaria (5 a 7) mentre Reggio pare accusare un po’ di agitazione, almeno fin quando il tridente d’attacco Zingel-Mattei-Dolfo arriva in prima linea. Conad raggiunge Geosat, che però è lontana dall’esaurire la grinta della partenza (14 a 16) con Tiurin che continua a martellare da zona due. Reggio non arriva ancora alla tranquillità del distacco, come al set precedente, mentre gli ospiti persistono nell’avanzata (19 a 21). Al netto di troppi errori al servizio e colpi accusati a muro, Bosco chiama tempo. Gli animi lagonegresi ormai però ribollono, il seti si chiude con Tiurin in attacco.

Reggio cambia volto e inaugura il terzo set con una carica incredibile (7 a 1), con prestazione notevole da parte degli schiacciatori Ippolito e Dolfo. Ritrovata la sicurezza, Conad ormai è inarrestabile e stavolta tocca alla Geosat risentire di qualche errore di troppo. Reggio domina 16 a 11 quando inizia la ripresa lagonegrese, è il vice-capitano Dolfo a risvegliare i compagni con tre colpi ben assestati in attacco e al servizio (21 a 16). È poi Ippolito da zona due a portare a casa il 24esimo punto del set, che finisce 25 a 20 per la Conad.  

Il ritorno in campo aggressivo di Lagonegro non lascia respiro alla Conad (4 a 7). La squadra del Tricolore recupera il ritmo, ancora una volta è il capitano al servizio a ridare sicurezza ai compagni. Non basta a recuperare la Geosat, che continua a dominare il set (11 a 16). Le distanze si allungano e Bosco chiama a rapporto i suoi, un’interruzione del gioco che non ristabilisce però gli equilibri in campo. Reggio ha bisogno di uno sprint che non arriva (21 a 14). Scarpi e Fabi salgono al posto di Ippolito e Miselli sul finale del set, che si conclude 18 a 25.

Il tie-break inizia punto a punto nella tensione che ormai attanaglia entrambe le squadre. La prima metà del set si conclude con un doppio servizio vincente di Mazzone (6 a 8), che però la manda in rete dopo il cambio campo. Altri due errori di Spadavecchia permettono a Conad il sorpasso, mantenuto grazie al buon servizio di Pinelli e al muro di Ippolito. Il muro di Mattei su Tiurin manda in delirio tutto il Bigi ma il finale del set è al cardiopalma, di nuovo ai vantaggi. Tra colpi eccellenti e altri meno, complice la tensione ormai alle stelle, nessuna delle squadre accenna a mollare. Il match finisce con un 20 a 22 per gli ospiti.

TABELLINO

CONAD REGGIO EMILIA 2

GEOVERTICAL GEOSAT LAGONEGRO 3

(25-23, 22-25, 25-20, 18-25, 20-22)

*Reggio Emilia: Pinelli 2, Catellani, Magnani, Zingel 26, Mattei 9, Miselli 8, Santini, Bellini, Ippolito 18, Dolfo 20, Scarpi, Morgese (L), Cagni (L).

Allenatore: Bosco.

*Lagonegro: Zoppellari 2, Ramberti, Tiurin 33, Spadavecchia 11, Robbiati 10, Ladaga, Maccarone, Vecellio, Mazzone 24, Fantauzzo 3, Ribezzo, Corrado 2, Santucci (L), Condorelli (L),

Allenatore: Falabella.

Note: durata set 0.29, 0.26, 0.27, 0.24, 0.28 totale 2.14 Reggio Emilia ace 5, muri 15, errori in battuta 16, errori avversari 27. Lagonegro ace 4, muri 13, errori in battuta 11, errori avversari 30.

Arbitri: Merli, Piperata.

*titolari

Si torna al Bigi contro Lagonegro

By | Senza categoria | No Comments

Dopo Castellana e Santa Croce, i ragazzi della Conad si apprestano ad affrontare la Geosat Geovertical Lagonegro tra le mura di casa. Il risultato dell’ultimo incontro, 3 a 0 per i ‘Lupi’, fa scalare Reggio in settima posizione con 6 punti, mentre Lagonegro è decima (3 punti).

«Finalmente torniamo nel nostro palazzetto dopo due trasferte – ha affermato il primo regista Conad, Riccardo Pinelli –. Questa settimana ci siamo preparati molto bene anche analizzando quello che non ha funzionato nell’ultima partita. Chiaramente non abbiamo risparmiato nessun fondamentale, compresi quelli che sono andati bene, perché è importante confermare le nostre ‘armi’. Tutto per trovare le contromisure in vista della partita contro Lagonegro».

Fischio d’inizio alle 18 al PalaBigi di via Guasco, è tutto pronto per la quinta giornata di serie A2 Credem banca. Anche la Geosat Geovertical arriva da una sconfitta 3 a 0, contro Brescia. Un roster con alcune interessanti novità: non solo il palleggiatore Zoppellari, che l’anno scorso militava nelle file di Spoleto, ma anche Igor Tiurin, il migliore opposto di tutta la stagione A2 2018/19.

«Lagonegro è una squadra tosta e molto preparata in difesa, dovremo essere pazienti senza lasciare che la fretta abbia la meglio sulla nostra prestazione», ha commentato il secondo palleggiatore, Mattia Catellani. «Tiurin è uno dei migliori attaccanti anche in questa nuova serie A2 – ha continuato –, sarà una diagonale da tenere d’occhio ma veniamo da una settimana di lavoro duro e concentrazione. Siamo carichissimi».

Lo streaming della partita sarà disponibile gratuitamente sul canale YouTube ‘Lega Pallavolo Serie A’. Una novità per questa seconda partita in casa riguarda la collaborazione con il Rifugio Rocky: da domani saranno infatti disponibili i calendari 2020 che ritraggono i nostri giocatori coi loro nuovi amici a quattro zampe. Il prezzo di ogni calendario è di 6 euro (da tavola) o 8 euro (da muro), acquistabili o prenotabili allo stand all’ingresso del palazzetto anche per le prossime partite in casa. La cifra raccolta andrà a sostenere le attività del Rifugio Rocky.

Tommaso Fabi nuovo centrale della Conad

By | Senza categoria | No Comments

È ufficiale: Tommaso Fabi entra a far parte del roster reggiano. Classe ‘96, originario di Macerata, completa il reparto centrali della Conad. Dopo la partenza di Santangelo per la Corea, la società aveva già dichiarato di entrare sul mercato alla ricerca di un centro, ormai quindi la presenza di Zingel in posto due è una realtà. «Sono in contatto con la società già da tempo – afferma Fabi, che aveva iniziato l’anno nella HRK Motta di Livenza (A3) -. Per com’era il reparto centrali reggiano all’inizio, la squadra era già piena di potenziale. Quella di Motta di Livenza è una grandissima società, ma diciamo che ho sempre tenuto l’occhio sveglio verso la A2 di quest’anno. Una A2 ‘d’èlite’, potremmo dire, dato che il livello è altissimo. Nulla a che vedere con quella dell’anno scorso».

Dopo le giovanili nella sua città, Fabi è passato in B1 ad Aversa. L’esordio in A2 è nel 2016/17 a Brescia, cui segue un anno a Lagonegro e uno a Tuscania. «L’anno scorso – racconta Fabi – a causa di un infortunio all’occhio sono rimasto fermo praticamente tutto il girone di ritorno. Questo imprevisto rientra tra le motivazioni che mi hanno portato in A3, ma sempre creduto fino all’ultimo di poter tornare in A2». 

«Ho ricevuto altre offerte – continua -, ma tutti i giocatori mi hanno sempre parlato molto bene della società di Reggio. In più conosco già Bosco, mio allenatore ai tempi di Aversa, e sono rimasto molto affascinato da Zingel, secondo me è un atleta fuori categoria. Anche i miei pari-ruolo, Mattei e Miselli, sono molto bravi: voglio davvero mettermi in gioco».

Tempo di firmare l’accordo e ieri, alla quarta giornata del girone d’andata in serie A2 Credem banca, Fabi era già presente nella panchina Tricolore. Una partita che purtroppo si è conclusa 3 a 0 per i ‘Lupi’ di Santa Croce, padroni di casa del PalaParenti. La Conad non ha giocato la sua migliore pallavolo, eccezion fatta per il secondo set che ha visto una reazione di fronte all’aggressività del gioco toscano. «Io sono appena arrivato – premette Fabi -, ma non credo assolutamente che questa partita sia rappresentativa del vero potenziale reggiano. Dal canto suo, la Kemas Lamipel ha giocato una pallavolo che va oltre i suoi standard. È una partita da dimenticare, non credo ci si debba focalizzare sulla sconfitta di oggi così come sulla vittoria contro Castellana Grotte. Il campionato è lungo».

I Lupi difendono il Parenti con un 3 a 0

By | Senza categoria | No Comments

Finisce 3 a 0 per Santa Croce questa quarta giornata di serie A2 Credem banca. La seconda trasferta di fila per Reggio, che da oggi può ufficialmente comunicare il nominativo dell’ultimo acquisto. Tommaso Fabi, centrale classe ’96 e presente stasera già in divisa, completa il reparto centrali reggiano, con Zingel ormai fisso in zona due. L’inizio è ore 20.30 nella tana dei ‘Lupi’, il PalaParenti: una partenza titubante per la Conad (25 a 19), che subisce l’impatto violento col gioco toscano – di Diaz in particolare, miglior realizzatore di tutto il match. Meglio al secondo, quando Reggio ritrova un po’ di tranquillità e riesce a giocare una buona pallavolo, non abbastanza però da aggiudicarsi il set (25 a 23). Sul finale la carica della Kemas Lamipel è alle stelle, e la padrona di casa si aggiudica il match chiudendo il terzo set 25 a 15.

LA PARTITA

La Kemas s’impone da subito (7 a 3) con un attacco feroce; Reggio sembra bloccata mentre il PalaParenti fa sfoggio del suo solito tifo bestiale. Santa Croce ingrana la marcia giusta (15 a 10) trainata da Padura Diaz. Vari i cambi di coach Bosco (Catellani su Miselli e Magnani su Pinelli al servizio, oltre a Scarpi su Dolfo) per recuperare il gap. Mattei mette a segno due attacchi ben mirati, ma non basta (21 a 17). Non a caso è Diaz, trovando il punto in parallela, a chiudere il set 25 a 19.

Al rientro in campo la Conad ritrova un po’ di tranquillità ma la risposta dei Lupi non si fa attendere (7 a 6). Reggio riesce a evitare il ‘blackout’ di inizio primo set tenendo corte le distanze dalla squadra di casa (16 a 14), da notare la prestazione in attacco dei centrali Mattei e l’ex-Lupo Miselli. Sul finale Reggio è a un passo dal recupero (21 a 20), ma stavolta sono Colli e Larizza a bloccarne l’avanzata. Il set si chiude 25 a 23 per la Kemas Lamipel.

La grinta dei Lupi è incontenibile (8 a 6). Bosco tenta di cambiare le sorti del set di nuovo con vari cambi: entrano in campo gli schiacciatori Bellini e Scarpi, più Magnani al posto di Zingel. Nonostante soprattutto al centro si continui a lavorare bene, ormai la Kemas è alle stelle (16 a 7, 21 a 11). Il match si chiude 25 a 15.  

TABELLINO

KEMAS LAMIPEL SANTACROCE 3

CONAD REGGIO EMILIA 0

(25-19, 25-23, 25-15)

Santa Croce: Acquarone 1, Di Marco, Lavanga, Padura Diaz 13, Bargi, Larizza 10, Marra 7, Colli 10, Krauchuk Esquivel 11, Mazzon, Turri Prosperi, Mannucci, Andreini (L), Catania (L).

Allenatore: Pagliai.

Reggio Emilia: Pinelli 1, Catellani, Zingel 6, Magnani 1, Mattei 8, Miselli 8, Fabi, Ippolito 3, Dolfo 8, Bellini 1, Scarpi 2, Morgese (L), Cagni (L).

Allenatore: Bosco.

Note: durata set 0.29, 0.30, 0.23 totale 1.22 Santa Croce ace 1, muri 8, errori in battuta 13, errori avversari 23. Reggio Emilia ace 1, muri 2, errori in battuta 13, errori avversari 19.

Arbitri: Feriozzo, Bellini.

Conad si prepara a incontrare i ‘Lupi’

By | Senza categoria | No Comments

Sulla scia di una vittoria schiacciante contro la Bcc, Reggio si appresta a scendere nella tana dei ‘Lupi’. La partita di domani contro la Kemas Lamipel, quarta giornata di serie A2 Credem banca, inizierà alle 20.30 sul campo del PalaParenti (Santa Croce sull’Arno). Un roster agguerrito e preparato, quello toscano, nonché sostenuto da una tifoseria molto‘calda’. L’impegno della Conad sarà anche quello di riuscire a mantenere il focus e il clima di vittoria che ormai ha pervaso tutto il team Tricolore. 

«La vittoria di domenica ha alzato parecchio il morale – ha detto l’opposto Alessandro Magnani -. Veniamo da una settimana di allenamento molto intensa per confrontarci con Santa Croce, che sappiamo essere un’ottima squadra. Combatteremo per assicurarci un buon risultato, speriamo di portare a casa tre punti come l’ultima partita». 

Tra le file avversarie Volley Tricolore ritroverà il cubano Padura Diaz, incontrato già l’anno scorso tra gli attaccanti della Monini Spoleto, che esordì in A2 dalla B1 dell’allora Edilesse Cavriago. Diaz è stato il miglior realizzatore dell’ultimo match, Emma Villas – Kemas Lamipel (3 a 1 per Siena), con 23 punti in tutto. Lo segue il brasiliano Matheus, 22 anni compiuti da pochissimo, con 13 punti – già promettente al suo primo anno in Italia; completano il gruppo ‘di punta’ lo schiacciatore pisano Colli e il centrale Bargi, entrambi riconfermati in A2 coi Lupi (Colli al quarto anno, Bargi al secondo). Sempre giovane è la regia toscana, con Acquarone (1999), oltre alla seconda linea del libero Damiano Catania (2001).

«I Lupi saranno sicuramente tosti da affrontare – ha commentato lo schiacciatore Enrico Scarpi -. Speriamo di riconfermare la nostra prestazione di domenica scorsa, secondo me di altissimo livello, che era su un campo altrettanto difficile». La partita di domani, ore 20.30, sarà disponibile in streaming gratuitamente, sulla pagina YouTube di Lega Pallavolo Serie A (playlist: Life stream).

Conad soddisfatta. Morgese: «Contro la Bcc vittoria importante»

By | Senza categoria | No Comments

La vittoria di ieri al PalaGrotte di Castellana contro la Bcc ha fatto guadagnare alla Conad due posizioni in classifica, dalla sesta alla quarta con sei punti in totale. Un tre a zero senza possibilità di discussione per la squadra di casa: il risultato porta una soddisfazione doppia negli animi degli atleti Conad, che si apprestavano ad affrontare una trasferta impegnativa senza sbilanciarsi mai sull’esito. «Una vittoria contro una squadra così forte, un risultato netto, in trasferta: diciamo che alla vigilia dell’incontro era difficile pronosticarlo», commenta Davide Morgese.

«Ci siamo imposti fin da subito – continua –, mettendoli sottopressione su tutti i fronti. Sicuramente anche loro non hanno giocato la loro miglior partita». A orchestrare il gioco avversario ieri sera c’era il regista Marco Fabroni, insieme all’ex coach Vincenzo Mastrangelo. «Fabroni è uno dei palleggiatori più esperti in A2, giocare contro di lui e gli attaccanti che gestisce in campo non è mai facile – commenta Morgese –. Siamo stati bravi noi a limitarli tutti».

Tra i numeri della partita si riconoscono i 16 punti di Zingel, Mattei e Miselli di nuovo pari con (10 pt), oltre al capitano Ippolito e il vice Dolfo con rispettivamente 10 e 9 punti. Buonissima prestazione anche di Morgese, che su 18 ricezioni conta solo un errore. «Su un servizio di Fabroni, tra l’altro – dice –. A ricevere comunque siamo in tre, ognuno i suoi meriti e competenze. Ci siamo allenati su quello che non ha funzionato la volta scorsa e l’abbiamo messo a frutto, di certo è un passo avanti rispetto all’incontro con Ortona ma rimane comunque del lavoro da fare».

Si può dire che Reggio abbia un po’ ‘ripreso il filo’ del servizio, dopo l’ultima in casa con 15 errori in battuta. «Come a Cantù siamo stati capaci di metterli in difficoltà sia al servizio che in difesa, un giusto mix che ci ha permesso di mantenere testa tutto il match – conclude Morgese –. Sono soddisfatto della mia prestazione così come di tutta la squadra, avere quattro realizzatori in doppia cifra significa che il gioco è stato gestito molto bene. Sono aspetti importanti, da tenere a mente anche in previsione della prossima partita contro Santa Croce». I ragazzi di Bosco si apprestano infatti ad affrontare un altro incontro fuori casa, nella tana dei ‘Lupi’. Prossimo appuntamento a Santa Croce sull’Arno, sabato 9 novembre alle 20.30, contro la Kemas Lamipel del PalaParenti.

Facebook

Get the Facebook Likebox Slider Pro for WordPress