Anche la Conad di Coppa è uno spettacolo!

By 29 Dicembre 2013News

Cec Carpi-Conad Reggio Emilia 0-3 (19-25, 25-27, 16-25)
Cec Carpi: Dall’Olio 1, Bigarelli 17, Fontana 4, Porcellini 3, Insalata 6, Quarta 7, Trentin (L), Zaghi, Bartoli (2° L) ne, Casadio, Bertazzoni, Bellei ne. All. Molinari
Conad Reggio Emilia: Dordei 6, Catellani (L), Bassoli, Magnani ne, Guemart 6, Tiozzo 7, Tondo 9, Bartoli 16, Sideri ne, Cuda 9, Benaglia 4, Santini, Tataru 1. All. Cantagalli
Arbitri: Laghi e Cerra
Durata: 26′, 33′, 26′. Tot. 1h25′
Note Carpi: ace 3, service error 8, muri 5, ricezione 51%, attacco 44%.
Note Conad: ace 9, service error 12, muri 10, ricezione 63%, attacco 47%.

Il solito, grande spettacolo.
Non importa se è campionato o Coppa, non importa se l’avversario è quella Cec Carpi che sta disputando una grande stagione ed è seconda nel girone A.
La Conad Reggio Emilia è una macchina perfetta e va a prendersi con un 3-0 sonante anche la prima gara della seconda fase della Coppa Italia di B1.
un match importantissimo, quello del Pala Ferrari di Carpi, per avvicinarsi alla Final Four in programma ad aprile alla quale sono già qualificate Santa Croce (unica formazione capace di battere la Conad in gare ufficiali proprio nella sfida decisiva della prima fase di Coppa), Motta e Brescia.
Il 5 gennaio Bergamo e Carpi si sfideranno nella seconda gara del girone a 3 che qualifica la vincente, ma è chiaro che ora la Conad si è messa nelle condizioni migliori, con il match-ball a disposizione il prossimo 1° febbraio al Pala Bigi contro la stessa Bergamo.
Tutto questo grazie all’ennesima impresa di un 2013 che si chiude con un altro capolavoro.

LA PARTITA

Coach Cantagalli non cambia ovviamente nulla della squadra che ha vinto tutte le 8 gare di campionato.
E allora si va anche per questa importantissima sfida di Coppa con capitan Guemart al palleggio, Bartoli in posto 2, Cuda e Tiozzo in banda, Tondo e Benaglia al centro e Catellani libero.
Molinari risponde col sestetto atteso, quello composto da Bigarelli opposto all’ex Dall’Olio, Porcellini e Fontana in banda, Insalata e Quarta i due centrali, Trentin il libero.
Si parte in equilibrio, poi è Juan Josè Cuda a fornire la prima scossa elettrica al match.
L’italo-argentino piazza muro e ace del +2 sul 10-12, che diventa immediato +4 col solito Tondo a muro e le sassate di un Bartoli che è garanzia assoluta da posto 2.
E la Conad va, vincendo già un set importantissimo in chiave qualificazione alla Final Four.
Il 19-25 finale è netto, con i giallorossi che chiudono con 4 muri vincenti e il 56% in attacco…
Carpi riesce a sprintare in avvio di 2° set, trascinata dall’unico giocatore che riesce a passare con continuità, l’opposto Bigarelli che chiuderà top scorer con 17 punti.
La Cec prova a fuggire sino al +3 (5-2), ma la Conad non concede nulla.
Capitan Guemart è un trascinatore e Cantagalli pesca dalla panchina un Dordei che, ogni volta che viene chiamato in causa, fornisce un contributo importantissimo.
Il martello romano sostituisce Tiozzo e il parziale scorre in equilibrio assoluto sino al gran finale ai vantaggi, dove la Conad s’impone 25-27 e di fatto ipoteca la gara.
Nel terzo set infatti non c’è storia, con Catellani che contribuisce a caricare i suoi arrivando a firmare pure un punto incredibile, prima che Tondo a muro e Dordei e Cuda col servizio cancellino definitivamente Carpi.
Il vantaggio arriva sino alla doppia cifra (7-17) con un sontuoso Bartoli (16 punti col 54% in attacco), e nel finale pure Santini e Tataru diventano protagonisti del 16-25 con il quale la Conad si avvicina alla Final Four.

Leave a Reply

Facebook

Get the Facebook Likebox Slider Pro for WordPress