CANTAGALLI TIENE TUTTI SULLA CORDA

By 24 Novembre 2015News

CANTAGALLI CONTENTO A METÀ PER LA VITTORIA CONTRO IL CLUB ITALIA: “LA VOGLIA DI VINCERE E IL CARATTERE CI SONO STATI, MA CI ABBATTIAMO TROPPO ALLE PRIME DIFFICOLTÀ. QUESTI DUE PUNTI SONO IMPORTATI, MA DOBBIAMO LAVORARE E TROVARE CONTINUITÀ”

Coach Luca Cantagalli chiede ai suoi di lavorare sodo e di non abbattersi nei momenti di difficoltà

Coach Luca Cantagalli chiede ai suoi di lavorare sodo e di non abbattersi nei momenti di difficoltà

Coach Luca Cantagalli sorride, ma vorrebbe farlo molto di più ampiamente. La vittoria di ieri sera a Roma contro il Club Italia ha risollevato il morale alla squadra, ma è arrivata con troppa sofferenza. La vera Conad insomma, deve ancora uscire fuori.

“Indubbiamente la voglia di vincere e la reazione che chiedevo c’è stata – ha detto Cantagalli – E questo è un aspetto positivo. Però abbiamo avuto qualche difficoltà di troppo e abbiamo giocato meno bene di altre volte. Ma tutto questo è normale quando si perde qualche partita, perché a livello mentale si è sotto tensione ed insicuri. Dal punto di vista tecnico abbiamo faticato in ricezione e troppo fallosi in battuta; questo deve farci riflettere per il lavoro che dobbiamo fare. Questa squadra può fare molto meglio. Fare autocritica è necessario, però bisogna anche complimentarsi con gli avversari; sono ragazzini, ma con grandi qualità e tutti hanno faticato a giocare contro il Club Italia, compresa la capolista Sora. Di certo non pensavamo di andare a Roma e di vincere 3-0 facile. Eravamo consapevoli che ci avrebbero dato filo da torcere. Anche alla luce di questo, aver conquistato due punti è molto importante, per il morale e perché ci tiene a galla in questo momento non semplicissimo”.

Ancora una volta però la sfortuna si è accanita contro il Volley Tricolore: “Perdere Marchiani dopo un set – spiega il tecnico – è stata l’ennesima tegola di una stagione non certo partita bene, soprattutto per il nostro palleggiatore che oggi si sottoporrà agli esami e speriamo non sia nulla di grave e che possa tornare presto. Psicologicamente la sua assenza ci ha buttato a terra. Non siamo mai riusciti a lavorare al completo in ogni settimana pre-match. Devo dire però due cose: la prima è che Bonante, che ha sostituito Marchiani, ha giocato abbastanza bene e con grande spirito. La seconda è che comunque non dobbiamo avere alibi. Abbiamo il morale un po’ basso, tanti giocatori stanno rendendo sotto le loro potenzialità e sono i primi a saperlo. Ci abbattiamo troppo davanti alle difficoltà e questo non deve accadere. Ora è il momento di lavorare a testa bassa, sputando l’anima, con sudore e fatica in palestra. Solo così si esce da questo momento no. Stiamo giocando male, ma io non sono pessimista: so che nelle corde di questa squadra c’è molto meglio. Starà a me andare a stuzzicare le corde giuste sia dal punto di vista tecnico, sia dal punto di vista mentale, seppur quest’ultimo aspetto sia la parte più difficile. Ma sono convinto che ne usciremo”.

Leave a Reply

Facebook

Get the Facebook Likebox Slider Pro for WordPress