Category

News

Resta a Reggio anche Antonino Suraci

By | News | No Comments

Dopo il rinnovo di Morgese, l’acquisto di Cantagalli e di Garnica si aggiunge alla rosa Antonino Suraci, classe ’96, viene confermato in posto “due” per la seconda stagione consecutiva con la società di Reggio Emilia.

Questo per te sarà il secondo anno a Reggio Emilia, cosa ti ha convinto a restare qui?
Sono molto contento di giocare qui un altro anno e la scelta è stata dettata sicuramente anche dal fantastico ambiente che ho trovato qui a Reggio, la società è molto ben organizzata e composta da persone molto competenti.
La conferma di coach Mastrangelo è stata fondamentale e anche lo staff che ci ha assistito la scorsa stagione è stato fantastico.
La rosa di giocatori che la società sta componendo infine mi ha convinto definitivamente, quando ho saputo che Garnica sarebbe stato alla regia della squadra mi sono detto che non mi sarei lasciato sfuggire l’opportunità di giocare con lui.

La scorsa, tra covid e assenza del pubblico, è stata sicuramente una stagione particolare, qual è il tuo augurio per quest’anno?
Risulterò banale ma il primo augurio che mi faccio e che faccio alla squadra e alla società è quello di ritrovare un po’ di pubblico all’interno del palazzetto, questo darebbe un gran beneficio alla società ma soprattutto a noi giocatori. Il pubblico è importantissimo, non solo in casa dove ci sostiene e ci sprona, ma anche fuori casa quando tifano per gli avversari perché questo ci carica, ci spinge a fare sempre di più, e a dare il massimo

Quali sono i tuoi obbiettivi personali e tecnici per questa nuova stagione?
I miei obiettivi principali sono quello di ritagliarmi sempre più spazio rispetto all’anno passato, cercando di dare sempre il massimo e rispondendo alle esigenze del gruppo efficacemente.
Contemporaneamente vorrei migliorare la mia parte “emotiva” ricercando una maggiore freddezza durante i tie-break che, in alcune occasioni l’anno scorso mi è venuta un po’ a mancare.

Come ti sei trovato con la società e cosa pensi della conferma di coach Mastrangelo alla guida della squadra?
Con la società come ho già sottolineato mi sono trovato benissimo, anche perché ha sempre saputo rispondere prontamente alle difficoltà che si sono incontrate in questo momento difficile di pandemia.
Sono molto contento che coach Mastrangelo sia rimasto a Reggio in quanto è un ottimo comunicatore e ha sempre capito le esigenze fisiche di noi giocatori mettendoci nelle condizioni di dare sempre il massimo, personalmente ha saputo anche darmi fiducia in momenti molto importanti quindi non posso che essere felice di poter lavorare un altro anno con lui.

Fernando Garnica torna a Reggio: “Un grazie immenso alla società che ha voluto investire su di me”

By | News | No Comments

In casa Conad Reggio, dopo la grande novità Diego Cantagalli, continua la costruzione della rosa per la stagione sportiva 21/22.
La Conad Reggio Volley Tricolore ha infatti affidato la sua regia per il prossimo campionato a Fernando Garnica. Il palleggiatore argentino, naturalizzato italiano, torna a giocare nel team Reggiano dove ha già militato nel 2010-2011.
Il talentuosissimo ed esperto palleggiatore ritroverà anche coach Vincenzo Mastrangelo, conosciuto nel 2003 nell’esperienza del neo acquisto Reggiano a Gioia del Colle (A1)
Queste le parole di Garnica sul suo ritorno a Reggio:
” Sono/Siamo molti contenti di tornare a Reggio (io e Sol, mia moglie).
Reggio è stata la prima città di Sol, in Italia e conserva ottimi ricordi di questa bella città.
Ora torneremo come famiglia e questa cosa ci piace tanto e ci riempie di felicità.
Ho da sempre conservato un buon rapporto con tante delle persone che sono state legate alla pallavolo Reggiana durante la mia esperienza qui.
Ho notato con piacere che nonostante la società sia, ovviamente, un minimo cambiata, tanti collaboratori sono gli stessi grandi appassionati di un tempo e mi fa molto piacere perché sono tutte delle persone speciali!
Ho conosciuto, fra i tanti, Vincenzo Mastrangelo avuto come secondo allenatore mel mio primo anno di serie A1 a Gioia del Colle nel 2003…sono passati degli anni e siamo invecchiati (ride) ma è un enorme piacere ritrovare un grande allenatore ed una grande persona come lui.
La società ha lavorato e sta continuando a lavorare per allestire una squadra estremamente competitiva e questa cosa mi piace moltissimo.
Al primo posto vanno gli obbiettivi di squadra poiché con un buon organico è giusto che si provi a lottare per stare nei piani alti della classifica.
A livello personale, vorrei poter fare in modo che la squadra sia tosta e aggressiva, cercando di aiutare i miei compagni a mettere in campo una buona pallavolo.
Un altro grande obbiettivo è quello di diventare anche il più longevo tra i giocatori, questo sport è la mia vita e amo ogni istante che trascorro sul campo.
Un grazie immenso alla società che ha voluto investire su di me, come detto sulla scelta ha pesato tanto la città, a cui siamo rimasti fortemente legati da quel 2010, credo sia un ottimo posto per un figlio in cui crescere umanamente e sportivamente. “

Davide Morgese confermato per l’ottava stagione consecutiva

By | News | No Comments

In casa Conad Reggio, dopo la grande novità Diego Cantagalli, continua la costruzione della rosa per la stagione sportiva 21/22.

Una grande e felice notizia per i tifosi è costituita infatti dall’ufficialità del rinnovo di una bandiera della pallavolo Reggiana come Davide Morgese, confermato al capo della linea di ricezione per l’ottava stagione consecutiva.

“Fa sicuramente piacere essere riconfermato per l’ottavo anno di seguito, significa molto per me perché vuol dire che sia la società che lo staff continuano ad avere fiducia in me dopo tanti anni. Hanno sempre dimostrato di credere in me sin da quando giocavo in B2 a Campegine e mi hanno portato in A2 dandomi la possibilità di crescere.

Sicuramente nella decisione del rinnovo ha contribuito anche la riconferma di coach Mastrangelo, che ha sempre saputo valorizzare i giocatori con cui ha lavorato e ha sempre disputato ottimi campionati, non solo a Reggio nelle scorse stagioni ma anche nelle altre squadre.

Oltre alla scelta dell’allenatore ha influito anche l’ambiente fantastico che si vive nella società, in cui mi sono sempre trovato molto bene, e per ultimo ma non per importanza ha contribuito la vicinanza di casa e famiglia. “

Quali sono i tuoi obbiettivi e le tue aspettative per questa nuova stagione?

Personalmente il primo obbiettivo è fare bene e crescere, perché penso che se ogni elemento della squadra da il massimo anche la squadra andrà bene. Ovviamente voglio giocare e allenarmi con agonismo perché è quello che ci rende giocatori e che porta avanti la nostra passione.

Vedremo come sarà composta la rosa dei giocatori, a che obbiettivo dovremo puntare e a che tipo di campionato potremmo ambire, sicuramente avere già uno staff tecnico come il nostro, la società e la dirigenza è già un indicatore di speranza di poter fare bene.

Un augurio che faccio a tutti noi è quello di ritrovarci insieme al palazzetto e di ritornare ad una normalità che tanto manca a tutti, vogliamo tutti riavervi al Pala Bigi a gioire insieme e a vivere la pallavolo.

Vista la tua esperienza, come ti sembra il progetto che la società sta portando avanti?

La società sta portando avanti un bel progetto da diversi anni e a parte qualche piccolo momento deludente, che personalmente credo faccia parte di un percorso di crescita, è sempre andato tutto per il meglio.

La società ha sempre cercato di portare a Reggio giocatori e staff di categoria in modo da mettere tutti nelle condizioni migliori di affrontare un campionato di qualità e di poter offrire una bella pallavolo da giocare, da vivere e da vedere.

Ci tengo a ringraziare la società per l’opportunità che stanno continuando a offrirmi e sono positivo per quanto riguarda la nuova stagione, la voglia di fare bene non manca mai.

Sarà il terzo anno con coach Mastrangelo come ti sei trovato negli scorsi anni e come si è evoluto il vostro rapporto?

Mi sono sempre trovato splendidamente con il coach, ha sempre avuto ottimi rapporti con tutti noi giocatori ed è sempre stato disponibile al dialogo e al confronto.

Credo che sia uno dei migliori allenatori con cui io abbia avuto l’opportunità di lavorare, sia tecnicamente parlando che personalmente.

Negli anni passati, anche fuori dal campo da gioco si è creato un bel legame tra squadra e staff, infatti il coach e la società hanno saputo creare un ambiente propositivo dove si può ridere e scherzare anche fuori dalla palestra e questo non può che aiutare quando si lavora o quando bisogna affrontare momenti di difficoltà.

Senza risultati rapidi non ci si può allenare

By | News | No Comments

Come coloro che sono sospesi, fermi ai box in attesa dell’esito dei tamponi di controllo con la prospettiva, se il responso sarà negativo, di andare a giocare a Cuneo con due soli allenamenti nelle gambe.

È questa la situazione di stallo che la Conad Volley Tricolore si trova a vivere a seguito alla rilevazione di una positività nel gruppo, una situazione già denunciata da Coach Mastrangelo che interviene di nuovo per chiedere di oliare la macchina dei controlli.
Il nuovo protocollo Fipav, uscito nel giorno dei morti infatti ribadisce la possibilità di poter giocare fino a tre positivi presenti in squadra, ragion per cui con i referti dei contro tamponi in mano i giocatori del Volley Tricolore potrebbero essere in palestra mentre si ritrovano ancora in isolamento fiduciario.

Coach Mastrangelo mordete il freno?

” Già, perché pensare che potremmo essere al lavoro mentre sono qui con Ippolito che mi saluta dal bancone rdi fronte, non è logico, finora nel gruppo c’è un solo positivo, gli altri godono di perfetta salute”.

Fino a prova contraria…

” Ed è proprio quella prova che vorremmo in tempi brevi, per non rischiare di dover andare a giocare a Cuneo domenica senza esserci allenati, se come spero, non saranno riscontrate altre positività.
Un lavoro che si basa sull’attività fisica come il nostro non può subire continui stop, fa male ai ragazzi e allo sport in generale che ci siano giornate come l’ultima con una sola gara su sei disputate.
Con gli esiti dei controtamponi alla mano, la partita di domenica scorsa l’avremmo potuta giocare perché sia per noi che per Taranto non c’erano più di 3 contagiati e questo fa rabbia.

Qualche giorno fa ha parlato di sospensione temporanea del campionato…

” Qualche giorno fa non ero ancora venuto a conoscenza del numero totale di contagi e di positivi nelle squadre del nostro campionato, Volley Tricolore compresa.
A tamponi eseguiti e risultati alla mano, è emerso che si sarebbero potute giocare 4 partite su 6.
Molto semplicemente, i risultati dei tamponi devono arrivare nel minor tempo possibile per garantire la continuità di lavoro.
Solo se il sistema funziona si può continuare scongiurando la sospensione “.

Di archiviare la stagione non parliamo nemmeno  dunque…

“No, il campionato ha il diritto e il dovere di essere portato avanti, stiamo facendo tutti dei grandi sacrifici sia a livello societario che personale e non è possibile gettare tanto lavoro all’aria.
È da Agosto che tutto viene svolto nel massimo rispetto dei protocolli, come me c’è chi non rientra a casa da settimane per evitare problemi: basta far funzionare la macchina dei controlli perché si possa continuare a fare pallavolo.

Non resta che aspettare...

” Purtroppo per ora è si – è la conclusione di mister Mastrangelo – sperando di capire il più presto come organizzare le eventuali sedute di squadra dei prossimi in vista della trasferta di Cuneo “.

Mister Mastrangelo in visita allo sponsor Conad, presso il Superstore di Rubiera

By | News | No Comments

Mattinata dedicata agli sponsor per Volley Tricolore quella passata, in data 19/10/2020, presso il CONAD SUPERSTORE di via Chinnici a Rubiera.

Mister Vincenzo Mastrangelo e Loris Migliari, consigliere delegato Marketing e Comunicazione di Volley Tricolore hanno fatto visita al Pet Store interno al Supertore Conad di Rubiera e sono stati accolti da un volto noto e amico della società, Silvia Pedroni, Direttrice del Conad Superstore di Rubiera e membro del CDA di Conad Centro Nord.

Silvia, grande tifosa della squadra vista  anche al Pala Bigi per sostenere in prima persona i ragazzi, si è detta molto felice di questa visita e della sempre grande presenza e partecipazione della società Volley Tricolore che non perde occasione per rinnovare l’importante partnership con CONAD, Main sponsor da ormai un decennio.

“Sono stata molto felice di organizzare questa mattinata nel nostro Pet Store e di guidare mister Vincenzo Mastrangelo nella visita al nostro Supertore.

Seguo da tempo la squadra e, nella scorsa stagione, sono stata persino invitata da Loris a seguire una partita dalla panchina e conservo quella esperienza come un bellissimo ed emozionante ricordo.

Purtroppo quest’anno sarà molto complicato sotto molti punti di vista data la situazione attuale e quindi sarà impossibile ripetere l’esperienza fatta nello scorso campionato.

Ho ovviamente fatto il mio personale in bocca al lupo al mister, con la speranza che questa stagione possa svolgersi nella miglior maniera possibile e che possa, insieme ai suoi ragazzi, togliersi tante soddisfazioni.

Mastrangelo ha voluto ringraziare Silvia Pedroni per l’accoglienza riservatagli e per la visita fatta durante la mattinata.

“Ringrazio moltissimo Silvia per l’accoglienza e per le gentili parole d’incoraggiamento che ha rivolto a me e ai miei ragazzi.

Come ha ben detto questa sarà una stagione particolare e complicata, non tanto da un punto di vista tecnico ovviamente ma da un punto di vista organizzativo e di programmazione.

Purtroppo non sarà possibile invitare di nuovo Silvia in panchina con i ragazzi durante una partita ma ho voluto personalmente invitare lei e membri dello staff del Supertore di Rubiera ad assistere alle partite al Bigi fra il pubblico perché, soprattutto quest’anno, ogni singolo tifoso che darà il suo supporto al gruppo sarà di enorme importanza.

Per quanto riguarda la visita al Superstore ho fatto i complimenti a lei e Manuel Fattori (Pet Store) per la minuziosa gestione dello store e per il calore e la passione con cui portano avanti il proprio lavoro.

Sono da sempre un grande amante degli animali e quindi apprezzo particolarmente il Pet Store e la qualità del lavoro svolto da chi fa parte dello staff Conad”.

Allenamento congiunto Trofeo Città di Lumezzane

By | News | No Comments

 

Secondo test match in trasferta per la Conad Volley Tricolore che in data 03/10 presso il Pala Fiera di Lumezzane ha preso parte al quinto dei 7 allenamenti congiunti a porte chiuse programmati per la preparazione al campionato che inizierà in data 18 ottobre 2020, dove ha sfidato la formazione del Gruppo Consoli Centrale del Latte Brescia, squadra con ottime prospettive che milita in serie A2.

Test molto importante per coach Vincenzo Mastrangelo che sfrutta l’opportunità data da una importante amichevole come questa per ruotare parte degli atleti a sua disposizione, trovando spunti e risposte da tutti i giocatori chiamati in causa durante la partita.

Il meticoloso lavoro di preparazione fisica e tecnica svolto nel periodo precedente all’inizio della stagione regolare inizia a mostrare i propri frutti per il Volley Tricolore che esce da questo allenamento congiunto con 4 set vinti sui 4 disputati e aggiudicandosi Il terzo trofeo Città di Lumezzane.

Il finale è scritto e dice che è la Conad Reggio Emilia a meritarsi la targa consegnata da Valerio Campadelli, CEO di Sferc nonchè promotore dell’evento e dal presidente di Atlantide pallavolo Brescia Gianni Ieraci.

I ragazzi di Coach Mastrangelo iniziano la partita vicendo un difficile e combattuto set che li ha visti inseguire nel punteggio sin dall’inizio.

Dopo il momentaneo svantaggio ( 9-16 ) al secondo timeout tecnico il Volley Tricolore prende finalmente ritmo, recuperando nel punteggio gli avversari e chiudendo in maniera estremamente convincente il set con il punteggio di 26-24.

Il secondo set parte in maniera molto diversa per il Volley Tricolore.

Dopo un inizio set molto equilibrato infatti, terminato con il parziale di 8-7 per la Conad Reggio, gli avversari perdono il controllo della situazione causa qualche distrazione di troppo della difesa e si arriva ai successivi 2 timeout tecnici rispettivamente sul punteggio di 16-13 e 21-19 per gli ospiti Reggiani che chiudono  poi il set con il punteggio di 25 a 21 guidati con 19 punti da un super G.Loglisci, nettamente il migliore per Reggio in questa uscita.

Un terzo set molto veloce vede una Brescia non molto combattiva, capace di restare nel set fino al secondo timeout tecnico, con i ragazzi del Volley Tricolore che impongono, da quel momento in avanti, il proprio gioco, chiudendo agevolmente il set con il punteggio di 25-18 e fissando il conteggio set sul 3 a 0.

Anche l’ ultimo dei set di questo allenamento congiunto termina con il punteggio di 25 a 21 per la Conad Reggio.

Spazio, in questo quarto set per molti giovani a disposizione di mister Mastrangelo che inserisce Catellani in regia, Pavesi per Scopelliti e Cagni come libero.

Scambi combattuti e una buona carica dei giovani ragazzi in campo regalano un bel set, combattuto e in pressoché totale parità fino al 19esimo punto, momento nel quale la Volley Tricolore aumenta il ritmo e vince agilmente con il punteggio finale di 25 – 21.

I ragazzi del Volley Tricolore chiudono il set e concludono l’allenamento congiunto con 4 set vinti sui 4 disputati, lasciando il proprio allenatore soddisfatto di ciò che hanno portato in campo e del lavoro svolto durante questo importante allenamento.

Il prossimo due appuntamenti, che chiuderanno il pre campionato per il Volley Tricolore si terranno rispettivamente il 07/10 e il 09/10 e vedranno i ragazzi di mister Mastrangelo affrontare in un allenamento congiunto a porte chiuse le formazioni di Portomaggiore e Brescia.

Top scorer per Volley Tricolore G.Loglisci con 19 punti e A.Suraci con 14 punti

Vincenzo Mastrangelo e Massimo Civillini fanno il punto sulla preparazione

By | News | No Comments

In casa Volley Tricolore è tempo di preparazione della nuova stagione, la cui data d’inizio è stata fissata per il 18/10/20.

Il nuovo e ‘ritrovato’ coach Vincenzo Mastrangelo si è detto estremamente soddisfatto del lavoro svolto dal suo staff e dai ragazzi durante il ritiro a Castelnovo Monti e durante tutta questa fase pre campionato.
Il coach ha poi voluto elogiare la grande voglia e motivazione che stanno dimostrando di possedere tutti gli atleti della Conad Reggio: ” Non sono rimasto per nulla stupito nel vedere la grandissima voglia di allenarsi e di tornare a competere che hanno dimostrato e stanno dimostrando i ragazzi in questo periodo.
Sono davvero felice di vedere i più giovani allenarsi con così grande attenzione e dedizione, spronati dai veterani a fare e dare il massimo anche in allenamento.
Questa mentalità di squadra è quella che serve per preparare ed iniziare al meglio una stagione complicata come quella che stiamo per iniziare”.

Come preparare al meglio una stagione come questa? 

La massima importanza è stata data alla preparazione atletica e fisica della squadra.
Ho grande fiducia nei preparatori atletici e nello staff.
Abbiamo avuto la possibilità di far lavorare molto bene i ragazzi, facendo 11 settimane di preparazione e, anche grazie al ritiro a Castelnovo, abbiamo potuto vedere fin da subito che le condizioni fisiche generali dei giocatori erano tutto sommato buone nonostante i mesi di inattività.
Dal punto di vista tecnico per ritrovare l’agonismo saranno di vitale importanza i
7 allenamenti congiunti con squadre di A3 e A2 che svolgeremo in questa ultima fase pre campionato, con la speranza di tornare presto alla normalità, potendo di nuovo abbracciare un pubblico non più limitato dalle normative igienico sanitarie anti Covid-19 “.

Il secondo allenatore, Massimo Civillini, ha quindi parlato delle grandi differenze fra una partita a porte chiuse e una normale partita di campionato, focalizzandosi sulla grande importanza che avrà la tenuta mentale dei giocatori durante i match che si giocheranno senza il sostegno del pubblico.

Quale pensi sarà la cosa più difficile di giocare senza pubblico e come preparerete i ragazzi e le partite in questo senso?

“I ragazzi sanno bene quanto la grande carica che il pubblico può infondere nei giocatori sia sicuramente importante per determinare le sorti di una partita, tuttavia questi atleti sono dei professionisti e si stanno preparando al meglio per fronteggiare anche questo inconveniente dettato dalla grande problematica Covid-19.
La tenuta mentale durante le partite farà una grande differenza in questa stagione,
I ragazzi dovranno essere bravi nel rimanere concentrati e dentro la partita, soprattutto quando ci troveremo a giocarcela ad “armi pari” con squadre di prima fascia che non potranno contare sul sostegno di un grande pubblico alle spalle.
Da un punto di vista tattico le partite verranno preparate nella solita maniera, cercando di sfruttare i nostri punti di forza e sperando ovviamente che il prima possibile si possa uscire da questo periodo così buio per il mondo dello sport e non”.

Riconfermato il preparatore atletico Massimiliano Rimoldi

By | News | No Comments

Riconfermato il preparatore atletico Massimiliano Rimoldi che continua la sua esperienza con la società Volley Tricolore. Massimiliano, che può vantare anche un’esperienza lavorativa ancora in corso nelle giovanili della Reggiana, tre anni fa ha iniziato la sua avventura con la Conad Reggio Emilia affiancando il vecchio preparatore atletico Maicol Maccagnani. Rimoldi si riconferma una figura gradita e apprezzata sia dalla società che dai giocatori, ottenendo la massima fiducia anche per questa stagione che si prospetta, per ovvi motivi, molto complicata e totalmente diversa dalle precedenti.

Perchè la figura di preparatore atletico è così importante nello sport professionistico?

« Il primo motivo è sicuramente quello della gestione ponderata degli allenamenti, singoli e di gruppo, che i giocatori devono sostenere per prepararsi alla stagione e per rimanere in forma anche durante il corso dell’anno sportivo.
I professionisti soprattutto, hanno a che fare con carichi di lavoro importanti che, laddove vengano mal gestiti, portano a infortuni e ad una forma fisica non ottimale ».

È vero che il preparatore atletico può essere considerato un tramite fra giocatori e allenatore?

« A questi livelli è importante che l’allenatore possa fidarsi e confrontarsi non solo con il preparatore atletico ma, in generale, con tutto lo staff.
Il fine comune è quello di disputare una buona stagione e di avere meno infortuni possibili.
C’è un costante dialogo fra me e coach Mastrangelo.
Ci consultiamo per la preparazione degli allenamenti, la gestione dei carichi di lavoro e per la valutazione delle condizioni fisiche dei giocatori ».

Come stanno rispondendo al lavoro i giocatori?

« Tutto l’ambiente pallavolistico nutriva una enorme voglia di ricominciare dopo un periodo così complicato e, infatti, tutta la squadra ha risposto molto bene a livello atletico al lavoro progressivo che è stato loro proposto.
Anche i giovani stanno lavorando seriamente e con costanza e sono molto soddisfatto di come sta procedendo il lavoro di squadra.
Il ritiro ha dato una grande mano sotto molti punti di vista, aiutando i giocatori a conoscersi e formando un grande gruppo molto affiatato, con i più esperti a dare il buon esempio e tanti giovani pronti a far vedere di cosa sono capaci ».

Dopo un periodo così complicato, come si prepara atleticamente una stagione per arrivare al meglio all’inizio della competizione?

« Non è certamente una cosa semplice prepararsi ad una stagione come questa. I ragazzi vengono da un periodo di fermo di quasi 6 mesi e la grande voglia di allenarsi e di ricominciare è sì importante, ma può essere controproducente laddove porti i giocatori ad esagerare.

Il “trucco”, dopo mesi di fermo, è quello di avere pazienza.
Abbiamo a disposizione 11 settimane di preparazione che ci permettono di organizzare e fare le cose con calma. Partendo da una base aerobica in piscina e da carichi non eccessivi continueremo portando avanti il grande lavoro di equipe fra preparatore atletico, fisioterapista, allenatori, giocatori e società che ci ha contraddistinto fino ad ora e che, penso, possa fare la differenza fra un ‘buono’ ed un ‘ottimo’ lavoro ».

SULLE TRACCE DELLA STORIA: CONAD IN VISITA AL COMUNE PER CONOSCERE LA STORIA DEL TRICOLORE

By | News | No Comments

La società ne porta il nome e la prima squadra lo rappresenta in tutta Italia: sabato scorso (16 marzo) in occasione della festa dell’unità d’Italia ricorrente il giorno successivo Conad Reggio e la società Volley Tricolore hanno seguito le tracce della storia, per conoscere le origini della bandiera nazionale.

I ragazzi hanno partecipato a una breve visita al museo del Tricolore, guidata da Chiara Pelliciari. Di sala in sala, i giocatori hanno conosciuto le origini storiche dello stendardo, nonché le ragioni della sua nascita a Reggio Emilia. Una prima parte della visita, invece, era d’impronta più attuale e mostrava come artisti contemporanei avessero interpretato i colori ma soprattutto i valori del Tricolore in chiave moderna.

Il pomeriggio è continuato in sala del Tricolore per seguire la conferenza “Una festa per la bandiera. Reggio Emilia e il primo centenario del Tricolore (1897)” a cura di Maurizio Festanti e promossa da Lions Club Reggio Emilia Host Città del Tricolore. “É un piacere poter accogliere qui oggi la prima squadra della società Volley Tricolore – ha detto Ennio Ferrarini, dirigente commerciale Credem -. Conad Reggio non solo porta con onore il nome della nostra bandiera in tutto il Paese, ma la squadra stessa, con giocatori provenienti da tutta Italia, ne rappresenta egregiamente i valori e il senso di unità”.

La conferenza ha illustrato quanto Reggio Emilia abbia avuto un ruolo cardine nella valorizzazione del Tricolore come stendardo nazionale. Precisamente il 7 gennaio 1897, la nostra città diventó protagonista nel consacrare i colori verde, bianco e rosso. Proprio dalla sala del Tricolore la consapevolezza di unità e appartenenza sotto la stessa bandiera ha illuminato le menti di molti patrioti, forti di un senso di riscatto nazionale. Questa consapevolezza ha forgiato l’ideale d’indipendenza risorgimentale ed è da qui che Reggio può legittimamente far suo il nome di ‘città del Tricolore’. Certo non senza dispute politiche e rivendicazioni municipalistiche, per cui l’importanza di celebrare la nostra città e il suo impegno essenziale nella creazione dell’identità nazionale è forte oggi come allora.

I giocatori, forse ora più consapevoli e fieri del nome che portano sulla divisa, scenderanno domenica sul campo del PalaBigi per affrontare Conad Lamezia, alle ore 18. Un match fondamentale per confermare sul finire della regular season la presenza di Reggio ai playoff.  

CONAD TORNA A CASA: DOMANI LA PARTITA CONTRO LAGONEGRO, 20.30 AL PALABIGI

By | News | No Comments

Dopo tanto peregrinare, Conad Reggio torna finalmente a casa. Domani, alle ore 20.30, la partita al PalaBigi contro Goesat Geovertical Lagonegro. Gli avversari sono attualmente settimi in classifica con 25 punti, mentre Reggio è quinta con 27.

Oggi e domani in vari punti vendita Conad (Reggio Sud, Albinea, Canali, le Querce, le Vele, Cavriago e Scandiano), saranno disponibili in numero limitato biglietti omaggio per la partita al PalaBigi.

Rinascita Lagonegro è alla sua terza stagione in A2, il main sponsor è sempre Geosat Geovertical mentre il roster si presenta quasi del tutto rinnovato. Sono tre i giocatori confermati dall’anno scorso: capitan Maiorana, il libero Fortunato (lagonegrese doc), e l’altro libero Sardanelli. Regia nelle mani di Matteo Pedron, affiancato dall’opposto Hidde Boswinkel. Torna nel reparto schiacciatori il bulgaro Yordan Galabinov, insieme a da Del Vecchio e Barreto (entrato in squadra lo scorso settembre). Al centro c’è Turano, a cui si affianca l’esperienza di Calonico.

“Abbiamo un ricordo vivido della trasferta in Basilicata contro Lagonegro”, ha detto il secondo coach Alberto Panciroli. “È una squadra sicuramente attrezzata, che in casa gioca il meglio della sua pallavolo. In trasferta ha avuto qualche difficoltà, ma in questo momento soprattutto noi non ci possiamo sbilanciare. Loro hanno tre schiacciatori di palla alta di discreta potenza, un opposto esperto, un centrale giovane e un’altro con tanta esperienza in serie A, oltre che un ottimo palleggiatore: è una squadra che merita tutta la nostra attenzione”

“Di sicuro non è il nostro miglior momento dell’anno”, ha dichiarato lo schiacciatore Alberto Bellini. “Lagonegro è una buona squadra, ma a prescindere da chi incontriamo dobbiamo dare il massimo. Ci manca il PalaBigi, speriamo che il pubblico ci sostenga anche dopo questa lunga pausa. È una partita fondamentale, come tutte quelle che verranno in futuro, per rimanere nelle prime quattro”.