Con un cuore grande così, la Conad festeggia il primo trionfo!

By 14 Ottobre 2012News

Conad Reggio Emilia-Pallavolo Loreto 3-1 (25-16, 25-16, 22-25, 29-27)
Conad Reggio Emilia: Luppi 16, Grassi ne, Grassano 13, Orduna 4, Goi (L), Tondo ne, Pellegrino, Barbareschi 19, Curti 6, Biribanti 15, Groppi 1. All. Cantagalli
Pallavolo Loreto: Spescha 11, Sarnari ne, Gabbanelli (L), Peda, Polidori 6, Piccinini 2, Caporaletti 3, Belcecchi, Ranghieri 17, Marchiani 4, Moretti 6, Nobili 4. All. Fracascia
Arbitri: Genna e Cardaci
Durata set: 22′, 23′, 28′, 36′. Tot. 1h49′
Spettatori: 1000 circa
Note Reggio Emilia: ace 9, service error 17, muri 15, ricezion 78%, attacco 49%.
Note Loreto: ace 5, service error 16, muri 9, ricezione 62%, attacco 40%.

Indimenticabile.
Il primo trionfo della Conad Reggio Emilia è di quelli che rimarranno nei libri di storia, perchè ottenuto con il cuore davvero in mano dai ragazzi di Luca Cantagalli.
Reggio piega 3-1 Loreto al termine di un match che sembrava dominato, sino al 2-0 e 10-6 nel terzo set, prima di un calo fisico dovuto a giocatori recuperati all’ultimo istante (capitan Biribanti eroico così come Barbareschi) e alle tante assenze (Diachkov, Tondo, Castellani).
Il quarto set regala mille emozioni e quel 29-27 che significa primi 3 punti della storia del Volley Tricolore.
Andiamo a rivivere questi 109 minuti che regalano alla Conad una notte in paradiso.

LA PARTITA

A sorpresa, coach Luca Cantagalli getta subito nella mischia il capitano, Francesco Biribanti.
Un rientro lampo quello del leader di una Conad Reggio Emilia che deve rinunciare invece a Julian Castellani, ai box per problemi alla schiena.
Goi quindi nel ruolo di libero, Orduna al palleggio in diagonale a “Biri”, Grassano e Barbareschi in banda, Curti e Luppi al centro.
Loreto deve fare a meno di Janis Peda, con l’opposto lettone che viene sostituito da Caporaletti.
Marchiani in regia, Spescha e Ranghieri in posto 4, Polidori e Piccinini centrali, Gabbanelli il libero.
Il colpo d’occhio del Pala Bigi è splendido, con la mascotte Carlotta la tigrotta a dare un tocco di spettacolo in più.
E’ un set senza storia, con Biribanti che accende subito i motori con un 2 su 2 in attacco che lancia avanti di 3 lunghezze i giallorossi alla prima pausa tecnica.
Luppi e Curti, praticamente immarcabili, regalano il +6 sul 15-9 che diventa 19-12 quando Barbareschi e Grassano non sbagliano un colpo in cambio palla e contrattacco.
Chiude Valerio Curti: attaccp e muro per il 25-16 giallorosso.

SECONDO SET

Loreto prova a rianimarsi in un secondo set nel quale i marchigiani comandano sino alla prima pausa tecnica (7-8).
La Conad però è semplicemente meravigliosa, con Barbareschi che riaccende il turbo con un muro-tetto su Ranghieri per il sorpasso sul 10-9.
E poi, quando hai a disposizione un giocatore come Francesco Biribanti, tutto diventa più semplice.
Il capitano tira fuori 3 colpi uno più bello dell’altro, con la palla alta dell’11-9 alla quale segue l’ace di Grassano per il 12-9 (colpo splendido di polso) e una nuova magia per il +5 Conad.
Barbareschi è una piovra a muro (altro block-in su Moretti per il 18-12), poi il martello genovese trova anche l’ace del +7 sul 19-12.
Non c’è partita, anche Pellegrino e Groppi sono perfetti al servizio e a muro, mentre Goi tira su tutto in difesa.
Chiude Barbareschi con lo scambio più bello del match: 25-16.

TERZO SET

Coach Fracascia prova ad inventarsi qualcosa con l’ingresso di Nobili e lo spostamento di Ranghieri in posto 2.
La mossa non sembra sortire effetto sino al 10-6 firmato da un altro ace di un grandioso Barbareschi, ma il servizio tattico di Ranghieri apre un break di 7-0 che porta avanti Loreto e cambia l’inerzia del set e della gara.
I marchigiani vengono agganciati sul 15 pari dal solito muro di Barbareschi, ma tornano avanti col servizio di Spescha e mantengono il vantaggio sfruttando i tanti errori al servizio della Conad, che prova a rimanere viva sino al 22-23, prima di cedere sulla parallela out di Biribanti: 22-25.

QUARTO SET

Ora è davvero una battaglia quella del Pala Bigi, con lo splendido pubblico di via Guasco che prova a spingere i giallorossi nel primo momento difficile della gara.
Barbareschi è di nuovo un leone con l’ace del 7-4, pure Biribanti per il massimo vantaggio Conad sul 10-5.
Loreto però non molla, dal 13-9 torna sotto con Spescha sino al 13-12, che diventa +3 Reggio al secondo stop tecnico.
Il muro marchigiano però cresce a dismisura, con Moretti e Polidori scatenati su Barbareschi e Biribanti, e sorpasso ospite sul 18-19 quando l’ex Sora trova anche due ace beffardi su Goi.
La Conad respira ancora quando Barbareschi compie la magia che vale il nuovo contro-sorpasso sul 21-20, ma non è ancora fatta.
Loreto rimette la freccia sul 22-23 prima e sul 23-24 poi dopo l’errore al servizio di Barbareschi, ma trova di nuovo la parità sul 24 e con un eroico Biribanti anche il primo match-point sul 25-24.
Il capitano gioca praticamente su una gamba, coach Cantagalli deve richiamare ancora Pellegrino per il gran finale, con Grassano che salva tutto sul 25-26.
Si prosegue con un muro di Luppi su Ranghieri (27-26) e un altro attacco di Grassano per l’ennesimo match-point.
Sull’ultimo, l’attacco out di Ranghieri fa esplodere il Pala Bigi, per un 29-27 che significa prima vittoria in campionato e storia per la Conad Reggio Emilia.

Spogliatoi – Capitan Biribanti: “Abbiamo un gran cuore”

La vittoria del cuore, così l’hanno definita tutti quanti quella ottenuta dopo mille sofferenze nella prima casalinga contro Loreto.
A partire da capitan Francesco Biribanti e coach Luca Cantagalli, che analizzano in questo modo il 3-1 con il quale i giallorossi hanno ottenuto il primo hurrà in campionato.
“Abbiamo un gran cuore, non c’è altro da dire – racconta un esausto Biribanti.
In condizioni difficilissime, avendo perso anche Julian (Castellani, ndr) all’ultimo siamo stati capaci di vincere una partita nella quale abbiamo fatto vedere di saper giocare una gran bella pallavolo, sin quando il fisico ha retto.
Io per primo non ero di certo al meglio, anzi sono uscito nel finale per un dolore alla gamba che valuteremo nei prossimi giorni.
Ora però non conta, abbiamo vinto e va bene così”.
Sulla stessa lunghezza d’onda Luca Cantagalli: “Senza Tondo, Castellani, Diachkov e con Biribanti e Barbareschi di certo non al meglio, siamo riusciti a vincere una gara che ci rende felicissimi per noi ma anche per lo splendido pubblico che ci ha aiutato dal primo all’ultimo punto.
Volevamo vincere a tutti i costi e credo l’abbiamo dimostrato con la nostra determinazione che ci ha fatto andare oltre ai problemi fisici.
L’infermeria preoccupa, ma dobbiamo goderci questi 3 punti che ci danno una bella inizione di fiducia”.

Altri risultati e classifica

Tonazzo Padova-Elettrosud Brolo 3-1, Caffè Aiello Corigliano-Sieco Service Ortona 1-3, Pallavolo Molfetta-Globo BPF Sora 0-3, B-Chem Golden Plast Potenza Picena-Sidigas Atripalda 1-3, Gherardi SVI Città di Castello-Coserplast Matera 3-0. Riposa Vero Volley Monza
Classifica: Sora e Atripalda 6 punti, Ortona 5, Padova 4, Città di Castello, Corigliano, Conad Reggio Emilia e Molfetta 3, Monza 2, Brolo 1, Potenza Picena, Loreto e Matera 0.

Leave a Reply

Facebook

Get the Facebook Likebox Slider Pro for WordPress