Conad delle meraviglie, ora Cagliari è a -7

By 8 Febbraio 2014News

Softer Volley Forlì-Conad Reggio Emilia 0-3 (18-25, 12-25, 17-25)
Softer Volley Forlì: Marrazzo, G. Kunda 1, Del Poggetto, Bianchi (L), N. Kunda 1, Rossatti 6, De Leonibus 7, Francescato 9, De Angelis, Zauli 3, Turchi, Mambelli 4. All. Mascetti
Conad Reggio Emilia: Dordei 7, Catellani (L), Bassoli, Magnani ne, Guemart 2, Tiozzo 5, Tondo 13, Bartoli ne, Sideri 2, Cuda 5, Benaglia 7, Santini, Tataru 11. All. Cantagalli
Arbitri: Merli e Toni
Durata set: 24′, 23′, 23′. Tot. 1h10′
Note Forlì: ace 1, service error 7, muri 3, ricezione 59%, attacco 40%.
Note Conad: ace 7, service error 13, muri 3, ricezione 66%, attacco 60%.

Meglio di così, il girone di ritorno non poteva cominciare per la Conad Reggio Emilia.
Guemart e compagni trionfano per l’ennesima volta in quel di Forlì, dominando con un nettissimo 3-0 la terza forza del campionato e mantenendo così l’imbattibilità che significa anche 12 vittorie su 12 gare di regular season.
Nel pomeriggio era pure arrivata la notizia del ko di Cagliari al tie-break a Civita Castellana, e allora il vantaggio sulla prima inseguitrice aumenta sino a 7 punti.
Ancora una volta, la squadra di Luca Cantagalli ha trovato tanti protagonisti nell’ennesima grande notte di questa stagione, con Tataru a sostituire alla grande il febbricitante Bartoli, il rientro di Tondo e Cuda e l’apporto di Santini e Sideri dalla panchina.
Strepitosi, semplicemente strepitosi.
E ora con la doppietta casalinga contro Ferrara e Cagliari (entrambe le gare si giocheranno di domenica, il 16 e il 23), si può davvero volare.

LA PARTITA

Coach Cantagalli sorride per i rientri di Tondo (da titolare) e Cuda (dalla panchina), ma deve rinunciare ad Alessandro Bartoli, stoppato nelle ultime 72 ore dall’influenza.
E allora c’è Giuliano Tataru nel sestetto base, ma questa volta in diagonale a capitan Guemart anzichè al centro come nella magica notte con Bergamo, ruolo dove agiscono Benaglia e Tondo.
In banda Dordei e Tiozzo, libero Luca Catellani.
Forlì, per la cronaca, ha perso solo la prima partita di campionato in casa contro la vice capolista Cagliari, peraltro al tie-break. Per il resto, ha sempre vinto.
Questo per sottolineare i meriti di una Conad che parte subito come una furia.
Forlì non ha respiro, colpita come un pugile suonato da Guemart & Co.
Alessandro Tondo ha tanta voglia di tornare a scatenarsi e si vede, in coppia con Benaglia scrive il primo vantaggio che Tataru e il primo ace di Dordei ampliano: 9-13.
Tataru è perfetto in attacco, il 18-25 del primo set è nettissimo.
Nel secondo parziale, è di nuovo Tondo ad accendere la miccia con primo tempo e muro del primo mini-break.
Poi Tiozzo in attacco e Dordei al servizio avviano un parziale spaventoso che, di fatto, in 5 minuti chiude già il set.
Con il martello romano ai 9 metri si vola sino al 2-11, che Tataru trasforma nel massimo vantaggio sul +12 del 5-17. Cantagalli dà spazio a Cuda per Dordei, Santini per Guemart e Sideri per Tiozzo, ed è spettacolo sino al 12-25 che vale il 2-0.
Per il terzo set, Cuda confermato in campo parte subito forte, e Forlì non riesce proprio a reagire allo strapotere Conad.
Tiozzo lancia il +3 alla prima pausa tecnica, Benaglia e ancora Cuda rifilano le mazzate decisiva per il 7-14.
E’ una gara senza storia, Tondo la chiude con un grande turno al servizio condito da due aces e il 17-25 finale dice tutto.

Leave a Reply

Facebook

Get the Facebook Likebox Slider Pro for WordPress