Conad non la spunta al terzo set, 3 a 0 contro Brescia

By 14 Dicembre 2019Senza categoria

La nona giornata di serie A2 Credem banca (andata) si conclude 0 a 3 per Reggio contro l’ospite Brescia, un giorno in anticipo rispetto alle altre compagne di campionato. Reggio e Brescia hanno aperto le danze alle 20.30 tra le mura casalinghe del PalaBigi. Il primo set (19 a 25) è dei due martelli Ippolito e Dolfo, che dopo una falsa partenza portano la squadra a pochi punti da Brescia. Stesso esito per il secondo, stavolta però con una partenza reggiana più sciolta. Il ritmo accelera al terzo, giocato tutto sul filo di un punto di vantaggio, fin dai primi punti. Dopo un finale senza esclusioni di colpi, è di nuovo Brescia a spuntarla chiudendo 24 a 26 il match. Reggio accusa di nuovo in fase break, con percentuali d’attacco distanti da quelle bresciane (47% contro il 60%) e i due muri vincenti di Conad contro gli 8 dei Tucani. Notevole la prestazione dei ‘martelli’ Ippolito e Dolfo, insieme a Bellini da zona due che, entrato in campo a metà partita, è stato solo lui realizzatore di 13 punti.

 

LA PARTITA

Per i reggiani al primo set è una falsa partenza e Brescia ingrana subito la marcia giusta (3 a 7), coach Bosco usa in poco tempo entrambi i time out. Conad accenna a uno sprint, le imperfezioni a muro-difesa hanno il loro prezzo e Brescia mantiene il vantaggio. Nota di merito al capitan Ippolito, che con un doppio ace rinvigorisce gli animi dei compagni, in coppia col martello Ludovico Dolfo. Per quanto le distanze si siano accorciate, è Brescia a portare a casa il primo set (19 a 25).

Conad ritenta un’imposizione, ma Brescia si dimostra determinata a non mollare la presa sul vantaggio. Sul 7 a 10 per i bresciani, coach Bosco riporta in auge Bellini in zona due e scende l’opposto Magnani. La modifica non cambia il ritmo dell’incontro, adesso però è il centrale Mattei a mantiene alto il punteggio della Conad dando il meglio a muro e in attacco. I cosiddetti ‘Tucani’ però stanno già prendendo il volo e anche il secondo set si chiude a favore degli ospiti con lo stesso punteggio.

Conad pare trovare un assetto più efficace con Bellini opposto, nell’ostacolare la squadra ospite. Al terzo set parte un testa a testa tra le due formazioni fino a un primo, leggero, distacco di Reggio (17 a 15). A questo punto una sicurezza per i reggiani è indubbiamente Bellini, unito ai colleghi di reparto ‘martelli’, nel riconfermare sempre il vantaggio. Dopo un finale punto a punto, senza esclusione di colpi, è Brescia a spuntarla chiudendo anche il terzo 24 a 26.

 

TABELLINO

CONAD REGGIO 0

 

SARCA ITALIA CHEF BRESCIA 3

 

(19-25, 19-25, 24-26)

 

Reggio Emilia: Pinelli, Catellani, Magnani 2, Zingel, Mattei 7, Miselli 1, Bellini 13, Ippolito 11, Dolfo 13, Scarpi, Morgese (L), Cagni (L).

 

Allenatore: Bosco.

 

Brescia: Tiberti 1, Ceccato, Bisi 16, Festi 8, Candeli 6, Mijatovic, Cisolla 13, Malvestiti, Ristic 6, Galliani, Ostuzzi, Crosatti, Zito (L), Franzoni (L).

 

Allenatore: Zambonardi.

 

Note: durata set 0.25, 0.24, 0.28 totale 1.17 Reggio Emilia ace 4, muri 2, errori in battuta 16, errori avversari 15. Brescia ace 1, muri 8, errori in battuta 10, errori avversari 26.

 

Arbitri: Oranelli, Rolla.

Leave a Reply

Facebook

Get the Facebook Likebox Slider Pro for WordPress