Conad, quanta rabbia… Sora passa al Bigi 3-1

By 30 Gennaio 2013News

Conad Reggio Emilia-Globo Banca Popolare del Frusinate Sora 1-3 (20-25, 25-21, 25-27, 25-27)
Conad Reggio Emilia: Luppi 10, Grassano 1, Orduna 4, Goi (L), Tondo 10, Pellegrino ne, Barbareschi 25, Diachkov 9, Biribanti 18, Castellani, Groppi, Pagni ne. All. Cantagalli
Globo Banca Popolare del Frusinate Sora: Paolucci 5, Marzola, Fortunato 4, Scuderi, Mazzone 14, Paris 6, Milushev 20, Patriarca 15, Hendriks, Siltala 2, Anzani, Romiti (L). All. Ricci
Arbitri: Simbari e Ravallese
Durata: 29′, 28′, 34′, 32′. Tot. 2h03′
Note Conad: ace 9, service error 16, muri 9, ricezione 75%, attacco 43%.
Note Sora: ace 5, service error 12, muri 11, ricezione 61%, attacco 50%.

Un turno infrasettimanale che lascia tanto, tantissimo amaro in bocca alla Conad, ma al tempo stesso la consapevolezza che questa squadra è in grado di giocarsela con chiunque, anche con la grande Sora.
Perde 3-1 la formazione di Cantagalli contro la seconda della classe, al termine di una gara semplicemente splendida.
Una battaglia, nella quale si cala un Barbareschi da libro cuore (25 punti e tanto altro ancora) e un Biribanti stoico e capace di scendere in campo 5 giorni dopo la distorsione alla caviglia pre-Brolo.
La Conad rimane al 9° posto e domenica si va a Padova, con l’obiettivo di fare punti.
Ma che partita, ragazzi…

LA PARTITA

Cantagalli recupera in extremis un eroico Biribanti, ovviamente schierato in diagonale a Santi Orduna con Barbareschi e Grassano in banda, Luppi e Tondo al centro, Goi libero.
Ricci risponde con Paolucci-Milushev, Siltala-Patriarca, Fortunato-Mazzone, Romiti libero.
L’avvio dei giallorossi è ok, con Barbareschi che torna guerriero con attacco e ace del 4-2 Conad.
Il turno al servizio di Siltala ribalta l’inerzia, dal 7-5 Conad si passa al 7-10 Sora, ma Reggio c’è.
C’è con capitan Biribanti e con un Tondo sempre più immarcabile.
Patriarca e Milushev spingono gli ospiti sino al 12-17, ma l’ingresso di Diachkov per Grassano cambia tante cose.
L’ucraino fa subito benissimo con contrattacco e muro stellare su Milushev per il -2 sul 16-18, che diventa parità sul 19-19 con una rigiocata splendida di Orduna per Tondo.
Biribanti ha anche la palla del sorpasso, ma due muri di Mazzone cambiano ancora tutto.
Sora scappa di nuovo sul 19-23, l’errore finale di Luppi scrive il 20-25 che vale lo 0-1 ospite.

SECONDO SET

Cantagalli conferma ovviamente Diachkov nel sestetto del secondo set, e l’avvio dei giallorossi è di nuovo buonissimo.
Barbareschi è un tornado che si scatena sul Pala Bigi.
Due aces consecutivi per il 4-1, che Diachkov e Biribanti conservano per il +2 al primo stop.
Sul 10-9, è ancora Giorgio Barbareschi a spaccare in due il set: altri due aces (5 da inizio gara) per lo strappo che Sora prova a ricucire con l’ingresso di Paris per Siltala.
Biribanti inventa da 4 la palla del 15-13, e lì la Conad scappa via.
Diachkov va in battuta con la sua salto flot e scava il solco decisivo: 19-13.
Conserva ancora Barbareschi, chiude un errore di Marzola dai 9 metri ed è 25-21 e 1 pari.
Sì, questa Sora si può battere.

TERZO SET

Coach Ricci conferma Claudio Paris per Siltala anche nel terzo set, Cantagalli ovviamente non cambia nulla.
L’avvio questa volta è di marca ospite, con l’1-4 firmato Mazzone dai 9 metri (Diachkov in difficoltà sulla salto flot).
L’ucraino e Barbareschi ricuciono per il 6 pari, l’esperienza di Patriarca e Milushev garantiscono un nuovo break a Sora, che allunga sino al +4 della seconda pausa tecnica.
Luppi in primo tempo, Biribanti in contrattacco provano ancora a riaprire tutto, ma sul 19-23 sembra finita.
E invece la Conad lotta ancora, Barbareschi è grandioso in contrattacco, il fallo di Mazzone vale la clamorosa parità sul 24-24 (dal 22-24) e si va ai vantaggi.
La Conad però non riesce ad avere in mano il set-ball, alla quarta occasione chiude Milushev col contrattacco in diagonale del 25-27.

QUARTO SET

Come in principio di terzo set, il servizio di Mazzone apre subito uno squarcio: 0-3 e dentro Grassano per Diachkov.
Sora fugge sino al +6 (6-12) col turno dai 9 metri di Patriarca, poi Orduna riapre tutto.
Il regista della Conad firma il break al servizio del -2 (13-15), Tondo piazza un gran muro su Milushev e poi l’ace del -1 (16-17).
E’ tutto riaperto, Barbareschi fa impazzire via Guasco con un muro stellare su Patriarca per la parità sul 17.
Sora scappa di nuovo a +2, ma ancora Barbareschi (25 alla fine) la riprende e la sorpassa col sesto ace della sua meravigliosa partita (21-20).
Non basta, Paolucci stoppa un Diachkov tornato in campo e in difficoltà in attacco.
I frusinati hanno due match-point, Tondo li cancella stoppando di nuovo Milushev (24 pari).
Diachkov spreca il contrattacco del set-ball, e alla quarta occasione gli ospiti chiudono col contrattacco di Mazzone: 25-27.
Amarissimo.

Leave a Reply

Facebook

Get the Facebook Likebox Slider Pro for WordPress