CONAD SCONFITTA A VIBO VALENTIA

By 13 Dicembre 2015News

IL VOLLEY TRICOLORE PERDE 3-0 NELLA TANA DELLA CAPOLISTA VIBO VALENTIA. COACH CANTAGALLI: “HO VISTO MIGLIORAMENTI, STIAMO COMINCIANDO A GUARIRE, DOBBIAMO CREDERCI E MANTENERE QUESTO ATTEGGIAMENTO”

L'opposto Leano Cetrullo che oggi è stato il top scorer della Conad con 12 punti

L’opposto Leano Cetrullo che oggi è stato il top scorer della Conad con 12 punti

Niente da fare per il Volley Tricolore contro la fortissima Vibo Valentia capolista. Primo set a parte, la Conad ha comunque combattuto con grinta e cuore arrivando a sfiorare l’1-1 nel secondo set, mettendo a dura prova i calabresi. Che però si sono dimostrati superiori. Reggio ha mostrato qualche miglioramento, anche se restano ancora troppi gli errori (in battuta però ci sono stati miglioramenti) e i punti regalati agli avversari.

La Tonno Callipo comincia subito forte provando a prendere il largo con un 6-3, fino ad allungare all’11-5. Approccio un po’ contratto di Reggio che prova a rifarsi sotto con la banda Dolfo che sembra più in palla rispetto alle ultime uscite (metterà giù 4 punti a fine primo set) e che prova a trascinare i suoi per rifarsi sotto fino al 12-8 che regala qualche speranza. Ma poi Vibo Valentia prende il largo arrivando addirittura al 20-13 con i punti dello slovacco di 202 centimetri Michalovic e di De Paola che mettono a segno 5 punti ciascuno ammazzando la prima frazione. Ma oltre i meriti dei calabresi, c’è sempre la mannaia degli errori per Reggio: 4 in battuta e 10 totali nel primo set, consegnato di fatto a Vibo che lo fa suo con un 25-15.

Coach Cantagalli non ci sta a fare da vittima sacrificale per la capolista che fino a questo momento del campionato si sta dimostrando la più forte e scuote la squadra. Il mordente con cui entra Reggio sul parquet nel secondo set è di tutt’altra pasta. Frazione equilibrata e che si gioca punto a punto con un 4-4 di partenza, oppure vantaggi minimi, sorpassi e controsorpassi. Vibo si porta sul 14-11 e prova a scappare, ma ancora il martello Dolfo tiene a galla i suoi e suona la carica, mettendo a terra due bei diagonali. Riprovano a fuggire i calabresi, ma Reggio con grande cuore prima con Bevilacqua e poi con Tondo, uno smash di Marchiani – ex di turno – e Cetrullo (autore di 7 punti nel secondo parziale) fa segnare un break di 4-0 recuperando dal 19-15 al 19-19. Si combatte sul filo del rasoio, ma ancora gli errori condannano la Conad: un primo tempo sulla rete di Cargioli, poi una battuta sbagliata di Dolfo. Poi un attacco di Cetrullo finisce sul grande muro di Vedovotto e la Tonno Callipo si porta sul 25-23 per il 2-0.

Reggio non vuole arrendersi e comincia bene il terzo set con un buon break andando sul 3-1. Cantagalli decide di giocare la carta Kody centrale al posto di Cargioli, per sfruttare i centimetri del camerunense. Dolfo allunga, poi i soliti errori di troppo portano la Tonno Callipo a rimontare e portarsi sul 12-8 all’intervallo tecnico. Reggio prova a restare sotto con un buon Cetrullo, ma De Paola e Vedovotto fanno malissimo da posto 4 mettendo giù punti a raffica. La Conad non riesce più a reagire e Vibo Valentia si porta a casa il match con un secco 3-0 che vale ai calabresi il rafforzamento del primo posto e l’ottava vittoria consecutiva da record.

Per Reggio è il quarto ko di fila. La Conad, che non giocherà contro Sora nel turno infrasettimanale di mercoledì a causa della concomitanza col basket al PalaBigi, gara che si recupererà martedì 22 alle 20,30, scenderà in campo invece domenica 20 per l’11a giornata dove andrà a far visita a Civita Castellana. Un match in cui la truppa di Cantagalli dovrà vincere per emergere dal momentaccio e per abbandonare il fondo della classifica che questa squadra non merita per le qualità che ha.

Coach Luca Cantagalli vede comunque il bicchiere mezzo pieno e salva lo spirito della prestazione messa in campo a Vibo. “Questa era una partita difficile – ha detto il tecnico – Sono in grandissima forma e non a caso sono in testa alla classifica, hanno giocatori importanti. Ci hanno messo in difficoltà soprattutto in ricezione, dove anche noi abbiamo avuto una giornata un po’ storta. Siamo entrati contratti, mentre nel secondo set abbiam fatto anche bene, abbiamo giocato e avuto occasioni per andare sopra e vincerlo. Poi abbiamo fatto qualche errore di troppo. Però rispetto alle partite precedenti ne abbiamo commessi meno, i numeri sono diversi. Abbiamo migliorato in battuta, ma soprattutto abbiamo avuto buona attenzione e un ottimo atteggiamento. Certo, non era questa la partita in cui cercare la svolta, contro la squadra più in forma del campionato. Stiamo cominciando a giocare e dobbiamo tenere botta. Tenere le cose fatte bene come lo spirito e la voglia di lottare sempre. Non dobbiamo mollare. Come credo di uscirne? Credo che stiamo cominciando a guarire dalla nostra malattia. Piano piano. Il gruppo è buono, forse a volte troppo buono, dovrebbe avere quel pizzico di cattiveria in più. Tutti si stanno ritrovando e io credo in questa squadra e nei suoi valori che sicuramente non sono questi fatti vedere finora. Da giocatore, ma anche da allenatore ho vissuto questi momenti e so che a volte basta poco per svoltare. Ma bisogna continuare a crederci e non indietreggiare mai”.

Il tabellino

TONNO CALLIPO CALABRIA VIBO VALENTIA 3
CONAD VOLLEY TRICOLORE REGGIO EMILIA 0
(25-15; 25-23; 25-18)

VIBO VALENTIA: De Paola 13, Forni 8, Pinelli 2, Vedovotto 14, Presta 5, Michalovic 11; Casoli 1. Libero: Marra. Non entrati: Ferraro, Maccarone, Corrado, Sardanelli. Allenatore: Mastrangelo
REGGIO EMILIA: Kody 3, Douglas-Powell 2, Tondo 5, Marchiani 1, Dolfo 10, Cargioli 2; Cetrullo 12, Bonante, Bevilacqua 5, Silva, Morgese. Libero: Scaltriti. Allenatore: Cantagalli
Arbitri: Moratti e Scarfò

 

 

Leave a Reply

Facebook

Get the Facebook Likebox Slider Pro for WordPress