LA CONAD RICEVE LA VIDEX GROTTAZZOLINA

By 4 Febbraio 2017News

DOMANI SI CHIUDE LA REGULAR SEASON AL PALABIGI DOVE ALLE 18 ARRIVA  LA VIDEX GROTTAZZOLINA, FANALINO DI CODA. LA CONAD POTREBBE ANCORA PIAZZARSI SECONDA E DETERMINARE UN CALENDARIO DIVERSO PER LA POULE PROMOZIONE CHE SCATTERA’ DOMENICA PROSSIMA

CAPITAN SILVA SUONA LA CARICA: “VOGLIAMO RISCATTARE LA BRUTTA PROVA DI SPOLETO E POI VINCERE FA SEMPRE BENE AL MORALE”
BEVILACQUA METTE IN GUARDIA: “NONOSTANTE LA CLASSIFICA, IN ALCUNE SITUAZIONI SONO MOLTO BRAVI. NON DOBBIAMO ABBASSARE LA GUARDIA” 

La banda Alessandro Bevilacqua

Si chiude una porta e si apre un portone. Dopo la domenica di sosta per le finali di Coppa Italia, domani alle ore 18 la Conad riceve al PalaBigi la Videx Grottazzolina per la 18a giornata di campionato di Serie A2 UnipolSai, l’ultimo turno che chiuderà la regular season. E che porterà alla seconda fase promozione, per la quale il Volley Tricolore a già in tasca il pass con una giornata d’anticipo, che scatterà già domenica prossima.

Ma seppur ormai i verdetti sono fatti, non è affatto una partita inutile. Perché le grandi squadre si vedono proprio nei match dagli stimoli mancanti, ma solo in apparenza. Perché la Conad ora è 5a in classifica, ma potrebbe piazzarsi (a seconda dei risultati degli altri campi) anche al secondo posto se sia Civita Castellana, sia Bergamo, sia Mondovì dovessero perdere senza fare punti. Ipotesi difficile, ma che farebbe sicuramente inorgoglire dal punto di vista del piazzamento l’intero club. Inoltre, dal piazzamento finale di classifica si determinerà il calendario della pool promozione, andando a stabilire se domenica si gioca in casa o in trasferta (quest’ultima opzione sarebbe quella attuale col 5° posto) e contro quale squadra dell’altro girone. E infine, ultimo, ma non meno importante, la voglia di riscattare la partita di due settimane fa a Spoleto, come confermano anche gli stessi giocatori che presentano la gara di domani. 

Capitan Giulio Silva in una delle sue tipiche grintose esultanze

A suonare la riscossa è capitan Giulio Silva: “Anche se abbiamo già staccato il pass qualificazione per la seconda fase, l’obiettivo è comunque vincere perché vogliamo riscattare e cancellare la brutta prova di Spoleto. Vincere fa sempre bene e ci potrebbe dare quella fiducia in più per proseguire la stagione. Domenica prossima scatta la pool promozione? Non sarà facile giocare ogni tre giorni, dovremo essere bravi a recuperare le energie, specialmente quelle mentali, ma anche fisiche nel giro di poco tempo. Non possiamo pensare di prendere tutto con leggerezza e dire quel che viene viene, l’obiettivo è entrare tra le prime otto. Dobbiamo fare punti su qualsiasi campo, sarà difficile ma non proibitivo”.

A fargli eco un carico Alessandro Bevilacqua: “Abbiamo svolto una settimana intensa per poter affrontare al meglio la partita contro Grottazzolina e affrontare poi la seconda fase. Seppur sia nei bassifondi, abbiamo studiato la squadra marchigiana e abbiamo visto che in determinate situazioni sono molto forti e dobbiamo stare attenti. Dove possiamo arrivare nella pool promozione? Non lo sappiamo perché non vogliamo porci limiti. Vogliamo fare il massimo sin da subito, vincere più partite possibili e poi a un certo punto tireremo le somme e vedremo dove siamo arrivati”.

E Bevilacqua non ha tutti i torti sulle qualità di Grottazzolina, al di sotto forse di quelle che dimostra la classifica: è una di quelle squadre che ha pagato lo scotto della promozione dalla B1 alla Serie A2. Fanalino di coda in una classifica in cui non è mai riuscita ad ingranare davvero: 14 punti e maggior numero di sconfitte per la squadra di coach Ortenzi. Una squadra che forse ha peccato di inesperienza, anche se tutto sommato il roster non è male. Federico Moretti è sempre stata una certezza in A2, lo ha dimostrato l’anno scorso a Potenza Picena, così come Claudio Paris, promessa anche del Club Italia qualche anno fa, artefice della promozione della squadra marchigiana.
E per evitare il “cucchiaio di legno”, Grottazzolina punterà sul centrale cubano Salgado e la rivelazione Cester, martello classe ’97 di scuola Treviso. Ma anche su Sideri e Tomassetti che portano sempre punti a referto. Insomma, come questo campionato ha dimostrato fino ad ora, non si può mai sottovalutare nessuno, neppure se si ha il doppio dei punti in classifica proprio come fra Conad e Grottazzolina.

Leave a Reply

Facebook

Get the Facebook Likebox Slider Pro for WordPress