LA SODDISFAZIONE DI CANTAGALLI DOPO LA VITTORIA A BRESCIA

By 18 Gennaio 2016News

CANTAGALLI ESULTA, MA NON ABBASSA LA GUARDIA: “A BRESCIA ABBIAMO SUPERATO UN’ALTRA PROVA. MA ORA VOGLIO I MIEI RAGAZZI ANCORA PIU’ MATURI. DOBBIAMO VINCERE LE ALTRE DUE E CON MONDOVI’ ABBIAMO UN CONTO IN SOSPESO… I PLAYOFF? SIAMO IN GIOCO, NON DOBBIAMO MOLLARE PERCHE’ SIAMO UNA SQUADRA CHE PUO’ DARE FASTIDIO A TUTTI”.
BENAGLIA: “BELLA VITTORIA, SIAMO LA PAZZA REGGIO E POSSIAMO VINCERE E PERDERE CON TUTTI. ORA SOTTO CON LE PROSSIME DUE GARE, IMPORTANTISSIME PER CENTRARE I PLAYOFF”. 

Coach Luca Cantagalli ha saputo trascinare la squadra fuori dal tunnel e portarla a un punto dai playoff

Coach Luca Cantagalli ha saputo trascinare la squadra fuori dal tunnel e portarla a un punto dai playoff

Coach Luca Cantagalli non nasconde la soddisfazione per la bella vittoria di ieri a Brescia, ma vuole tenere a freno l’euforia. Il Volley Tricolore si è rimesso sui binari – se si guarda il confronto con la scorsa stagione, a parità di giornate, ha 4 punti in più migliorando dunque il trend – e ha ripreso il treno che porta ai playoff che distano solamente un punto e si pone l’obiettivo di fare 6 punti nelle prossime due gare con Mondovì e Club Italia.
«Abbiamo perso il primo set – dice il tecnico – Non siamo entrati al 100% concentrati e con la testa giusta, forse anche per l’orario inconsueto. Poi siamo stati bravi, abbiamo attaccato meglio, capito il loro gioco e difeso abbastanza bene. Poi nel terzo e nel quarto set siamo stati positivi anche a muro, quindi nel complesso abbiamo fatto una buona partita. Un risultato importante perché ci permette di avvicinarci ulteriormente ai playoff. Cinque vittorie su sei gare cominciano ad essere un bel bottino e dobbiamo continuare su questo ritmo, ma soprattutto a crederci. Il discorso mentale è importante. Non bisogna mollare e pensare che l’obiettivo playoff sia lontano. Dobbiamo lavorare sui nostri difetti, facendolo con umiltà come abbiamo fatto finora e i risultati si son visti. Insomma, sono soddisfatto, ma teniamo i piedi per terra. Dopo il primo set perso, ci siamo guardati in faccia e abbiamo pensato: se perdiamo quest’occasione, i playoff non li agganciamo più. Ecco, dobbiamo migliorare in questo: non dobbiamo sempre avere la puzza di bruciato sotto il naso per cominciare a giocare bene. Chiedo ancora più maturità ai ragazzi. Poi quella di Brescia era una prova di maturità, perché è stata una settimana particolare, reduci da tante gare ravvicinate e abbiamo staccato la spina anche a livello di intensità di allenamenti, perché la stanchezza si è fatta sentire. Abbiamo fatto una settimana molto soft ed era importante vincere».

Da domani insomma, Cantagalli vuole i ragazzi più determinati che mai in palestra. Sabato alle 20,30 al PalaBigi, nell’anticipo della 4a giornata di ritorno del campionato di Serie A2 UnipolSai arriva Mondovì che all’andata vinse con un sonoro 3-1 in una delle prove forse più brutte della Conad. «L’obiettivo per le prossime due partite con Mondovì e Club Italia è di fare 6 punti – continua Cantagalli – Rientrerà anche Kody e questo sarà importante. Con Mondovì abbiamo un conto aperto poi e sportivamente parlando vogliamo vendicarci. Quello che mi aspetto è di non scendere più sotto al nostro standard minimo di qualità e di gioco che abbiamo. Solo mantenendo questo potremo avere una buona filosofia di squadra e continuare a vincere e a crescere in modo esponenziale come abbiamo fatto da un mese a questa parte. A quale posizione si può arrivare nei playoff? È difficile dirlo, se vinciamo le prossime due e facciamo sei punti si aprirebbero degli scenari interessanti. Ma questo è un campionato in cui cambia tutto repentinamente… Fino a poco tempo fa sarebbe stato difficile pensare di essere a un punto dall’ottavo posto. Il calendario inoltre potrebbe penalizzarci perché abbiamo le squadre meglio piazzate in classifica alla fine del campionato, ma non vuol dire niente. E non mi preoccupa, lo faremo semmai a tempo debito. Dobbiamo pensare partita dopo partita. Non siamo l’ammazzagrandi ma possiamo dare fastidio a tutti ed essere pericolosi in qualsiasi momento se ci esprimiamo come sappiamo».

Il "Pirata" Davide Benaglia è stato uno dei migliori in campo a Brescia

Il “Pirata” Davide Benaglia è stato uno dei migliori in campo a Brescia

Anche “Il pirata” Davide Benaglia, uno dei migliori contro Brescia, sorride : «Una bella vittoria. Anche se il primo set siamo entrati sotto tono: ci hanno colto alla sprovvista. L’orario di pranzo non era il massimo e il campo nuovo hanno fatto la loro parte. Ma siamo stati bravi a giocare come sappiamo. Questa squadra la chiamo sempre la “Pazza Reggio”, perché possiamo vincere contro chiunque e perdere contro qualsiasi club. A volte facciamo 4-5 svarioni di fila in un set, poi magari segniamo 7 punti consecutivi. Però dai, è bello anche venirci a vedere sia quando giochiamo bene sia quando giochiamo male. Abbiamo inanellato una serie importante e ora sotto con Mondovì e Club Italia perché sono partite fondamentali per entrare nei playoff».

Leave a Reply

Facebook

Get the Facebook Likebox Slider Pro for WordPress