La Super Conad non si ferma più: strepitoso 3-0 anche a Cagliari!

By 2 Novembre 2013News

Augusta Cagliari-Conad Reggio Emilia 0-3 (21-25, 19-25, 20-25)
Augusta Cagliari: Cannistrà 12, Mascia 6, Bertolino ne, Gatti, Menicali 9, Cristiano 5, Meriggioli, Francesconi 5, Mignogna ne, Piccinnu ne, Durante, Taliani (L). All. Miconi
Conad Reggio Emilia: Dordei ne, Catellani (L), Magnani ne, Guemart 4, Tiozzo 7, Tondo 11, Bartoli 12, Sideri 2, Cuda 12, Benaglia 5, Santini ne, Tataru 1. All. Cantagalli
Durata set: 27′, 31′, 28′. Tot. 1h26′
Note Cagliari: ace 0, service error 6, muri 4, ricezione 70%, attacco 38%.
Note Conad: ace 3, service error 9, muri 9, ricezione 62%, attacco 44%.

Super!
Semplicemente una Super Conad, quella che stiamo ammirando da inizio campionato, quella capace di vincere le prime 3 gare senza lasciare neppure un set agli avversari.
Anzi, nelle ultime due trasferte dominandoli dall’inizio alla fine.
L’ultimo show, nella terza giornata al Pala Rockfeller di Cagliari.
Sul campo di una squadra che aveva vinto nelle prime due uscite, seppur al tie-break, Guemart e compagni dominano dall’inizio alla fine, come sei giorni prima a Ferrara.
Un 3-0 strepitoso, che vale il mantenimento del comando del girone B a punteggio pieno e in solitaria.
Riviviamo l’ennesima impresa giallorossa, la prima in terra sarda.

LA PARTITA

Coach Cantagalli sceglie i soliti 7 anche per la trasferta in terra sarda.
E allora si parte con Guemart-Bartoli, Tiozzo-Cuda, Tondo-Benaglia, Catellani libero.
L’avvio è in equilibrio, con Cuda e Tiozzo che cominciano alla grande e Cagliari che risponde con Francesconi sino al 9 pari.
Poi lo strappo giallorosso, con capitan Guemart che si carica la squadra sulle spalle e anche con due soluzioni personali (tocco di prima e muro) lancia la Conad sino al +5.
Ci si aggiunge anche l’ace di Tondo per il massimo vantaggio sul 12-18, prima che l’Augusta provi a compiere il massimo sforzo per rientrare.
I padroni di casa arrivano sino al -3, ma non basta.
Sono Cuda e Tondo, scatenati, a chiudere i conti per il definitivo 21-25.
E anche nel secondo set l’approccio dei ragazzi di Cantagalli è quello giusto.
Tondo è semplicemente illegale per la categoria: muro e attacco del centralone leccese valgono l’immediato +2 (3-5), anche se Cagliari prova a tenere duro sino al 10 pari.
Ancora Alessandro e un ottimo Tiozzo piazzano la ripartenza giallorossa: è +3 sul 13-16.
E, come nel primo set, nel momento chiave Guemart, oltre ad accendere la verve di Bartoli, risolve di suo stampando un altro muro pesantissimo (14-20).
E’ la fuga definitiva, Bartoli e la gran chiusura di un onnipresente Tondo scrivono il 2-0 con il 19-25 che vale già un punto.
Il momento chiave è l’avvio del terzo set, con l’Augusta che prova a fuggire per dare una svolta alla gara.
La Conad soffre, ma finisce sotto solo di due e trova dal servizio di Tiozzo la chiave per fare nuovamente la differenza.
Sul 13-12 cagliaritano, il martello veneto si presenta ai 9 metri e scava il solco decisivo, consentendo ai giallorossi di volare sino al 13-18 e al successivo 14-20 con l’ennesimo muro di Tondo.
L’ultima palla è per Davide Benaglia, che mette giù il 20-25 che rende la notte sarda una magia.
Ed ora pausa, poi il 16 novembre tutti al Pala Bigi per la sfida con Sant’Antioco.

Ale Tondo: “Un’altra grande partita, altri 3 punti senza perdere neppure un set.
Sono segnali molto importanti, anche se non siamo ancora perfetti.
Il bello è proprio questo, abbiamo margine di crescita e siamo a punteggio pieno e già davanti a tutti.
Qua a Cagliari non era semplice, vincere così ci dà morale e ci fa vivere la pausa con maggior tranquillità”.

Leave a Reply

Facebook

Get the Facebook Likebox Slider Pro for WordPress