OLIMPIA BERGAMO CHIUDE 3 A 0 LA GARA 1 CONTRO CONAD REGGIO

Il PalaAgnelli stasera ha ospitato la gara1 dei quarti di finale playoff promozione Credem banca, che vedeva scontrarsi Conad Reggio e Olimpia Bergamo. Il risultato è 3 a 0 per la squadra di casa, in vista del prossimo appuntamento al PalaBigi, mercoledì sera alle 20.30.

Il primo set vede imporsi fin dai primi punti la padrona di casa Bergamo, che continua ad avanzare lasciando Reggio a 18 punti. Al secondo set Reggio riprende la padrona di casa sul 15 pari, ma Bergamo preme sull’acceleratore sul finale chiudendo 25 a 21. Cambia la musica al terzo set, con Conad che detta legge fino alla finale set. Purtroppo è sul finale ad avere la meglio Bergamo, chiudendo il set, oltre che il match, 27 a 25.

PARTITA

Dopo un inizio in parità, Bergamo avanza con un leggero vantaggio su Reggio. Le due squadre cominciano a studiarsi di fronte ad un PalaAgnelli davvero infuocato, è con un ace di Shavrak che Bergamo segna l’ottavo punto mentre Reggio è sotto di tre. Coach Mastrangelo chiama il suo primo time out. Il servizio torna a Reggio dopo un primo tempo di Benaglia, cui segue una diagonale di Bellei. La ripresa viene smorzata da un fallo di formazione, Olimpia arriva a un vantaggio di cinque punti. Bellini si riconferma infallibile in attacco dalla seconda linea, ma allo stesso tempo il tiro mancino di Romanò non perdona. Sul 15 a 9 per Bergamo ecco il secondo time out chiamato da Reggio. Alla seconda invasione chiamata sul muro reggiano, il videocheck conferma il punto alla squadra di casa che prende sempre più le distanze. Bellei da zona 4 mette a segno una parallela perfetta, ma il servizio torna subito a Bergamo dopo un pallonetto di Erati. Sempre lui, insieme a Garnica, porta alla squadra di casa di 21esimo punto a muro su Bellini (21 a 12 per Bergamo). Silva scende in campo al posto di Bellini, trovando subito il punto in diagonale. Per il Bergamo è invece Sette, salito al posto di Shavrak, a conquistare in diagonale il setpoint. L’ascesa bergamasca è bloccata da un ace di Benaglia, ma il set si chiude con un attacco in parallela di Romanò.

Cambia il campo e Bergamo inizia ancora più determinata di prima, Reggio però non si fa intimorire né tantomeno vuole lasciar scappare gli avversari. Romanò, un braccio pesante al servizio già dal set precedente, mette a segno un ace e Mastrangelo chiama il primo time out. Attacco vincente per Ippolito, il servizio passa a Fabroni. Shavrak trova però il punto con mani-out del muro di Bellei, siamo 8 a 5 per Bergamo. Tiozzo riesce a recuperare un pallone finito praticamente in panchina, ma Sesto blocca a muro il contrattacco bergamasco. Reggio si fa sempre più vicina alla squadra di casa, Bellini trova il punto in diagonale per poi passare al servizio. Bergamo non si lascia ancora prendere, grazie anche a Shavrak in attacco, e resta sopra di due punti. Risponde colpo su colpo il centrale Sesto, prima in attacco e poi a muro, fino a determinare il vantaggio di Reggio (15 a 16 per Conad). Quando Bellei va a muro su Tiozzo viene segnata invasione, ma è il videocheck a confermare il punto a Reggio. È sempre Tiozzo con un rigore a riportare il punteggio in parità. Quando all’azione successiva Cargioli trova il punto tra zona cinque e sei, coach Mastrangelo chiama time out. Sul 21 a 20 per Bergamo entra di nuovo Silva al posto di Bellini, ma è di nuovo Cargioli a colpire con una veloce perfetta. È su un errore al servizio di Benaglia che si arriva al setpoint per gli avversari, cui segue un attacco out di Bellei che conferma il secondo set a favore di Bergamo.

Reggio ripropone la formazione con Silva al terzo set, imponendosi su Bergamo con Fabroni al servizio che segna due ace consecutivi. Sul 2 a 6 per Reggio, coach Spanakis chiama il primo time out. Romanò riporta il servizio a Bergamo con un attacco pienamente dentro i tre metri, Reggio però è ancora lontana e non intende perdere il suo vantaggio sulla padrona di casa. Romanò non molla la presa e continua a farsi sentire in attacco, trascinando Bergamo nel recupero degli avversari. Si annullano le distanze con un attacco di Erati e un muro di capitan Garnica (15 pari), ma Reggio riporta subito il suo punteggio a +2. Sesto porta a casa due punti importanti per il distacco reggiano, ma è il muro di Erati su Silva a portare il punteggio pari (20 a 20). Bellei a muro segna il 21esimo punto reggiano, ma Bergamo non è ancora disposta a mollare la presa, specialmente Romanò in attacco. È Quarta, salito al posto di Benaglia, al servizio sul set point. L’attacco di Bellei, però, finisce decisamente out e si arriva 24 pari. L’attacco successivo dell’opposto reggiano va invece a segno, il servizio va a Fabroni che però sbaglia e manda la palla in rete. Cargioli replica con un ace, Mastrangelo chiama time out. Il match si chiude con un attacco out di Bellei.

 

TABELLINO

OLIMPIA BERGAMO 3

CONAD REGGIO EMILIA 0

(25-18, 25-21, 27-25)

Bergamo: Garnica 3, Romanò 16, Erati 4, Cargioli 8, Tiozzo 7, Shavrak 10, Innocenti (L), Franzoni (L), Sette 2, Marzorati, Cioffi, Cogliati, Cristofaletti, Gritti,

Allenatore: Spanakis.

Reggio Emilia: Fabroni 3, Bellei G. 13, Sesto 5, Benaglia 5, Ippolito 9, Bellini 8, Morgese (L), Torchia (L), Silva 3, Quarta 1, Chadtchyn, Bellei A.

Allenatore: Mastrangelo.

Note: durata set 0.26, 0.32, 0.33 totale 1.31 Bergamo ace 2, muri 6, errori in battuta 9, errori avversari 27. Reggio Emilia ace 4, muri 5, errori in battuta 15, errori avversari 17.

Arbitri: Giardini, Caretti.

Leave a Reply

Facebook

Get the Facebook Likebox Slider Pro for WordPress