Monthly Archives

Novembre 2014

A Cantù arriva il secondo ko in fila per una Conad spenta

By | News | No Comments

Lo sguardo perplesso dei giallorossiCassa Rurale Cantù-Conad Reggio Emilia 3-0 (25-16, 25-23, 25-21)
Cassa Rurale Cantù: Bargi 4, Monguzzi 2, Butti (L), Groppi, Rudi (2° L) ne, Mercorio 11, Santangelo ne, Carminati ne, Gatti ne, Tamburo 9, Gerosa 2, Ippolito 11, Robbiati 6. All. Della Rosa
Conad Reggio Emilia: Della Corte, Catellani (L), Di Franco 5, Guemart 4, Tiozzo 8, Tondo 15, Bucaioni ne, Kody 10, Benaglia 4, Giglioli 8, Allesch, Morgese. All. Cantagalli
Arbitri: Del Vecchio e Zanussi
Durata: 22′, 33′, 28′. Tot. 1h23′
Note Cantù: ace 2, service error 7, muri 6, ricezione 76%, attacco 51%
Note Conad: ace 0, service error 10, muri 8, ricezione 60%, attacco 47%

Una Conad spenta, che prova ad accendersi solo per sprazzi del secondo e del terzo set, cede 3-0 a Cantù e colleziona la seconda gara senza set vinti, rimanendo fuori dalla zona play-off.
Al Pala Parini ci si attendeva una gara durissima, ma Guemart e compagni hanno sofferto dall’inizio alla fine un avversario che ha concesso poco.
Come ammesso da coach Cantagalli a fine gara, c’è da lavorare tanto e in vista della sfida in programma al Pala Bigi lunedì prossimo (ore 18) contro Matera, ci si attende di vedere una squadra diversa per ritrovarsi e lottare per le prime posizioni.

LA PARTITA

Coach Cantagalli, che deve rinunciare a Matteo Bertoli, schiera quindi Nicola Tiozzo in posto 4 assieme a Kody, con Guemart-Tondo e Giglioli-Benaglia a comporre le altre due diagonali, mentre Catellani agisce come libero.
Una novità per Cantù, visto che Della Rosa parte con il giovane Bargi (anzichè Monguzzi) al centro con Robbiati. Gerosa comanda in regia, Tamburo è l’opposto, Mercorio e l’ex Ippolito i due martelli, Butti il libero.
La Cassa Rurale parte forte, fortissimo, spinta dal pubblico del Pala Parini: è 9-4 in un amen, con la panchina giallorossa che utilizza da subito Allesch e Morgese per sostenere la seconda linea.
La Conad finisce a -7 (16-9) coi turni al servizio di Tamburo e Gerosa che, di fatto, chiudono in anticipo un set senza storia. Finirà 25-16 in poco più di venti minuti.
Nel secondo set la Conad prova a scuotersi, ma c’è sempre da rincorrere: Mercorio firma subito un parziale importante (da 3-3 a 7-3), Tondo e Kody riportano i giallorossi a -2 (10-8), ma è davvero durissima.
Cantù allunga sino al +5, Cantagalli si gioca anche la carta Di Franco e un muro del centrale siciliano, assieme alla scossa attivata da Giglioli, sembra poter riaprire il parziale.
Dal 23-19, la Conad torna sino al -1 (23-22), ma al secondo set-ball i padroni di casa riescono a chiudere per il 25-23 che vale un pesantissimo 2-0.
Terzo set: ora la Conad c’è davvero, l’andamento lo testimonia con i giallorossi sempre avanti nel punteggio, pur solo di un mini-break.
L’equilibrio è impressionante, il cambio palla funziona da ambo le parti sempre sino al momento in cui, sull’11 pari, capitan Guemart piazza un muro che prova a spezzare l’inerzia.
La Conad allunga di 2, ma viene subito ripresa e sorpassata da Mercorio (16-15). La Conad risponde, colpo su colpo, ma il break definitivo è ancora dei padroni di casa.
Sono Mercorio e Ippolito i killer del match, Cantù dal 18 pari se ne va sino al 25-21 che chiude i conti.

Spogliatoi – Coach Cantagalli deluso: “Non ha funzionato nulla”

“Non siamo mai stati in partita, al di là della reazione dopo quel primo set. E questo è preoccupante”.
Come di consueto, coach Luca Cantagalli non si nasconde dopo le sconfitte e ammette di aver visto una Conad che ha dato troppo poco rispetto a quel che ci si aspetta: “Io per primo devo pensare a come risolvere questa situazione complicata, non ha praticamente funzionato nulla, dall’attacco al muro, sino alla difesa e ad una ricezione sempre balbettante. C’è da lavorare tanto, è un brutto quadro quello che dipingo ma se vogliamo crescere dobbiamo fare molto, molto di più”.

A Cantù la Conad vuole rimettersi il vestito da trasferta

By | News | No Comments

L'ingresso in campo dei giocatori della ConadRimettersi il vestito da trasferta, quello che ha portato due successi nelle tre gare giocate lontano dal Pala Bigi (e a Corigliano fu sfiorato il tie-break).
E’ quello che vuole fare la Conad Reggio Emilia, impegnata per la settima giornata del campionato di serie A2 UnipolSai al Pala Parini di Cantù, casa della Cassa Rurale che alle ore 18.00 ospiterà i ragazzi di Luca Cantagalli.
Reduci dal ko interno contro la capolista Vibo Valentia, Guemart e compagni hanno tanta voglia di rifarsi per dare un’altra gioia ai tifosi giallorossi e rientrare in zona play-off, occupata proprio da quella Cantù che ha un punto in più rispetto alla Conad.
Il rendimento esterno della squadra di Cantagalli, come detto, è stato sinora buonissimo mentre in casa sono arrivati “solo” i 2 punti contro Ortona, peraltro pesantissimi.
Un altro blitz sarebbe un tonico formidabile verso la sfida di lunedì 8 dicembre (si giocherà nel giorno della festa dell’Immacolata alle ore 18) al Pala Bigi contro Matera, ma Cantù è squadra che probabilmente vale ben di più degli 8 punti conquistati sinora, peraltro giocando solo due partite in casa sulle sei disputate.
Guidati anche quest’anno da coach Max Della Rosa, l’uomo che l’ha portata ad un passo dalla Superlega con la finale play-off persa a maggio contro Monza, i lombardi hanno costruito un roster da primissime posizioni, confermando gran parte degli eroi della cavalcata della scorsa stagione. Al palleggio c’è sempre l’espertissimo Umberto Gerosa, in banda Mario Mercorio e il grande ex, Andrea Ippolito, al centro Monguzzi e Robbiati, il libero Butti. Unico cambiamento di rilievo nel ruolo di opposto, dove al posto di Morelli è arrivato chi l’A2 l’ha già vinta, ovvero l’ex Perugia, Vincenzo Tamburo.
Partirà dalla panchina, ma un altro ex giallorosso veste da quest’anno la maglia della Cassa Rurale, ed è il palleggiatore Michele Groppi.
Coach Cantagalli ha sempre detto di volersela e potersela giocare contro tutti, questa Conad l’ha già dimostrato anche se pure questa domenica i giallorossi dovranno fare a meno di un uomo importante. Matteo Bertoli infatti non ha recuperato dai problemi addominali accusati prima del match con Vibo, andrà in panchina ma il suo utilizzo non sarà possibile. Giocherà quindi Nicola Tiozzo, ormai al top dopo i problemi di inizio stagione alle ginocchia, in diagonale con Kody, mentre Guemart e Tondo comporranno la diagonale palleggiatore-opposto e Giglioli-Benaglia quella dei centrali, con Catellani libero.
A dirigere l’incontro, la coppia Federico Del Vecchio-Umberto Zanussi.

FORMAZIONI IN CAMPO

Pala Parini di Cantù – domenica ore 18.00
Cassa Rurale Cantù: Gerosa-Tamburo, Mercorio-Ippolito, Robbiati-Monguzzi, Butti (L). A disp. Bargi, Groppi, Rudi (2° L), Santangelo, Carminati, Gatti. All. Della Rosa
Conad Reggio Emilia: Guemart-Tondo, Tiozzo-Kody, Giglioli-Benaglia, Catellani (L). A disp. Della Corte, Di Franco, Bertoli, Bucaioni, Allesch, Morgese (2° L). All. Cantagalli
Arbitri: Del Vecchio e Zanussi

PROGRAMMA 7^ GIORNATA

Cantù-Conad Reggio Emilia, Matera-Corigliano, Vibo Valentia-Sora, Potenza Picena-Brescia, Ortona-Alessano, Tuscania-Castellana Grotte

CLASSIFICA

Vibo Valentia 14 punti, Ortona 13, Corigliano 12, Sora e Potenza Picena 11, Castellana Grotte 10, Tuscania e Cantù 8, Conad Reggio Emilia 7, Matera 6, Brescia 5, Alessano 3

Bertoli e Della Corte verso Cantù: “Abbiamo una gran voglia di riscattarci

By | News | No Comments

Un attacco di Matteo Bertoli nella sfida contro ViboVerso Cantù, verso la battaglia del Pala Parini in programma domenica alle ore 18 per una Conad che andrà a sfidare la squadra guidata dall’ex Andrea Ippolito con rinnovata voglia di tentare un altro blitz dopo quello di Montefiascone, anche per mettersi alle spalle il rovescio di domenica scorsa contro la capolista Vibo Valentia.
A presentare la partita della settima giornata del campionato di serie A2 UnipolSai, sono il martello Matteo Bertoli e l’opposto Giuseppe Della Corte.
Matteo, uscito anzitempo dalla sfida con Vibo, dopo un ottimo primo set, per un problema addominale, sarà una gara molto complicata: “Considero Cantù una squadra molto forte – spiega il 26enne – e certamente avranno tanta voglia di rifarsi anche loro dopo aver perso domenica scorsa a Castellana Grotte. Hanno avuto un rendimento un pò altalenante, considerando i valori importanti, ma penso proprio possa venir fuori una bella gara. Toccherà a noi e a loro dimostrarlo sul campo”.
Della Corte, che ha giocato praticamente tutto il terzo set del match di domenica scorsa, mette da parte il ko con la Tonno Callipo: “Ogni gara è una storia a sè, digerita Vibo abbiam subito pensato a Cantù per fare una partita importante. Per quanto mi riguarda, sono convinto di potermi ritagliare il mio spazio e dare qualcosa alla squadra a partire dalle prossime gare”.

Di Franco e una storia bellissima: “Vi racconto il bambino che sogna”

By | News | No Comments

Max Di Franco sarà premiato lunedì prossimo dal presidente del Coni Giovanni MalagòQuesta è la storia di un bambino che dalla sua Sicilia sogna di diventare un giocatore di pallavolo.
Un bambino che prega ogni sera che la sua letterina scritta alla Sisley Treviso riceva risposta per compiere il primo, grande salto verso la realizzazione del proprio sogno.
E così sarà, per “Il bambino che sogna”, la storia vera di Max Di Franco, che il centrale della Conad ha deciso di far diventare un cortometraggio, un libro e, nello step finale del progetto, addirittura un film.
Un libro, scritto assieme a Lillo Cafieri, che lunedì prossimo riceverà dal Coni il premio per il secondo posto ottenuto nel concorso letterario 2014 dell’organo che gestisce lo sport italiano.
Sarà proprio il presidente Giovanni Malagò a premiare il giocatore giallorosso, per quella che Max non ama definire la propria biografia. “Non ho vinto Olimpiadi o Mondiali, per questo mi piace definirla la storia di un bambino che cresce come se l’avessi vissuta da fuori. C’è un pò di tutto, le mie emozioni, una storia d’amore, consigli per i ragazzi e temi sociali. Credo infatti che soprattutto in un periodo del genere, dove per i giovani credere nei sogni diventa difficile, la mia storia possa essere un incentivo per tutti loro”.
Una storia, “Il bambino che sogna”, che ha vinto il premio della critica all’International Sport Film Festival (“una grande emozione – racconta Max – in mezzo a produzioni di ogni tipo e nazionalità”), e che non finisce certo qua (sul sito www.maxdifranco.it tutte le info per prenotare il libro).
“Sì, il progetto è partito tre anni fa ma da una semplice biografia vorremmo realizzare qualcosa in più. Abbiamo già proposto la sceneggiatura a varie case cinematografiche e lo step finale è proprio quello di realizzare un film. La cosa più bella è il riscontro dei lettori, mi dà grandi stimoli a proseguire in questo progetto”.
La storia del bambino che sogna non finisce certo qua.

Serata Conad in tv: prima su Raisport, poi a Telereggio

By | News | No Comments

marcoSerata televisiva tutta dedicata ai colori giallorossi.
La Conad Reggio Emilia sarà infatti protagonista questa sera prima su Raisport 1 (canale 57 del digitale terrestre), con la differita integrale del match di domenica contro Vibo Valentia in programma dalle ore 21.15, poi con il consueto appuntamento su Telereggio.
A partire dalle ore 22.30, “Reggio Sotto Rete” avrà come ospite Max Di Franco, per il centrale giallorosso sarà l’occasione per presentare anche ai tifosi reggiani il proprio libro, “Il bambino che sogna”, che lunedì prossimo verrà premiato a Roma per il secondo posto ottenuto nel concorso letterario del Coni.
In studio anche Barbara Bertolini, responsabile delle attività di social media del club.

Troppo Tonno Callipo per questa Conad: 0-3 al Pala Bigi

By | News | No Comments

Il muro della Conad sull'attacco di PrestaConad Reggio Emilia-Tonno Callipo Vibo Valentia 0-3 (18-25, 21-25, 14-25)
Conad Reggio Emilia: Della Corte 2, Catellani (L), Di Franco ne, Bertoli 5, Guemart 1, Tiozzo 7, Tondo 8, Bucaioni 1, Kody 11, Benaglia 6, Giglioli 3, Allesch, Morgese (2° L) ne. All. Cantagalli
Tonno Callipo Vibo Valentia: Medic ne, Sintini 3, Cesarini (L), Korniienko 1, Marchiani, Korzenevics, Forni 3, Vedovotto 18, Zanuto 7, Sardanelli (2° L), Gavotto 13, Feroleto ne, Presta 3. All. De Giorgi
Arbitri: Pristerà e Venturi
Durata: 24′, 27′, 21′. Tot. 1h12′
Note Conad: ace 2, service error 14, muri 5, ricezione 63%, attacco 46%
Note Vibo Valentia: ace 4, service error 8, muri 9, ricezione 83%, attacco 47%

Dopo due successi in fila, un ko che fa male.
Tre cazzotti ben assestati da parte di una Tonno Callipo indigesta per una Conad che avrebbe potuto fare qualcosina in più, pur contro la vera corazzata di questo campionato di serie A2 UnipolSai.
Vibo Valentia sbanca 3-0 il Pala Bigi in soli 72 minuti, vola solitaria in vetta alla classifica e lascia la Conad nella seconda metà.
Un peccato perchè davanti alle telecamere di Raisport, che ancora una volta non portano troppo bene ai giallorossi, si sognava una notte diversa.
Anche per dedicare magari un punticino al team manager Mauro Gallingani, ricoverato in ospedale a poche ore dal match a causa di un piccolo problema cardiaco (fortunatamente in fase di recupero).

LA PARTITA

Davanti alle telecamere di Raisport (l’incontro andrà in onda in differita martedì sera alle ore 20.45 su Raisport 1), coach Cantagalli e Fefè De Giorgi, che si tornano a sfidare questa volta in panchina, propongono gli starting-seven attesi.
Il tecnico della Conad ripropone Bertoli sin dall’inizio dopo l’ottima prova di Montefiascone, ovviamente in diagonale di banda con Kody, mentre Guemart-Tondo e Giglioli-Benaglia completano il sestetto con Catellani libero.
L’allenatore di Squinzano piazza invece Gavotto opposto a Jack Sintini, con Zanuto e Vedovotto in posto 4, Forni e il giovanissimo Presta al centro con Cesarini libero.
Si parte con una Conad positivissima con un ottimo Matteo Bertoli, ma quando Sintini e Presta stoppano per tre volte Tondo e Kody il set gira.
La Tonno Callipo scappa sull’8-11, poi è un grande Vedovotto a spaccare definitivamente il set.
Ace del martello ex Padova per il +5 (11-16), ma la Conad è ancora viva e torna sino al -2, sprecando con Giglioli la palla del -1.
La Tonno Callipo riparte ancora con Zanuto e Vedovotto, chiudendo senza troppi patemi per il 18-25 che vale lo 0-1.

SECONDO SET

C’è Tiozzo per Bertoli nel sestetto del secondo set, e il martello veneto risponde con mani out ed ace dell’8-7.
E’ un set in equilibrio, anche perchè la Conad forza a tutta dai 9 metri per creare problemi al cambio palla quasi perfetto della Tonno Callipo.
Qualche frutto arriva, anche se Cesarini è una macchina in ricezione e la Tonno Callipo rimane avanti allo stop tecnico: 11-12.
Vibo scappa sul +2 (14-16) su un tocco contestato, ma capitan Guemart trova la parità con l’ace del 17-17.
La gestione del contrattacco da parte della Tonno Callipo è perfetta e vale il nuovo +2 (18-20), la Conad sbaglia tre battute fondamentali e il set vola via, con Gavotto a chiudere per il 21-25 ospite.
Dato che dice molto della gara: la Conad attacca meglio di Vibo (50% contro il 47%), ma commette troppi errori diretti per rimanere in partita.

TERZO SET

Cantagalli cambia la regia, giocandosi la carta Bucaioni per capitan Guemart.
La capolista però vuole prendersi i 3 punti, senza se e senza ma, e scappa subito sul 3-6 costringendo coach Cantagalli al time out.
Cantagalli le prova tutte, inserendo Della Corte per un Tondo in difficoltà, ma Vibo fugge definitivamente con una serie di muri impressionante.
Il parzialone si ferma sul 4-12 della pausa tecnica, ma non basta il muro di Benaglia (solo il terzo globale di squadra) per ricucire.
La Tonno Callipo controlla senza patemi e chiude con un netto 14-25.

SPOGLIATOI – Coach Cantagalli: “Atteggiamento troppo remissivo”

E’ un Luca Cantagalli totalmente insoddisfatto quello che si presenta ai microfoni a fine gara.
Il tecnico della Conad, al di là della difficoltà di una gara che si sapeva durissima, non accetta un verdetto tanto severo: “Non possiamo scendere in campo con questo atteggiamento, troppo remissivo. Abbiamo guardato più i nomi sulle maglie che non avuto voglia di vincere – dice convinto Cantagalli – Ovvio che Vibo sia forte, ma non possiamo fare una figuraccia del genere”.
I numeri del primo set, con la Conad nettamente superiore a livello di percentuali d’attacco, spiegano tante cose: “Sì, abbiamo regalato loro tantissimo (7 errori diretti nel primo parziale) senza che facessero nulla di straordinario, almeno in quel primo parziale. Quel che non mi è piaciuto è il fatto di non aver lottato giocandocela sino alla fine, come eravamo in grado di fare. Così non perdi solo con la Tonno Callipo, ma con tante altre squadre”.

RISULTATI 6^ GIORNATA

Conad Reggio Emilia-Vibo Valentia 0-3, Brescia-Ortona 2-3, Sora-Matera 3-1, Corigliano-Potenza Picena 3-0, Castellana Grotte-Cantù 3-1, Alessano-Tuscania 1-3

CLASSIFICA

Vibo Valentia 14 punti, Ortona 13, Corigliano 12, Potenza Picena e Sora 11, Castellana Grotte 10, Cantù e Tuscania 8, Conad Reggio Emilia 7, Matera 6, Brescia 5, Alessano 3

Di nuovo la prima della classe, lo spettacolo di Conad-Tonno Callipo

By | News | No Comments

L'esultanza di Nicola Tiozzo con Luca CatellaniE’ la partita più attesa, sin dal giorno della stesura dei calendari.
Sì, perchè quando una formazione dimostra, coi fatti e le dichiarazioni, di aver costruito un team per la promozione in Superlega, gli stimoli non possono che essere a mille.
E allora, due settimane dopo aver abbattuto Ortona al Pala Bigi, la Conad Reggio Emilia si appresta ad ospitare ancora la prima della classe, quella Tonno Callipo Vibo Valentia che comanda questo campionato di serie A2 UnipolSai assieme alla stessa Ortona e a Potenza Picena.
Undici punti contro i sette della truppa di Luca Cantagalli, reduce però da due vittorie consecutive al tie-break e che vuole credere nell’impresa.
I precedenti davanti alle telecamere Rai non sono straordinari, ma si tratta più che altro di scaramanzia.
Nel match in programma alle ore 18.00 domenicali in via Guasco, ci sarà infatti per la prima volta in stagione la produzione televisiva di Raisport, che manderà in onda il match in differita martedì sera alle ore 20.45 su Raisport 1.
Quello tra la Conad e la Tonno Callipo è il vero big-match di questa sesta giornata, al di là dell’ennesimo scontro in panchina tra due leggende della generazione di fenomeni del volley italiano.
Una settimana dopo aver sfidato Paolo Tofoli, coach Luca Cantagalli infatti si troverà come amico/rivale sull’altra panchina Fefè De Giorgi, con il quale ha vinto uno scudetto a Modena, 2 Mondiali (per riassumere…) in Nazionale e vestito lo stesso numero di maglie azzurre, ben 330.
Con Luca Catellani e Alessandro Tondo, la presentazione del match è molto semplice: “Vibo è la squadra da battere, la squadra che vuole fare il salto di categoria – dice il libero – Ha tanti giocatori che hanno disputato la massima serie da protagonisti, ma noi dobbiamo entrare in campo senza paura e con l’atteggiamento giusto”.
L’opposto conferma la crescita della squadra: “Ci sentiamo più sicuri in tutto quel che facciamo, dalle ricostruzioni al cambio palla, sino al contrattacco. Sfruttiamo meglio i nostri punti di forza, speriamo di proseguire così”.
Sarà durissima contro una Tonno Callipo che ha vinto le ultime 4 gare, cedendo solo all’esordio (3-1) in quel di Ortona.
Una formazione, quella calabrese, costruita come una fuoriserie per la serie A2, con giocatori che hanno alle spalle decide di anni in A1. Dal palleggiatore Jack Sintini all’opposto Mauro Gavotto, dal martello italo-brasiliano Zanuto al centrale modenese Marcello Forni, oltre al libero Cesarini. Nel 6+1 iniziale anche il martello ex Padova Filippo Vedovotto, che ha vinto l’ultimo campionato di A2 (oltre alla Coppa Italia), e il centrale classe ’95 Presta, rivelazione in queste prime giornate dopo aver dovuto sostituire Alessandro Paoli, fuori sino a dicembre per una lussazione alla spalla.
La Conad, come si è visto domenica scorsa a Montefiascone contro Tuscania, potrebbe optare per varie soluzioni ma il sestetto titolare potrebbe essere quello composto dalle diagonali Guemart-Tondo, Kody-Bertoli, Giglioli-Benaglia, con Luca Catellani nel ruolo di libero.
Domenica mattina la rifinitura al Pala Bigi per le due squadre, dalle ore 18 la battaglia che sarà diretta dalla coppia arbitrale composta da Rachela Pristerà e Giuliano Venturi.

FORMAZIONI IN CAMPO

Pala Bigi di Reggio Emilia – domenica ore 18.00
Conad Reggio Emilia: Guemart-Tondo, Bertoli-Kody, Giglioli-Benaglia, Catellani (L). A disp. Della Corte, Di Franco, Tiozzo, Bucaioni, Allesch, Morgese (2° L). All. Cantagalli
Tonno Callipo Vibo Valentia: Sintini-Gavotto, Vedovotto-Zanuto, Forni-Presta, Cesarini (L). A disp. Medic, Korniienko, Marchiani, Korzenevics, Sardanelli (2° L), Feroleto. All. De Giorgi
Arbitri: Pristerà e Venturi
TV: differita su Raisport 1 martedì alle ore 20.45

PROGRAMMA 6^ GIORNATA

COnad Reggio Emilia-Vibo Valentia, Sora-Matera, Brescia-Ortona, Alessano-Tuscania, Castellana Grotte-Cantù, Corigliano-Potenza Picena

CLASSIFICA

Vibo Valentia, Ortona e Potenza Picena 11 punti, Corigliano 9, Sora e Cantù 8, Conad Reggio Emilia e Castellana Grotte 7, Matera 6, Tuscania 5, Brescia 4, Alessano 3

Da Gavotto a “Jack 2.0 Sintini”, tutti i segreti della corazzata Tonno Callipo

By | News | No Comments

Jack Sintini, palleggiatore e guida della Tonno Callipo Vibo ValentiaE’ la grande, grandissima favorita per la promozione in Superlega.
Sin dai giorni del Volley Mercato di luglio, la Tonno Callipo Vibo Valentia non si è nascosta, ripartendo dalla serie A2 UnipolSai dopo tanti anni nella massima serie per farvi immediatamente ritorno con una squadra costruita per questo obiettivo.
Reduce da 4 vittorie consecutive, dopo aver perso all’esordio ad Ortona, la Tonno Callipo è in vetta alla classifica assieme alla stessa Sieco Service e a Potenza Picena con 11 punti, 4 in più rispetto ad una Conad che vuole tentare un altro grande colpo, dopo quello di due domeniche fa al Pala Bigi proprio contro Ortona.
Domenica sera (ore 18) in via Guasco sarà durissima, contro la squadra guidata in panchina da un’altra leggenda del volley italiano, Fefè De Giorgi, per il big-match che andrà in onda martedì prossimo (ore 20.45) in differita su Raisport 1.
In campo, le chiavi della Tonno Callipo sono state affidate a Jack Sintini, l’uomo che ha sconfitto il cancro e solo un anno e mezzo fa è stato capace di vincere da protagonista lo scudetto a Trento. In posto 2 agisce Mauro Gavotto, altro giocatore espertissimo che ha costruito una carriera di altissimo livello in A1.
In banda la coppia di martelli titolari è quella composta da Filippo Vedovotto, classe ’90 che pochi mesi fa ha vinto l’A2 con Padova per poi sposare il progetto di Vibo, e l’italo-brasiliano Bruno Zanuto, reduce dall’annata in A1 a Molfetta.
Al centro, assieme all’espertissimo Marcello Forni, modenese con una vita intera in A1 alle spalle, ecco il ragazzo del vivaio che sta stupendo. Si chiama Luca Presta, ha soli 19 anni ma ha sostituito alla grande Alessandro Paoli (lussazione alla spalla, fuori sino a dicembre), costringendo alla panchina il lettone Korzenevics, che era arrivato ad ottobre per rimpinguare l’organico. Anche gli altri stranieri del team sono in panchina, si tratta degli esterni Luka Medic, serbo del ’93, e dell’ucraino Stanislav Korniienko.
Il libero titolare è l’affidabilissimo Andrea Cesarini, che tra Roma, Perugia e Molfetta è un altro giocatore che sa bene cosa significhi vincere.

Si prepara la grande sfida di domenica al Pala Bigi contro Vibo Valentia

By | News | No Comments

Luca Cantagalli assieme al vice Paolo ZambolinSmaltita la sbornia del doppio, splendido successo al tie-break contro Ortona e Tuscania, la Conad Reggio Emilia non ha intenzione di fermarsi e ha davanti a sè un obiettivo ancor più grande.
Fermare una delle tre capoliste (assieme ad Ortona e Potenza Picena) di questa serie A2 UnipolSai, ma soprattutto grande favorita alla promozione in Superlega, ovvero la Tonno Callipo Vibo Valentia che domenica sarà ospite al Pala Bigi (ore 18.00) per il big-match del sesto turno di campionato.
Una sfida attesissima e segnata col circoletto rosso sin dallo scorso mese di luglio, quando furono resi ufficiali i calendari.
Guidata da coach Fefè De Giorgi, la formazione calabrese è infatti dichiaratamente iscritta al torneo con l’obiettivo di tornare al piano superiore, dopo tanti anni di massima serie e grande tradizione. Con giocatori di riconosciuta classe ed esperienza come Sintini, Gavotto, Cesarini, Zanuto, Vedovotto e chi più ne ha, più ne metta, servirà un’altra impresa ai ragazzi di Luca Cantagalli per fare risultato.
La Conad però ci crede, ha iniziato a preparare al PalaEnza di Sant’Ilario questo match e punta su un grande pubblico, con l’obiettivo di sfondare quota 1000 spettatori.
Per dirigere la gara sono stati designati i fischietti Rachela Pristerà e Giuliano Venturi, per una partita che sarà ripresa dalle telecamere Rai e andrà in onda in differita martedì 25, in prima serata dalle ore 20.45, su Raisport 1 con la telecronaca di Marco Fantasia.

STASERA REGGIO SOTTO RETE

Appuntamento numero 5 questa sera, a partire dalle ore 22.30, con “Reggio Sotto Rete”, la trasmissione di Telereggio dedicata alle vicende della Conad Reggio Emilia.
Ospiti dello studio condotto da Gionata Cavecchi, il centrale Emiliano Giglioli e il Presidente della Polisportiva Galileo Giovolley, Fernando Margini.

Conad, è un altro trionfo da eroi

By | News | No Comments

Tondo esulta coi compagniMaury’s Italiana Ass. Tuscania-Conad Reggio Emilia 2-3 (25-19, 20-25, 18-25, 25-20, 11-15)
Maury’s Italiana Ass. Tuscania: Buzzelli 11, Marchisio (L), Festi 12, Leoni, Vitangeli ne, Ottaviani 16, Rossi, Di Felice ne, Shavrak 14, Silva 1, Alborghetti 13, Krumins 3. All. Tofoli
Conad Reggio Emilia: Della Corte 1, Catellani (L), Di Franco ne, Bertoli 14, Guemart 1, Tiozzo 3, Tondo 17, Bucaioni 3, Kody 13, Benaglia 12, Giglioli 11, Allesch, Morgese (2° L) ne. All. Cantagalli
Arbitri: Stancati e Piluso
Durata: 24′, 27′, 27′, 28′, 17′. Tot. 2h03′
Note Tuscania: ace 6, service error 15, muri 11, ricezione 74%, attacco 46%
Note Conad: ace 2, service error 15, muri 12, ricezione 55%, attacco 46%

Una prova di maturità, una prova che la Conad supera alla grande, andando a violare il Pala di Montefiascone, fortino di una Tuscania che aveva ottenuto tutti i suoi punti proprio nell’impianto viterbese.
E’ un’impresa, quella che i ragazzi di Cantagalli compiono in terra laziale, perchè come domenica scorsa contro Ortona i giallorossi dimostrano carattere e voglia di vincere, non a caso portando a casa il successo al quinto e decisivo set.
E allora, arrivano due punti pesantissimi dallo scontro con la squadra di Paolo Tofoli, punti che permettono a Reggio di salire a quota 7 punti di una classifica compattissima, ma che la vede nel gruppone di chi si gioca un posto nei play-off.
Al di là dei numeri, piace il carattere di una squadra che, ad eccezione dell’episodio di Alessano, non ha praticamente sbagliato una partita.
La seconda vittoria in fila, soprattutto, è un tonico formidabile anche per il pubblico reggiano che, domenica prossima, potrà spingere Guemart e compagni a cercare un altro colpaccio. Al Pala Bigi infatti arriverà nientemeno che la capolista Vibo Valentia…

LA PARTITA

Sestetti confermatissimi sia per la Maury’s Tuscania di Paolo Tofoli che per la Conad di Luca Cantagalli.
I due coach, che si ritrovano ancora una volta da avversari in panchina dopo aver vinto tutto assieme in Nazionale, presentano i consueti 6+1 con i viterbesi che partono con Krumins-Buzzelli, Shavrak-Ottaviani, Festi-Alborghetti, Marchisio libero, e i giallorossi con Tondo opposto a Guemart, Kody e Tiozzo in banda, Giglioli e Benaglia al centro con Luca Catellani libero.
La Conad spinge da subito, Kody la lancia sul +3 (9-12) per il primo vero break della gara, ma Tuscania riaggancia i giallorossi sul 15 e scatena il proprio tifo con un gran finale di set, dove il servizio di Shavrak e i muri di Alborghetti fanno la differenza.
Finisce 25-19 e la gara sembra tutta in salita, anche perchè il principio del secondo set è ancor più difficile per i ragazzi di Cantagalli.
I viterbesi fuggono dal 6 pari sino al 12-7, ma nuove risorse dalla panchina, che rispondono ai nomi di Bucaioni e Bertoli, rivitalizzano la Conad. Sia il regista che il martello sono bravissimi a dare il loro apporto e la gara cambia, con Tondo che riporta avanti Reggio con un parzialone sino al 14-16, prima della gran chiusura che vale l’1-1 (20-25).
La gara è davvero cambiata, perchè anche nel terzo parziale si vede una Conad super, capace di fuggire via con Giglioli e Bertoli sugli scudi (9-12). Un margine che i giallorossi dilatano sino al +8, per andarsi a prendere già il primo punto della serata con un nettissimo 18-25.
La reazione di Tuscania arriva, prepotente, nel quarto set: sono ancora i muri di Alborghetti a ridare fiato alla squadra di Tofoli, che piazza subito un break importante (7-3) e lo conserva (16-12, 20-15) per portare la sfida al tie-break: 25-20.
Montefiascone è una bolgia, ma la truppa di Cantagalli non ha paura. Si parte sotto (4-2 Tuscania), ma un parzialino di 3-0 porta subito avanti la Conad. Si prosegue sul filo dell’equilibrio sino al cambio campo (7-8), ma sul turno al servizio di Giglioli, con Benaglia scatenato in prima linea, cambia tutto e i giallorossi volano sino al +3 (8-11).
Un cambio palla fluido sino alla fine regala altri due punti pesantissimi, con l’11-15 finale che regala il secondo hurrà consecutivo al tie-break.

Coach Luca Cantagalli, visibilmente soddisfatto a fine gara: “Sono 2 punti importanti, anche perchè su questo campo credo faranno fatica un pò tutti – sorride il tecnico reggiano – Siamo cresciuti nel corso della gara, ma l’aspetto che più mi fa piacere è che, come domenica scorsa, ognuno dei ragazzi entrati in campo ha dato un contributo importante alla squadra”.
Bucaioni e Bertoli, ma non solo: “Sono stati molto bravi, avevo bisogno di trovare una quadratura tra ricezione e attacco. Quel che conta è lo spirito, e tutti sono entrati con l’atteggiamento giusto. Questa squadra ha già dimostrato più volte di aver carattere, ma vincere al 5° set è anche sinonimo di un grande lavoro dei nuovi preparatori atletici. Lo voglio sottolineare perchè è un aspetto chiave”.
Sulla prossima gara contro la Vibo di Fefè De Giorgi. “E’ dichiaratamente la squadra costruita per salire di categoria, ma sta faticando come tutti con questo grande equilibrio. Giochiamo in casa e spero che il pubblico possa darci una mano, ma anche di vivere una settimana migliore dal punto di vista fisico dei giocatori, perchè ultimamente non è stato sempre facile allenarsi”.

RISULTATI 5^ GIORNATA

Tuscania-Conad Reggio Emilia 2-3, Ortona-Corigliano 3-0, Potenza Picena-Castellana Grotte 3-2, Cantù-Sora 3-1, Vibo Valentia-Matera 3-2, Brescia-Alessano (lunedì sera)

CLASSIFICA

Ortona, Potenza Picena e Vibo Valentia 11 punti, Corigliano 9, Cantù e Sora 8, Conad Reggio Emilia e Castellana Grotte 7, Matera 6, Tuscania 5, Alessano 3, Brescia 1