Monthly Archives

Febbraio 2017

CONAD, IL RITORNO DA AVERSA E’ UN’AMAREZZA DA RECORD…

By | News | No Comments

IL RITORNO DA AVERSA E’ AMARO, MA NIENTE DRAMMI: CLASSIFICA CORTA E QUARTO POSTO ALL’ORIZZONTE. COACH DALL’OLIO PREDICA LA RICETTA DEL LAVORO: “ERA GIA’ SUCCESSO ALTRE VOLTE DI SBAGLIARE L’APPROCCIO, EVIDENTEMENTE E’ UN NOSTRO DIFETTO SU CUI INSISTERE NEL CORREGGERLO. PECCATO, MA SALVO LA REAZIONE DEI RAGAZZI. AVERSA E’ STATA PIU’ CINICA”.
UNA PARTITA DA RECORD QUELLA DI IERI: E’ IL DECIMO TIE-BREAK PIU’ LUNGO DELLA STORIA. REGGIO E’ DUE VOLTE NELLA TOP TEN: NEL 2010 CONTRO GENOVA TERMINO’ 27-25.
KODY SUPERA I MILLE PUNTI CON LA MAGLIA DELLA CONAD: “BELLA SODDISFAZIONE, PECCATO NON SIANO SERVITI A VINCERE AD AVERSA”
SCALTRITI GUARDA IL BICCHIERE MEZZO PIENO: “SIAMO DELUSI, MA IN CLASSIFICA SIAMO LI’. NULLA E’ COMPROMESSO, ANZI…”.  

Coach Pupo Dall’Olio guarda attonito la partita contro Aversa dalla panchina

Dall’entusiasmo al rammarico. Tutto in pochi giorni. Questa seconda fase è un vortice incredibile e può catapultare gli stati d’animo delle squadre in un battito di ciglia. Il rientro della Conad nella nottata è stato piuttosto amaro dopo l’incredibile sconfitta al tie-break contro la Sigma Aversa. Sentimenti ben diversi rispetto alla vittoria contro Santa Croce contro cui Reggio aveva rimontato e vinto al tie-break. Stavolta invece la remuntada l’ha subìta nella 5^ giornata di pool promozione della seconda fase di Serie A2 UnipolSai (era in vantaggio per 1-2) e poi è stata beffata seppur sia stata avanti nell’ultimo set anche sul +3. Una guerra di nervi persa e che ha fatto registrare anche un dispendio di energie specialmente psicologiche notevole. 

Evidentemente però le maratone nel 5° set sono nel Dna di Reggio Emilia. Perché nel guinness dei tie-break col punteggio più alto di sempre, i reggiani compaiono per ben due volte nella top 10. Al primo posto c’è la gara del 2008 di Serie A2 Gioia del Colle-Latina terminata al 5° set per 30-28. Mentre all’8°posto c’è Edilesse Cavriago-Carige Genova del 26 dicembre 2010 finita 27-25 e poi al 10° posto la sfida di ieri tra Aversa e Conad finita 26-24 al tie-break. 

Kody in battuta: il camerunense ha superato i mille punti con la maglia della Conad

Da un record all’altro, il Black Mamba Kody ha fatto segnare a referto 36 punti, l’ennesima prestazione monstre, avvicinandosi al suo record di due mesi fa di 40 punti contro Mondovì. Ma soprattutto questo bottino gli ha fatto toccare e superare i 1000 punti con la maglia della Conad, contando i match tra regular season e playoff. Ma il numero dieci camerunense si aspettava di festeggiare il traguardo non di certo con una sconfitta. “Sono contento di questo obiettivo raggiunto, anche se purtroppo non sono serviti a vincere – ha detto l’opposto della Conad – Dispiace perché potevamo fare sicuramente meglio e ci siamo fatti sfuggire la vittoria. Dobbiamo essere più concentrati nelle piccole cose e non ripetere sempre gli stessi errori. Non giocando in mezzo alla settimana, avremo più tempo per analizzare e lavorare per affrontare – nella prima di ritorno della seconda fase pool promozione – Siena sabato sera alle 20,30 al PalaBigi. Sarà una partita dura, ma credo che possiamo giocarcela e stavolta a differenza dell’andata siamo al completo. Possiamo fare punti”. 

Il palleggiatore Luca Beccaro pensa già alla sfida contro Siena

Coach Pupo Dall’Olio non è certamente contento, ma non fa drammi. Con pacatezza, individua gli errori e predica solo la ricetta del lavoro. “Approccio sbagliato alla partita di Aversa? Beh, ci è successo già altre volte, evidentemente non è un problema semplice dato che continua a ripetersi, ma i ragazzi ne sono consapevoli. Speriamo che ad andare alla fine della stagione riusciamo a migliorare e correggere questo difetto. Però d’altro canto continuiamo ad avere una buona reazione, ma diamo troppe chance agli avversari per rientrare in partita. Mi aspettavo una partita ostica, perché per Aversa era l’ultima occasione per poter sperare nel treno playoff. Poi è una squadra esperta e rognosa e se non la si aggredisce subito si fa fatica poi nel prosieguo della partita. Abbiamo giocato punto a punto nel tie-break, ma loro sono stati più cinici. Ora abbiamo qualche giorno per preparare la gara di Siena, proveremo a riscattare la sconfitta, anche se non sarà semplice. Facciamo fatica ancora a trovare una continuità purtroppo. Siena è una squadra che ci darà parecchi problemi, ben costruita e che punta alla massima serie. Spero che giocheremo liberi da tanti pensieri, è una di quelle partite da affrontare con spregiudicatezza”. 

Riccardo Scaltriti guarda il bicchiere mezzo pieno: il 4° posto è comunque vicino

Anche il palleggiatore Luca Beccaro esprime dispiacere per il risultato di Aversa: “E’ stata una partita intensa. Anche se il quarto set è stato a nostro sfavore, nel quinto siamo entrati col piglio giusti per portare a casa due punti. Ma come sappiamo gli errori in questo campionato, anche quelli più piccoli si pagano a caro prezzo. C’è rammarico, abbiamo avuto le occasioni e non le abbiamo sfruttate. Dobbiamo rifarci contro Siena ora, vogliamo vendicare il 3-0 dell’andata, dove abbiamo visto poco la palla”.

Mentre Riccardo Scaltriti rilancia con un po’ di ottimismo, guardando al bicchiere mezzo pieno. In effetti anche il punto conquistato ad Aversa potrà risultare a fine corsa molto importante nell’economia della qualificazione ai playoff. Bergamo, Tuscania e Mondovì condividono il 4° posto a 19 punti, in virtù dei risultati di ieri. Civita Castellana invece è a quota 17, con la Conad che fa sentire il fiato sul collo con 16 punti. Insomma, sono tutte in un fazzoletto di carta, anche se Santa Croce con 12 punti ha rosicchiato un punticino al Volley Tricolore ed è quota 12 (– 4) dall’8° posto, l’ultimo utile per la qualificazione alla fase finale. “Quando te la giochi così punto a punto c’è tanta amarezza – chiosa “Scaltro” – Di tie-break così se ne sono visti pochi… C’è parecchia delusione, ma sento di fare i complimenti alla squadra, perché giocare in un ambiente così caldo non è semplice. Inoltre Aversa per me è una bella squadra nonostante la classifica che può ingannare se si guardano solo i numeri. Mi hanno impressionato di più rispetto ad altre squadre che sono più avanti in classifica. Però guardiamo il bicchiere mezzo pieno: abbiamo messo in tasca un punto buono, fino alla 4a posizione la classifica è corta. Nulla è compromesso. Ora pensiamo a Siena”. 

 

LA CONAD SI FA MALE DA SOLA: RIMONTA SUBITA E KO AL TIE-BREAK AD AVERSA

By | News | No Comments

HARAKIRI CONAD AD AVERSA: SOPRA 2-1, SI FA RIMONTARE E PERDE AL TIE-BREAK AI VANTAGGI (26-24!). FALLISCE L’AGGANCIO AL 7° POSTO – COI RISULTATI DEL POMERIGGIO PIU’ CHE FAVOREVOLI – MA ANCHE LA TERZA VITTORIA CONSECUTIVA. ORA E’ TUTTO APERTO IN CLASSIFICA, MA IL 4° POSTO DISTA COMUNQUE A SOLI TRE PUNTI
NON BASTA L’ENNESIMA PROVA MOSTRUOSA DI KODY CHE NE FA 36, AL SIGMA BASTANO I 27 DI LIBRARO, SPINA NEL FIANCO DEL VOLLEY TRICOLORE CON
SI TORNA IN CAMPO SABATO AL PALABIGI DOVE ARRIVA LA BIG SIENA PER RISCATTARSI E VENDICARE IL KO PER 3-0 DELL’ANDATA  

La carica di coach Pupo Dall’Olio stavolta non ha trasformato i giocatori

Chi di tie-break ferisce, di tie-break perisce. Clamoroso harakiri della Conad al PalaJacazzi di Aversa dove perde 3-2 e in cui fallisce la terza vittoria consecutiva che avrebbe garantito quantomeno l’aggancio al 7° posto nella 5^ giornata di pool promozione della seconda fase del campionato di Serie A2 UnipolSai, dopo essere stata sopra 1-2 e dopo aver rimontato l’1-0 iniziale, ma soprattutto dopo essere stata in vantaggio fino a metà quinto set sul +3 come massimo vantaggio (4-7). Un tie-break terminato col punteggio ad oltranza, come una vera e propria maratona: 26-24, come fosse un set normale. Una partita incredibile durata oltre due ore. Non è bastata l’ennesima prestazione monstre di Kody con 36 punti, per i campani invece bastano i 27 di Libraro, vera e propria spina nel fianco del Volley Tricolore.
Una sconfitta che rimette tutto in gioco: lo stessa Sigma Aversa che sale a 10 punti e ne guadagna uno sulla Conad che resta all’8° posto, l’ultimo buono per qualificarsi ai playoff, è ancora in corsa. Ma soprattutto gode Santa Croce che aspettava il passo falso del Volley Tricolore rosicchiano un punto: Reggio guadagna un punto e sale a 16, mentre i toscani accorciano a -4 (12 punti). Ed è un vero peccato perché i risultati del pomeriggio erano stati positivi: Mondovì ha perso contro Tuscania, mentre Bergamo ha perso 3-1 contro la capolista Bcc Castellana Grotte e dunque al 4° posto c’è il terzetto Tuscania-Bergamo-Mondovì a 19 punti e l’occasione di andare a -2 era ghiotta. Ma comunque la Conad è riuscita a rosicchiare un punto a Bergamo e il 4° posto resta distante 3 punti. È tutto ancora apertissimo. E ora, la truppa di coach Pupo Dall’Olio avrà sei giorni di tempo (niente partita infrasettimanale) per farsi sentire coi suoi ragazzi, lavorare e preparare la prossima sfida contro Siena, la 1^ di ritorno della pool promozione che si disputerà sabato alle 20,30 al PalaBigi, per vendicare il ko per 3-0 dell’andata. 

Non sono bastati i 36 punti di Kody stavolta

La partita Giacomelli segna il primo punto dell’incontro per la formazione di Aversa e con Santangelo alla battuta porta a casa anche un ace, guadagnando un leggero vantaggio su Reggio Emilia. Suljagic guadagna palla e va al servizio, palla stoppata dal nastro e punto per Aversa: 5-4. Qualche difficoltà a muro per la Conad e la Sigma allunga portandosi a +4 quando viene chiamato il primo timeout da Pupo Dall’Olio, le squadre tornano in campo e Cargioli segna con un ottimo primo tempo. Aversa si fa valere e mantiene il vantaggio nonostante l’efficacia di Dolfo a muro che tenta di arginare l’avanzata dei padroni di casa. Altro ace per Aversa messo a segno da Robbiati che costringe lo staff del Volley Tricolore a chiamare un altro timeout per dare la scossa sul 17-13. Ancora Cargioli permette a Reggio di accorciare le distanze e si porta a due lunghezze dai padroni di casa. Sul 23-18 Kody segna il punto della speranza, ma il muro avversario riporta il servizio alla formazione di Aversa che chiude il set per 25-19: 1-0!

Primo punto nel secondo set per Reggio Emilia con Kody che subito mette in campo anche la palla dello 0-2. Serie positiva per i ragazzi di coach Dall’Olio ma Aversa recupera e sul 7-9 manda al servizio Putini, ma la palla non passa ed è punto per la Conad. Giacobelli segna il punto del pareggio e Pupo Dall’Olio chiama timeout, si torna in campo e Cargioli mette a segno un altro primo tempo. Si gioca punto a punto, per Reggio Emilia entra Beccaro alla battuta, capitan Silva picchia sul muro e segna: 18-19! Kody e Cargioli guadagnano punti, 24-24 e si va ai vantaggi. Ma l’opposto del Volley Tricolore che firma il set chiudendo per 24-26: 1-1!

Terzo set in favore di Reggio Emilia che parte in vantaggio per 0-4 e costringe lo staff di Aversa a ricorrere subito al timeout. La Sigma recupera con un bel break e con un parziale di 4-5 anche Dall’Olio chiede il timeout. Al ritorno sul parquet Dolfo è inarrestabile e ne mette giù due di fila. La Conad allunga sul +5 quando Libraro va al servizio ma è Suljagic che conclude positivamente l’azione per Reggio. Putini gioca d’astuzia e segna il dodicesimo punto per Aversa, ma il Volley Tricolore mantiene la concentrazione ed il vantaggio di +4. Doppio cambio per i giallorossi: entrano Beccaro e Rossatti per Suljiagic e Soli. Ed è proprio un muro del neo entrato Rossatti a siglare il16-22. Setball per la Conad, Silva in battuta ma Libraro annulla la prima possibilità di chiusura ospite. Kody non si fa attendere e mette a segno il punto decisivo del 19-25: 1-2!

Primo punto di Kody nel quarto set con Reggio che vuole chiudere la pratica. Ma Aversa non molla e guadagna un vantaggio di tre lunghezze. Coach Dall’Olio prova a scuotere i suoi sull’8-4. Ma Aversa continua a menare e va avanti per 11-5. Reggio prova a cambiare qualcosa con l’ingresso di Beccaro per Soli. I padroni di casa salgono a +6 nonostante un bell’ace di Dolfo: 18-12, Reggio Emilia non molla ma Aversa è tenace e mantiene il vantaggio accumulato. Attacco di Scaltriti da posto 2 che segna il punto per i suoi e muro di Cargioli, i reggiani si avvicinano sul 22-18, quando coach Bosco chiama il timeout. Set-ball per Aversa, Giacobelli alla battuta e pipe di Libraro che chiude per 25-19 ed è 2-2. Si va al tie-break!

Il quinto set si apre sul 2-4 in favore di Reggio Emilia, Scaltriti e Cargioli si fanno sentire sia in attacco che a muro ma Aversa recupera e raggiunge la parità. 7-8 e cambio-campo, la Sigma conquista il +1 e Dall’Olio chiama il timeout. Entra Rossatti per Beccaro e la Conad riporta il punteggio in parità per 10-10. Si gioca punto a punto, entrambe le squadre vogliono questa vittoria, Hister alla battuta sul 14-12 e Cargioli mura! Timeout chiamato da Aversa ma Kody mura e segna per Reggio Emilia. Quinto set ai vantaggi, 16-15 Aversa e Kody picchia sul muro riportando il punteggio in parità. Libraro al servizio su 19-18 ma la palla è out! Non finisce mai questa partita: 21-20 per Aversa ma altro attacco vincente di Kody. Sul 24-24 è una guerra di nervi, ma è Aversa che la spunta poi col break vincente: 26-24 e vince l’incontro per 3-2.

Il tabellino

SIGMA AVERSA 3
CONAD VOLLEY TRICOLORE REGGIO EMILIA 2
(25-19, 24-26, 19-25, 25-19, 26-24)

AVERSA: Santangelo 16, Putini 4, Razzetto, Libraro 27, Hister 17, Robbiati 17, Giacobelli 14, Valla 1. Libero: Vacchiano. Non Entrati: De Paola, Attanasio (L), De Rosas, Montò, Di Florio. Allenatore: Bosco
REGGIO EMILIA: Suljagic 6, Soli 1, Dolfo 16, Cargioli 14, Beccaro 1, Kody 36, Silva 2, Scaltriti 4, Rossatti 1, Bevilacqua. Libero: Morgese. Non Entrati: Norbedo, Miselli. Allenatore: Dall’Olio
Arbitri: Di Bari e Autuori 
Note: Durata set: 23′, 31′, 24′, 26′, 33′ totale: 2 h 17′. Aversa: ace 10, errori battuta 15, muri 20, errori avversari 24. Reggio Emilia ace 3, errori battuta 13, muri 13, errori avversari 32.

LA CONAD VA A CACCIA DEL TRIS DI VITTORIE AD AVERSA

By | News | No Comments

DOPO L’ESALTANTE SUCCESSO CONTRO SANTA CROCE, IL VOLLEY TRICOLORE A CACCIA DEL TRIS DI VITTORIE CONSECUTIVE STASERA ALLE 19,30 NELLA TANA DI AVERSA. E SARA’ ANCHE UNA SFIDA TRA… SUPERMERCATI: CONAD CONTRO SIGMA. MAURO RONDANINI DEL MAIN SPONSOR SUONA LA CARICA E SCHERZA: “RAGAZZI, NON DEVE ESSERCI STORIA EH…”.
GHIOTTA OPPORTUNITA’ PER TAGLIARE FUORI UNA CONCORRENTE PER I PLAYOFF. KODY VA ALLA RICERCA DI UN ALTRO RECORD: I MILLE PUNTI CON LA MAGLIA DI REGGIO EMILIA

Dopo l’inebriante vittoria in rimonta di giovedì scorso al PalaBigi contro la forte Santa Croce, il Volley Tricolore va a caccia del tris di hurrà consecutivi nella 5^ giornata di pool promozione della seconda fase del campionato di SerieA2 UnipolSai. Stasera alle ore 19,30 (diretta streaming SporTube) la truppa di coach Pupo Dall’Olio ritorna in campo ad Aversa, nella tana del fanalino di coda della graduatoria. Un’occasione unica per ipotecare i playoff e tagliare fuori già di fatto una prima concorrente. Reggio infatti è all’8° posto, con 15 punti, mentre i casertani sono fermi a 8 punti. Una sconfitta per Aversa significherebbe dire addio alla già ostica impresa di qualificarsi alla fase finale. E per i reggiani anche l’opportunità di scalare posizioni (Civita Castellana al 7° posto dista solo un punto, mentre il 4° posto è occupato da Mondovì che ne ha 4 in più) e pure di aumentare il margine da Santa Croce al 9° posto a -5. 

Il Black Mamba Kody potrebbe toccare i mille punti con la maglia della Conad oggi

Qui Reggio Una sfida inedita in A2 quella tra le due compagini, senza alcun precedente. Aversa è una matricola di quest’anno, dopo aver vinto il campionato di B1 la passata stagione. Ma sarà anche la gara tra due marchi di supermercati importanti nel panorama nazionale: Conad contro Sigma, main sponsor dei due club. Insomma, inutile dire quanto ci tenga Reggio a vincerla… Lo sport è anche business. E simpaticamente lo ha fatto notare anche il direttore del Conad Le Querce, Mauro Rondanini, molto vicino alla squadra che ha lasciato un messaggio sulla pagina facebook del club: “Conad contro Sigma. Ragazzi, non deve esserci storia…”.
La Conad si affida alla sua punta di diamante: il Black Mamba Kody che quest’anno sta battendo record su record. E nel mirino ne ha altri due: ne mancano 37 a siglare 500 punti stagionali, ma soprattutto ne mancano solamente 12 per raggiungere i 1000 tra regular season e playoff in Italia per il numero dieci camerunense per il quale è sicuramente la miglior stagione personale, aiutato anche dal fatto che il club ha puntato totalmente su di lui, mentre nelle precedenti due annate si è sempre dovuto giocare il posto con un altro opposto. Così come anche Ludovico Dolfo che se siglerà 21 punti raggiungerà i 300 stagionali. Sono loro le due frecce del Volley Tricolore per continuare a sognare…

Gli avversari Non inganni il fatto che Aversa sia stata la squadra che sia passata alla seconda fase con pochi punti in dote. In regular season si è piazzata al 5° posto con 28 punti e nella pool promozione finora ha collezionato 4 ko consecutivi, con solo due set vinti. Ma già nella scorsa partita contro la fortissima Monini Spoleto ha mostrato segnali di ripresa impattando come parziale sull’1-1, poi gara persa 3-1. Inoltre, i campani giocheranno col coltello tra i denti: per loro è quasi l’ultima spiaggia per poter riacciuffare il treno playoff e riaccendere le speranze. La squadra allenata da Pasquale Bosco, prima esperienza in A2 per lui dopo aver guidato Aversa al campionato vinto lo scorso anno in B1, è una delle più giovani e con giocatori che per la prima volta si approcciano alla categoria. Una delle punte di diamante è sicuramente la banda Antonio De Paola, vecchia conoscenza di Cavriago nel 2009-2010, che aveva cominciato la stagione tesserato proprio col Volley Tricolore ma che purtroppo è durato poco visto il riacutizzarsi del problema serio al ginocchio dopo l’infortunio con Vibo Valentia nella stagione scorsa; classe ’88 e con numerose esperienze in A2 e in massima serie, ha la caparbietà di essere la guida della squadra campana. Attenti anche al palleggiatore portoghese Putini e all’opposto brasiliano Hister, che hanno avuto un buon impatto con l’Italia. Uno dei pericoli maggiori poi è Libraro, schiacciatore veterano che porta sempre in dote diversi punti. Da Cantù poi sono arrivati Santangelo e Robbiati che aggiungono quel pizzico di conoscenza in più alla A2.

“BRAVI RAGAZZI, MA IMPARIAMO A CHIUDERE PRIMA LE PARTITE”

By | News | No Comments

UNA VITTORIA DI CARATTERE CONTRO SANTA CROCE CHE RILANCIA LA CONAD IN CLASSIFICA PER LE POSIZIONI ALTE. MA DOMENICA ALTRA GARA TOSTA AD AVERSA CONTRO IL FANALINO DI CODA ALL’ULTIMA SPIAGGIA

COACH DALL’OLIO: “GRANDE RIMONTA DOPO DUE SET PERSI CHE POTEVANO AMMAZZARE UN TORO. ABBIAMO COMINCIATO A GIOCARE TARDI, IL RAMMARICO E’ CHE POTEVAMO GUADAGNARE 3 PUNTI. MA DEVO COMUNQUE APPLAUDIRE I MIEI RAGAZZI PER LA REAZIONE”
SULJAGIC: “SIAMO STATI BRAVI, MA DOBBIAMO IMPARARE DAI PRIMI DUE SET, CI SERVANO COME LEZIONE PER MIGLIORARE E VINCERE CON MENO FATICA”
DOLFO: “CON QUESTO CARATTERE POSSIAMO FARE BENE, SIAMO UN GRANDE GRUPPO” 

Coach Pupo Dall’Olio ha dato una carica impressionante alla squadra, dando il “la” alla remuntada

Una vittoria pazzesca in rimonta quella ottenuta ieri sera dalla Conad al PalaBigi contro Santa Croce nella 4^ giornata di pool promozione della seconda fase di Serie A2 UnipolSai. Entusiasmo alle stelle, anche se il tempo per godersi il successo è pochissimo: domani Silva e compagni partiranno alla volta di Aversa dove domenica affronteranno alle 19,30 il Sigma che avrà praticamente l’ultima speranza per rientrare in corsa playoff e quindi giocherà col coltello tra i denti.
Ma soprattutto grazie a questi due punti guadagnati, il Volley Tricolore acquisisce un bello slancio in classifica. Infatti, ha consolidato l’8° posto con 15 punti, guadagnandone uno ulteriore sugli stessi Lupi fermi al 9° posto con 10 e altri due su Aversa, ancorata a 8 punti all’ultimo posto. Ma ora Reggio può guardare anche sopra di essa e puntare a posizioni più alte. A un solo punto in più c’è Civita Castellana al 7° posto con 16, mentre al 6° c’è Tuscania con 17, al 5° posto c’è Mondovì con 18, mentre il 4° posto occupato da Bergamo dista “solo” 4 punti (19). Insomma, è tutto aperto.

Grande protagonista del match di ieri è stato coach Pupo Dall’Olio che ha dato una carica impressionante alla squadra dopo i primi due set persi. Ci teneva tanto a vincere, perché questo era un big match e lui di questo genere di partite ne sa qualcosa, avendone giocate e guidate dalla panchina a iosa… Tanto che in un certo momento si è scatenato, quasi in versione “tarantolata”, insolita veste per lui sempre calmo e tranquillo, per trasmettere determinazione ai suoi. Quel “voglio vedere il sangue negli occhi” ha dato una scossa incredibile. Missione compiuta per lui. Anche se quasi recrimina per un punto perso. Il 3-1 per la Conad non sarebbe stato ingiusto. Anzi. 

Luka Suljagic ha dato un apporto fondamentale alla vittoria della Conad

“Abbiamo fatto una grande rimonta – ha detto il trainer – e avuto una splendida reazione dopo la doccia fredda del secondo set. Dal punto di vista tecnico e tattico lo avevamo dominato, ma ce lo siamo fatti sfuggire. Questo è stato molto grave perché è dipeso esclusivamente da noi. Ma è anche vero che una doccia gelida del genere poteva ammazzare un toro, invece i miei ragazzi hanno attinto a risorse agonistiche e motivazionali incredibili. Non ci stavano a perdere, volevamo giocare altri tre set, ce lo siamo detti ed è scattata una molla particolare perché abbiamo cominciato a giocare in punta di forchetta, ma anche con tanto agonismo. Abbiamo recuperato palloni, abbiamo cominciato a funzionare a muro e dopodiché siamo andati nella situazione a noi più congeniale: difesa, rigiocata e poi attesa a muro in cui abbiamo avuto un buon bottino rispetto a loro (14-9). Ma anche in attacco siamo andati molto bene. Due punti guadagnati o uno perso? Beh, diciamo che sono contento così, ma ce ne potevano stare tre tranquillamente. L’unica attenuante anche se non mi piace averle è che giocando ogni 3 giorni non è facile ricaricare le energie nervose. Ora abbiamo praticamente un giorno per preparare la partita di Aversa visto che sabato sarà una giornata di viaggio. Ma dobbiamo mantenere la testa sull’avversario e ricordare bene le nostre caratteristiche migliori. Puntiamo al bottino massimo, ma in ogni caso portare a casa punti è fondamentale per muovere la classifica. Tutte le squadre sono agguerrite, nessuno molla ed è normale soffrire ogni gara”. 

Il capitano Giulio Silva in un momento dove fronteggia l’ex Davide Benaglia

Chi ha mostrato gli occhi della tigre è il centrale Luka Suljagic che nell’ultimo periodo è in formissima, rivelandosi l’arma in più in questa seconda fase della Conad. Anche ieri ha messo a segno 17 punti con l’86% in attacco. Percentuali super. Ma lui fa gli applausi a tutta la squadra: “Era una partita difficile, eravamo sotto, ma alla fine siamo stati bravi a ritornare sopra. Era un match fondamentale per noi e soprattutto era importante vincere in casa. Sono soddisfatto non solo per la mia prestazione individuale, ma perché abbiamo vinto di squadra. L’unico rammarico è che se giochiamo come sappiamo fin da subito, queste partite le vinciamo anche 3-0 o 3-1. Spero che questa gara comunque ci serva da lezione. Manca ancora un po’ di testa e dobbiamo imparare a fare meglio le piccole cose. Tra due giorni abbiamo un’altra partita molto importante ad Aversa e dobbiamo assolutamente vincere”.

Anche Ludovico Dolfo premia l’atteggiamento della squadra: “I primi due set siamo stati un po’ contratti, non c’era quella grinta e determinazione che abbiamo messo dopo nei restanti tre set. È una vittoria importantissima contro una squadra davvero forte. Ora cerchiamo di recuperare un po’ di energia, dato che sabato partiamo per Aversa dove avremo un’altra partita ostica, perché in casa loro fanno sempre ottime partite. Dovremo dare il massimo. Manca ancora un po’ di forma, ma con questo carattere possiamo fare bene”.

Brillano quasi gli occhi all’ex di turno Davide Benaglia: “E’ stato emozionante tornare a Reggio, vedere tante persone che conosco e a cui voglio bene. Vedere i miei es compagni di fronte a me che provavano a battermi è stato strano. Abbiamo dato il massimo purtroppo, ma abbiamo perso 3-2, è andata così anche se credevo di vincere sinceramente per come si era messa. Ma è stata una gran bella partita. La nostra rivale playoff penso sia proprio la Conad. Ora ci sono 6 partite e dobbiamo pensare a fare bene noi, ma anche sperare che Reggio sbagli qualcosa. Poi al ritorno in casa nostra ce la giocheremo”.

CONAD, REMUNTADA FAVOLOSA: DOMATI I LUPI AL TIE-BREAK

By | News | No Comments

CONAD STREPITOSA! REMUNTADA PAZZESCA AL PALABIGI CONTRO SANTA CROCE GUADAGNA ALTRI DUE PUNTI IN CLASSIFICA E ULTERIORE VANTAGGIO SUGLI STESSI LUPI E SU AVERSA A CUI ANDRA’ A FARE VISITA DOMENICA. GRANDE PRESTAZIONE DI KODY CON 29 PUNTI, COSI’ COME SULJAGIC CHE SI CONFERMA AI LIVELLI DI VITERBO CON 17 PUNTI E UN OTTIMO 86% IN ATTACCO 

La gioia della Conad a fine partita dopo la grande vittoria in rimonta contro Santa Croce

 

La Conad vince al tie-break contro i Lupi Santa Croce al PalaBigi nella 4a giornata di pool promozione della seconda fase di Serie A2 UnipolSai. Una straordinaria rimonta dopo che Reggio Emilia è stata in svantaggio per 2-0. Super prestazioni da parte di Kody, che ha messo a segno 29 punti e Suljagic che ha segnato 17 punti con un 86% stratosferico in attacco. La truppa di coach Dall’Olio porta a casa una vittoria importantissima – la seconda consecutiva dopo due battute d’arresto iniziali – in chiave playoff: mantengono l’8° posto con 15 punti e staccano ulteriormente Santa Croce (che ora è a 10 punti e dunque a -5) facendo sentire il fiato sul collo a Civita Castellana (+1 al 7° posto), ma anche alle altre (Tuscania è a +2, Mondovì a +3 e Bergamo a soli +4 che occupa la quarta piazza). Insomma, una Conad pienamente in corsa anche per le posizioni alte. E domenica alle 19,30 il Volley Tricolore andrà ad Aversa dove affronterà la Sigma, ultima in classifica, ma che avrà la bava alla bocca perché contro Reggio è una delle ultime occasioni per rientrare in corsa playoff. 

La partita  Scaltriti gioca la prima palla dell’incontro ma è la formazione ospite che mette a segno il punto, 0-1. Partenza in salita per i reggiani ed i Lupi di Santa Croce (privi di Valerio Vermiglio, out per l’influenza) guadagnano tre lunghezze di vantaggio. Capitan Silva si va valere da posto due, segna e va in battuta, portando il punteggio sul 6-7. Coach Dall’Olio ricorre al timeout quando i suoi ragazzi inseguono gli ospiti a tre punti di distanza, il muro reggiano è efficace e Dolfo porta a casa punti importanti per i suoi compagni. Sostituzione nella formazione di casa, entra Soli per Beccaro sul 17-20. Secondo timeout chiesto dalla panchina della Conad, le squadre vengono richiamate in campo e la pipe di Dolfo fa ben sperare. Gran salvataggio di Morgese ma i Lupi guadagnano il primo setball, l’ex di turno Benaglia attacca un primo tempo e chiude il set per 20-25: 0-1. 

Kody ha messo a segno 29 punti: un’altra prestazione grandiosa del Black Mamba della Conad

Coach Dall’Olio striglia i suoi prima dell’ingresso sul parquet per il secondo set: “Voglio vedere il sangue negli occhi!”, questa la frase captata. E i suoi ragazzi tornano in campo con grinta e tenacia andando sul 4-1! Il Volley Tricolore inverte la rotta in questo secondo set e guadagna subito 6 lunghezze di vantaggio. Santa Croce tenta la rimonta ma il team reggiano non si fa sorprendere e non cede nemmeno le briciole, mantiene il vantaggio e costringe Bertini a chiamare il timeout. Dennis al servizio guadagna punto per la squadra di Santa Croce, stavolta è Dall’Olio a dover chiedere il timeout, formazioni in campo e arriva l’ace di Dolfo! Primo tempo di Cargioli, 20-15! Gli ospiti accorciano le distanze e si portano a -2, Elia in battuta e Santa Croce si porta in parità. La Conad va in blackout e, col potente Dennis alla battuta, è Santa Croce a portare a casa anche il secondo set per 22-25: 0-2. 

Sembra già finita per la Conad, invece accade quello che nessuno si aspetterebbe. Santa Croce va in vantaggio anche in apertura del terzo set per 3-6. La Conad si avvicina a -1 e Suljagic va in battuta, Taliani conclude l’azione e consegna la palla a Dennis. Il Volley Tricolore rimane attaccato al punteggio, Scaltriti va in battuta e Reggio Emilia sorpassa gli ospiti. Muro di Dolfo che va in battuta, azione combattuta ma la Conad si fa valere, Silva non demorde e segna: 16-13! Ace di Suljagic e timeout per gli ospiti; il gioco riprende e Cargioli mura! Giulio Silva guadagna il setball e va al servizio, Kody gioca d’astuzia e con un pallonetto si aggiudica il set, 25-16: 1-2. C’è ancora speranza per il Volley Tricolore. 

Luka Suljagic si sta dimostrando il vero asso nella manica della Conad: 17 punti e un 86% in attacco favoloso

Quarto set che viene aperto da Dolfo, Reggio parte bene e si porta subito in vantaggio sul 3-1. Il regista reggiano Soli segna un ace e porta la squadra a +5. Poi si rifanno sotto i toscani e coach Dall’Olio chiede il timeout per stoppare la serie positiva di Santa Croce: al ritorno in campo sono proprio i suoi ragazzi che segnano il punto del 12-10. Le squadre viaggiano punto a punto e sul 18-18 Kody segna il +1. Ma il vantaggio dura poco e si torna subito in parità. Dennis al servizio, ma è Cargioli con un primo tempo a segnare. Beccaro sale in battuta e Kody porta a casa il punto del setball ma Dennis annulla la prima possibilità di Reggio Emilia. Altro primo tempo di Cargioli che firma la chiusura del quarto set, 25-23 per il 2-2 e si va al tie break! 

“Voglio vedere il sangue negli occhi”. Così il coach Pupo Dall’Olio ha caricato la squadra nel momento di svantaggio. Uno stimolo più che raccolto

L’inerzia e l’entusiasmo sono tutte dalla parte della Conad che inizia con uno sprint per 2-0, ma Sant Croce con un sussulto si porta in parità. Un quinto set combattutissimo, nessuno sembra voler cedere, da entrambe le parti, ma è in vantaggio la Kemas per 7-8 al momento del cambio-campo. Pupo Dall’Olio chiama il timeout, si torna il campo, punto di Cargioli e parità sul 9-9. Con il muro di Suljiagic, la Conad si avvicina alla chiusura dell’incontro, ed è proprio lui che segna l’ultimo punto del set, 15-13! L’incontro termina in favore di Reggio Emilia per 3-2 dopo una rimonta pazzesca. 

Il tabellino

CONAD VOLLEY TRICOLORE REGGIO EMILIA 3
KEMAS LAMIPEL SANTA CROCE 2
(20-25, 22-25, 25-16, 25-23, 15-13)

REGGIO EMILIA: Suljagic 17, Soli 2, Dolfo 14, Cargioli 12, Beccaro , Kody 29, Silva 11, Scaltriti, Rossatti. Libero: Morgese. Non Entrati: Norbedo, Miselli, Bevilacqua.
Allenatore: Dall’Olio.
SANTA CROCE: Elia 10, Guimaraes 16, Ciulli 1, Colli 4, Mazzoni, Tamburo, Taliani, Bonetti 8, Benaglia 7, Puccetti, Dennis 32. Libero: Bonami. Non Entrati: Del Campo.
Allenatore: Bertini.
Arbitri: Sessolo e Curto.
Note: Durata set: 26′, 26′, 27′, 30′, 18′ totale: 2h 07′ .Reggio Emilia ace 4, errori battuta 13, muri 14, errori avversari 23. Santa Croce ace 4, errori battuta 14, muri 9, errori avversari 24 .

UN GIOVEDI’ SERA DA LUPI: AL PALABIGI ARRIVA SANTA CROCE

By | News | No Comments

UNA NOTTE DA… LUPI DOMANI SERA AL PALABIGI: ALLE 20,30 LA CONAD RICEVE LA KEMAS LAMIPEL SANTA CROCE DEI FUORICLASSE VERMIGLIO E DENNIS, PER UNA PARTITA FONDAMENTALE IN CHIAVE PLAYOFF 
E CI SARA’ ANCHE L’EX BENAGLIA, ‘IL PIRATA’: “SONO EMOZIONATO DI TORNARE A REGGIO, CITTA’ E CLUB CHE HO NEL CUORE. TEMO KODY, STA FACENDO UN CAMPIONATO STREPITOSO”.
SCALTRITI LO STUZZICA SIMPATICAMENTE E CARICA L’AMBIENTE: “SE VUOLE VENIRE A RIPRENDERE IL SUO FORZIERE, SAPPIA CHE TROVERA’ UNA CIURMA AGGUERRITA. VERMIGLIO E DENNIS? NON ABBIAMO PAURA, ABBIAMO UN OPPOSTO CHE DISPUTA LA WORLD LEAGUE E UN PALLEGGIATORE CAMPIONE D’ITALIA IN CARICA…”.
CARGIOLI: “CI VORRA’ UN PIZZICO DI SANA INCOSCIENZA DA PARTE NOSTRA, MA ABBIAMO BISOGNO DI UN PALABIGI INFERNALE…” 

Il centrale Antonio Cargioli è pronto alla battaglia

Chiamatelo scontro diretto, big match o come volete. La partita, valida per la 4^ giornata di pool promozione di Serie A2 UnipolSai che domani sera va in scena al PalaBigi alle 20,30 è un appuntamento da non perdere, dallo spettacolo assicurato. I “cacciatori” assetati di punti e di vittorie di coach Pupo Dall’Olio va alla conquista del branco tra i più forti del campionato. La Conad riceve in casa la Kemas Lamipel Santa Croce. Quella dei “Lupi” dai grandi nomi, in primis l’ex azzurro Valerio Vermiglio e il fortissimo cubano Angel Dennis, due autentici fuoriclasse come li ha definiti lo stesso nostro trainer.
Una partita fondamentale per ambedue le formazioni. Il Volley Tricolore viene da una vittoria bella tonda per 3-0 a Viterbo, in casa di Tuscania, dove ha conquistato i primi tre punti della pool promozione piazzandosi a quota 13 punti, proprio a un punto dai laziali. Mentre i toscani hanno battuto la regina Monini Spoleto per 3-1 e arriverà galvanizzata a Reggio Emilia. Una gara importantissima in chiave playoff: Santa Croce è a quota 9 punti, proprio alle spalle della Conad e vorrebbe far sentire ancor di più il fiato sul collo per cercare di agguantare l’8° posto, ora occupato dai reggiani, che garantirebbe l’accesso alla fase finale. Mentre capitan Silva e compagni vogliono incrementare il vantaggio proprio dagli stessi Lupi e anche da Aversa, fanalino di coda, a cui la Conad andrà a rendere visita domenica. E magari puntare anche a qualche posizione più alta. Insomma, gli ingredienti per avere stimoli ci sono tutti. E sono anche parecchi…

Gli avversari Nomi altisonanti e tantissime frecce da poter scoccare per la Kemas Lamipel Santa Croce di coach Fulvio Bertini. I toscani hanno buttato giù dal trono Spoleto seppur l’assenza del suo uomo più rappresentativo: il palleggiatore plurititolato (5 scudetti, oltre 20 titoli tra coppe nazionali ed europee. E poi un argento olimpico ad Atene 2004 con gli Azzurri) Valerio Vermiglio, classe ’76, arrivato a Santa Croce a dicembre dopo un’esperienza in Iran. Ma non é l’unico pezzo da ’90: la Kemas a dicembre ha preso anche Angel Dennis (fratello di Padura Diaz, opposto di Siena), ex nazionale cubano ed ex Modena e Lube, classe ’77, con un altro palmares pazzesco, che arriva da Milano che gioca in SuperLega. Attorno a loro però una squadra che non é da meno. Spicca il forte centrale Alberto Elia, l’anno scorso in A1 a Perugia. E poi ci sono due ex Conad, lo schiacciatore Bonetti, classe ’88 che ha sconfitto con coraggio un tumore ed é tornato a giocare alla grande facendo regalando uno spot meraviglioso col suo libro “Sotto Rete”. E il centrale Davide Benaglia, uno dei protagonisti della cavalcata alla semifinale playoff di Reggio la scorsa stagione. Ma non é finita: c’é Tamburo, classe ’85, l’anno scorso a Siena, che vanta esperienze in massima serie e che in questa categoria sa come far male. Oppure il brasiliano De Leon o l’altro martello Da Prato. Mentre lo stesso secondo palleggiatore Ciulli, classe ’94, cresciuto a Santa Croce, é stato uno dei migliori contro Spoleto domenica scorsa. 

Un’immagine di Davide Benaglia in azione l’anno scorso con la maglia della Conad dove ha trascorso tre stagioni

L’ex di turno Dopo tre stagioni a Reggio – dove ha vissuto la promozione dalla Serie B1 alla A2, fino alla semifinale playoff della scorsa stagione sotto la gestione Cantagalli, dall’altra parte della rete rispetto alla Conad ci sarà il centrale classe ’89, Davide Benaglia, ora alla Kemas. E per lui non sarà certo una serata come le altre. Come conferma lui stesso: “Sono emozionato di tornare a Reggio perché ho vissuto lì tre anni molto belli. Al PalaBigi ci ho vinto e ci ho perso e tre stagioni non sono poche. Farà effetto vedere tutte le persone che mi hanno sempre voluto bene, dallo staff ai tifosi. Ma cercherò di estraniarmi e di giocare la mia partita, ma sempre con rispetto per Reggio perché voglio davvero bene alla società. I ricordi più belli sono sicuramente il campionato di B1 vinto e poi la gara 2 della semifinale playoff contro Vibo Valentia: c’era tantissima gente al palazzetto, un clima così non lo avevamo mai visto a Reggio per la pallavolo. Fu un momento bello e brutto: si sono visti gli anni di sacrificio che abbiamo fatto per arrivare fin lassù, ma purtroppo perdemmo al tie-break e fu un peccato. Chi temo di più della Conad? Kody. Sta giocando un campionato strepitoso, con numeri e altezze da SuperLega. È la punta di diamante da marcare stretto. Ma temo anche la seconda linea che è affiata e ha feeling avendo già lavorato assieme la scorsa stagione: Morgese, Silva e Dolfo sono tre giocatori solidi.

Qui Conad Chi conosce bene Benaglia avendo avuto la possibilità di giocarsi assieme e anche di imparare da lui è Antonio Cargioli: “Giocare contro i lupi, squadra notoriamente ostica, è sempre difficile, ma soprattutto in questo momento dopo la loro vittoria contro quella che era la prima in classifica. Una vittoria che li ha sicuramente galvanizzati. Ed è ancora meno agevole considerando i campioni che oggi ha in squadra: se penso che solo pochi anni fa ho avuto modo di gustarmi un match memorabile come Modena-Trento restando ammaliato nel vedere le piroette che dai 9 metri Dennis faceva prima di lanciare sassate imprendibili verso i giocatori di Trento ed oggi sono a giocare contro di lui col compito di bloccare i suoi attacchi, mi vengono i brividi. Ma siccome è il caldo che di solito mi dà fastidio e non i brividi, prenderò questa sfida e questo stimolo come una grande opportunità per cercare di fare bene e imparare a crescere. Poi hanno un grande regista come Vermiglio che farà di tutto per nasconderci la palla come sa. E poi c’è Benny (Benaglia) col quale ho condiviso la stagione scorsa molta positiva per lui e per tutta la Conad. Sicuramente ce la metterà tutta per dire la sua e la sfida contro di lui sotto rete mi stuzzica molto. Infine non dimentico Elia, gigante con tanti anni in SuperLega, ma anche Bonetti altro ex Reggio che ha tutta la mia ammirazione e rispetto; e il brasiliano Guimaraes, altro cliente scomodo. Dovremo battere bene e senza errori per mettere sotto pressione la loro ricezione, organizzare bene le contraeree, mettendo in campo cuore, concentrazione, coraggio e un po’ di sana incoscienza per punzecchiare, attaccare e disorientare gli avversari, cercando di affrontare questa corazzata. Speriamo anche nel supporto di un grande pubblico: il piatto è ricchissimo, gli interpreti sono ottimi e lo spettacolo è assicurato”. 

Riccardo Scaltriti ha caricato i suoi compagni in vista del match

Mentre Riccardo Scaltriti carica il pubblico reggiano, che chiama a raccolta, lanciando la sfida a Santa Croce. Dichiarazioni un pizzico ironiche e non spocchiose, ma che fanno capire come la Conad vuole giocarsela senza tanto pensare ai nomi, con quel pizzico di sana incoscienza che predicava anche il compagno Cargioli: “Sarà una grande partita contro i Lupi. Hanno Vermiglio e Dennis? Sono grandi giocatori, ma il presente dice che siamo noi ad avere un opposto come Kody che gioca la World League e un palleggiatore come Soli che è Campione d’Italia in carica… Andiamo in campo senza paura. Certo, spero che Dennis non sia ispirato nel turno di battuta (8 ace praticamente consecutivi dal servizio) come qualche anno fa contro Trento quando giocava a Modena…”. Infine, simpaticamente lancia la sfida all’ex compagno di squadra Davide Benaglia, chiamato dai tifosi reggiani “Il Pirata”: “Se vuole tornare al PalaBigi per riprendere il suo forziere, sappia che troverà una ciurma bella agguerrita davanti. Se sono più forti lo dovranno dimostrare, noi venderemo cara la pelle…”.

I precedenti La Conad deve anche abbattere una sorta di mini-tabù. I precedenti tra le due squadre in A2 sono ben 10. Ma la bilancia pende a favore dei toscani che sono avanti nei confronti per 8-2. L’ultima volta si sono affrontati nella stagione 2011 e l’allora Ngm Mobile Santa Croce si impose sia all’andata sia al ritorno su quella che all’epoca era ancora Edilesse Conad Reggio Emilia. La prima volta si affrontarono nel 2006 spartendosi le vittorie nei rispettivi palazzetti (allora erano l’Edilesse Cavriago e la Coydeco S.Croce). Gli unici due successi sono arrivati proprio da Cavriago ed entrambi in casa. Negli ultimi confronti al PalaBigi infatti – stagione 2010 e stagione 2011, Reggio ha sempre perso. Per risalire all’ultima vittoria reggiana bisogna risalire a 8 anni fa, quando nel 2009 l’Edilesse vinse al tie-break una partita tiratissima: al timone di Cavriago c’era Marco Bonitta e uno dei suoi giocatori era Padura Diaz (oggi a Siena), fratello di Dennis che oggi gioca per Santa Croce; mentre la guida dei toscani era Gianlorenzo Blengini, ct della nazionale.

Informazioni di servizio Attiva ancora la convenzione che il Volley Tricolore ha stipulato con l’Ac Reggiana. Chi si presenta alla cassa del PalaBigi con la tessera dell’abbonamento alla stagione corrente della Reggiana, senza alcuna differenza di settore, pagherà un prezzo speciale per l’ingresso al PalaBigi di 5 euro
Al PalaBigi inoltre sarà presente uno stand occupato dai nostri amici dell’Associazione Il Falco Bianco che promuoveranno il progetto “Passione Reggiana” in favore delle popolazioni terremotate, sostenuto dal Comune e dalla pro loco di Arquata del Tronto, ha trovato il sostegno di tutte le principali società sportive reggiane, dei tifosi del Gruppo Vandelli, del cantante e musicista Fabio Bidinelli e dell’attore Antonio Guidetti. Tra filmati girati dai vigili del fuoco dopo il sisma, monologhi, spezzoni di musical (interpretati dagli allievi della scuola Arcobaleno di Castelnovo Monti) e l’inno “Passione reggiana” scritto e cantato da Fabio Bidinelli (con il contributo di alcuni giocatori dell’Ac Reggiana e alcuni tifosi del Vandelli), il dvd è un dono di speranza. Al costo di 10 euro, è acquistabile online sul sito myfan.it

“BRAVI RAGAZZI, MA ORA PENSIAMO A SANTA CROCE”

By | News | No Comments

CONAD GASATA PER LA VITTORIA DI IERI A TUSCANIA. UN GIORNO PER GODERSI IL SUCCESSO, MA POI SI PENSERA’ ALLO SCONTRO DIRETTO CONTRO SANTA CROCE DI VERMIGLIO E DENNIS
COACH DALL’OLIO: “BRAVI I MIEI RAGAZZI, ABBIAMO AVUTO VOGLIA DI RISCATTO E UN BELL’ATTEGGIAMENTO. MA DOBBIAMO LIMARE ALCUNI DIFETTI. SANTA CROCE AVVERSARIO OSTICO, HANNO DUE FUORICLASSE”
KODY: “TRE PUNTI IMPORTANTI PER IL MORALE, MA CON SANTA CROCE NON BASTA UNA PROVA COSI’, DOBBIAMO FARE MEGLIO”.
CARGIOLI E MORGESE: “VITTORIA CHE CI VOLEVA. AL COMPLETO POSSIAMO SPAVENTARE CHIUNQUE. PRONTI ALLA BATTAGLIA DI GIOVEDI’”. 

Coach Pupo Dall’Olio ha applaudito i suoi dopo la vittoria contro Tuscania

 

La vittoria di ieri per 3-0 contro Tuscania in trasferta nella 3^ giornata di pool promozione di Serie A2 UnipolSai ha dato grande morale alla Conad. Una prima vittoria nella seconda fase che potrebbe – e Reggio se lo augura – rappresentare la svolta. Tre punti importantissimi in chiave classifica perché il Volley Tricolore vola a 13 punti consolidano l’8° posto (l’ultimo valido per centrare i playoff) e si piazza a un solo punto dalla stessa Tuscania, con aspirazioni anche verso 6° e 5° posto. Mentre dietro, il passo falso di Aversa (che resta a otto e scivola all’ultimo posto), ma sale invece Santa Croce che dopo la grande vittoria contro Spoleto ha ottenuto tre punti che le permettono di andare a 9 punti e di venire a giocare al PalaBigi giovedì sera alle 20,30 un verso e proprio scontro diretto contro la Conad. 

Kody ha messo a segno 23 punti a Viterbo

Coach Pupo Dall’Olio applaude i suoi, ma invita a pensare subito al match contro i toscani, lanciando loro la sfida. “Con Tuscania abbiamo centrato una vittoria importantissima in chiave classifica e per il morale perché abbiamo avuto una grande reazione dopo i due ko. Ero rammaricato soprattutto per l’ultima sconfitta contro Castellana Grotte perché potevamo portare a casa qualcosa di più. I ragazzi hanno fatto loro questa voglia di recuperare e riscattarsi. Non era semplice, venivamo da prestazioni altalenanti. Siamo partiti con buon piglio, abbiamo avuto continuità e fatto un’ottima partita in ricezione, attacco e muro. Tutto questo ha messo grande pressione a Tuscania, unito a un bell’atteggiamento messo in campo e con un’intensità mantenuta costante nel match, oltre che essere stati lucidi. Mi fa piacere anche che chi è entrato dalla panchina abbia fatto bene. Dobbiamo limare ancora alcuni passaggi a vuoto, soprattutto con qualche palla semplice che ci scappa di mano, abbiamo ancora una gestione non buona su alcune situazioni semplici. Giovedì arriva Santa Croce? Sarà una partita molto ostica perché loro hanno voglia di risalire in classifica. E poi hanno due fuoriclasse come Vermiglio e Dennis che sono di un’altra categoria e sarà una gara davvero difficile. Ma credo che ci siamo dati una bella iniezione di fiducia e che faremo la nostra gara. Le partite si giocano sul campo”. 

Uno dei migliori in campo, come sempre essendo ormai una vera e propria certezza è Kody. Il puma camerunense ha segnato 23 punti e anch’esso applaude i suoi, ma invita i compagni a fare una gara migliore in vista di Santa Croce: “Era una partita chiave per ritrovare il morale alto e una partita di grande livello visto che comunque Tuscania è una bella squadra. Abbiamo giocato gasati, non come contro Siena e Castellana. Questi sono tre punti importantissimi e ce li siamo meritati. Siamo stati più uniti, abbiamo giocato più da gruppo e siamo rimasti più lucidi rispetto alle ultime uscite. Ma contro Santa Croce non basterà una prestazione come questa, ma dovremo dare molto di più. Abbiamo fatto errori che solitamente non facciamo e dobbiamo correggerli in vista di giovedì”.

Suonano la carica anche il libero Davide Morgese, autore di un’ottima prova in ricezione, e il centrale Antonio Cargioli, che ha messo a referto 8 punti: “Ci voleva questa vittoria dopo due sconfitte abbastanza pesanti in cui non eravamo riusciti a fare quello che sapevamo. Una vittoria di squadra e che ci dà una grande carica in vista della prossima partita. Abbiamo visto la luce in fondo al tunnel, sono rientrati tutti gli infortunati e si è visto che al completo possiamo fare paura a chiunque. Vorremmo un PalaBigi stracolmo giovedì sera perché con Santa Croce sarà un match importantissimo”.

STREPITOSA CONAD: ESPUGNA VITERBO SCHIANTANDO TUSCANIA 3-0

By | News | No Comments

UNA GRANDISSIMA CONAD ESPUGNA IL FORTINO DI TUSCANIA PER 3-0 E SI PORTA A CASA TRE PUNTI FONDAMENTALI IN CHIAVE PLAYOFF. KODY TRASCINA REGGIO CON 23 PUNTI E UN OTTIMO 70% IN ATTACCO. E GIOVEDI’ ALTRA BATTAGLIA AL PALABIGI DOVE ALLE 20,30 ARRIVERA’ SANTA CROCE 

La Conad festeggia la vittoria a fine partita a Viterbo

 

Una prova di forza straordinaria quella della Conad che nella 3^ giornata della pool promozione di Serie A2 UnipolSai espugna Viterbo, fortino della Maury’s Tuscania, col punteggio di 0-3, portandosi a casa il massimo bottino possibile. La truppa di coach Dall’Olio coglie la sua prima vittoria nella seconda fase e lo fa in una partita chiave perché rafforza l’8° posto (l’ultimo utile per centrare i playoff) e si avvicina al 7° occupato proprio da Tuscania che dista solo un punto ora. Ma soprattutto il Volley Tricolore tiene a debita distanza le inseguitrici Aversa e Santa Croce, quest’ultima che verrà al PalaBigi giovedì sera alle 20,30. Splendide le prove di Kody che ne segna 23, di Dolfo (11) e Suljagic (10). 

Davide Morgese ha offerto una grande partita in ricezione, salvando diversi palloni difficili

La partita Il primo punto del match al PalaMalè di Viterbo, una vera e propria torcida grazie ai tifosi di casa, lo mette a segno Cargioli con un bel primo tempo: Conad avanti 0-1. Set però molto equilibrato: 5-5. Break di Reggio, il primo della partita, targato Silva-Kody, dopo una grande difesa di Morgese: 5-8, la squadra di coach Dall’Olio prova ad incrementare. Tuscania non demorde e torna sotto, ma il Volley Tricolore con un altro mini break torna a +3: 11-14 grazie a un muro di Suljagic che aveva salvato un pallone vagante addirittura di testa! Tuscania però arriva al -1: 15-16. Pupo Dall’Olio chiama timeout per scuotere i suoi e Dolfo suona la riscossa con una sassata in diagonale: 15-17. Ma un mani-fuori e una schiacciata out di Kody consegnato la parità alla Maury’s: 17-17. Il Black Mamba Kody sigla due ace consecutivi e la Conad viaggia sul +3: 17-20. Ma non è affatto finita, coi laziali che tornano ancora ad impattare: dal 21-21 al 23-23. Ma Kody (11 punti in questo primo set) decide di chiudere la pratica (23-25) e la Conad si porta sullo 0-1!

Dolfo mette giù il primo pallone del secondo set dopo un’alzata tesa e veloce di Beccaro. Kody centra una fila di servizi positivi impressionante e resta al turno in battuta, facendo volare la Conad che prende subito il largo: 2-7, grazie anche ad un superlativo Suljagic. Ma Tuscania non molla mai e agguanta il pari e poi va a condurre: 11-10. Ma la Conad resta attaccata e si lotta punto a punto, con le due squadre che si rispondono colpo su colpo fino al 17-17. La Conad tenta l’allungo decisivo sul 17-19 e poi sul 18-20 con un bel punto di Kody. Ma Tuscania col cuore riprende il 20-20. Ma Reggio ritorna sopra sul +3: 20-23, nel momento clou del set. Poi dopo una schiacciata out di Shavrak e un po’ di polemiche su un video check chiamato dai padroni di casa, Reggio s’intasca anche il secondo set col 21-25 ed è 0-2.

Tuscania mette in campo la prima palla del terzo set ma è Ludovico Dolfo che conclude l’azione in favore di Reggio Emilia. Kody e Silva picchiano sulle mani del muro, il Volley Tricolore guadagna qualche punto di vantaggio e sul 4-8 Cargioli mura e segna un altro punto per la formazione di Coach Dall’Olio. Nonostante le 6 lunghezze di svantaggio, Tuscania non molla e, incitata dalla tifoseria scatenata, tenta la risalita. La Maury’s guadagna qualche punto ma la Conad mantiene alta la concentrazione, sul 14-19 sale Scaltriti alla battuta ma Maciel vanifica il cambio di Dall’Olio chiudendo l’azione in favore di Tuscania. Muro di Suljagic e la Conad si appresta a concludere il set. 18-24, Ottaviani alla battuta, servizio out e punto per Reggio Emilia che vince il set per 18-25 e match per 0-3.

Il tabellino

MAURY’SITALIANA ASSICURAZIONI TUSCANIA 0
CONAD VOLLEY TRICOLORE REGGIO EMILIA 3
(23-25, 21-25, 18-25)

TUSCANIA: Buzzelli 2, Talarico , Calonico 3, Sesto 5, Ottaviani 7, Mazzon 10, Bondini , Maciel 13, Shavrak 3, Vitangeli, Bondini. Libero: Marchisio. Non Entrati: Dellepiaggi, Pieri (L). Allenatore: Montagnani.
REGGIO EMILIA: Suljagic 10, Norbedo , Soli 2, Dolfo 11, Cargioli 8, Beccaro 3, Kody 23, Silva 5, Scaltriti. Libero: Morgese. Non Entrati: Miselli, Bevilacqua, Rossati. Allenatore: Dall’Olio.
Arbitri: Rolla e Mattei.
Note: Durata set: 0.27, 0.29, 0.24, totale: 1.20h. Tuscania: ace1 , errori battuta 6, muri 6, errori avversari 19. Reggio Emilia ace 4, errori battuta 10, muri 12, errori avversari 13.

CONAD A VITERBO PER SFIDARE TUSCANIA

By | News | No Comments

DUE MATCH DI FUOCO E IMPORTANTISSIMI NEL GIRO DI CINQUE GIORNI
DOMANI LA CONAD VA A VITERBO PER AFFRONTARE TUSCANIA, GIOVEDI’ AL PALABIGI ARRIVA SANTA CROCE. CI SI GIOCA UNA FETTA DI PLAYOFF 

Luka Suljagic è atteso come grande protagonista del match dopo aver fatto una grande partita mercoledì scorso

La Conad viaggerà alla volta di Viterbo domani per affrontare Tuscania, match valido per la 3^ giornata di pool promozione della Serie A2 UnipolSai. La prima battuta sarà alle ore 18 (diretta streaming SporTube) Entrambe le squadre vengono da due sconfitte consecutive nella seconda fase: i reggiani contro Siena e Castellana Grotte, mentre i laziali contro Bergamo e Spoleto. Ed ambedue sono ferme al punteggio col quale sono entrati in graduatoria. Si tratta infatti di un vero e proprio scontro diretto, molto importante in chiave playoff.
Tuscania infatti è al 7° posto della pool promozione con 14 punti, dietro c’è proprio il Volley Tricolore con 10 punti.

Insomma, Reggio vuole e deve vincere per tentare anche di scalare posizioni. Un successo significherebbe balzare alle calcagna di Tuscania, tenere lontano Aversa che è nona a 8 punti, ma soprattutto presentarsi giovedì al PalaBigi (ore 20,30) contro Santa Croce che è al decimo posto con 6 punti. Un doppio appuntamento che diventa fondamentale dunque per la truppa di coach Pupo Dall’Olio che in settimana ha cercato di lavorare più sulla testa e sull’aspetto psicologico di capitan Silva e compagni. L’amarezza per la sconfitta contro Castellana Grotte di mercoledì, partita in cui la Conad avrebbe meritato qualcosa di più, resta sul palato. Ma la voglia e la determinazione non manca a questa squadra che vorrà dunque trasformare la rabbia in energia agonistica.

Gli avversari Davanti però si troverà una squadra ostica, come lo sono tutte in questa seconda fase. La Maury’s Tuscania si è piazzata sul gradino più basso del podio nel girone bianco di regular season, alle spalle dei rulli compressori Siena e Castellana Grotte. Innanzitutto può contare su una guida tecnica di spessore, ossia Paolo Montagnani che ha in dote tanta esperienza in massima serie (Molfetta, Padova, Città di Castello) e addirittura un anno in Giappone al Suntory Sunbirds. I punti di forza sono l’opposto brasiliano Maciel De Souza, classe ’88, 196 centimetri di potenza e precisione. Occhio poi sotto rete dove agiscono gli esperti Calonico e Sesto. A martellare poi il giovane Mazzon, classe ’96, scuola Treviso e con esperienza anche a Trento; però attenzione anche ad Ottaviani, idolo di casa essendo viterbese doc e scuola Roma Volley, oltre che all’ucraino Shavrak. Un’assenza pesante però sarà quello di Riccardo Pinelli, palleggiatore scuola Modena, che l’anno scorso aveva deliziato e portato in alto Vibo Valentia. A gennaio per sopperire all’assenza, Tuscania è corsa ai ripari ingaggiando l’alzatore brasiliano Talarico.
Perfetta parità nel bilancio dei precedenti fra Tuscania e Reggio: su 4 confronti, due vittorie per parte.

“IL NOSTRO CAMPIONATO LO ABBIAMO GIA’ VINTO”

By | News | No Comments

IL PATRON SANTINI A 360 GRADI, TRA SQUADRA, PLAYOFF, PRESENTE E FUTURO. “MI ASPETTAVO QUALCOSA DI PIU’ DA QUESTE DUE PARTITE, MA SIAMO GIOVANI. GUAI A MONTARSI LA TESTA, ORA DOBBIAMO FARE RISULTATO CONTRO TUSCANIA E SANTA CROCE. PROSSIMA STAGIONE? BISOGNA COMINCIARE A PARLARNE, MA STIAMO ANDANDO BENE E SIAMO CONTENTI DEL NOSTRO RAPPORTO CON CONAD CHE MI AUGURI CONTINUI. CONAD NON E’ SOLO SUPERMERCATI E COMMERCIO, MA E’ ATTENZIONE AL TERRITORIO, VOGLIA DI INVESTIRE SULLA CRESCITA DEI NOSTRI GIOVANI E DELLA CITTA’” 

Il patron del Volley Tricolore Azzio Santini

La Conad si prepara ad affrontare il match di domenica contro Tuscania che sarà valido per la 3^ giornata di pool promozione del campionato di Serie A2 UnipolSai. Il Volley Tricolore è all’8° posto con 10 punti in questo momento e virtualmente basterebbe per piazzarsi tra le prime otto che accedono ai playoff. I risultati di Aversa e Santa Croce che hanno perso entrambe mercoledì hanno dato una mano. Ma il vice-presidente esecutivo e patron del club Azzio Santini si aspettava qualcosa di più delle due sconfitte con Siena e Castellana Grotte e senza fare drammi, cerca di spronare la squadra a fare risultato domenica e giovedì sera quando al PalaBigi arriverà Santa Croce per un vero e proprio scontro diretto, importante in chiave qualificazione.

Santini, si aspettava qualche punto in queste prime due gare?

“Sì, sono sincero, mi aspettavo qualcosa in più dalla squadra. Anche perché i risultati di queste prime due giornate dimostrano che il nostro girone di regular season, contrariamente a quello che si pensava, era più competitivo. Aversa e Santa Croce hanno perso rispettivamente contro Mondovì e Bergamo, con risultati netti. Qualcosa vorrà pur dire. Però ci va bene perché in questo modo restano dietro di noi”.

Domenica si va a Viterbo per affrontare Tuscania e giovedì match importantissimo al PalaBigi proprio contro Santa Croce.

“Saranno due partite fondamentali. Tuscania mi sembra in difficoltà e quindi dobbiamo puntare al massimo bottino. Ci servono punti per presentarci con un buon margine di vantaggio alla partita di giovedì contro Santa Croce che sarà fondamentale, perché se riuscissimo a staccarla sarebbe un bel vantaggio in classifica per noi. Chiedo una svolta ai giocatori che non vorrei si fossero montati la testa. Anche se non faccio certo drammi, il nostro “campionatino” lo abbiamo già vinto, qualificandoci per la pool promozione e dunque salvandoci. Però chiaramente ora che siamo qui, perdere scoccia sempre…”.

Da anni ormai gli obiettivi minimi sono sempre stati centrati, anzi è sempre arrivato qualcosa in più delle aspettative.

“Sì, rispetto alle risorse che mettiamo sul piatto non abbiamo che da esser soddisfatti. Diverse squadre hanno budget maggiori, ma magari sono arrivate dietro di noi. Queste sono soddisfazioni. Noi siamo una delle squadre più giovani, con nomi poco altisonanti. E ci sta di pagare qualcosa sul fattore esperienza, ma siamo contenti e abbiamo grande fiducia in questo progetto di squadra”.

Ci avviciniamo ormai ai ¾ di stagione. È tempo di cominciare a pensare anche al futuro?

“Forse ora è prematuro, ma sarebbe ora di cominciare a farlo soprattutto dal punto di vista dell’aspetto economico. Visto il nostro andamento positivo degli ultimi anni, credo non ci siano motivi per pensare di interrompere il rapporto con nessuno, specie con Conad che è una grande realtà. Che ci è stata, ci è e che spero ci sarà di grande aiuto per continuare ad offrire uno spettacolo di livello e degno di una città come Reggio Emilia. Conad è molto attenta al territorio, non è solamente commercio e supermercati. Ma investe sullo sport, come per noi dalla prima squadra al settore giovanile. Ha sempre avuto priorità importanti che vanno al di là dei profitti, spendono per dare opportunità di crescita a tutti. E l’abbinamento col nostro sport, fatto da un ambiente pulito e sano, rivolto a famiglie e giovani, lo dimostra alla grande”.