Ad Iglesias per la nona, la Conad non vuole sbagliare nulla

By 10 Gennaio 2014News

Qualcuno ha detto che il primo avversario di questa gara sarà la testa, più che l’avversario.
In realtà, la Conad Reggio Emilia dovrà guardarsi sia dall’evitare di sottovalutare la rivale della nona giornata del girone d’andata, ma anche pensare che Iglesias farà di tutto per ottenere anche contro la capolista del girone qualche punticino per l’obiettivo salvezza.
E’ un testacoda quello che va in scena al Palazzetto dello Sport della cittadina sarda (fischio d’inizio sabato alle ore 15.30), con la truppa di Luca Cantagalli che si presenta per la terza trasferta sull’isola con 18 punti in più rispetto ai cagliaritani, ultimi a quota 4.
La Conad va così in caccia del nono successo in nove gare di campionato, ma soprattutto proverà ad allungare in classifica sulle dirette rivali.
Cagliari, seconda a 4 punti dai giallorossi, gioca infatti un derby delicatissimo ad Olbia, mentre Forlì è a -6 e Santa Croce a -8 da Guemart e compagni.
E allora si vuole ricominciare nel 2014 da dove si era lasciato, perchè questa squadra ha chiarito sin dal primo giorno di raduno di non dover lasciare nulla, cercando una doppietta ora possibile grazie al prosieguo del cammino anche in Coppa Italia.
Il sogno del ritorno immediato in serie A2 passa però anche da gare come quella di Iglesias, alla quale i giallorossi arrivano al gran completo.
Mentre si festeggiano in aereo i 19 anni di Federico Santini, il più giovane del gruppo, si vola in Sardegna con tutti e 13 gli effettivi a disposizione.
Coach Cantagalli dovrebbe quindi proporre il consueto sestetto, con le diagonali Guemart-Bartoli, Cuda-Tiozzo, Benaglia-Tondo e Catellani libero.
Dordei, Bassoli, Sideri, Magnani, Santini e Tataru pronti a dare il solito contributo in una gara che vale 3 punti come tutte le altre.