NEWS

Interviste post test match a Bucciarelli e Perotto

By | News

Ultimo test match per una Conad che ha sofferto la Consar RCM Ravenna nel secondo e terzo set, che hanno infatti chiuso a loro favore i rossoblù; Un match iniziato a favore dei ragazzi di Cantagalli, per poi passare nelle mani dei padroni di casa. Sul finale hanno poi dettato il ritmo i reggiani giallorossi. Allenamento congiunto terminato per 2-2 lo commenta il giovane centrale Nicholas Bucciarelli: “Per noi è stata una partita importante, a muro potevamo fare meglio, abbiamo sporcato molti palloni; anche in attacco sicuramente non abbiamo espresso il nostro miglior gioco, comunque ce la siamo cavata. Ravenna ha difeso tanto ed è riuscita a metterci in difficoltà anche dai nove metri”. 

Il prossimo incontro sarà direttamente in Regular Season che inizierà il 9 ottobre, dove Volley Tricolore affronterà la HRK Motta di Livenza in trasferta a Padova alle ore 18:00: “Siamo pronti al campionato, – continua il centrale Bucciarelli – c’è ancora da lavorare tanto in questa ultima settimana ma noi non molliamo e continueremo a lavorare sodo come abbiamo fatto fin ora”.

“Il match è stato difficile – racconta ai microfoni di Reggio Emilia il brasiliano Luiz Perotto – abbiamo visto belle azioni ma abbiamo anche avuto qualche momento buio; cercheremo di risolvere i problemi in settimana per arrivare pronti al campionato. La ricezione oggi non è andata bene ma con Luca alle redini del team sono certo risolveremo questi tecnicismi che ancora devono rodare, avremo sicuramente bisogno di comunicare di più in campo e di sostenerci a vicenda; abbiamo ancora una settimana intensa da affrontare”.

Si ricorda che la Lega Pallavolo Serie A ha annunciato il posticipo della prima gara di andata tra Reggio Emilia e Motta di Livenza, si giocherà infatti domenica 9 ottobre 2022 alle ore 18:00 alla Kioene arena di Padova.

Ultimo pre season: la Conad pareggia 2-2 a Ravenna

By | News

Ultimo allenamento congiunto quello di Conad Volley Tricolore che affronta i ravennati. Due squadre ambiziose con una panchina molto lunga, ma quella della Consar RCM ha dimostrato grande carisma. Il match finisce in pareggio per 2-2. Prossimo incontro domenica 9 ottobre ore 18:00; posticipata la prima di campionato.

Le squadre: Reggio schiera la diagonale Sperotto-Suraci, Perotto e Meschiari in banda, al centro Elia e Bucciarelli; difende la seconda linea Cantagalli M. Per Ravenna scendono in campo: Coscione, Bovolenta, i centrali sono Arasomwan e Comparoni, in banda Orioli e Pinali; libero Goi.

Apre le danze Meschiari con un rigore (2-1). Allunga Suraci con un ace (4-6); Comparoni non ci sta e mette a segno un primo tempo (5-6). Altro ace del brasiliano Perotto: è parità (11-11). Suraci prova a replicare in battuta ma Coscione smarca Comparoni, match di nuovo in parità sul 14. Il set è ancora in fase di stallo; la pipe dei rossoblù porta le formazioni sul 17-17. Prima Meschiari e poi Perotto i ragazzi di Cantagalli si prendono un break di vantaggio (17-19). Vince il set Suraci con il suo secondo ace (22-25).

Ravenna parte carica il secondo set, trova un buon allungo per 4-1; prova ad accorciare Suraci, ma il suo attacco nei tre metri non basta: Comparoni mette a segno il punto dell’8-3. Pinali usa le mani del muro giallorosso (11-6). Il vicecapitano Sperotto anticipa il gioco del regista avversario e mette a segno sul suo tabellino un monster block (14-10). Reggio Emilia lotta per accorciare il distacco e ci riesce con due punti di Perotto (17-12). Ace di Mancini, Ravenna guadagna dieci set point (24-14). Un errore di Mian concede il set alla Porto Robur Costa (25-14).

Terzo tempo che da ai giallorossi voglia di rifarsi, ci pensano prima Sperotto e poi Perotto con due ace a dettare il ritmo (2-3). La mette a terra l’opposto Suraci e tiene i suoi attaccati ai padroni di casa (6-5). Coscione gestisce molto bene il reparto schiacciatori e permette alla Consar RCM un vantaggio di quattro misure (11-7). Arasomwan picchia dalla zona tre (14-8). Cantagalli chiama tempo e Meschiari reagisce (17-10). Dalla seconda linea trova il buco Orioli (20-12). Di nuovo set point per i rossoblù che conquistano il set con un ace (25-15).

Si gioca il quarto set con Ravenna avanti per 2-1, questa volta provano a condurre i giallorossi (2-4). La coppia Bucciarelli-Sperotto chiude a muro il 4-7. Errore avversario in battuta e poi la chiude Perotto: Reggio si fa sentire (8-10). Ci pensa Suraci a fermare il gioco con un muro e lo imita poi il capitano Elia (9-13). Accorcia Truocchio Rainieri fermando Suraci a rete, ma lo stesso opposto guadagna di nuovo il break di vantaggio con una parallela (14-16). Appoggio perfetto di Torchia e Sperotto apre in banda a Mariano (16-20). Sale Santambrogio e firma l’ace del 16-21. Set point per Volley Tricolore: si prende il secondo set Alberto Elia con una sette (19-25), finisce in pareggio per 2-2

Il prossimo appuntamento è domenica 9 ottobre a Padova contro la HRK Motta Di Livenza alle ore 18:00 per la prima di campionato. La partita è stata posticipata.

Conad Reggio Emilia – Consar RCM Ravenna: 2-2

22-25(22′), 25-14(23′), 25-15(21’), 19-25(24′).

CONAD REGGIO EMILIA:
Santambrogio 1, Maziarz n.e., Mariano 3, Perotto 16, Cantagalli M. (L), Sperotto 2, Meschiari 9, Cantagalli D.n.e., Mian 1, Elia 5, Torchia (L), Bucciarelli 4, Suraci 15.

Coach: Luca Cantagalli
 
CONSAR RCM RAVENNA:

Comparoni 12, Coscione 2, Orto (L), Pol 4, Bovolenta 6, Aramsomwan 10, Pinali 12, Goi(L), Mancini 2, Truocchio Rainieri 6, Orioli 8, Ceban 2, Tomassini 0.

Coach: Marco Bonitta

Note Reggio Emilia: ace 7, service error 8, ricezione 53%, attacco 36%, muri 11

Note Ravenna: ace 6, service error 14, ricezione 52%, attacco 49%, muri 10.

Nicolò Volpe miglior centrale dell’Europeo Under20

By | News

Un altro azzurrino in casa tricolore: Nicolò Volpe, centrale classe 2003 torna a casa con un trofeo, perchè vince l’Europeo Under 20 e viene nominato miglior centrale. 

Nicolò com’è andato il pool che vi ha permesso di qualificarvi in semifinale per poi vincere la manifestazione?

“Ci siamo trovati nel girone più difficile con avversari molto forti, uno più dell’altro, a partire dalla prima partita con la Slovenia. La prima vittoria quella più importante perché ci ha dato la carica da subito. Abbiamo sofferto con la Francia: eravamo avanti ma ci hanno messi in difficoltà in battuta; abbiamo capito come una partita può cambiare anche se sei sopra di due set; il giorno dopo siamo scesi in campo determinati e l’abbiamo chiusa per 3-0 con la Slovacchia”.

Un giorno di riposo e poi sotto con la Serbia, squadra forte fisicamente, primi set tesi e poi dal terzo tempo si è vista una buona pallavolo, i ragazzi di Battocchio avevano già l’accesso alle semifinali matematicamente ma dovevano giocare ancora con la Polonia: “Volevamo dimostrare che eravamo cresciuti nel corso dell’Europeo e giocarcela contro i campioni del mondo senza paura, abbiamo difeso tanto e non abbiamo mollato; andare in semifinale è stata un’emozione unica”.

Hai vinto anche l’EYOF, ormai per te indossare la maglia azzurra è un orgoglio: “E’ stata la prima semifinale europea da titolare che ho giocato, avevo la pelle d’oca; avevamo già affrontato la Bulgaria all’European Youth Olimpic Festival e conoscevamo il loro gioco. La tensione non ha aiutato, ma una volta tolta la pressione abbiamo lavorato bene a muro e in difesa. A fine partita non potevo crederci: avremmo affrontato il giorno dopo la Polonia in finale.

Giocavamo in Italia con 2000 persone che ci sostenevano e altrettante connesse; finale complicata sia fisicamente che mentalmente, venivamo da una vittoria con i polacchi ma questo non voleva dire avere l’Europeo in mano. Noi però abbiamo reagito, volevamo questa vittoria, ci siamo riuniti prima del tie-break e abbiamo deciso di combattere fino alla fine; siamo stati gli ennesimi a vincere un Europeo. Il movimento della pallavolo italiana sta facendo davvero bene e alzare un altro trofeo è la prova che lo sport in questo paese è di altissimo livello”.

L’agnelli Tipiesse si prende la sua rivincita per 0-4

By | News

Secondo allenamento congiunto contro Bergamo, questa volta la Conad Reggio Emilia gioca in casa: sfida importante nella quale i grigioblù cercheranno di rifarsi dopo la sconfitta 1-4 a Bergamo.

Il match termina 0-4 per l’Agnelli Tipiesse Bergamo, con un primo set condotto dagli ospiti che tengono sempre un break di vantaggio; nonostante gli sforzi dei reggiani Bergamo ha la meglio e si porta sul +1 (22-25). Secondo set dominato dagli avversari: parità fino al 10-10 ma poi l’Agnelli Tipiesse scappa e si prende anche il secondo set (22-25). Terzo tempo dominato dagli ospiti: vincono il set con sei punti di vantaggio (19-25). Quarto set vinto ancora da Bergamo (22-25).

Per il primo set scendono in campo i padroni di casa con: Sperotto, sulla sua diagonale l’opposto Cantagalli D., al centro Elia e Maziarz, in banda Meschiari e Perotto, libero Torchia.

Graziosi schiera: Jovanovic, l’opposto Padura Diaz, al centro Cargioli e Copelli; il capitano Cominetti e Mazzon in posto quattro, il libero è Toscani

Parte il match con un attacco di Cantagalli D. ed è parità (1-1). Allungano i bergamaschi che vanno forte (7-10). Due monster block reggiani fermano l’avanzata grigioblù (10-11). Doppio cambio sulla diagonale di Reggio: sale Santambrogio che, su ricezione perfetta di Torchia, offre a Suraci la palla che riesce a chiudere in diagonale stretta (14-17). Ottimo servizio di Maziarz che ottiene l’ace del 15-17. Accorciano i giallorossi e Suraci li porta a -1 (17-18). Copelli si aggiudica il primo tempo del 19-21; Cantagalli D. accorcia (20-22). Lo sforzo di Reggio non basta: chiudono il set gli ospiti (22-25).

Secondo parziale, formazioni invariate e Cantagalli D. sembra inarrestabile: blocca l’Agnelli Tipiesse (6-7). Battuta efficace di Meschiari che obbliga la ricezione di Cominetti a regalare un rigore a Perotto (9-10). Cerca di prendere il largo il regista lombardo, ma Maziarz trova il buco dietro al muro (10-10). Perotto cerca di passare tra le mani del muro ospite ma viene fermato e i grigioblù trovano il +3 (11-14). I ragazzi di Graziosi non mollano, la seconda linea è presente e agguerrita (17-21). Dai nove metri il vicecapitano Sperotto mette in difficoltà la ricezione avversaria e poi Cantagalli D. mette a terra il 19-22. Murato Mariano, salito per Meschiari, garantisce a Bergamo quattro palle set (21-24). L’Agnelli Tipiesse si porta a +2 (22-25).

Terzo set con qualche variazione: sale Mariano per Meschiari. Cantagalli D. accorcia le distanze (2-4). Padura Diaz si fa sentire e con la sua parallela da posto due guadagna ben tre punti di vantaggio (7-10). Sperotto fa punto in battuta e trova il pareggio (10-10). La squadra di capitan Cominetti non vuole replicare il risultato dello scorso test match: è ancora +2 (10-12). Volley Tricolore dice basta: Mariano porta i suoi in testa (13-12). Coach Cantagalli D. ferma il gioco per suonare la carica ai sui (13-16). Mariano trova il mani out (14-19). Doppio cambio ancora: Suraci picchia forte (16-22), ma Cominetti si prende la rivincita (17-23). Suraci ci mette le mani e tenta il recupero a muro (19-24), ma Cominetti dalla seconda linea conquista il terzo set (19-25).

Si gioca lo stesso il quarto set: Reggio varia con Suraci, Mian, Mariano e Santambrogio; mentre Bergamo mette in campo Catone e Baldi. Inarrestabili i ragazzi di Graziosi, Mariano cerca di mettergli i bastoni tra le ruote (2-3). Sorpasso giallorosso: Maziarz mette il turbo dai nove metri e trova un’ace (6-5). Pallonetto di Elia vincente (8-7). Baldi tira a tutto braccio e riporta i suoi in vantaggio (9-12). Prima Mariano e poi Suraci, la Conad accorcia (12-14). Allungano ancora i grigioblù e con un errore di Reggio si portano a +3 (16-19). Suraci trova l’ace sul 20-21. Santambrogio porta le squadre in parità con il muro su Cominetti (21-21). Ancora Suraci dalla seconda linea (22-22). Ace per Cominetti che mette la sua squadra al sicuro con due palle set. Chiude il match un errore di Mian (22-25).

Conad Reggio Emilia – Agnelli Tipiesse Bergamo: 0-4

22-25(26′), 21-25(25′), 19-25(24’), 22-25(23′).

CONAD REGGIO EMILIA:
Santambrogio 2, Maziarz 6, Mariano 7, Perotto 8, Cantagalli M. (L), Sperotto 3, Meschiari 5, Cantagalli D. 22, Mian 1, Elia 5, Torchia (L), Bucciarelli n.e., Suraci 6.

Coach: Luca Cantagalli
 
AGNELLI TIPIESSE BERGAMO:

Copelli 6, Held n.e., Catone 0, Lavorato 0, Cargioli 8, Cominetti 18, Toscani (L), Pahor n.e., Baldi 9, Mazzon 13, Cioffi 6, Padura Diaz 8, De Luca (L), Jovanovic 4.

Coach: Gianluca Graziosi

Note Reggio Emilia: ace 6, service error 14, ricezione  44%, attacco 40%, muri 9.

Note Bergamo: ace 8, service error 9, ricezione 44%, attacco 47%, muri 15.

Il prossimo test match sarà giovedì 29 a Ravenna; l’incontro con Cantù previsto per questo sabato è stato annullato di comune accordo tra le società.