NEWS

L’opposto Antonino Suraci abbraccia Reggio Emilia fino al 2024

By | News

Altra importante riconferma che vale doppio: Antonino Suraci vestirà giallorosso fino al 2024. “Rimanere a Reggio è sicuramente motivo di grande orgoglio, proverò insieme ai miei compagni a difendere quello che rappresenta in questo momento la nostra maglia.”

Schiacciatore di posto due e 200 centimetri di altezza spiega la firma del biennale con Reggio Emilia: “Sicuramente il rapporto che ho con la società e tutti i dirigenti, la stima e la competenza dello staff hanno influito; mi sono sempre sentito accolto fin dal primo giorno, come se fossi una persona di famiglia. Non ho mai pensato di abbandonare la società senza prima avere ascoltato il loro progetto per il mio futuro, a maggior ragione dopo aver vinto il campionato e aver fatto un percorso incredibile la passata stagione.” Un altro fattore che ha influito sulla riconferma è la città: “Ormai Reggio Emilia è la mia seconda casa.”

L’opposto classe 1996 ha grande fiducia nel nuovo gruppo, giovane e competitivo sono ingredienti promettenti: “Sono contento di poter continuare a lavorare con Fabio Fanuli, è stata una persona fondamentale all’interno della squadra con i suoi consigli tecnici; trovo l’accoppiata con Cantagalli vincente e sono fiducioso. Si sta formando una panchina molto lunga come negli anni passati e come abbiamo visto è fondamentale per inserire giocatori anche a partita avviata”.

Campionato avvincente, sicuramente il prossimo anno non sarà facile prevedere chi accederà alla fase di playoff; roster competitivi e ben costruiti in tutta Italia: “Sarà sicuramente difficile replicare il 2021/22 ma faremo del nostro meglio; l’obiettivo deve essere quello di raggiungere una situazione di comfort all’interno della classifica il prima possibile, poi cercare di farsi valere e lottare fino alle fasi finali. Spero di poter giocare un’altra finale di Coppa Italia o comunque di arrivare più avanti possibile ai Play Off e nella fase di qualifica per la Del Monte Coppa Italia

Con Maziarz al centro si concludono gli slot stranieri per la Conad

By | Senza categoria

Altro volto straniero per la Conad Reggio Emilia, quest’anno infatti la Lega Pallavolo Serie A consente l’acquisto di ben due stranieri e così Volley Tricolore porta tra le fila giallorosse Aleksander Maziarz.

Il centrale polacco viene da una stagione con la Cave Del Sole Lagonegro: “La scorsa stagione è stata una nuova esperienza per me, era il mio primo anno in Italia e il livello delle squadre all’interno del campionato era davvero alto ma ben bilanciato: fino all’ultimo match non era possibile determinare chi sarebbe passato alla fase di play off”.

Nato e cresciuto nelle giovanili polacche e poi una stagione in Grecia, il posto tre classe 1995 sente di dover dimostrare ancora qualcosa al campionato italiano e vuole mettersi in gioco per mostrare il suo vero potenziale: “Il campionato è già di alto livello, con la possibilità di avere ben due straniere in squadra sarà ancora più difficile arrivare alle fasi finali ma proverò a sfruttare la mia esperienza per ottenere il miglior risultato possibile.

Il Gruppo? Sono molto entusiasta: è fatto di giovani talentuosi che hanno ancora qualcosa da dimostrare a se stessi e alle altre squadre da affrontare”. Certamente il gruppo dovrà trovare la sua quadra ma il centrale, 205 centimetri di altezza,  crede che una buona alchimia tra i 13 elementi possa portare buoni frutti, specialmente alla corte di Luca Cantagalli.

Confermato lo scoutman Alessandro Mori

By | News

Altra riconferma, questa volta per lo staff tecnico di Volley Tricolore: lo scoutman Alessandro Mori sarà con i giallorossi per un’altra stagione. Insieme dal 2014 con la vittoria del campionato di Serie B e la vittoria della prima Coppa Italia, Mori si racconta molto felice di poter collaborare con la società reggiana: “Non potrei chiedere di meglio; non lo definisco un lavoro ma una passione.”

Lo scout è quella figura che all’interno del gruppo squadra lavora dietro le quinte; per questo aspetto viene molto spesso sottovalutato, ma al giorno d’oggi il così detto ‘rilevatore dati’ risulta essere fondamentale sia dal punto di vista tattico, che umano. Ebbene si, la statistica non solo evidenzia la sterile prestazione in percentuale del team, ma porta il giocatore ad essere propositivo e a dare sempre il meglio in campo, analizzando cosa può ancora migliorare della sua prestazione fisica. “Il ‘tabellino’ finale diventa strumento di confronto; una prestazione deludente può, a numeri, dare al giocatore quello scatto emotivo per dimostrare sempre e comunque il meglio di sé”. 

Lo scoutman, così fondamentale per il buon esito dell’analisi del match deve quindi seguire la squadra anche in trasferta: “Oltre alla creazione di un bell’ambiente, seguire il gruppo ti porta a capire le dinamiche che i ragazzi vivono in palestra e durante il tempo libero. Ti fanno sentire parte integrante della squadra, pur non essendo in campo ma alle loro spalle ed è giusto così: è come se fossi il loro ‘angelo custode’; evidenzio gli errori avversari e trasformo le statistiche in arma vincente. La figura di scout completa il gruppo squadra”.

Arriva il brasiliano Luiz Perotto in posto quattro per Reggio Emilia

By | News

Un volto internazionale si aggiunge al roster reggiano, prima volta che giocherà in Italia e per farlo ha scelto Volley Tricolore: Luiz Felipe Perotto è il nuovo posto quattro giallorosso. “Quando si è presentata l’opportunità di giocare a Reggio Emilia ero molto emozionato.  Ho già seguito e ammirato il lavoro del team sui social media e farne parte mi ha reso molto felice; il campionato italiano è di altissimo livello, sicuramente ci divertiremo”.

Classe 1992 originario del Brasile lo schiacciatore faceva parte della squadra Indonesiana di massima Lega: la Jakarta Pertamina Energi che si è posizionata al quarto posto nella stagione 2021/2022. Con i suoi 192 centimetri di altezza il brasiliano vanta esperienza nella massima categoria anche in Argentina e Asia, in particolare in Arabia Saudita, Thailandia ed Indonesia; una stagione anche in Libia nel 2018/2019.

Perotto ora è concentrato sull’avvenire: “Come obiettivo personale voglio offrire a tutta la squadra le mie migliori prestazioni, con l’esperienza che mi porto dalle mie stagioni in giro per il mondo spero di poter contribuire e aiutare la mia nuova squadra”. L’augurio è quello di poter dimostrare che la Conad Volley Tricolore ha voglia di lottare per vivere una stagione al cardiopalma; lo schiacciatore è impaziente di intraprendere questa nuova avventura: “Ci vediamo in campo, voglio conoscere i tifosi giallorossi per condividere grandi emozioni tutti insieme”.