Monthly Archives

Ottobre 2016

UNA SUPER CONAD TRAVOLGE LA CAPOLISTA BRESCIA

By | News | No Comments

UNA GRANDISSIMA CONAD MANDA AL TAPPETO LA CAPOLISTA BRESCIA GRAZIE AGLI SPETTACOLARI KODY E DOLFO DA RECORD E UN OTTIMO NORBEDO CHE FA VALERE LA LEGGE DELL’EX. REGGIO CONQUISTA FINALMENTE LA PRIMA VITTORIA IN CAMPIONATO E TRE PUNTI FONDAMENTALI PER LA CLASSIFICA 

Kody attacca e Dolfo osserva, i due sono stati grandi protagonisti della vittoria contro Brescia

Kody attacca e Dolfo osserva, i due sono stati grandi protagonisti della vittoria contro Brescia

Pazza Reggio. Ormai il pubblico lo ha capito. Il Volley Tricolore è quella squadra capace di perdere le prime partite contro le neopromosse e poi di battere la capolista, la squadra più in forma del momento. E così fu anche nella scorsa stagione quando si partì malissimo, finendo nei bassifondi della classifica, ma poi si risalì a suon di vittorie fino a una splendida semifinale playoff. Speriamo che anche quest’anno sarà così. Ci sono volute quattro giornate per il primo successo del Volley Tricolore e la prima gioia della gestione James Costi. Nella 4a giornata di campionato Serie A2 UnipolSai, la Conad – nonostante le defezioni – manda al tappeto al PalaBigi la Centrale del Latte Mc Donald’s Brescia dell’ex nazionale Alberto Cisolla, limitato dalla difesa reggiana che gli ha concesso solo 11 punti. Mattatori Kody con 18 punti (che supera così i 500 punti in carriera in regular season) e Dolfo con 17 (a solo un punto dai mille in carriera). E così ora il Volley Tricolore guadagna morale, consapevolezza e soprattutto tranquillità per il prosieguo del campionato. Ma ora non ci si deve cullare sugli allori, domenica prossima a Cantù bisogna confermarsi.

Match che inizia subito con buoni presagi col primo punto per la Conad firmato da Kody ma Brescia non si fa sorprendere e sale subito in vantaggio per 1-2. L’ex Norbedo va alla battuta per la formazione di casa con un parziale di 7-5 e i reggiani mantengono il vantaggio di +2. Dolfo gioca sul muro e guadagna punti importanti per i suoi che portano il vantaggio a +4 con il punteggio sui 12-8. Brescia si fa sotto ma il primo tempo di Norbedo dà respiro alla Conad. Anche capitan Silva si fa notare con due bei salvataggi in difesa e il Volley Tricolore mantiene il vantaggio con 17-14. Sul sedicesimo punto per Brescia viene chiamato il video-check da Costi ma il punto viene confermato, palla a pelo sulla riga di fondocampo. Dolfo insiste e conquista la palla, Scaltriti alla battuta e punto per la formazione reggiana. La panchina ospite, costretta al time-out, tenta di spezzare la serie positiva ma arrivano altri due punti per i giallorossi che portano il punteggio sui 21-17. Palla in rete per Tartaglione che regala il punto e Norbedo invece che regalo emozioni segnando un ace che vale il set con un punteggio di 25-21.

L'ex di turno Marco Norbedo ha disputato un'ottima partita

L’ex di turno Marco Norbedo ha disputato un’ottima partita

Secondo set aperto da Tartaglione con Brescia subito su 0-2. Scaltriti al servizio per la formazione di Reggio Emilia, il muro dei ragazzi di coach Costi non perdona e li porta in vantaggio per 5-3. Cisolla, con tutta la sua esperienza, guadagna palla per i bresciani ma la Conad resiste e difende il vantaggio con i denti e con le unghie. Giulio Silva piazza nell’angolino di posto 5 per il 9-5; timeout ospite ma sfruttato positivamente anche dai ragazzi del Volley Tricolore che si caricano a vicenda. Zambonardi chiama il check su un attacco di Kody segnato dal primo arbitro “in”, ma la verifica la segna fuori ed è punto per Brescia, 12-10. I bianco blu tentano il pareggio ma Dolfo, con un attacco e due ace porta i suoi a +4! Arriva un punto di Tartaglione a dare speranze ai suoi ma l’errore in battuta di Esposito vanifica lo sforzo e Reggio Emilia conduce per 18-16. Gli ospiti chiedono il video-check su un attacco di Tartaglione ma è out e la Conad mantiene il vantaggio. La panchina reggiana chiama il timeout sul 22-20 e Kody porta a casa un altro punto. Primo setball per il Volley Tricolore che non lascia nulla al caso e con Dolfo in attacco chiude il set, 25-21: 2-0!

La Conad vuole chiuderla. Il terzo set si apre con un punto di Beccaro e ancora Scaltriti in battuta che mette a segno il primo ace. Di nuovo Dolfo e Kody che attaccano e i padroni di casa salgono a 4-2. Muro di Norbedo che segna il settimo punto e costringe Brescia al timeout. Il Volley Tricolore allunga e sale a 10-3 con la chiamata del secondo timeout ospite. I bresciani cercano di avvicinarsi e sul 12-6 va Tiberti alla battuta che guadagna un ace, ma Cargioli segna il tredicesimo punto per la formazione di casa. Sul 14-11 Costi chiama il timeout per tenere alta la concentrazione, ora non bisogna mollare! I giallorossi sembrano aver recepito il messaggio e Kody segna sul 16-12. Un po’ di confusione nel campo reggiano e subito Brescia tenta di guadagnare più punti possibili ma Silva, da buon capitano, gioca di testa e si prende il punto. Gli ospiti chiamano il check ma la decisione dell’arbitro viene confermata e il punteggio rimane a 20-16. Altro video-check chiamato da Brescia sul 22-17 per un tocco a muro ma nuovamente smentito e Kody torna in battuta. Questa volta è Reggio che chiede il check su invasione a rete di Cisolla ma non risulta ai tecnici ed è punto per gli ospiti. Agnellini al servizio per Brescia che guadagna un punto ma coach Costi chiama prontamente il timeout sul 23-21, le squadre tornano in campo e Kody mette giù la palla del 24esimo punto. Scaltriti al servizio per il primo match ball e la Conad vince set ed incontro con 25-21.

 

Il tabellino
CONAD VOLLEY TRICOLORE REGGIO EMILIA 3
CENTRALE DEL LATTE MC DONALD’S BRESCIA 0
(25-21; 25-21; 25-21)

REGGIO: Silva 4, Cargioli 3, Beccaro 3, Dolfo 17, Norbedo 7, Kody 18; Scaltriti 1. Libero: Morgese. Non entrati: Corbetti, Miselli, Cristofaro, Rossatti. Allenatore: Costi
BRESCIA: Cisolla 11, Esposito 8, Tiberti 2, Tartaglione 5, Agnellini 6, Bisi 14; Sorlini 3, Rodella 1, Statuto. Libero: Fusco. Non entrati: Fabi, Bonisoli (L), Tasholi, Bergoli. Allenatore: Zambonardi
Arbitri: Rossetti e De Simeis
Note: durata set: 24’, 30’, 28’, totale 1h 22’. Reggio ace 6, errori battuta 5, muri 8, errori avversari 22. Brescia ace 6, errori battuta 13, muri 2, errori avversari 13.

AL PALABIGI SFIDA ALLA CAPOLISTA BRESCIA

By | News | No Comments

MISSIONE PER LA PRIMA VITTORIA: LA CONAD CONTA SUL FATTORE PALABIGI PER BATTERE LA CAPOLISTA BRESCIA DELL’EX NAZIONALE ALBERTO CISOLLA

BECCARO E MISELLI: “DOBBIAMO ESSERE SERENI DI TESTA E NON PENSARE ALLE TRE SCONFITTE, VOGLIAMO VINCERE ANCHE PER I TIFOSI”

L’ASSISTANT COACH MARCO VERDI: “ABBIAMO LAVORATO MOLTO PSICOLOGICAMENTE IN SETTIMANA, CI SIAMO CONFRONTATI E SIAMO DETERMINATI A BATTERE LA PRIMA IN CLASSIFICA” 

Il palleggiatore Luca Beccaro

Il palleggiatore Luca Beccaro

Gettare il cuore oltre l’ostacolo per raccogliere la prima vittoria. È la missione del Volley Tricolore che domani affronta in casa al PalaBigi di via Guasco (prima battuta alle ore 18) la capolista Centrale del Latte Mc Donald’s Brescia valida per la 4a giornata di campionato Serie A2 UnipolSai. I lombardi vengono da due vittorie consecutive ottenendo 6 punti dopo aver perso solo al tie-break all’esordio, mentre la Conad deve riscattare tre sconfitte, di cui l’ultima amarissima domenica scorsa a Castellana Grotte: il 2-0 iniziale è stato solo un miraggio, perché i pugliesi hanno rimontato e vinto 3-2. E soprattutto vuole risalire dall’ultimo posto in classifica con soli 2 punti proprio in coabitazione con la Materdominivolley.

Missione non impossibile, ma comunque molto difficile perché dall’altra parte della rete rispetto ai reggiani ci sarà una squadra tosta. Brescia ha un gioco già collaudato avendo cambiato poco dall’anno scorso. Stesso allenatore, ovvero Zambonardi, e stessi punti cardini. A partire da Alberto Cisolla, che alla soglia dei 39 anni sembra non invecchiare mai e che ancora schiaccia a terra punti su punti risultando quasi sempre il top scorer dei suoi. Alla regia c’è la garanzia dell’espertissimo Tiberti, mentre a fare male il riconfermato Bisi, di scuola Modena, a cui si aggiungono gli innesti di Tartaglione che l’anno scorso ha fatto bene a Castellana Grotte e il centrale Esposito arrivato da Tuscania. Insomma, una squadra completa e davvero dura da battere.

Il centrale Andrea Miselli

Il centrale Andrea Miselli

Una settimana importante dunque quella trascorsa in palestra per la squadra di coach Costi, che ha dovuto preparare al meglio questa partita. Le sensazioni sembrano buone, a confermarlo è il palleggiatore Luca Beccaro: “Da questo momentaccio si esce con serenità e lavorando al meglio in palestra; dobbiamo ascoltare l’allenatore, essere uniti e dare il massimo e il meglio di se stessi. Sembrano banalità, ma questo è l’unico modo. Psicologicamente è un momento complicato, dopo 3 sconfitte di fila dove potevamo raccogliere 9 punti ne abbiamo presi invece solo 2. Ma restiamo tranquilli, concentrati e calmi. Dobbiamo far vedere che anche nelle situazioni più difficili sappiamo reagire e che abbiamo carattere. Brescia ha due elementi come Cisolla e Tiberti che sono giocatori forti e di grande esperienza. Dobbiamo limitare i loro punti forti e speriamo che arrivi la prima vittoria. Vogliamo vincere la prima partita in casa davanti ai nostri tifosi”.

A fargli eco è il centrale Andrea Miselli: “Brescia non è prima per caso, si è rinforzata molto prendendo giovani di qualità allestendo un roster importante. Sono una squadra esperta, ma noi dalla nostra abbiamo la freschezza. Speriamo sentano la fatica di questo primo mese di campionato. Abbiamo lavorato molto questa settimana per correggere gli errori commessi nelle prime partite: dobbiamo migliorare il servizio, ma anche la coordinazione muro-difesa. L’importante è riuscire a stare sereni e non preoccuparsi di avere momenti di difficoltà durante il gioco che ci stanno e continuare a giocare tranquilli nel modo in cui sappiamo fare. Dobbiamo tirare fuori la stessa grinta che abbiamo avuto contro Bergamo, ma anche la buona qualità di gioco offerta nei primi due set a Castellana Grotte. Da questo mix possiamo avere la ricetta vincente. Dobbiamo fare bene in casa e il PalaBigi deve diventare il nostro fortino in cui guadagnare più punti possibili”.

Oltre a coach James Costi e al suo vice Paolo Zambolin, c’è un’altra figura da quest’anno che aiuta lo staff. Si tratta di Marco Verdi che spiega com’è stata preparata la settimana: “Ci siamo preparati dal punto di vista tecnico-tattico, ma anche psicologico perché il momento è certamente delicato dopo tre sconfitte. Tutti hanno reagito in modo positivo, dagli atleti alla società. Ci siamo confrontati tra di noi in maniera serena, ma determinata. Speriamo che reagiremo già da domani, perché il campionato comincia ad entrare nel vivo. Dal punto di vista tecnico, ci siamo concentrati sulla battuta e sul muro-difesa. Chiaramente ci vuole tanto lavoro e non si possono avere risultati immediati, ma siamo sicuri che nel medio-lungo periodo ci daranno i frutti sperati. Non cerchiamo alibi, dobbiamo vincere anche per il nostro pubblico che spero venga numerosissimo”.

COACH COSTI INDICA LA ROTTA: “DOBBIAMO REAGIRE”

By | News | No Comments

COACH COSTI SPRONA I SUOI: “ABBIAMO GIOCATO ABBASTANZA BENE, MA DAL TERZO SET IN POI CI SIAMO LASCIATI SOMMERGERE DALLA RIMONTA. NON VA BENE, DOBBIAMO REAGIRE E LAVORARE ANCHE PSICOLOGICAMENTE”. KODY E SOLI: “PERDERE COSI’ FA MALE, AVEVAMO IL MATCH IN MANO. DOBBIAMO RIMETTERCI AL LAVORO E IMPARARE DA QUESTA LEZIONE” 

Coach James Costi

Coach James Costi

 

Una sconfitta quella di Castellana Grotte che lascia molta amarezza in bocca in casa Volley Tricolore. Una lezione da imparare e farne tesoro affinché un calo simile non capiti più nelle prossime partite. Lo sa bene coach James Costi: “Abbiamo perso una brutta partita che avevamo in mano. Stavamo giocando abbastanza bene, poi ci sono venute a mancare improvvisamente tutte quelle sicurezze che avevamo costruito nei primi due set. Loro hanno fatto un cambio in ricezione inserendo Casoli ed è stata la chiave del match. Non siamo più riusciti a scalfire la loro ricezione ed è stato difficilissimo murare e difendere gli attacchi avversari. Abbiamo sbagliato 22 battute e questi numeri sono troppo elevati. Non si possono fare così tanti errori in una gara. Al di là del risultato, non mi è piaciuto l’atteggiamento negli ultimi set. Siamo stati rinunciatari e non abbiamo reagito, lasciandoci sfuggire il risultato. È un brutto ko, perché Castellana Grotte era alla nostra portata. Ma guardiamo avanti. In attacco i nostri numeri sono positivi, ma dobbiamo lavorare ancora. Soprattutto dal punto di vista psicologico, perché le partite precedenti abbiamo lottato su ogni palla. Invece stavolta dopo i primi due set c’è stato un blackout, dopo il terzo set ci siamo fatti sommergere dalla situazione. E questo non va bene”.

Anche il palleggiatore Pietro Soli indica la rotta: “Eravamo stati molto bravi nei primi due set a portarci avanti, poi calati in battuta. Loro bravi a ricevere e metterci in difficoltà col cambio palla. Il lato positivo è che portiamo a casa almeno un punto, ma dispiace tanto per la sconfitta. Subire una rimonta non è mai bello, sul 2-0 ancora di più. Dobbiamo essere uniti e lavorare di gruppo ancora di più e pensare a domenica prossima”.

Kody nonostante la prestazione monstre (23 punti) che purtroppo è servita a portare a casa solo un punto, guarda avanti: “E’ sempre brutto perdere così. Essere avanti 2-0 e farsi rimontare, si rischia sempre di non riuscire a gestire psicologicamente il tie-break. Abbiamo pagato gli errori, non abbiamo difeso bene e anche sulle palle semplici abbiamo avuto difficoltà. Fa veramente male perdere così. Questo punto lo prendiamo e non lo buttiamo via di certo, ma dobbiamo lavorare di più. Anche l’anno scorso siamo partiti male, speriamo di rimetterci in carreggiata al più presto. Dobbiamo trovare ancora il feeling coi palleggiatori, è normale che quando si cambia metà squadra l’alchimia giusta non si trova subito. Da domani ritorneremo in palestra e cercheremo di correggere gli errori in vista di domenica”.

HARAKIRI CONAD: A CASTELLANA GROTTE VINCE LA MATERDOMINI AL TIE-BREAK

By | News | No Comments

HARAKIRI VOLLEY TRICOLORE: STAVOLTA A RIMONTARE SONO GLI AVVERSARI E A CASTELLANA GROTTE IL TIE-BREAK E’ AMARO. I PUGLIESI VINCONO 3-2.
NON BASTANO LE SUPER PRESTAZIONI DI DOLFO E KODY CHE IN DUE SEGNANO 55 PUNTI 

Il palleggiatore Pietro Soli autore di una bella prestazione

Il palleggiatore Pietro Soli autore di una bella prestazione

Un autentico harakiri quello del Conad a Castellana Grotte nella 4a giornata di campionato di Serie A2 UnipolSai. I ragazzi di coach James Costi dopo aver guadagnato i primi due set, non hanno saputo sferrare il colpo del ko. E hanno subito la remuntada fino a perdere clamorosamente al tie-break. Un vero peccato che non si può ammortizzare solamente con la magra consolazione di aver conquistato un punto, perché si poteva fare di più. Una lezione di cui il Volley Tricolore dovrà fare tesoro per non ripetere più.

È Marco Norbedo per la formazione ospite ad aprire le danze ma il primo punto lo porta a casa il centrale della formazione castellanese, Nicholas Sighinolfi. Le squadre sono ben equilibrate e mantengono la parità, il tifo avversario si fa sentire con campane e tamburi ma arriva Kody e mette a segno un attacco vincente. Ace di Soli e il Volley Tricolore tenta l’allungo sul 5-9 costringendo la panchina dei giallo-blu a chiamare il primo time-out. Primo tempo inarrestabile di Cargioli che mette a segno l’undicesimo punto! La Conad perde terreno e Castellana sfrutta il momento di blackout, coach Costi chiama il primo time-out per dare respiro ai suoi con il punteggio in parità su 15-15. Arriva anche la prima chiamata per il video-check da parte dei giallorossi che chiedono l’invasione a muro ma non c’è tocco e la decisione dell’arbitro conferma il punteggio di 18-16 per i padroni di casa. Si ritorna in parità sui 21 con un attacco a sorpresa di Pietro Soli che la piazza nell’ultimo metro e non si risparmia nemmeno in battuta, ace per Soli! A segno con un primo tempo Norbedo ma i giallo-blu annullano due set-ball. Richiesta di video-check di Fanizza ma il punto è per il Volley Tricolore che si porta a casa il primo set con un punteggio di 25-27.

Secondo set con sestetti di partenza invariati e Sighinolfi alla battuta per Castellana Grotte ma Cargioli conquista la palla per i suoi, 0-1! Video-check chiesto da James Costi su attacco di Kody, la palla è dentro e il punto passa agli ospiti che salgono 1-4. Time-out sul 3-7 per dare un po’ di respiro ma la Conad rimane resta sul pezzo e mantiene il vantaggio di +4. Muro impenetrabile di Silva e Norbedo che segnano il 4-10 e caricano ancora di più i compagni. Doppio cambio per Castellana che tenta ti rinforzare la prima linea ed arrestare la corsa dei reggiani ma non hanno fatto i conti con la grinta dei giallorossi che allungano sul 7-14. Il vantaggio del Volley Tricolore si riduce e sul 16-18 Costi, chiama il check su presunto quarto tocco di Silva che viene confermato ma il capitano non ci sta e viene richiamato all’ordine con un cartellino giallo. Kody mette fine alle polemiche e fa ben sperare i suoi guadagnando un altro punto. Con un parziale di 20-21 la formazione ospite sembra aver bisogno di una strigliata e James Costi li rimette in riga, chiama tempo e i ragazzi si prendono un punto prezioso. Con un errore avversario in battuta seguito da un’invasione sotto rete, Reggio conquista anche il secondo set per 21-25: 2-0!

La partita riprende con le squadre che viaggiano in parità fino all’attacco di seconda linea di Kody che schiaccia il punto del 3-4. Reggio non abbassa la guardia e mantiene il punto di vantaggio. Con tre ace di Fiore i giallo-blu allungano sul 9-6 e la panchina reggiana è costretta al time-out. La Conad non molla e tenta di ridurre le distanze ma Castellana non molla nemmeno un punto e guadagna un vantaggio di +5. Incrementano il vantaggio salendo a 18-12, cambio tra le file giallo-rosse e sale Miselli ad aiutare i suoi. Altra richiesta di video-check per la Conad, gli occhi della panchina ci vedono benissimo ed il punto viene assegnato al Volley Tricolore. Sul 20-13 arriva il time-out chiesto da coach Costi per spezzare l’ascesa castellanese e piano piano i reggiani racimolano punti portandosi a -5. Castellana chiude il terzo set con un punteggio di 17-25.
La partita non è finita e con un parziale di 1-2 per la squadra ospite si va al quarto set. Partenza in salita per i giallo-rossi che incassano un 3-1 ma non vogliono arrendersi e riportano subito il punteggio in parità sul 7-7. Castellana tenta l’allungo ma i reggiani inseguono a -2. Il Volley Tricolore ha bisogno di una scossa, ora, sul 15-10 quando il set è ancora aperto e il vantaggio set è dalla loro. Silva mostra i denti e si prende il punto! Con il vantaggio fermo a +5 per i padroni di casa Arthur Kody batte ma gli avversari giocano di potenza e segnano. Capitan Silva si trasforma in un cecchino e centra Fiore, portando a casa il punto e un po’ di adrenalina. Castellana non si lascia intimidire e mantiene il vantaggio con un punteggio di 21-16. Gli ospiti chiamano il video-check chiedendo il tocco a muro di Miselli ma il verdetto è “no touch” e arriva il diciassettesimo punto per le file reggiane. Palla in rete di Castellana che annulla il primo set ball ma riesce comunque a chiudere il set con 25 a 19.

Il Volley Tricolore si gioca il tutto per tutto al tie-break e parte in vantaggio per 1-2. Castellana Grotte rimonta e sale a +1 ma Fiore è costretto ad uscire per un infortunio. Arriva la diagonale vincente di Kody a riportare i suoi in partita e con l’ace di Dolfo rimette il punteggio in parità. Sul 7-4 James Costi chiama il time-out, i ragazzi sembrano aver recepito il messaggio e tra attacchi vincenti e un ace di Norbedo accorciano le distanze.I giallo-blu sono agguerriti e con un parziale di 10-6 arriva il secondo time-out reggiano. Entra Rossatti per rinforzare la prima linea ma il punto è per Castellana. Rossatti si fa valere e segna 2 punti decisivi. Gli ospiti si avvicinano e Castellana chiama il time-out sul 11-10. Castellana Grotte allunga e chiede il check su attacco di Dolfo, il punto viene assegnato al Volley Tricolore ma un errore in battuta fa perdere palla. Annullato il primo match-ball ma Castellana chiude 15-12. La partita termina con un risultato di 3-2 per i padroni di casa.

Il tabellino

MATERDOMINIVOLLEY.IT CASTELLANA GROTTE 3
CONAD VOLLEY TRICOLORE REGGIO EMILIA 2
(25-27; 20-25; 25-17; 25-19; 15-11)

CASTELLANA GROTTE: Izzo 1, Fiore 24, Scopelliti 9, Bellei 19, Casoli 8, Sighinolfi 7, Primavera (L), Nero (L), Longo, Losco 4, Gargiulo, Lavia 2. Non entrati: Occhiogrosso, Lacatena. Allenatore: Fanizza

REGGIO EMILIA: Soli 3, Dolfo 22, Norbedo 6, Kody 23, Silva 8, Cargioli 12, Morgese (L), Rossatti 2, Miselli 1, Beccaro. Non entratio: Bevilacqua. Allenatore: Costi
Arbitri: Vecchione e Di Blasi
Note: durata set: 28’, 28’, 24’, 26’, 23’, totale 2h 09’. Castellana Grotte ace 8, errori battuta 14, muri 9, errori avversari 37. Reggio ace 5, errori battuta 22, muri 7, errori avversari 24.

NELLA TANA DI CASTELLANA GROTTE PER CERCARE IL BERSAGLIO GROSSO

By | News | No Comments

DOPO IL PRIMO PUNTO CONQUISTATO, CONAD A CACCIA DELLA VITTORIA NELLA TANA DI CASTELLANA GROTTE, DOVE NELLA SCORSA STAGIONE PORTO’ A CASA IL PRIMO HURRA’. I PRECEDENTI SONO PARI: 4 VITTORIE CIASCUNO
COACH COSTI PUNTA SU KODY E DOLFO A CACCIA DEI RECORD DEI 500 E DEI MILLE PUNTI

LA CARICA DI MORGESE E SOLI: “RIPARTIAMO DALLA REAZIONE CONTRO BERGAMO”
BARBARESCHI: “DOBBIAMO ESSERE SERENI, ABBIAMO FIDUCIA IN QUESTA SQUADRA, LA VITTORIA E’ SOLO QUESTIONE DI TEMPO”

IN SETTIMANA ANCHE UN TIFOSO SPECIALE A SPRONARE IL VOLLEY TRICOLORE: IL CAMPIONE PARALIMPICO REGGIANO, FABIO AZZOLINI

Fabio Azzolini posa insieme a squadra e staff

Fabio Azzolini posa insieme a squadra e staff

Dopo essersi avvicinati al bersaglio grosso domenica scorsa, è ora di scoccare la freccia al centro, portandosi a casa il successo. Esempio da tiro con l’arco non casuale. Perché in settimana, un tifoso speciale è venuto a dare la carica al Volley Tricolore: si tratta di Fabio Azzolini, campione di tiro con l’Arco che ha partecipato a ben tre Paralimpiadi: Pechino, Londra e Rio de Janeiro in Brasile di quest’estate. Un orgoglio reggianissimo – nato a Castelnovo Monti, ma residente a Casalgrande – portato in palestra a Sant’Ilario dal direttore sportivo Giorgio Barbareschi che si occupa e studia per passione gli aspetti psicologici e mentali legati allo sport e che ogni settimana trasmette quanto apprende alla squadra. Lezioni interessanti a cui si è aggiunto anche Azzolini. Incontri che fanno bene all’anima e allo spirito di sport: dai sacrifici alla forza di volontà, fino allo sport in generale come veicolo di messaggi potentissimi.

Ed è con questa ricchezza in più che gli atleti del Volley Tricolore cercheranno domani (domenica) di portare a casa la vittoria nella 3a giornata di campionato di Serie A2 UnipolSai contro la Materdominivolley.it Castellana Grotte (ore 18, diretta streaming SporTube).
Una Conad – per restare in tema – in versione Robin Hood che vuole riscattare le due sconfitte contro Montecchio Maggiore e contro Bergamo, quest’ultima amarissima in particolare dopo una rimonta dallo 0-2 al 2-2, match perso poi al tie-break di un soffio.

Il Volley Tricolore spera che la trasferta in Puglia possa rappresentare la prima vittoria come lo fu nella scorsa stagione; proprio da Castellana Grotte alla seconda giornata di campionato arrivarono i primi tre punti. E al ritorno sempre con lo stesso risultato di 3-1 al PalaBigi, Reggio fece bottino pieno, andando a pareggiare così i precedenti: su otto confronti in Serie A2, sono quattro le vittorie sia da una parte sia dall’altra.

Davanti però, la Conad si troverà una squadra quella allenata da coach Fanizza, anch’essa avvelenata per aver ancora lo zero nella casella dei punti. Ma attenzione perché sulla carta non è affatto una squadra da bassifondi. Anzi. L’ingaggio dalla Calzedonia Verona – in cui ha militato nelle ultime tre stagioni in SuperLega – di Giacomo Bellei la dice lunga sulla pericolosità della rosa. E poi anche da innesti di talenti di qualità come Sighinolfi di scuola Modena, cresciuto coi nostri Scaltriti, Bevilacqua e Soli. E poi occhio al sempreverde Cristian Casoli che l’anno scorso ha contribuito e non poco a trascinare Vibo Valentia nella massima serie.

Ma detto questo, la Conad non è affatto da meno. Anzi. Se la può giocare alla grande. Coach James Costi si affida soprattutto ai suoi assi Kody a cui mancano 25 punti per arrivare ai 500 in regular season e Ludovico Dolfo a cui invece ne mancano 40 per marcare quota mille punti in carriera nella regular season.

In settimana la squadra ha mostrato quella determinazione e quella grinta volta al riscatto. A confermarlo il direttore sportivo Giorgio Barbareschi: “Abbiamo avuto un inizio più difficile del previsto, ma siamo convinti che abbiamo una squadra attrezzata e che non abbiamo ancora espresso la nostra potenzialità. Domenica scorsa abbiamo visto cose molto buone e tanti miglioramenti, credo che la vittoria sia solo questione di tempo, speriamo già da domani. Ho visto un buon carattere e un’ottima reazione specie sul 2-0 di Bergamo, in un momento in cui ci si poteva lasciare andare. Li vedo molto determinati, soddisfatti della reazione, ma insoddisfatti del risultato e questo è positivo. Dobbiamo essere sereni, ma non arrendevoli. La società è stata brava a infondere tranquillità, il campionato è lungo e abbiamo tempo per rimetterci sul binario dei piani alti”.

Carico anche il libero Davide Morgese: “Contro Bergamo abbiamo fatto vedere una bella crescita e dobbiamo partire da qui domani a Castellana, partendo meglio. I pugliesi sono una squadra ben quadrata, con giocatori bravi tra cui Bellei. Andiamo lì per giocarcela e per portarci a casa dei punti.

A fargli eco il palleggiatore Pietro Soli: “Abbiamo tanta voglia di vincere, dopo due sconfitte in particolare. Dobbiamo dare il massimo domani. Ricominciamo dalla reazione di Bergamo. Castellana? Abbordabile, come tutte. Noi possiamo giocarcela con chiunque perché è un girone equilibrato. L’obiettivo massimo è guadagnare tre punti”.

RICOMINCIA L’INIZIATIVA LO SPONSOR IN PANCHINA

By | News | No Comments

RICOMINCIA L’INIZIATIVA LO SPONSOR IN PANCHINA CON MARCO VALCAVI DI STAMPATRE: “LA SQUADRA HA GRANDE POTENZIALE” 

Marco Valcavi (terzo da sinistra) seduto tra  la fisioterapista Carlotta Mainini, il medico Marco Poli e il dirigente Loris Migliari

Marco Valcavi (terzo da sinistra) seduto tra la fisioterapista Carlotta Mainini, il medico Marco Poli e il dirigente Loris Migliari

Domenica scorsa, per la prima partita casalinga di campionato contro la Caloni Agnelli Bergamo, è ripartita anche l’iniziativa “Lo sponsor in panchina”, che permette a chi sostiene la società di vivere la partita stando a contatto con gli atleti, osservare i meccanismi da posizione privigilegiata, direttamente sul parquet. Accanto allo staff tecnico c’era Marco Valcavi di Stampatre, azienda situata in via Monti a Reggio, che si occupa di stampe, litografia e digitale, uno dei partner del Volley Tricolore. E non è la prima volta: già aveva seguito la squadra nella scorsa stagione. Ha trovato un team indubbiamente molto cambiato ma “la voglia di vincere, la grinta e la forza di non arrendersi mai sono un comune denominatore che da continuità alla squadra e alla società del Volley Tricolore _ ha detto – Che sensazioni ho avuto stando in panchina? Beh indubbiamente l’atteggiamento positivo di tutto l’organico. Alcuni meccanismi devono essere un po’ oliati ma se tutti si impegneranno come hanno fatto, sicuramente si potranno avere grandi soddisfazioni come nella scorsa stagione.”
La squadra ha debuttato nel rinnovato palazzetto e, sebbene i lavori non siano terminati, “le scelte fatte per la ristrutturazione lo stanno rendendo certamente più ordinato ma per ora è presto per dare giudizi. Attendiamo la chiusura del cantiere”.

CONAD SCONFITTA AL TIE-BREAK AL PALABIGI

By | News | No Comments

NON BASTA UNA STREPITOSA RIMONTA DALLO 0-2 AL 2-2: LA CONAD PERDE AL TIE- BREAK CONTRO BERGAMO AL PALABIGI, MA OTTIENE IL PRIMO PUNTO IN CLASSIFICA. OTTIME PRESTAZIONI DI KODY (29 PUNTI) E DOLFO (21 PUNTI)
DOMENICA PROSSIMA A CASTELLANA GROTTE IN CERCA DELLA VITTORIA 

Prestazione maiuscola di Kody che ha siglato 29 punti: peccato che non siano bastati

Prestazione maiuscola di Kody che ha siglato 29 punti: peccato che non siano bastati

Pazza Reggio. L’anno scorso e anche quest’anno. Non basta una strepitosa rimonta dallo 0-2 al 2-2 al Volley Tricolore che nella seconda giornata di Serie A2 UnipolSai viene sconfitta dalla matricola Bergamo al PalaBigi dal “new look”, non riuscendo così a regalare ai tifosi la prima gioia stagionale. Le note positive sono due: la prima è che la squadra reggiana ha mostrato uno spirito combattivo e non si è abbattuta nonostante si sia trovata sotto di due set, la seconda è che la Conad trova il suo primo punto in classifica che male non fa, almeno per il morale. Insomma, passi avanti positivi anche se guardando i primi due set, sicuramente coach Costi martellerà in allenamento per lavorare su difetti ed errori. Una partita al cardiopalma quella di stasera: i primi due set in cui hanno nettamente prevalso gli orobici con le sberle di Hoogendorn che mette a segno 28 punti; ma proprio quando la partita sembrava segnata, ecco la reazione d’orgoglio della Conad che si porta a casa di prepotenza il terzo set grazie ai colpi di un grande Kody che chiuderà con 29 punti, a un maturatissimo Cargioli (13 punti) e Dolfo (21 punti), i top scorer del Volley Tricolore, e poi coi denti vince anche il quarto guadagnandosi il tie-break. Ma nel set decisivo gli errori fanno la differenza e Bergamo si porta a casa il match sul filo di lana.

Al servizio per la prima palla dell’incontro c’è il capitano Silva e sull’attacco avversario la panchina bergamasca chiama subito il primo video-check: la ragione sta dalla parte dei reggiani che conquistano il primo punto. Kody comincia a farsi sentire e segna il 5-2. Bergamo non molla e la pipe di Hoogendoorn lo porta in parità sul 6-6. Primo time-out chiamato da coach Costi e ben sfruttato dai ragazzi del Volley Tricolore che guadagnano punto e si sale a 7-8. La pipe di Dolfo non perdona e frutta il decimo punto per Conad. Hoogendoorn comincia ad avere la mano calda e segna il punto del 12-14. Poi Bergamo mantiene costante un vantaggio di 2 punti, finché capitan Silva spezza la serie positiva avversaria, sfonda il muro e segna il 17-18. Poi ancora 19-21 grazie al punto di Dolfo, ma Bergamo non regala nulla e si riprende il punto per 19-22. L’opposto Kody schiaccia la palla nell’angolino avversario e porta a casa un punto prezioso. Pierotti serve per il set, Hoogendoorn sbaglia l’attacco e regala il punto alla squadra di casa. Il martello Cavuto picchia forte e chiude 22-25: 0-1.

Il primo punto del secondo set lo sigla Cargioli. E nelle battute iniziali regna l’equilibrio: 6-6. Blackout dell’attacco reggiano e Bergamo piazza il break: 6-9. Sempre Cargioli conquista punto e palla per i suoi che tentano la risalita sul 7-10. Bergamo tenta l’allungo decisivo e sul 10-14 Hoogendoorn va alla battuta, ma l’attacco avversario è out e i reggiani si prendono il punto. Miselli serve e porta a casa un ace che scalda gli animi dei compagni. Cargioli attacca una palla dietro l’altra e guadagna punti per i reggiani, con capitan Silva si risale e si raggiunge una quasi insperata parità: 17-17. Hoogendoorn sembra incontenibile e segna il punto del vantaggio. Sul 17-19 arriva prontamente la richiesta di time-out dalla panchina di casa,ma non sortisce l’effetto sperato e la squadra di Bergamo infila altri tre punti. Sul 18-23 arriva il primo cartellino giallo per la panchina di Bergamo per proteste, Kody recupera la palla per il Volley Tricolore e annulla il primo set-ball. Graziosi chiama il time-out e sul punteggio di 20-24 Soli va alla battuta, la palla non passa e il set si chiude per 20-25: 0-2.

Nel terzo set, la Caloni vuole chiuderla subito e parte sul 2-0. Fa il suo esordio anche il neo centrale serbo di Reggio, Luka Suljagic che mette a terra subito un punto combattuto. Sul 7-6 e Silva va alla battuta, portando a casa un altro punto. I ragazzi di coach Graziosi non ci stanno e tornano in parità per 8-8. Seconda linea di Arthur Kody che schiaccia forte e segna! Si prosegue punto a punto con Hoogendoorn che sbaglia in battuta e regala il punto al Volley Tricolore che guida il set sull’ 11-10. Cambio tattico per la Conad che manda in battuta Marco Norbedo, i giallorossi non riescono a spuntarla e la palla ripassa a Bergamo. Palla out e punto per Reggio Emilia che torna in vantaggio per 14-13. Appena entrato Rossatti mette giù la sua prima palla del set e costringe la panchina bergamasca a chiamare il time-out. Prima palla-punto anche per Luka Suljagic sul 16-14. I ragazzi del Volley Tricolore mantengono il vantaggio del +2 che diventa +3 per un doppio in palleggio nei tre metri avversari. Altro punto dell’opposto camerunense seguito da un attacco vincente del capitano giallorosso che fa salire la Conad sul 20-16. Video-check richiesto da Bergamo che non trova conferma sul 21-17. Il nuovo centrale Suljagic trova l’intesa con il regista Soli e segna il punto del 23-19. Dolfo non è da meno e la schiaccia tra zona 5 e 6 ottenendo un altro punto. I bergamaschi annullano il primo set-ball con un tocco a muro confermato dal video-check. Innocenti alla battuta per Bergamo, la palla non cade ma il muro Norbedo-Soli arresta la sua corsa e porta a casa il set con 25- 21: 1-2 e speranze riaccese!

Reggio non vuole lasciare nulla per intentato. Cavuto alla battuta per la prima palla del quarto set e l’opposto ospite guadagna il punto. Norbedo va al servizio ma Cioffi si prende il punto e fa passare in vantaggio i suoi sul 5-6. Muro di Suljagic che guadagna il punto ma nell’azione successiva si infortuna a muro ed è costretto a scendere. Errore in battuta per Hoogendoorn che regala il punto a Reggio. Muro di Cargioli che ottiene il punto del 10-9. Altro muro reggiano di Dolfo e Norbedo che bloccano l’attacco dell’opposto di Begamo . Due punti a sfavore per la Conad che obbligano Costi a chiamare il time-out e, grazie all’attacco in rete di Bergamo, fa guadagnare un altro punto per il Volley Tricolore. Sul 13-14 va Norbedo alla battuta ma Cioffi schiaccia e si prende il punto. Il muro avversario non perdona e ferma l’opposto giallorosso. Bergamo allunga la distanza con 4 lunghezze di vantaggio, conduce il set per 14-18. Da buon capitano, Giulio Silva, si prende il punto e va alla battuta ma gli avversari non cedono e con una diagonale di precisione segnano per 16-18. Time-out chiesto dalla formazione ospite ma utile anche per la squadra di casa che si carica e manda Cargioli in battuta. Disattenzione di Soli che costa il possesso palla ma Kody sfrutta tutta la sua altezza e piazza un pallonetto vincente, 18-20! Altezza e potenza dell’opposto fanno guadagnare altri due punti e il Volley Tricolore si avvicina sul 20-21. Bergamo mantiene il punto di vantaggio e tenta l’allungo con un parziale di 21-23. Primo match-ball ospite annullato da Cargioli, secondo sprecato da Hoogendoorn e ancora Cargioli che mura e annulla un altro match-ball. Sul 24-25 Reggio chiama il video-check, la decisione degli arbitri rimane invariata ed è punto per Bergamo. Palla in rete per Hoogendoorn e si và ai vantaggi. Altro muro di Cargioli e attacco out di Hoogendoorn fanno vincere il quarto set alla formazione reggiana per 27-25: 2-2! Che incredibile rimonta!

Il Volley Tricolore si gioca il tutto per tutto al tie-break, tutto da vivere. Dolfo si prende il primo punto! Il pubblico del Pala Bigi applaude e spinge la sua squadra. Punto per gli ospiti con l’opposto che va in battuta e porta Bergamo in vantaggio per 3-4. Attacco di Kody che non va a segno ma arriva Dolfo a metterci una pezza e teneri in partita i giallorossi con 5-6. Pierotti piazza lungo e segna, ma Kody vuole riscattarsi e non si fa attendere. Le squadre viaggiano punto a punto fino al 6-8. Cambio campo e servizio di Piazza, Soli serve Cargioli che chiude sulla linea dei tre metri! 9-11, piazzata di Kody e punto di precisione. Primo tempo di Luppi e dodicesimo punto per Bergamo. Time-out per il Volley Tricolore, i ragazzi si caricano, tornano in campo e si prendono il punto. Sull’11-13 va Cavuto in battuta e regala il punto a Reggio. Ancora cambio palla e primo match-ball sbagliato per la squadra ospite. Ace di Norbedo e il Volley Tricolore sale a 14 pari. Hoogendoorn picchia e segna il punto per i suoi, out la battuta di Bergamo e altro punto reggiano. James Costi chiama il check sul 15-17, il punto viene confermato e Bergamo porta a casa set e incontro per 2-3.
Ora il Volley Tricolore dovrà rifarsi domenica prossima a Castellana Grotte per portare a casa la prima vittoria della stagione.

Il tabellino

CONAD VOLLEY TRICOLORE REGGIO EMILIA  2
CALONI AGNELLI BERGAMO                                      3
(22-25; 20-25; 25-21; 27-25; 15-17)

REGGIO: Silva 7, Cargioli 13, Soli 3, Dolfo 21, Miselli 3, Kody 29; Suljagic 4, Norbedo 3, Beccaro, Bevilacqua, Rossatti 1. Libero: Morgese. Allenatore: Costi
BERGAMO: Pierotti 10, Cioffi 9, Hoogendoorn 28, Cavuto 12, Luppi 11, Piazza 2; Innocenti, Marsili, Carminati, Gamba. Libero: De Angelis. Non entrati: Erati e Franzoni (L). Allenatore: Graziosi
Arbitri: Piubelli e Nicolazzo
Note: durata set: 29’, 30’, 27’, 37’, 22’, totale 2h 25’. Reggio ace 6, errori battuta 23, muri 11, errori avversari 25. Bergamo ace 2, errori battuta 14, muri 14, errori avversari 41.

DOMANI ALLE 19,30 IL DEBUTTO AL PALABIGI: LA CONAD CONTRO BERGAMO PER IL RISCATTO

By | News | No Comments

DOMANI ALLE 19,30 LA CONAD AFFRONTA BERGAMO PER RISCATTARE LA SCONFITTA AL DEBUTTO DI DOMENICA SCORSA CON UN KODY E UN SULJAGIC IN PIU’. E SARA’ LA PRIMA PARTITA TRA LE MURA AMICHE: E’ ANCHE L’OCCASIONE PER SCOPRIRE IL NUOVO PALABIGI IN VIA DI RESTYLING. I SEGGIOLINI TRICOLORE SEMBRANO FATTI APPOSTA PER NOI…
DOLFO SUONA LA CARICA: “ABBIAMO FATTO IL RESET DOPO LA SCONFITTA, ORA VOGLIAMO REGALARE UNA SODDISFAZIONE AI NOSTRI TIFOSI” 

Il vice capitano Ludovico Dolfo suona la riscossa

Il vice capitano Ludovico Dolfo suona la riscossa

Finalmente si torna in campo. Giocare subito è quello che vorrebbero tutti i giocatori dopo una sconfitta. Per scaricare la rabbia e tramutarla in cattiveria agonistica. Quella che ci vorrà per riscattare il ko di Montecchio Maggiore domenica scorsa alla prima giornata di Serie A2 UnipolSai 2016-2017. E domani al PalaBigi di Reggio (prima battuta alle 19,30 con diretta streaming su SporTube), arriverà un’altra matricola: la Caloni Agnelli Bergamo.

La squadra orobica è una neopromossa, ma non è nuova della serie A2 anche se l’ultima volta che giocò nella seconda serie fu dieci stagioni fa (2006-2007) a cui risalgono gli unici due precedenti nella serie tra Reggio e Bergamo (due vittorie per l’Edilesse: 3-0 e 2-3). Ma è risalita non per recitare il ruolo di comparsa, perché il roster sulla carta è di buon livello. Reduce dalla sconfitta al tie-break contro Civita Castellana domenica scorsa, ha dimostrato di avere singoli in grado di fare malissimo. In primis l’opposto olandese classe ’91 Sjoerd Hoogendoorn, che l’anno scorso ha contribuito alla promozione in SuperLega di Sora, capace alla prima giornata di mettere a terra ben 39 punti. E poi gli schiacciatori Cavuto (classe ’96) e Pierotti, prelevati da Potenza Picena, che sanno fare male in banda. Mentre sotto rete occhio a una nostra vecchia conoscenza: il centrale reggiano Oreste Luppi (otto stagioni per lui tra Edilesse e Conad).

Ma la Conad avrà dalla sua un aspetto importantissimo: il pubblico. Sarà la prima partita casalinga della stagione e ci si aspetta un tifo caloroso. E soprattutto potrebbe essere l’opportunità di ammirare il nuovo PalaBigi in via di restyling, che seppur non sia ancora finito specie all’esterno, all’interno si possono vedere già i nuovi seggiolini: e il colore tricolore con la scritta Reggio Emilia sembra dipinta per noi… La capienza d’agibilità non sarà massima perché le due curve sono oggetto dei lavori, perciò saranno aperte le due tribune centrali. Per un’idoneità totale di poco più di circa 1.100 spettatori.
Inoltre, un altro aspetto da sottolineare riguarda più il campo e la squadra: sono totalmente a disposizione i due stranieri: l’opposto Kody (che ha saltato la scorsa partita per risolvere alcuni cavilli burocratici in Camerun) e l’ultimo acquisto, il centrale serbo Luka Suljagic che ha ottenuto il visto per poter giocare.

A suonare la carica è il vice capitano Ludovico Dolfo: “C’è rammarico e rabbia perché avevamo la gara in mano domenica scorsa Ma in settimana abbiamo fatto un reset e siamo pronti contro Bergamo. Una squadra alla nostra portata anche se con buoni giocatori. Ma torneremo al PalaBigi che sarà nuovo di zecca vista la ristrutturazione e spero che potremmo regalare una bella soddisfazione ai nostri tifosi. A cui chiedo di sostenerci e darci una mano”.

Superata l’emozione per l’esordio, ora Federico Rossatti è pronto a stupire e convincere: “Sono contento per l’esordio di domenica scorsa, ma la tensione si è fatta sentire. Sono un tipo che un po’ l’avverte e non sono riuscito a sbloccarmi in tempo, disputando una partita non positiva. Ma sono sicuro che alla prossima andrà bene. Domani con Bergamo dovremo scendere in campo con più cattiveria, quel pizzico che ci è amncato domenica scorsa. Dobbiamo sempre essere sul pezzo e al 100% perché abbiamo visto che sul 19-13 sono bastati dieci minuti di distrazione per perdere il terzo set contro Montecchio Maggiore. Avremo anche Kody e Luka che ci daranno una bella mano”

Guarda al futuro con fiducia il team manager Mauro Gallingani: “Perdere la prima partita non fa mai piacere. I ragazzi in palestra si stanno allenando bene, ma ci sta che i tanti esordienti che avevamo in campo hanno avuto le gambe che tremavano o il braccino corto. Poi non abbiamo perso tre a zero con parziali netti contro Montecchio Maggiore, anzi. Abbiamo lottato e poi nel terzo set abbiamo avuto dieci minuti di follia che ci hanno tagliato le gambe. Si poteva fare meglio, certo. E’ stata una partita discreta. Ma questa settimana ho visto un gruppo sul pezzo e domani vedremo un’altra squadra. Non ci sarà ancora il vero Volley Tricolore, perché ci sono meccanismi ancora da rodare perché con una squadra rivoluzionata per metà e giovane ci vuole un po’ di tempo in più. Lavorando e lavorando, raggiungeremo il top. Sono fiducioso per domani contro Bergamo, ho visto tanta voglia di fare bene durante la settimana e poi avremo il pubblico dalla nostra parte. Chiediamo un po’ di pazienza, ma abbiamo un merito: non tutti sanno che abbiamo 7 giocatori su 13 del territorio (tra Reggio, Modena e Parma) e non è facile per una categoria come l’A2. Questo era uno dei punti del progetto che c’eravamo prefissati quattro anni fa quando è nato il Volley Tricolore”.

VOLLEY TRICOLORE CAMPIONE DI SOLIDARIETA’

By | News | No Comments

“12 ORE DI VOLLEY PER AMATRICE”, DEVOLUTI 3.200 EURO IN BENEFICENZA
“GRAZIE A TUTTI COLORO CHE HANNO DATO UNA MANO A QUESTA GENTE” amatrice

Sono stati consegnati al responsabile della Croce Rossa di Cavriago gli assegni del ricavato della “12 ore di Volley per Amatrice” che si è tenuta due settimane fa a Gavassa.
La consegna è stata effettuata da parte dell’ideatore Roberto Bonacini e dell’organizzatrice dell’evento Alfieri Simona dell’ A.S.Eventi alla presenza dei volontari che hanno partecipato all’iniziativa benefica.

Sono stati devoluti 2.500 euro direttamente alla Croce Rossa di Amatrice e 700 euro alla Croce Rossa di Cavriago per contribuire all’acquisto di un nuovo pulmino attrezzato.
Insomma un totale di 3.200 euro: questo è il ricavato della bellissima giornata di volley che si è giocata domenica 2 ottobre presso la palestra di Gavassa patrocinata dal C.S.I. di Reggio Emilia.

Un grazie particolare va a tutti gli atleti che hanno partecipato all’evento, a tutti i volontari che si sono adoperati per la buona riuscita della manifestazione benefica ed un grazie particolare al Volley Tricolore (rappresentato nella foto dal consigliere Massimo Davoli), che durante la manifestazione ha presentato le giovanili del “progetto giovani volley Tricolore” e la prima squadra di serie A2 animando il pomeriggio pallavolistico.

“Tanto lavoro, tanta fatica, ma tanta tanta soddisfazione per una buona causa – hanno detto gli organizzatori – un piccolo aiuto ad una popolazione colpita da una grossissima tragedia, grazie di cuore a tutte le persone che sono intervenute alla manifestazione e che hanno donato qualcosa per Amatrice”.

IN CASA VOLLEY TRICOLORE SI GUARDA GIA’ AVANTI: TESTA A DOMENICA

By | News | No Comments

DOPO LA SCONFITTA CONTRO MONTECCHIO MAGGIORE IN CASA CONAD SI GUARDA AL BICCHIERE MEZZO PIENO. COACH COSTI: “TANTI NON AVEVANO MAI GIOCATO IN SERIE A E CI STA DI PAGARE LO SCOTTO INIZIALE. DOBBIAMO LAVORARE, MA PENSO CHE DOMENICA FAREMO MEGLIO”

MISELLI: “PECCATO, MA STRADA FACENDO ACQUISIREMO ESPERIENZA E NON COMMETTEREMO PIU’ CERTI ERRORI”

MIGLIARI GUARDA GIA’ A DOMENICA PROSSIMA: “CONTIAMO DI AVERE PARECCHIO PUBBLICO AL PALABIGI, I TIFOSI CI DARANNO UNA MANO” james-costi

Il giorno dopo la sconfitta all’esordio in campionato contro Montecchio Maggiore, il morale in casa Volley Tricolore non è certo alto. Ma c’è grande determinazione nel trasformare l’amarezza in rabbia agonistica nella prossima partita domenica al PalaBigi (ore 19,3) dove arriverà Bergamo.

Il coach James Costi è un po’ deluso, ma è fiducioso per il prosieguo: “Confesso che speravo in un esordio migliore, alcune cose sono andate abbastanza bene. Ma eravamo un po’ contratti, specie quei ragazzi che non hanno mai giocato in questa categoria; ci stava ed era da mettere in conto di dover pagare lo scotto. Abbiamo vinto il secondo set, il terzo set ce l’avevamo in mano, poi un po’ per sfortuna e un po’ per demerito lo abbiamo perso e questo poi ha compromesso la gara. Potevamo almeno portare a casa un punto e lo avremmo meritato. Montecchio Maggiore era una squadra alla nostra portata, ma ci sono alcuni fondamentali su cui non siamo andati bene e dobbiamo lavorarci e migliorare. Siamo sicuri che già dalla prossima partita i miei ragazzi faranno di più, in particolare gli esordienti. Ma la colpa non è certamente loro, anzi. Quando si esce sconfitti da una partita, perde la squadra intera e tutti assieme ci si deve dividere le responsabilità, staff compreso. Mi aspetto miglioramenti però già da domenica prossima, dove sono sicuro che faremo bene”.

Era stato uno delle note più liete del pre-campionato, ma anche all’esordio non ha affatto sfigurato, anzi Andrea Miselli è uno di quelli che ha stupito di più a Montecchio: “Purtroppo non è stato l’avvio di campionato che ci aspettavamo. Eravamo carichi, ma abbiamo avuto un esordio amaro. Personalmente sono contento di aver esordito in questa categoria, è un sogno che si realizza. Ma c’è il rammarico per la sconfitta, anche se spero che domenica ci riprenderemo la soddisfazione che avevamo immaginato. Penso che avendo una squadra molto giovane in campo un po’ di paura in un momento decisivo della partita ci sta e di conseguenza la gara può sfuggire di mano. Ma con l’esperienza che matureremo strada facendo non ricapiterà più. Domenica vorrei tanti tifosi al PalaBigi, abbiamo bisogno di loro e il nostro campionato inizierà al PalaBigi”.

Insomma, il diktat è dimenticare in fretta questa sconfitta e ripartire da domenica. Ne è convinto anche il consigliere Loris Migliari: “Da un certo punto di vista è un peccato non essere riusciti a portare a casa la partita. Nel terzo set avevamo un vantaggio importante che poi abbiamo buttato al vento con un po’ di fortuna da parte loro, ma anche con mancanza di attenzione e concentrazione da parte nostra. Non c’era serenità in campo, ma agitazione. Quando non si è tranquilli si è indotti agli errori. Ma ci sono anche tante note positive e siamo convinti della bontà di questa squadra. Parlando di singoli, Dolfo ha messo a segno tanti punti e abbiamo avuto l’ennesima certezza di quanto possiamo puntare su di lui. Domenica però si gioca al PalaBigi e contiamo di avere parecchio pubblico, sia perché veniamo da un’annata importante sia perché la squadra nell’ossatura è ancora quella dell’anno scorso. Poi perché no, c’è anche la curiosità di vedere questo nuovo palasport che ancora non è completo certo, ma penso possa essere interessante vederlo cambiato. Bergamo sarà squadra ostica, ma alla nostra portata”.