Monthly Archives

Febbraio 2016

CANTAGALLI APPLAUDE I RAGAZZI PER IL “MAGIC MOMENT”

By | News | No Comments

CANTAGALLI SI GODE IL MAGIC MOMENT DELLA SUA CONAD: “TEMEVAMO CANTU’ E IL RISCHIO QUANDO SI VINCE SPESSO E’ DI ENTRARE IN CAMPO PRESUNTUOSI. DEVO APPLAUDIRE I MIEI RAGAZZI CHE HANNO GIOCATO BENE E CON UMILTA’. ABBIAMO GRANDE CONSAPEVOLEZZA ORA. PUNTARE AL TERZO POSTO? DOBBIAMO PENSARE GARA DOPO GARA, CREDO PIU’ ALLA FORZA DELLA MIA SQUADRA CHE AI VANTAGGI CHE PUO’ DARE UN PIAZZAMENTO. SE GIOCHIAMO COME SAPPIAMO POSSIAMO GIOCARCELA CON TUTTI”.
CETRULLO PREMIATO COME MIGLIORE IN CAMPO: “E’ STATA UNA VITTORIA DI GRUPPO. SABATO ARRIVA VIBO? NOI SIAMO PRONTI”

Braccia al cielo per Luca Cantagalli e Loris Migliari dopo la grande vittoria a Cantù

Braccia al cielo per Luca Cantagalli e Loris Migliari dopo la grande vittoria a Cantù

Sette vittorie consecutive, dieci nelle ultime undici gare. La Conad in classifica si è spalancata la strada con grande forza. A colpi di… Bazooka.
E Luca Cantagalli, che di Bazooka se ne intende, si gode questo momento magico del suo Volley Tricolore, dopo aver espugnato anche il Pala Parini di Cantù.
«Era una sfida che sentivamo in modo particolare – dice il tecnico – e la pressione comincia a farsi sentire perché forse siamo un po’ la squadra da battere in questo momento. Avevo paura che entrassimo in campo con un po’ di presunzione, rischio che si corre quando si vince spesso. Ma rispettavamo Cantù e sapevamo che fosse una squadra forte e che gioca bene. I ragazzi sono stati bravi a non sottovalutarli e ad affrontarli con grande aggressività al servizio e disciplina a muro e in difesa. Da un po’ di tempo stiamo giocando bene e la cosa che mi sorprende, ma non troppo, è che continuiamo a migliorare. Tutto questo è il frutto di una maturità che ha raggiunto questa squadra grazie al lavoro che stiamo facendo in palestra. Nessuno si sta risparmiando. Abbiamo grande consapevolezza dei nostri mezzi. Ma ai ragazzi dico sempre di non dimenticare la fatica che abbiamo fatto per arrivare dove siamo oggi e per diventare ciò che siamo ora. Abbiamo ancora piccoli difetti da correggere che saranno i più difficili su cui lavorarci. Quello che abbiamo adesso è lo è spirito che avremmo voluto avere fin dall’inizio. Ora dobbiamo continuare a lavorare con umiltà. La classifica ci permette di puntare al terzo posto? È chiaro che con questi risultati abbiamo chance di arrivare in alto. Ma non è questo a cui puntiamo, ma migliorare il nostro gioco. Pensando domenica dopo domenica. Non dobbiamo essere assillati dal dover arrivare per forza terzi o quarti. Fa poca differenza, credo più alla forza della mia squadra, se arriviamo in condizioni ai playoff, questo sarà il nostro piazzamento migliore»

Leano Cetrullo premiato a Cantù come Mvp del match

Leano Cetrullo premiato a Cantù come Mvp del match

Esalta il gruppo anche l’opposto Leano Cetrullo che è in grandissima forma e sta trascinando la Conad. Come ieri a Cantù, dove ha messo a segno 19 punti risultando essere così il top scorer e premiato come migliore in campo con due bottiglie di vino pregiate.
«E’ stata una grande vittoria di gruppo e questo rimarca il nostro periodo di forma. A Cantù è sempre difficile giocare perché c’è un pubblico molto caloroso. Ma un applauso d’onore va anche agli avversari che sono stati bravi, ma noi lo siamo stati di più. Ora dobbiamo incrementare il nostro livello di gioco. Ora abbiamo gare molto impegnative, come sabato a Reggio dove arriverà la capolista Vibo Valentia, ma noi siamo pronti. Dobbiamo continuare così con tanto lavoro e tanto sudore.

UNA CONAD DA DIECI IN PAGELLA SBANCA CANTU’

By | News | No Comments

LA CONAD SBANCA ANCHE CANTU’ PER 3-1 E VOLA AL 5° POSTO. LA SQUADRA DI COACH CANTAGALLI SEMBRA INARRESTABILE. CONAD DA 10 IN PAGELLA, COME LE VITTORIE NELLE ULTIME 11 GARE E 7 SUCCESSI CONSECUTIVISPLENDIDE LE PROVE DI CETRULLO, TONDO E DOLFO. E SABATO PROSSIMO AL PALABIGI, LA CAPOLISTA VIBO VALENTIA DOVRA’ SUDARSELA…

Ancora una prova super per Leano Cetrullo, top scorer del match con 19 punti

Ancora una prova super per Leano Cetrullo, top scorer del match con 19 punti

Il dieci in pagella per il Volley Tricolore arriva a Cantù. Un’altra superba vittoria, la decima nelle ultime undici gare e la settima consecutiva. Una marcia che pare inarrestabile quella della Conad di Luca Cantagalli che sta compiendo un vero e proprio miracolo. Dall’ultimo posto di tre mesi fa, al quinto posto di oggi, coi playoff sempre più vicini all’ipoteca. Dopo Siena e Potenza Picena, un altro scontro diretto conquistato, altri tre punti messi in tasca e una consapevolezza sempre più forte di potersela giocare davvero con tutti ora. Magari anche con la capolista Vibo Valentia che sabato prossimo arriverà al PalaBigi e la corona da regina dovrà guadagnarsela a denti stretti.
Reggio sbanca il Pala Parini, fortino della Cassa Rurale e la supera in classifica, andando a prendersi il 5° posto in solitaria. A un solo punto dalla quarta piazza, complice la battuta d’arresto di Civita Castellana ad Ortona e a soli 3 punti da Tuscania che è volata al 3° posto.  Una gara tirata, con qualche rilassamento di troppo forse per Reggio che col suo potenziale potrebbe vincere con meno fiatone, ma al di là del terzo set vinto dai canturini, la superiorità è stata netta, con Cetrullo (19 punti), Dolfo (11 punti) e Tondo (12 punti) sugli scudi.

Che sia una partita importantissima dal punto di vista della classifica lo si nota anche dal pubblico di casa del Pala Parini, accorso numeroso, con palloncini, striscioni e coreografie biancoverdi, colori sociali storici della Libertas Brianza Cantù. La gara comincia subito con due errori in battuta da ambedue le parti: 1-1. Poi due grandi attacchi di Cetrullo che dimostra di essere subito in palla e un super muro di Tondo che oggi festeggia le 100 partite in serie A ed è 2-5 per la Conad. Reggio mantiene 3 punti di vantaggio costanti nel primo set grazie a una buona ricezione e con Cetrullo e Silva in grande spolvero: 8-11. Il Volley Tricolore a muro è impenetrabile e Silva finora ha ottime percentuali d’attacco: 8-14, con un bel break prova a scappare la Conad! Si rifà sotto a -3 Cantù (12-15) e coach Cantagalli chiama il primo timeout per i suoi per evitare cali di tensione. E così al rientro sul parquet Cetrullo e capitan Tondo con un ace piazzano il 12-17. I padroni di casa non demordono con Preti che comincia a bombardare, poi però un errore in battuta spezza la serie positiva: 16-19 per Reggio. Poi con astuzia Silva e con forza Tondo regalano il 17-21: la Conad vuole il primo set. Poi però Cantù si porta a -2, ma Tondo scaccia la paura: 19-22. E ancora Cetrullo mette a terra su un servizio confezionato con maestria da Marchiani il punto del 21-23. Reggio guadagna il set-ball su un errore avversario, ma un clamoroso muro di Krolis porta Cantù a una sola lunghezza: 23-24 e set riaperto. Cantagalli richiama i suoi all’ordine e Dolfo non tradisce con un diagonale imprendibile: 0-1 per Reggio!

L'australiano Tom D.P. esulta grintoso assieme a capitan Tondo che oggi festeggiava le 100 gare in serie A. L'australiano è stato un killer spietato: subentrato dalla panchina ha chiuso sia il secondo set sia l'ultimo col punto decisivo

L’australiano Tom D.P. esulta grintoso assieme a capitan Tondo che oggi festeggiava le 100 gare in serie A. L’australiano è stato un killer spietato: subentrato dalla panchina ha chiuso sia il secondo set sia l’ultimo col punto decisivo

Il secondo set si apre con una splendida azione di Marchiani che alza dietro, finta di Benaglia e Dolfo dalla seconda linea spara a terra. Poi un mani-fuori di Cetrullo sul muro canturino e Reggio subito a condurre con grande dimostrazione di forza, sulla scia di inizio primo set: 2-6. Marchiani in regia varia molto il gioco, servendo per Cetrullo e Dolfo che hanno entrambi la mano calda. Poi Benaglia va a segno con due punti e Reggio prova a prendere il largo: 4-10. Coach Della Rosa prova a scuotere i suoi, ma Tondo di precisione va a segno sul servizio, Cetrullo trova un pertugio impossibile e Benaglia mura: 6-13 e +7 per la Conad. Prova a rosicchiare qualcosa Cantù sul gap, ma per farlo deve inevitabilmente forzare qualche giocata e Reggio ne approfitta: 9-17. Straordinario Cetrullo che porta i suoi quasi a doppiare Cantù sul parziale: 10-19. Dolfo con due punti consecutivi allunga ancora per il Volley Tricolore: 14-21. Cantù trova un break pazzesco che riapre un set che sembrava chiuso: 19-22! Reggio si rilassa troppo sul largo vantaggio e Cantagalli chiama i suoi a rapporto. Una mossa che raffredda la serie positiva dei padroni di casa che al servizio sbaglia: 19-23. Poi capitan Tondo va a guadagnarsi perlomeno tre set point: 20-24. Cantagalli mette dentro il kangaroo Douglas-Powell e va a chiudere il set proprio lui con una bordata sul parquet: 0-2 per la Conad!

La Conad vuole chiuderla subito col minimo sforzo, ma Cantù è coriacea e vuole accorciare per riaprire il match. E il terzo set inizia sul filo dell’equilibrio: 2-3 per Reggio. Poi però per i padroni di casa una bruttissima tegola: Alessandro Preti, uno dei giocatori più forti di Cantù, cade male e si fa male seriamente ad una spalla. Ed è costretto ad uscire dal palazzetto in barella, tra gli applausi di incoraggiamento del Pala Parini. A lui va l’incoraggiamento del Volley Tricolore per un rapido ritorno in campo. Nonostante la defezione, Cantù ha un altro mordente e sul parquet è battaglia: 5-6 per Reggio. Con Tiozzo e Krolis, i canturini ribaltano il parziale, ma Cetrullo pareggia subito: 9-9. Si lotta sempre sul filo dell’equilibrio: 13-13. Cantù poi trova il primo vero piccolo allungo: 16-13. Il Pirata Benaglia spezza il break e accorcia il gap: 16-14, Reggio c’è. Poi un errore di Cantù e un muro del neo entrato Kody portano la Conad a -1: 17-16. L’inerzia propende dalla parte dei padroni di casa in questo set che centrano un altro break portandosi a +4: 20-16, ma Kody prova a scuotere la Conad che poi grazie ad un errore di Krolis dimezza lo svantaggio ed è 20-18. E ancora il puma camerunense a metter giù una legnata delle sue: 20-19, che reazione di carattere del Volley Tricolore. Ancora un super Kody che sta avendo un impatto eccezionale e una bordata fuori di Tiozzo permettono alla Conad di riagguantare il pari: 21-21! Ma due piccoli errori millimetrici di Reggio riportano sopra Cantù: 21-23, fase cruciale del terzo set. Poi una chiamata dubbia dell’arbitro su un palleggio falloso di Marchiani e un mani fuori trovato da Krolis regalano il set a Cantù che riapre la partita: 1-2.

In avvio di quarto set, Reggio sputa fuori la rabbia per il precedente set perso e va subito sullo 0-3. Cantù è stordita dall’avvio sprint della Conad e si innervosisce un po’ oltre a commettere qualche errore di troppo, Reggio ne approfitta e va sul 1-6. Reggio allunga sul +7 con uno straordinario muro solitario di Cetrullo: 2-9. Benaglia centra un ace e Tondo prima con un pallonetto d’astuzia poi con una palla contesa a rete messa giù nel campo avversario portano ancora la Conad a fuggire sul parziale: 4-13. Ancora una volta Marchiani confeziona una palla d’oro per Dolfo che la sbatte sul muro con la carambola che finisce fuori, poi due errori di ricezione e attacco di Cantù fanno viaggiare Reggio sul +11: 6-17. Set in pugno, ma come spesso dice il Pirata Benaglia questa è una “Pazza Reggio” e fino alla fine non si può mai dire l’ultima parola. Ma Tondo e Dolfo, straordinari, dimostrano la grande prova di forza in questo quarto set da parte della Conad: 8-20! Dolfo e Cetrullo continuano a martellare e Reggio compie un altro grande passo verso la vittoria: 10-22. La superiorità della Conad è magistrale e nonostante Cantù provi ad accorciare, come nel secondo set la chiude il kangaroo-killer Douglas-Powell: 1-3! Braccia al cielo e un’altra fantastica vittoria per la Conad!

 

Il tabellino

CASSA RURALE CANTU’                                                   1
CONAD VOLLEY TRICOLORE REGGIO EMILIA       3
(23-25; 21-25; 25-21; 12-25)

CANTU’: Monguzzi 9, Krolis 15, Preti 6, Robbiati 7, Gerosa 2, Tiozzo 7; Groppi 1, Riva 6, Cominetti. Libero: Butti. Non entrati: Rudi (2° Libero), Mazza e Gaggini. Allenatore: Della Rosa
REGGIO EMILIA: Dolfo 11, Benaglia 9, Cetrullo 19, Silva 7, Tondo 12, Marchiani 1; Bevilacqua, Kody 2, Tom D.P. 2. Libero: Morgese. Non entrati: Cargioli, Bonante, Scaltriti. Allenatore: Cantagalli
Arbitri: Del Vecchio e Curto

 

 

 

 

 

LA CONAD VA A CANTU’ PER LA BATTAGLIA DEL 5° POSTO

By | News | No Comments

DOMANI LA CONAD A CANTU’: UNA SFIDA DA BRIVIDI PER IL 5° POSTO PLAYOFF. IL VOLLEY TRICOLORE VA IN CERCA DELLA “DECIMA”.
KODY E BONANTE: “DOBBIAMO ESSERE AGGRESSIVI SIN DA SUBITO, GIOCARE A CASA LORO NON E’ FACILE. PER I PLAYOFF E’ UNA GARA FONDAMENTALE, MA CI ACCONTENTEREMMO ANCHE DI DUE PUNTI” 

L'urlo di battaglia della Conad: tutti pronti a sfidare Cantù

L’urlo di battaglia della Conad: tutti pronti a sfidare Cantù

Una sfida d’alta quota, come quasi tutte quelle che verranno per la Conad da qui fino alla fine della regular season. Il Volley Tricolore domani (start alle ore 18, diretta su SporTube – Lega Volley Channel, la web tv della Lega Pallavolo Serie A. Da questo weekend per vedere le partite sarà necessaria la registrazione utente, con la creazione di un proprio user e una password. Si può farlo già da adesso su www.legavolley.it/lvc cliccando su “login”) va nella tana di Cantù per un match importantissimo valido per l’8a giornata di campionato di Serie A2 UnipolSai. Una gara vitale per proseguire il sogno playoff.

La posta in palio è alta: ci si gioca il 5° posto. Reggio è al 6° posto, strappato a Potenza Picena domenica scorsa nello scontro diretto, e dista da Cantù solamente un punticino. Chi vince può davvero spiccare il volo anche verso la quarta piazza (Tuscania a +3 da Reggio) e il 3° posto occupato da Civita Castellana (+4 dalla Conad).
E il Volley Tricolore va in cerca del dieci in pagella. Se gli uomini di coach Luca Cantagalli riuscissero a sbancare il PalaParini, sarebbe la decima vittoria nelle ultime undici gare. E sarebbe pure la settima vittoria consecutiva.

Coach Luca Cantagalli col palleggiatore Simone Bonante, diventato un'arma tattica importante a partita in corso

Coach Luca Cantagalli col palleggiatore Simone Bonante, diventato un’arma tattica importante a partita in corso

Sarà una battaglia. Perché la Cassa Rurale Cantù dell’ex Nicola Tiozzo che sta vivendo una stagione spumeggiante, assieme alla Conad, è una delle squadre più in forma del momento. E’ da tre partite consecutive che vince e se contassimo solo la classifica del girone di ritorno, sarebbe dal secondo posto assieme a Vibo Valentia con 15 punti, dietro la Conad a 18 punti. E storicamente la situazione è quasi in equilibrio: su 5 precedenti in serie A2, la Conad è avanti per 3 successi a 2. Cantù all’andata, ha espugnato il PalaBigi per 3-0. E la Conad vuole perlomeno vendicarsi sportivamente. Ma sarà durissima.

Però quando il gioco si fa duro, i duri iniziano a giocare. Una frase epica, da impresa, da gladiatori. E a dare il segnale per scatenare l’inferno è il “Centurione” – come viene chiamato dai compagni – Simone Bonante, palleggiatore: “Cantù è una bella squadra, super organizzata e che gioca bene. Sarà una trasferta difficile come lo è stata quella di Siena. Da oggi in poi saranno solo scontri diretti. Dobbiamo essere aggressivi fin da subito, perché giocare a Cantù non è semplice”.

Il Puma camerunense Kody quando attacca fa malissimo

Il Puma camerunense Kody quando attacca fa malissimo alla ricezione avversaria

Bonante spesso viene inserito in campo da Cantagalli in un doppio cambio assieme a Kody per alzare il muro e sfruttare i centimetri del puma camerunense. Una soluzione tattica che sta sorprendendo gli avversari nei finali di set. “Il doppio cambio sta portando buoni frutti – dice il palleggiatore romano – Ci permette di sfruttare l’altezza di Kody sia a muro sia sugli attacchi. Speriamo di continuare così e l’importante è che quando verremo chiamati in causa daremo il nostro contributo per aiutare la squadra a vincere”.
Lo stesso opposto camerunense Kody dice la sua: “Siamo in un buon momento, ma non dobbiamo pensare che se stiamo vincendo così tanto ce l’abbiamo già fatta. Perché ora che siamo a questo punto, dobbiamo essere svegli e bravi a puntare più in alto perché possiamo farlo. Siamo solo ad un punto da Cantù e vincere significherebbe non solo superarli, ma anche essere un po’ più sicuri di essere in questi playoff. Ma fino all’ultima gara dobbiamo pensare che non è mai detta l’ultima parola e dobbiamo giocare come sappiamo. Credo che questa partita di Cantù possa essere un po’ decisiva per avere slancio verso le posizione alte. Vincere è quello che conta, anche se lo facessimo guadagnando due punti andrebbe benissimo…”.

L’UNDER 14 DEL PROGETTO GIOVANI SI LAUREA CAMPIONE PROVINCIALE

By | News | No Comments

L’UNDER 14 DEL PROGETTO GIOVANI E’ GIA’ VINCENTE: AL PRIMO ANNO DI “VITA” HA GIA’ CONQUISTATO IL CAMPIONATO PROVINCIALE
MASSIMO DAVOLI: “RACCOGLIAMO IL PRIMO FRUTTO ED E’ UNA BELLA SODDISFAZIONE FARLO AL PRIMO ANNO. SIGNIFICA CHE STIAMO LAVORANDO BENE, MA CHE DOVREMO ANCHE CRESCERE”
L’UNDER 15 DOMENICA PROSSIMA PUO’ REGALARE IL SECONDO CAMPIONATO: LA FINALE SI GIOCHERA’ AL PALABIGI, PRIMA DEL MATCH DELLA PRIMA SQUADRA CONTRO VIBO VALENTIA

L'under 14 del Progetto Giovani festeggia il titolo di campione provinciale. La coppa è nella mani del capitano Marco Cantagalli e di Stefano Ghidotti, referente dei Vigili per il Progetto Giovani

L’under 14 del Progetto Giovani, allenata da Dante Leonardi, festeggia il titolo di campione provinciale. La coppa è nella mani del capitano Marco Cantagalli e di Stefano Ghidotti, referente dei Vigili per il Progetto Giovani

Se nella prima squadra della Conad c’è un Luca Cantagalli che da allenatore la sta portando in alto nei playoff e che sta preparando il match chiave di domenica contro Cantù (ore 18, diretta su SporTube), c’è un altro Cantagalli, il figlio del coach, ovvero Marco che solleva da capitano la coppa del primo campionato vinto dal Progetto Giovani nato nella scorsa primavera.

L’Under 14 del settore giovanile del Volley Tricolore, allenata da Dante Leonardi, infatti ha conquistato il titolo di campione provinciale. Lo ha fatto vincendo la finale per 3-0 sia all’andata sia al ritorno contro la Pieve Volley.

«Raccogliere i frutti di un lavoro cominciato neanche un anno fa è molto soddisfacente – dice Massimo Davoli, consigliere delegato al Progetto Giovani – Significa che il percorso che stiamo facendo sta andando nella direzione giusta. Ma questo dev’essere un punto di partenza per migliorare sempre di più. E ora speriamo che l’Under 15 faccia il bis”.

L’Under 15 del Progetto Giovani, allenata da Carlo Bonfatti, infatti disputerà anch’essa la finale e dovrà vedersela in un girone a tre con la Pieve Volley e i Vigili del Fuoco (che sono tra l’altro società amiche e che collaborano allo stesso Progetto Giovani). La partita decisiva che assegnerà il titolo si disputerà sabato 5 marzo alle ore 16 (ingresso gratuito), nella splendida cornice del PalaBigi, dove alle 20,30 giocherà la prima squadra della Conad contro Vibo Valentia per il campionato di Serie A2. E i giocatori della Conad saranno presenti sugli spalti per sostenere i baby.

E non sarebbe male anche un “triplete”, perché anche l’Under 17 di coach Lancetti potrebbe guadagnarsi l’accesso alla finale. Anche se gli avversari sono gli ostici ragazzi del Volleyball San Martino.

IL “MIRACOLO” DELLA CONAD DI CANTAGALLI: CONTANDO SOLO IL RITORNO, IL VOLLEY TRICOLORE SAREBBE PRIMO IN CLASSIFICA

By | News | No Comments

UNA REMUNTADA PAZZESCA QUELLA DELLA CONAD: CONTANDO SOLO IL GIRONE DI RITORNO SAREBBE AL PRIMO POSTO A +3 DALLA CAPOLISTA VIBO VALENTIA. DOPO IL GIRO DI BOA, 18 PUNTI IN SETTE PARTITE
CANTAGALLI ELOGIA I SUOI: “SONO MOLTO SODDISFATTO, STIAMO FACENDO QUALCOSA DI IMPENSABILE FINO A QUALCHE MESE FA… GODIAMOCI QUESTO MOMENTO, MA NON DIMENTICHIAMOCI DOVE ERAVAMO. MANTENIAMO I PIEDI PER TERRA”. 

Luca Cantagalli con le braccia al cielo: il coach ha tantissimi meriti nella grande cavalcata della Conad

Luca Cantagalli con le braccia al cielo: il coach ha tantissimi meriti nella grande cavalcata della Conad

Nove vittorie nelle ultime dieci gare di campionato di serie A2. È un momento d’oro quello della Conad. Che sta facendo qualcosa di incredibile. Soprattutto se si pensa che fino alla terzultima giornata d’andata il Volley Tricolore era fanalino di coda nella classifica. Poi, proprio nel momento peggiore, dove una stagione sembrava essere ormai compromessa, nel match contro Sora seconda in classifica, Reggio finalmente vince. E da allora, la cavalcata verso la risalita in graduatoria è stata spettacolare. Solamente Tuscania che in casa non perdeva da mesi e mesi, è riuscita a fermare i giallorossi alla prima di ritorno. Poi solamente grandi vittorie, tutte da tre punti, lasciando briciole di set agli avversari. Nelle 7 giornate di ritorno, la Conad ha collezionato ben 18 punti. E se il campionato fosse cominciato nel girone di ritorno, Reggio sarebbe prima in classifica a +3 da Vibo e da Cantù, altra squadra in grande forma, che il Volley Tricolore affronterà domenica in uno scontro da brividi.

Numeri da capogiro. E se il confine fra rammarico e la soddisfazione è molto sottile, di sicuro coach Luca Cantagalli può essere orgoglioso. Uno dei veri artefici di questa remuntada pazzesca è proprio lui. Lui che non ha mai smesso di credere in questo gruppo anche quando il morale era giù negli abissi. E questa sfida la sta vincendo, facendo riemergere la nave dalla Fossa delle Marianne e riportandola a galla fino a veleggiare con fierezza verso la zona playoff. E addirittura a soli 4 punti dal terzo posto…
Tanta soddisfazione, ma piedi per terra. Questo è il motto. Perché il bello e il difficile vengono adesso…

«Ovviamente sono molto soddisfatto – dice Cantagalli – soprattutto per come stiamo giocando. A tratti siamo molto decisi, belli e facciamo pochi errori. A volte però pecchiamo in qualcosa e forse inconsciamente pensiamo già di aver vinto e ci rilassiamo molto. Per questo dobbiamo restare umili e sereni. Questo è un periodo molto buono che ci dà grande carica e consapevolezza. Ma dobbiamo continuare a lavorare e prepararci a gare più difficili. Quella con Potenza Picena è stata una bella vittoria, ma bisogna ammettere che loro erano senza un giocatore importante come Ippolito e avevano l’opposto Moretti non al top della condizione. D’ora in poi andremo a incontrare squadre agguerrite che si giocano i primi posti. Abbiamo un altro scontro diretto contro Cantù domenica e sarà un’altra battaglia. E poi tra qualche settimana avremo anche Civita. A parte Vibo Valentia e Sora non temo nessuno, siamo una squadra in palla e siamo consapevoli dei nostri mezzi. Ma dobbiamo migliorare sul muro e crescere in ricezione. Per il resto stiamo andando bene, sia in battuta sia attacco soprattutto. Ora godiamoci questi momenti, ma senza dimenticarci quello che abbiamo passato mesi fa perché è questo che dà più valore al nostro cammino. Dobbiamo stare attenti perché ci vuole un attimo, così come abbiamo recuperato, a ritornare dietro. Rimonta pazzesca? Sì, stiamo facendo qualcosa di impensabile fino a qualche mese fa. Ma dico anche che non sono stupito. Sapevo che questa squadra aveva delle qualità importantissime e ho sempre creduto in questi ragazzi. L’ho sempre detto anche quando eravamo ultimi, dirlo solo adesso sarebbe troppo facile…».

Davide Morgese in ricezione, sta abituando le platee a recuperi spesso impossibili. Ma non per lui

Davide Morgese in ricezione, sta abituando le platee a recuperi spesso impossibili. Ma non per lui

Un altro grande artefice di questa impresa sorprendente è il libero Davide Morgese, il più piccolo della ciurma Conad, ma il più grande nel recuperare palloni impossibili. La sua crescita sta contribuendo a migliorare la ricezione e la difesa di tutta la squadra. “Morgan”, come lo chiamano i compagni è ambizioso e non si accontenta: “Stiamo facendo dei grandi risultati, però dobbiamo migliorare soprattutto nei finali di set dove a volte pensiamo di aver già vinto o forse anche per paura di vincere, chi lo sa, e ci rilassiamo troppo. Dobbiamo cercare di migliorarci e vincere con più tranquillità. Domenica giochiamo a Cantù contro una squadra tosta e che ci contende le posizione alte nei playoff. Ora sta a noi prepararla al meglio questa settimana e andare lì per metterli in difficoltà”

UN “RAZZO” DI ENTUSIASMO IN PANCHINA

By | News | No Comments

IL CAMPIONE OLIMPICO DI SCI GIULIANO RAZZOLI, OSPITE IN PANCHINA, PORTA FORTUNA ALLA CONAD: “E’ STATO DAVVERO MOLTO INTERESSANTE, HO VISTO LA PALLAVOLO COME MAI FINORA ED E’ UNO SPORT CHE MI PIACE TANTISSIMO. E’ STATO MOLTO EMOZIONANTE VEDERE DAL CAMPO LE SENSAZIONI DEGLI ATLETI. LA CONAD E’ DAVVERO UNA BELLA SQUADRA. IL MIO RECUPERO? PROCEDE SPEDITO, STA ANDANDO TUTTO BENE” 

Due campionissimi, coach Luca Cantagalli regala la maglia della Conad a Giuliano Razzoli

Due campionissimi, coach Luca Cantagalli regala la maglia della Conad a Giuliano Razzoli

Una guest star che ha portato tanta fortuna quella che ieri era seduta in panchina al PalaBigi. L’ospite in panchina era niente poco di meno che Giuliano Razzoli, campione olimpico di sci, che attualmente è fermo per quel brutto infortunio di qualche settimana fa accusato durante lo slalom speciale a Kitzbuehel, in Austria.
Così, il Volley Tricolore ha pensato di invitarlo a vedere il match di ieri per fargli sentire la vicinanza e come testimone per essere un grande sportivo del nostro territorio, con la faccia pulita, una delle più belle del nostro sport.

Razzoli ha seguito il match sulla panchina assieme al consigliere delegato al marketing Loris Migliari che ha avuto l’idea di invitarlo e al coach Luca Cantagalli, un altro campionissimo con una bacheca invidiabile. Al campione di Villa Minozzo è stata regalata una maglia della Conad col numero 13, lo stesso del pettorale vincente alle olimpiadi di Vancouver nel 2010, con la scritta “Razzo”. E lui, con la sciarpa al collo del Volley Tricolore, ha ricambiato con un suo fantastico poster autografato. E soprattutto ha risposto con grande entusiasmo, ricambiato dal pubblico con tanti applausi.

«E’ stato davvero interessantissimo assistere a questa partita – ha detto “Razzo” – ed è stato anche parecchio divertente. Poi quando si vince e va tutto bene lo è ancora di più. Ho avuto la possibilità di vivere da un’altra prospettiva, privilegiata, questo match. Ho passato una bella domenica alternativa e mi sono appassionato da oggi ancora di più alla pallavolo che comunque già guardavo in televisione quando potevo. Uno sport che oggi ho apprezzato e conosciuto ancora meglio. Ho visto la Conad molto bene, è proprio una bella squadra e spero che continui così. Cosa mi ha colpito di più? Beh, l’altezza di Kody… (ride). È spaventoso. E poi dalla panchina ho potuto capire di più il gioco. E poi è stato bello vedere come gli atleti si sono preparati, come reagiscono agli errori, cosa si dicono tra loro, le istruzioni di coach Cantagalli e le emozioni dei giocatori nei diversi momenti del match. Meglio il basket o la pallavolo? Sono due sport entrambi entusiasmanti, dove c’è sempre un ritmo incalzante e un’emozione continua».

Giuliano Razzoli con la sciarpa al collo in panchina durante una fase del match di ieri, parla con Loris Migliari che ha avuto l'idea di invitarlo al PalaBigi

Giuliano Razzoli con la sciarpa al collo in panchina durante una fase del match di ieri, parla con Loris Migliari che ha avuto l’idea di invitarlo al PalaBigi

Razzoli è stato osannato dal pubblico che gli ha tributato uno scrosciante applauso prima del match. “E’ sempre bello sentire l’affetto del pubblico – ha detto il campione – Significa che qualche emozione l’ho fatta provare. Ogni tanto sono anche emozioni negative come quando cado (ride ancora), però a parte le battute per sdrammatizzare, spero di poterne regalare ancora tante”.
E a proposito del suo recupero spiega: “La riabilitazione procede bene. Ormai sono già senza stampella e faccio già qualche piccolo passo in autonomia. Sta andando tutto come da programma, forse sono anche in anticipo a livello di tempi di recupero, ma non voglio forzare. Non ho fretta, voglio fare le cose come si deve e tornare alla grande”.

FANTASTICA CONAD: POTENZA PICENA ABBATTUTA 3-0 E AL PALABIGI SUONA LA NONA SINFONIA NELLE ULTIME DIECI GARE

By | News | No Comments

UNA CONAD INARRESTABILE! ABBATTUTA 3-0 ANCHE POTENZA PICENA SORPASSATA IN CLASSIFICA. IL VOLLEY TRICOLORE NON SI FERMA PIU’: NONA SINFONIA NELLE ULTIME DIECI GARE E SESTA VITTORIA CONSECUTIVA. UNA MARCIA PAZZESCA. STRAORDINARI I CENTRALI TONDO E BENAGLIA, CHE SUPERANO QUOTA 200 E 100 PUNTI IN STAGIONE 

L'esultanza della Conad dopo la vittoria del secondo set

L’esultanza della Conad dopo la vittoria del secondo set

 

Non ci sono più aggettivi per descrivere questa Conad che conquista strepitosamente la vittoria nello scontro diretto al PalaBigi contro Potenza Picena. Una sfida cruciale ai fini della classifica perché i marchigiani avevano un punto in più appaiata al quinto posto con Cantù che Reggio affronterà domenica prossima in un altro match da alta quota. E con questo successo il sorpasso è realtà. Uno slalom pazzesco – citazione non casuale in onore a Giuliano Razzoli, il campione olimpico di sci presente in panchina come ospite oggi – quello fatto in graduatoria nelle ultime dieci gare in cui la Conad ha suonato la nona sinfonia e ha messo in tasca la sesta consecutiva. Un rullo compressore straordinario. Tre set a zero. Senza se e senza ma. Anche se è stata dura soprattutto nel primo e nell’ultimo set dove Potenza Picena ha avuto la forza di tornare sotto nel punteggio e andare a giocarsi la frazione ai vantaggi, mentre il secondo set è stato conquistato con superiorità disarmante dagli uomini di coach Cantagalli. Tondo a muro è stato straordinario e ha superato quota 200 punti in stagione. Fondamentale anche Davide Benaglia che con 10 punti tocca quota 106 punti. Poi le certezze Cetrullo e Dolfo a mettere giù punti. Morgese ha recuperato palle impossibili appoggiando spesso la palla comoda per Marchiani che in cabina di regia è stato fenomenale mettendo giù anche 3 punti con grande astuzia. E poi i ruggiti di Silva e l’impatto super di Kody nei momenti che contavano. Tutto questo è un cocktail fantastico. E la Conad vola sempre più in alto. E può sognare: il quarto posto dista a tre punti e perché no, il terzo posto a “soli” 4 punti. Il Volley Tricolore ormai non si pone più limiti.

Un muro a tre Cetrullo-Benaglia-Marchiani contro un attacco di Cavuto. Il muro è stata una chiave importante per la vittoria della Conad, con il capitano Alessandro Tondo assoluto dominatore sopra la rete

Un muro a tre Cetrullo-Benaglia-Marchiani contro un attacco di Cavuto. Il muro è stata una chiave importante per la vittoria della Conad, con il capitano Alessandro Tondo assoluto dominatore sopra la rete

Comincia subito con grande mordente la Conad che va sopra 3-1 coi due centrali Benaglia e Tondo che si scaldano le mani andando a segno. Prova a scappare via sul punteggio del primo set il Volley Tricolore coi primi bersagli di Cetrullo, ma non riesce ad andare oltre il +2, con Potenza Picena che risponde palla su palla: 8-6. Poi però gli ospiti pasticciano un po’ e prima lo stesso Cetrullo e poi Benaglia ne approfittano sulla ricezione marchigiana non perfetta e mettono a segno un break che vale il +4: 10-6. Il coach del Volley Potentino Graziosi chiama timeout e prova a riassettare la squadra che alla ripresa reagisce, ma i troppi errori in battuta e Cetrullo che evidenzia le lacune difensive, la tengono sempre sotto di 4 punti: 12-8 per la Conad. Poi con un’invenzione astuta di Marchiani e un ace di Tondo, Reggio prende il largo: 14-9. Ma i piceni accorciano con un buon break: 14-12 e coach Cantagalli richiama i suoi all’ordine per tenere tutti sulla corda. E così, al rientro, Dolfo si scatena e la Conad viaggia verso la conquista del set: 18-13. E ancora capitan Tondo trascina i suoi a muro: 20-14. Ma Potenza Picena non demorde e accorcia nonostante Cantagalli metta dentro l’asso camerunense Kody che va a mettere giù di potenza il punto del 23-18. Ma ancora i marchigiani rispondono con un break che fa sentire il fiato sul collo a Reggio: 23-22. Brividi. E poi una ricezione errata consegna clamorosamente il pari al Volley Potentino: 23-23. Gap azzerato con una super prova di Pierotti (6 punti)! Ma la Conad reagisce nel momento clou e Cetrullo sfodera il colpo del 24-23. Ma gli ospiti rispondono: 24-24, si va ai vantaggi. Ma il Pirata Benaglia e un ace di Dolfo decidono di chiuderla finalmente: 26-24 e 1-0 per la Conad.

Ancora una partenza sprint in avvio di secondo set per la Conad con Dolfo che fa malissimo dalla battuta e dalla seconda linea: 5-0 per Reggio! Prova a tornare sotto Potenza Picena, ma Cetrullo e Silva ruggiscono: 9-3. Timida reazione ospite, anche se i punti arrivano soprattutto per piccoli errori di Reggio, poi però Marchiani si inventa un altro colpo a sorpresa e Tondo al servizio è una spina nel fianco: 12-7. Allunga ancora la Conad con un grande Benaglia: 15-8, Potenza Picena in difficoltà. Reggio domina con un Tondo straripante a muro: 19-10, set che sembra non essere stato mai in discussione. Il capitano continua a regnare sopra la rete, Dolfo macina punti su punti: 22-12, una Conad super! Break del Volley Potentino che prova un accenno di remuntada, ma il gap è troppo: 23-15. Dolfo poi conferma il momento straordinario e guadagna una serie innumerevole di set ball: 24-15. E Cetrullo la va a chiudere con un pallonetto morbido: 25-15 e 2-0 per il Volley Tricolore!

Braccia al cielo per coach Cantagalli, Cetrullo e Silva: Kody ha appena messo giù il punto della vittoria del match

Braccia al cielo per coach Cantagalli, Cetrullo e Silva: Kody ha appena messo giù il punto della vittoria del match

La Conad ha l’occasione di chiudere la pratica in tre set e inizia subito in modo sprint: 3-0! Le manone di Tondo oggi non fanno passare nulla, è dominante a muro: 6-2 per Reggio. Tondo mette a segno un ace favoloso, ma Potenza Picena resta comunque in scia a -4: 10-6. Coach Graziosi prova a scuotere i suoi al timeout, ma il Volley Tricolore si sta dimostrando sempre più solido. Accorcia leggermente il distacco la squadra marchigiana (12-9), allora Cantagalli per non rischiare richiama i suoi all’ordine e Benaglia al rientro in campo suona la riscossa: 13-9. Cetrullo bombarda ancora e Reggio tiene comunque distanza gli ospiti: 16-12. Poi però Cavuto centra un ace e Potenza Picena si avvicina pericolosamente: 16-14, ma poi ci pensa ancora una volta capitan Tondo spezza l’incantesimo (17-14). Poi Dolfo mette giù il punto del 18-15 dopo un recupero miracoloso di un super Morgese che oggi le prende tutte. I piceni però non si arrendono e vanno a meno uno: 18-17! Dolfo allunga ancora, poi una chiamata out dubbia dell’arbitra consegna il 20-18 a Reggio. Si gioca punto su punto, ma la Conad non molla la presa e Cetrullo segna il 22-19, match vicinissimo! Potenza Picena risponde con un break e si avvicina ancora: 22-21, altro set da brividi. E arriva l’aggancio degli ospiti: 22-22 con un errore di Cetrullo in attacco. E poi arriva addirittura il sorpasso clamoroso: 22-23 con un bel muro potentino. Cantagalli allora mette dentro forze fresche e si gioca le carte Kody e Tom D.P. L’australiano sbaglia dal servizio e gli ospiti vanno a servire per il set: 23-24. Tondo erge l’ennesimo muro: 24-24, si va ai vantaggi! Il capitano mette fuori la battuta, ma un attacco formidabile di Kody annulla il set-ball ospite. Sbaglia anche Potenza Picena e adesso Reggio serve per il match: 26-25. E Kody la va a chiudere trovando il mani fuori del muro marchigiano: 3-0 e un’altra strepitosa vittoria in saccoccia!

Il tabellino

CONAD VOLLEY TRICOLORE REGGIO EMILIA     3
VOLLEY POTENTINO POTENZA PICENA                  0
(26-24; 25-16; 27-25)

REGGIO: Dolfo 11, Benaglia 10, Cetrullo 12, Silva 4, Tondo 13, Marchiani 3; Kody 3, Bonante, Scaltriti, Tom D.P. Libero: Morgese. Non entrati: Cargioli e Bevilacqua. Allenatore: Cantagalli
POTENZA PICENA: Moretti 5, Cavuto 11, Quarta 9, Partenio 3, Pierotti 11, Codarin 1; Cristofaletti 4, Biglino 4, Miscio, Ferrini. Libero: Calistri. Allenatore: Graziosi
Arbitri: Piubelli e Lolli

DOMANI LA CONAD AL PALABIGI ATTENDE POTENZA PICENA, SCONTRO DA BRIVIDI DI ALTA QUOTA IN CLASSIFICA

By | News | No Comments

DOMANI LA CONAD ALL’ESAME DI MATURITA’ CONTRO POTENZA PICENA. AL PALABIGI SARA’ UNA SFIDA D’ALTA QUOTA: CHI VINCE PUO’ VOLARE AL QUARTO POSTO E LANCIARSI VERSO I PLAYOFF DA POSIZIONE PRIVILEGIATA. E IN PANCHINA, COME GUEST STAR, CI SARA’ ANCHE IL CAMPIONE OLIMPICO DI SLALOM SPECIALE DI SCI, GIULIANO RAZZOLI. IL PIRATA DAVIDE BENAGLIA, VICINO AL TRAGUARDO DEI 100 PUNTI, TIENE SULLA CORDA I COMPAGNI: “LORO SONO UNA SQUADRA OSTICA, CON GIOCATORI BRAVI. NOI NON DOBBIAMO PENSARE ALLA CLASSIFICA, MA SOLO A VINCERE. TENIAMO I PIEDI PER TERRA E GIOCHIAMO CON UMILTA’” 

Il Pirata Davide Benaglia vuole una squadra concentrata e coi piedi per terra per battere Potenza Picena

Il Pirata Davide Benaglia vuole una squadra concentrata e coi piedi per terra per battere Potenza Picena

Una sfida d’alta quota quella che andrà in scena domani al PalaBigi di via Guasco. E se si pensa che due mesi e mezzo fa la Conad era all’ultimo posto in classifica, giocare domani per il quarto posto in pienissima zona playoff dà ancora più l’idea della cavalcata pazzesca che sta compiendo il Volley Tricolore.
Alle ore 16 la truppa di coach Luca Cantagalli riceve Potenza Picena nella 7a giornata di campionato di Serie A2 UnipolSai. I marchigiani stanno facendo un grandissimo campionato e si trovano al 5° posto, appaiati a Cantù (che la Conad affronterà domenica prossima, tanto per far capire che finale di campionato di fuoco che la aspetta, con quasi tutti i match da scontri diretti) con 31 punti. Uno in più proprio del Volley Tricolore.

Dopo la grandissima vittoria di domenica scorsa a Siena, altro scontro diretto portato a casa, la Conad cerca la nona vittoria in dieci gare che la lancerebbe verso posizioni altissime che garantirebbero di giocare i playoff da “privilegiati” negli accoppiamenti, anche se gli spareggi promozione azzerano ogni gap ed è una sorta di torneo a parte. Il quarto posto, occupato da Tuscania, dista solamente a 3 punti. E chi vince tra Reggio e Potenza Picena, avrebbe uno slancio sia in fatto di classifica sia a livello psicologico per mirare a piazzarsi dietro le prime tre (Vibo Valentia, Sora e Civita Castellana) che stanno giocando praticamente un campionato a parte.

Ci vorrebbe uno “slalom” perfetto domani per compiere il sorpasso in graduatoria. E proprio per questo, “l’ospite in panchina” che si siederà vicino a coach Luca Cantagalli che di trofei ne ha piena la bacheca, sarà niente poco di meno che Giuliano Razzoli, campione olimpico di slalom speciale a Vancouver 2010 e grande atleta della nostra terra reggiana. Che di slalom se ne intende. Razzoli ha accolto il nostro speciale invito con grande entusiasmo e curiosità. E verrà a tifare e sostenere la squadra.

Il nostro Loris Migliari e il campione olimpico di sci, Giuliano Razzoli che domani sciarpa al collo sarà in panchina come guest star al fianco di un altro campionissimo: il nostro grande coach Luca Cantagalli

Il nostro Loris Migliari e il campione olimpico di sci, Giuliano Razzoli che domani sciarpa al collo sarà in panchina come guest star al fianco di un altro campionissimo: il nostro grande coach Luca Cantagalli

Nella gara d’andata, la Conad che aveva completamente un’altra faccia, perse 3 a 1. E soprattutto perse un giocatore chiave per infortunio: Davide Benaglia. “Il Pirata” però è tornato. E lo sta facendo alla grande, guidando la riscossa della remuntada in classifica. Lui e capitan Tondo da centrali stanno facendo sfracelli nelle ultime partite, formando una coppia temuta da tutte le squadre. A Benaglia mancano 4 punti per arrivare ai 100 stagionali, a Tondo invece 3 per arrivare ai 200. Insomma, quasi 300 punti in due. Numeri da capogiro.

La coppia di centrali Benaglia e Tondo si avvicinano a grandi record: al Pirata mancano 4 punti ai 100 in stagione. Al capitano 3 per arrivare a 200. Una coppia di centrali quella della Conad tra le più forti del campionato, capace di mettere a segno 300 punti in due

La coppia di centrali Benaglia e Tondo si avvicinano a grandi record: al Pirata mancano 4 punti ai 100 in stagione. Al capitano 3 per arrivare a 200. Una coppia di centrali quella della Conad tra le più forti del campionato, capace di mettere a segno 300 punti in due

«Mi sento bene – ha detto Benaglia – e sono abbastanza contento. Spero di continuare così sia a livello personale sia a livello di squadra. Domani affrontiamo una squadra affamata, con tanti giovani bravi e che hanno voglia di mettersi in mostra. Sembrano un po’ il Club Italia per alcuni aspetti, anche se molto più esperti. Stanno facendo un grande campionato e hanno elementi pericolosi come Cavuto che al primo anno di A2 sta giocando bene. Poi hanno gente come Moretti e Ippolito che possono fare male. Potenza Picena se è in giornata può essere davvero una squadra ostica. Ma il bello viene adesso. Saranno tutti scontri diretti da qui alla fine, non ci sono squadre semplici da affrontare. Ma se vogliamo continuare a camminare verso la qualificazione ai playoff dobbiamo batterli. Se vinciamo si può puntare al 4° posto? Non dobbiamo pensare alle posizioni, quando lo abbiamo fatto in questa stagione ci siamo fermati forse perché ci siamo montati un po’ la testa. Dobbiamo solo pensare a centrare i playoff che sono un nostro obiettivo, a fine stagione faremo i conti e vedremo dove siamo. Dobbiamo mantenere i piedi per terra e non dimenticarci che fino a tre mesi fa eravamo ultimi in classifica…».

IL CAMPIONE OLIMPICO DI SCI GIULIANO RAZZOLI DOMENICA AL PALABIGI SARA’ IL NOSTRO OSPITE IN PANCHINA

By | News | No Comments

DOMENICA AL PALABIGI UN OSPITE SPECIALE SI SIEDERA’ IN PANCHINA DURANTE IL MATCH CONTRO POTENZA PICENA. SARA’ IL CAMPIONE OLIMPICO DI SCI, GIULIANO RAZZOLI: “ACCETTO CON GRANDE ENTUSIASMO L’INVITO, SONO SEMPRE IL PRIMO QUANDO C’E’ DA TIFARE PER LE SQUADRE DI REGGIO. SARA’ INTERESSANTE VEDERE LA PALLAVOLO COSI’ DA VICINO E SARA’ UN GRANDE ONORE SEDERMI VICINO A UN GRANDE CAMPIONE COME LUCA CANTAGALLI”. 

Il nostro Loris Migliari con Giuliano Razzoli nella sua casa di Villa Minozzo dove sta recuperando dall'infortunio. A lui sono state regalate due sciarpe del Volley Tricolore che sfoggerà domenica al PalaBigi

Il nostro Loris Migliari con Giuliano Razzoli nella sua casa di Villa Minozzo dove sta recuperando dall’infortunio. A lui sono state regalate due sciarpe del Volley Tricolore che sfoggerà domenica al PalaBigi

L’iniziativa ideata dalla Legavolley “L’Ospite in Panchina” è stata declinata dall’inizio di questa stagione dal Volley Tricolore facendo sentire protagonisti gli sponsor del pool del club, invitando i membri o i rappresentanti di chi sostiene la nostra società.
Quello che è stato da noi tramutato in “Lo Sponsor in Panchina” e che è diventato un vero e proprio amuleto oltre che un motivo di grande attaccamento e coinvolgimento da parte degli ospiti.

Ma per il match della Conad di domenica al PalaBigi (Ore 16) contro Potenza Picena, gara importantissima ai fini della classifica, per giocarsi i posti d’alta quota nei playoff, il Volley Tricolore vuole la spinta di un grandissimo campione in panchina. Perché questa partita sarà piena di ostacoli e a sostenerci ci vuole chi è capace di spingerci col suo carisma in discesa.
Così, ecco che in panchina ci sarà Giuliano Razzoli, campione olimpico di Villa Minozzo, medaglia d’oro a Vancouver 2010. Attualmente lo sciatore reggiano è purtroppo fermo dopo il brutto infortunio a Kitzbuehel durante lo slalom speciale di Coppa del Mondo che gli ha provocato la rottura del legamento crociato.

“Essendo appassionato di sci – dice il consigliere delegato al marketing del Volley Tricolore, Loris Migliari – Ero davanti al televisore quando Giuliano si è infortunato. Ho visto la caduta e stavo male quando lo hanno portato via in elicottero. Così mi sono chiesto cosa potessi fare per fargli ritornare il sorriso, fargli sentire la mia vicinanza e quella del Volley Tricolore a un simbolo vincente del nostro territorio. E allora ho deciso di andarlo a trovare e proporgli questa occasione. Ho trovato un grande entusiasmo in lui e nella sua famiglia. Ha accettato questa opportunità e siamo felici ed onorati di ospitarlo. Giuliano è un campione con la faccia pulita, dentro e fuori. Così com’è il nostro sport e così come vogliamo che sia la nostra società. Questo è il messaggio che vorremmo lanciare al PalaBigi domenica”.

In panchina dunque ci saranno due grandi campioni. Il nostro coach Luca Cantagalli che in carriera ha vinto nel suo lungo palmares, due mondiali, due europei e un argento olimpico con la maglia della nazionale italiana di pallavolo oltre che 7 scudetti, 9 coppe Italia, 4 Coppe Campioni e 6 Coppe Cev e molto altro a livello di club. E il grande campione olimpico di sci Giuliano Razzoli, che non sta nella pelle e non vede l’ora di sedersi sulla panchina della Conad domenica.
“E’ chiaro che avrei preferito essere a sciare questa domenica – dice Razzoli sorridendo – Tra l’altro è venuto a nevicare sul nostro Appennino e senza quest’infortunio avrei potuto allenarmi sulle mie montagne. Ma pazienza. E visto che sono fermo, ho apprezzato tantissimo l’invito del Volley Tricolore a sedermi sulla sua panchina per la partita di domenica. Ho accettato subito. Sono curioso di vedere questo sport in un’ottica diversa dal guardarlo in televisione e scoprire i segreti dietro le quinte e ad un passo dal parquet. Sarà un’esperienza molto interessante senza dubbi. E poi sono un reggiano doc e quando c’è da sostenere e tifare una squadra della nostra città. Cantagalli ha ancora l’amaro in bocca per l’Olimpiade persa e proverà un pizzico di invidia verso di me per l’oro che ho vinto? Beh, lui non ha vinto l’Olimpiade, io però non ho vinto tutto il resto che ha vinto lui… Per la pallavolo Cantagalli è un mostro sacro. Infatti sarà un immenso piacere sedermi di fianco a lui e piacevole conoscerlo. Soprattutto sono curioso di vedere come un grande atleta di quel calibro si muoverà sulla panchina. Cari tifosi del Volley Tricolore, ci vediamo domenica al PalaBigi. Vi aspettiamo numerosi!”.

LA GIORNATA DA SOGNO DI GIOVANNI

By | News | No Comments

IL SOGNO DEL PICCOLO GIOVANNI IN TRASFERTA CON LA SQUADRA, TRA I SUOI IDOLI. BATTUTE, DOLCI REGALI E UNA SCIARPA CON TUTTI GLI AUTOGRAFI
PAPA’ GIANLUCA: “GRANDI GIOCATORI E GRANDI UOMINI. IL VOLLEY TRICOLORE HA VINTO DUE VOLTE, SONO CAMPIONI DENTRO E FUORI DAL CAMPO. PER MIO FIGLIO E’ STATA UNA GIORNATA DAVVERO SPECIALE…”.

Il piccolo Giovanni riceve in regalo una maglia da tutta la squadra durante il viaggio verso Siena

Il piccolo Giovanni riceve in regalo una maglia da tutta la squadra durante il viaggio verso Siena

Domenica mattina è arrivato prima lui del pullman a La Cremeria di Cavriago, luogo solito di partenza per le trasferte del Volley Tricolore. Non stava nella pelle e aveva paura di arrivare in ritardo. Così, ha svegliato papà Gianluca di buon mattino, scalpitante di essere un piccolo campioncino di pallavolo per un giorno. Giovanni Masoni, 8 anni, si è presentato con un sorrisone e con un’energia straripante all’appuntamento col suo regalo. Quello vinto per l’iniziativa “Mi batte il corazon – Innamorati del Conad” ideata dal Volley Tricolore in occasione di San Valentino. La frase d’amore per la squadra di Giovanni: “Voi mi avete dato la passione per giocare a pallavolo, io vi do tutto il mio cuore per vincere”, gli ha dato la possibilità di vivere da protagonista assieme alla squadra la trasferta di Siena.

Qui il nostro speciale tifoso posa con coach Luca Cantagalli sulla panchina al Pala Mens Sana di Siena

Qui il nostro speciale tifoso posa con coach Luca Cantagalli sulla panchina al Pala Mens Sana di Siena

Appena salito sul pullman, proprio non è riuscito a sedersi. Si guardava attorno con gli occhi che brillavano mentre osservava i giocatori che prendevano posto. E con fare sbarazzino e per niente timido, si è diretto verso il capitano Alessandro Tondo, il suo giocatore preferito, con una borsa piena di regali speciali. “Ho letto in un’intervista a Tondo che gli piace molto la cioccolata della Kinder e così ho pensato di portargliene un po’ per ringraziarlo di aver scelto la mia frase”. Cioccolata per lui e per tutta la squadra che ha letteralmente conquistato immediatamente. E così, proprio come un vero atleta, si è piazzato nei posti dietro del pullman assieme a Silva e Benaglia, con cui ha chiacchierato di pallavolo e della scuola che frequenta. Ma ha pure stupito tutti in fatto di conoscenza, conoscendo altezze e dati sui giocatori della Conad di quest’anno, ma anche della passata stagione snocciolando la rosa a memoria. Poi ha confidato con innocenza genuina: “Oggi avrei avuto la mia prima gara di nuoto, ma per me la Conad è tutto. Ho rinunciato senza problemi…”. 02

Una volta arrivati a Siena, ha pranzato con tutto il team e poi via verso il Pala Mens Sana dove si è seduto prima del match vicino a coach Luca Cantagalli e alle bellissime panchine assieme a Cetrullo e company. Ma ha pure stupito il club di casa – che si è detto ammirato dalla nostra iniziativa – a cui ha regalato una confezioni di Baci Perugina. Un messaggio bellissimo di amore e di sport. I giocatori gli hanno infine regalato una bella maglietta e una sciarpa autografata da tutti, che Giovanni porterà sempre con lui quando sosterrà la squadra dagli spalti. E sulla via del ritorno poi, con occhi sognanti, è crollato dal sonno. Stanco, ma felice. E chissà se nei suoi sogni abbia ripercorso la bellissima domenica passata assieme ai suoi idoli. Ma una volta svegliato, la realtà per una volta è stata meglio dei sogni…

E alla fine della partita, dopo la grande vittoria, capitan Tondo gli regala la sciarpa autografata da tutti i giocatori

E alla fine della partita, dopo la grande vittoria, capitan Tondo gli regala la sciarpa autografata da tutti i giocatori

“I ragazzi sono stati campioni dentro e fuori dal campo – ha detto papà Gianluca – Giovanni ha dato tutto il suo cuore per vincere e l’obiettivo della vittoria è stato raggiunto. Ma i giocatori in fatto di affetto non scherzano affatto. L’accoglienza per noi è stata davvero unica e per mio figlio è stata una giornata magica, al quale avete trasmesso tanto con una sensibilità speciale. Vi ringraziamo di cuore. Sempre Forza Conad”.