Ci si ferma a tre: Conad ko a Brolo

By 27 Gennaio 2013News

Elettrosud Brolo-Conad Reggio Emilia 3-1 (25-22, 25-22, 28-30, 25-17)
Elettrosud Brolo: Buzzelli, Blasi, Ricci ne, Sesto 12, Benito Ruiz 12, Scolaro (L), Pereyra 26, Cavanna 1, Ferraro ne, Paoli 10, Capra, Mengozzi 13, Ciabattini (L). All. Tofoli
Conad Reggio Emilia: Luppi 14, Grassano 6, Orduna 1, Goi (L), Tondo 15, Pellegrino 12, Barbareschi 8, Diachkov 15, Castellani, Groppi, Pagni ne. All. Cantagalli
Arbitri: Pozzi e Cerquoni
Durata: 24′, 28′, 33′, 23′. Tot. 1h48′
Note Brolo: ace 3, service error 9, muri 19, ricezione 56%, attacco 45%.
Note Conad: ace 5, service error 14, muri 14, ricezione 66%, attacco 38%.

Le ha provate davvero tutte, una Conad priva di capitan Francesco Biribanti e attesa da una trasferta complicata come quella di Brolo.
Non ce l’hanno fatta, i ragazzi di Luca Cantagalli, a portare via punti dalla sfida in terra siciliana, con l’Elettrosud che s’impone 3-1 trascinata proprio dal nuovo acquisto, l’opposto argentino Federico Pereyra (26 punti per lui).
Non basta aver salvato tre match-point nel terzo set, per muovere una classifica che ora vede la Conad in nona posizione, con il vantaggio sulla prima formazione esclusa dai play-off, proprio Brolo, che si riduce a 9 lunghezze.
Non arriva quindi il poker di successi consecutivi, con il primo stop alla quarta di ritorno e la voglia di ripartire già mercoledì, con il turno infrasettimanale che ha in programma la sfida del Pala Bigi contro Sora (ore 20.30).

LA PARTITA

Biribanti non c’è, e allora coach Cantagalli schiera Gianluca Pellegrino opposto a Santi Orduna, confermando Grassano e Barbareschi in banda, Luppi e Tondo al centro, Goi libero.
Per Paolino Tofoli prima in biancoblu per Pereyra, che compone la diagonale tutta argentina con Cavanna. Benito Ruiz e Mengozzi in 4, Sesto e Paoli in 3, Ciabattini libero.
Si parte in equilibrio assoluto, con Tondo subito grande protagonista e ormai certezza assoluta al centro della Conad (15 punti col 65% in attacco e 4 muri per il leccese).
Al primo stop tecnico è +1 Conad, con i giallorossi che allungano di nuovo sul 14-16 e sembrano avere l’inerzia in mano.
Brolo però arriva con Pereyra, opera il sorpasso sul 17-16 e poi sul 21-20, prima del finale in volata firmato da Paoli.
E’ 25-22 e 1-0 messinese.

SECONDO SET

Cantagalli cambia. Dentro Diachkov per un Grassano che fatica in attacco, l’impatto dell’ucraino è importante anche se Brolo fugge sino al 13-9.
La risposta giallorossa è in un parziale di 7-0 che sembra poter girare l’inerzia.
La Conad vola al +3 sul 13-16, ma un contro-break firmato Benito Ruiz riporta Brolo sul 20-17 e sul 23-19.
Luppi e Diachkov provano a tenere lì i giallorossi, ma è ancora Brolo a chiudere ancora 25-22.

TERZO SET

E’ subito 3-0 Brolo in avvio di terzo set, Cantagalli si rigioca anche la carta Grassano, questa volta in luogo di Barbareschi.
Dal 6-2 siciliano si arriva all’8 pari con un Diachkov importante anche a muro, e si procede punto a punto con cambio palla continuo sino al 20 pari.
Brolo sembra poter chiudere i conti arrivando al primo match-point sul 24-23, ma la Conad è ancora viva.
Cancellati tre match-point, sul 26 pari i Cantagalli boys ribaltano tutto conquistando tre occasioni per chiudere, e alla terza la palla del 28-30 prolunga un match che sembrava già finito.

QUARTO SET

Le energie dei giallorossi sono però poche, anche se l’1-3 in avvio sembra illudere.
Brolo si accende con una pioggia di muri (9 nel solo set), Sesto firma l’8-5 che diventa 13-6.
Diachkov prova a ricucire (17-13), ma ormai i siciliani sono lanciatissimi: 25-17 e 3-1 finale.

Leave a Reply

Facebook

Get the Facebook Likebox Slider Pro for WordPress