Conad da applausi, i campioni abbattuti

By 6 Gennaio 2013News

Conad Reggio Emilia-Sidigas Atripalda 3-0 (26-24, 25-19, 25-20)
Conad Reggio Emilia: Luppi 10, Grassi ne, Grassano 9, Orduna 3, Goi (L) ne, Tondo 11, Pellegrino ne, Barbareschi 16, Diachkov ne, Biribanti 12, Castellani (L) 1, Groppi, Pagni ne. All. Cantagalli
Sidigas Atripalda: Cazzaniga 4, Candellaro 12, Di Marco 6, Cortina (L) ne, Scappaticcio, De Paola ne, Izzo ne, Libraro 11, Gabriele 4, Cavaccini (L), D’Angelo 2, Mrdak 7, Bassi ne. All. Totire
Arbitri: Guarneri e Rossini
Durata: 29′, 27′, 25′. Tot. 1h21′
Note Conad: ace 3, service error 10, muri 13, ricezione 68%, attacco 52%.
Note Atripalda: ace 1, service error 8, muri 6, ricezione 48%, attacco 44%.

Una Conad da applausi fa impazzire il Pala Bigi, regalando una prima notte del suo 2013 da ricordare.
La Sidigas Atripalda, neo vincitrice della Coppa Italia, cade 3-0 in via Guasco, al cospetto di una formazione, quella di Luca Cantagalli, che non sbaglia praticamente nulla ottenendo un successo che la rilancia alla grande nel cuore della zona play-off.
Brividi solo nel finale di 1° set, poi è dominio totale di Biribanti e compagni.
Domenica prossima a Loreto un’altra grande chance per dare continuità.

LA PARTITA

Ci sono Marco Pagni e il rientrante Andrii Diachkov a disposizione in panchina, ma soprattutto capitan Biribanti nello starting-seven giallorosso in diagonale a Santi Orduna, con Barbareschi e Grassano in banda, Luppi e Tondo al centro e Castellani scelto nel ruolo di libero.
Tre novità per Atripalda, con Cazzaniga, D’Angelo e Cortina a sorpresa in panchina.
E allora è Scappaticcio-Mrdak, Libraro-Gabriele, Candellaro-Di Marco, Cavaccini libero.
I campani partono alla grande con 4 muri in un lampo, ma Barbareschi tiene avanti di 1 la Conad al primo stop.
Il break di Candellaro (muro su Biribanti) vale il 12-14, ma Reggio si accende con Barbareschi e il capitano.
E’ sorpasso alla seconda pausa, poi l’allungo decisivo con l’ace del Biri: 22-17.
Sul 24-21 sembra fatta, Libraro cancella tutto e si arriva al 24 pari, ma una magia di Orduna e il fallo di seconda linea dello stesso martello campano scrivono il 26-24.

SECONDO SET

Coach Totire conferma lo stesso starting-seven anche per il secondo set, così come chiaramente Cantagalli.
La Conad riparte alla grande, ed è un secondo praticamente senza storia sin dal principio.
Giorgio Barbareschi è, semplicemente, un tornado che si abbatte sul Pala Bigi, travolgendo tutto e tutti.
Stellare la prestazione del martello genovese in attacco, con le firme del primo strappo (6-4) e del secondo (13-9), con Totire che cambia Gabriele per D’Angelo.
Non basta, anzi Reggio vola via col primo muro di Tondo su Libraro (15-10) e un Grassano positivissimo anche in attacco, oltre al solito lavoro di seconda linea.
Orduna è un maestro nella gestione, chiude un errore di Libraro dai 9 metri: 25-19.

TERZO SET

Atripalda riparte con D’Angelo in banda e il resto del sestetto classico.
Tondo parte come una furia nel terzo parziale, con due attacchi perfetti per il 5-3 giallorosso.
Sul 9-5, ecco la scelta tanto attesa di coach Totire: dentro Cazzaniga per Mrdak, ma non basta un 3 su 3 immediato in attacco di “Virus” per girare l’inerzia di una gara ormai in mano ai ragazzi di Cantagalli.
Luppi è impressionante con l’attacco del 10-6, Tondo pure con quello del 16-12 ma, dopo che la Sidigas era tornata sino al -1 (17-16), arriva pure un incredibile punto di Julian Castellani, che trasforma una difesa in punto diretto.
Sul 19-16, capitan Biribanti si carica tutto il Pala Bigi sulle proprie spalle per la gran chiusura, con il break che chiude i conti.
L’ultimo punto è una veloce di Tondo: 25-20.

Leave a Reply

Facebook

Get the Facebook Likebox Slider Pro for WordPress