Implacabile, straordinaria, bellissima: è la Conad che vola verso l’A2

By 23 Febbraio 2014News

Conad Reggio Emilia-Cagliari Volley 3-0 (25-12, 25-22, 25-20)
Conad Reggio Emilia: Dordei, Catellani (L), Bassoli, Magnani ne, Guemart 3, Tiozzo 5, Tondo 10, Bartoli 14, Sideri, Cuda 13, Benaglia 4, Santini, Tataru. All. Cantagalli
Cagliari Volley: Cannistrà 15, Mascia 6, Gatti, Menicali 5, Cristiano, Meriggioli 1, Francesconi 6, Mignogna, Stangoni 3, Taliani (L). All. Miconi
Arbitri: Facchetti e Lizzari
Durata set: 22′, 26′, 26′. Tot. 1h14′
Note Conad: ace 3, service error 9, muri 8, ricezione 60%, attacco 60%.
Note Cagliari: ace 2, service error 13, muri 5, ricezione 69%, attacco 41%.

Implacabile, straordinaria, bellissima.
Utilizziamo tre aggettivi, ma ce ne vorrebbero tanti altri per una Conad stellare e sempre più vicina al ritorno in serie A2.
Anche nel big-match con Cagliari, l’unica inseguitrice della squadra di Luca Cantagalli, non c’è proprio storia.
La capolista è una macchina che funziona a pieno regime, il 3-0 sui sardi in un Pala Bigi in festa è un vero e proprio spot per la pallavolo.
Bastano 74 minuti a Guemart e compagni per avere ragione di un Cagliari che ora si ritrova a -10 dai giallorossi, quando mancano solo 8 turni al termine della regular season.
Non è ancora fatta, ma è davvero tutto pronto per completare il capolavoro.

LA PARTITA

Per firmare il 14° successo in 14 gare di campionato, coach Cantagalli sceglie lo starting-seven classico.
Bartoli opposto a Guemart, Cuda e Tiozzo in banda, Tondo e Benaglia al centro con Catellani libero.
Nessuna sorpresa anche per Cagliari, che finisce subito sott’acqua.
La Conad infatti è una furia, spinta dal pubblico di via Guasco.
Cuda piazza subito il 4-1, super Catellani in difesa e Bartoli a concludere per il 7-2, ma il break prosegue.
Capitan Guemart è sublime, in regia e anche col lavoro a muro: la strapotenza fisica della Conad è evidente, il primo set è un vero e proprio massacro, sorprendente per la super sfida tra prima e seconda.
Cuda e Bartoli firmano il 25-12 che dà già un’idea chiara sull’andamento del match.
Cagliari prova infatti a scuotersi in avvio di 2° set, scappando sino al +4 alla prima pausa tecnica.
E’ solo un’illusione, Tiozzo e Cuda agganciano i sardi sul 10 pari, poi sono Tondo e un ace di Bartoli ad aprire la forbice.
Quando anche Benaglia entra in partita, le speranze ospiti scemano: 25-22 e 2-0.
Il terzo set è di nuovo una sinfonia giallorossa, con Nicola Tiozzo per l’8-2 al primo stop.
Cagliari riesce a tornare a -3 con Cannistrà, ma Tondo e Benaglia la respingono definitivamente. Finisce 25-20, per il decimo 3-0 stagionale, ma il 10 più importante è quello dei punti di vantaggio.

Leave a Reply

Facebook

Get the Facebook Likebox Slider Pro for WordPress