Primo match-ball per la Conad: vincere con Olbia può valere l’A2

By 4 Aprile 2014News

Due formazioni sarde, tra la Conad e l’immediato ritorno tra i grandi.
Sono Olbia e Cagliari gli ultimi ostacoli per la formazione di Luca Cantagalli, dominatrice assoluta del girone B di un campionato di B1 mai in discussione.
Ok, ma c’è una gran voglia di chiudere i conti il prima possibile, anche per potersi concentrare sul possibile “double”, con la Final Four di Coppa Italia il prossimo 18-19 aprile a Motta di Livenza.
Si riparte dopo la pausa con gli ultimi 5 turni di campionato, ma può bastare già quello in programma questo sabato per volare in A2.
Undici i punti di margine su Cagliari, grazie alle 17 vittorie in 17 gare di campionato, con soli 3 punti lasciati per strada.
Uno, proprio in quel di Olbia lo scorso 14 dicembre, con la Meridiana che si è poi confermata squadra di ottimo livello (è terza in coabitazione con Tuscania e lotta per un posto nei play-off) e al Pala Bigi proverà a rovinare la festa ai giallorossi.
In realtà però, non dipende tutto dal match in programma in via Guasco alle ore 21.
Per lanciare i brindisi, la Conad deve guadagnare 1 punto nei confronti di Cagliari, impegnata in casa alle ore 19 contro Santa Croce. A +12, gli isolani potrebbero raggiungere Guemart e compagni per punti e numero di vittorie, ma rimarrebbero alle spalle nel computo del quoziente set.
Ad inizio match, la Conad saprà quindi se battendo Olbia sarà serie A, ma in ogni caso i ragazzi di Cantagalli dovranno rimanere concentrati sull’obiettivo dei 3 punti, anche perchè in ogni caso sabato prossimo a Tuscania basterebbe solo un punticino per la matematica.
Olbia, come detto, arriverà al Pala Bigi con stimoli importanti.
Guidata da coach Andrea Fortunati, la Meridiana è una squadra costruita sin dalla scorsa estate con l’obiettivo di lottare per il vertice. La diagonale composta dal palleggiatore Di Tommaso e da Paolo De Rosas (da quest’anno in posto 2 dopo una carriera da martello) è di livello assoluto, ma anche capitan Trova e Damaro in banda sanno far male.
Al centro Calonico e Miscione dovranno vedersela con due totem come Tondo e Benaglia, il libero è il giovanissimo Filippo Derosas.
La Conad, pur dovendo gestire qualche guaio fisico, proporrà il sestetto base con Guemart-Bartoli, Tiozzo-Cuda, appunto Tondo-Benaglia e Catellani libero.
Ad arbitrare l’incontro, Maurizio Merli e Fabio Toni.

FORMAZIONI IN CAMPO

Pala Bigi di Reggio Emilia – sabato ore 21.00
Conad Reggio Emilia: Guemart-Bartoli, Tiozzo-Cuda, Tondo-Benaglia, Catellani (L). A disp. Dordei, Bassoli, Magnani, Sideri, Santini, Tataru. All. Cantagalli
Meridiana Olbia: Di Tommaso-De Rosas P., Damaro-Trova, Calonico-Miscione, Derosas F. A disp. Manecchia, Marinelli, Muccione, Conti, Valla. All. Fortunati
Arbitri: Merli e Toni

PROGRAMMA 18° TURNO

Ferrara-Arno 1-3 (giocata in anticipo), Conad Reggio Emilia-Olbia, Cagliari-S. Croce, Forlì-Iglesias, S. Antioco-Tuscania, Civita Castellana-Monterotondo.

CLASSIFICA

Conad Reggio Emilia 48 punti, Cagliari 37, Tuscania e Olbia 31, S. Croce 26, S. Antioco e Civita Castellana 23, Forlì e Ferrara 22, Monterotondo 21, Arno 16, Iglesias 9.

Leave a Reply

Facebook

Get the Facebook Likebox Slider Pro for WordPress