Conad che reazione, ma non basta per portare via punti da Corigliano

By 2 Novembre 2014News

Davide Benaglia al centro con i compagniCaffè Aiello Corigliano-Conad Reggio Emilia 3-1 (25-23, 20-25, 25-22, 29-27)
Caffè Aiello Corigliano: Hrazdira ne, Calonico 7, Izzo 5, Taliani, Casciaro (L), Tomasello 3, Banderò 25, Mariano 9, Walker 7, Filomena, Lavia 1, Menicali 9, Colarusso ne. All. Ricci
Conad Reggio Emilia: Della Corte, Catellani (L), Di Franco 2, Bertoli, Guemart 4, Tondo 24, Bucaioni 1, Kody 18, Benaglia 10, Giglioli 10, Allesch 7, Morgese. All. Cantagalli
Arbitri: Zavater e De Simeis
Durata: 32′, 31′, 33′, 36′. Tot. 2h12′
Note Corigliano: ace 7, service error 8, muri 13, ricezione 57%, attacco 41%
Note Conad: ace 7, service error 12, muri 12, ricezione 56%, attacco 38%

Si chiedeva una reazione, e questa è arrivata eccome.
La Conad Reggio Emilia perde 3-1 a Corigliano, sì, ma dopo aver sputato sangue e sfiorato il capolavoro contro una squadra di livello come la Caffè Aiello, e in piena emergenza infortuni.
Senza Bertoli e Tiozzo in banda, sono bravissimi i giovani Allesch e Morgese e, in generale, un gruppo che dopo il rovescio interno con Alessano ha risposto presente, per disputare un campionato da protagonisti.
Non sono arrivati punti dalla Calabria, ma se la squadra di Cantagalli sarà sempre quella vista al Pala Corigliano, ne arriveranno eccome in futuro. Magari già a partire dalla sfida di domenica prossima al Pala Bigi, quando arriverà la capolista Ortona per una serata da brividi.

LA PARTITA

“Ognuno di noi ha un paio di ali, ma solo chi sogna impara a volare”.
Così recita lo striscione che domina il Pala Corigliano, giusto per descrivere l’atmosfera e il calore della gente di Calabria pronta a spingere la Caffè Aiello.
La Conad però non ha paura, quando si schiera in campo con il sestetto d’emergenza proposto da coach Cantagalli, che deve rinunciare a Bertoli e Tiozzo in banda e s’inventa la soluzione con Allesch in diagonale a Kody, ma con Davide Morgese utilissimo nei giri di seconda linea.
In pratica, un ’95 (Allesch) e un ’96 (Morgese) fondamentali nello scacchiere giallorosso, che propone sulle altre due diagonali Guemart-Tondo e Giglioli-Benaglia, oltre a Catellani come libero.
Anche Corigliano deve fare a meno di una banda come Michal Hrazdira, l’ex del match, e parte con il giovane australiano Walker assieme a Mariano, mentre al palleggio c’è Izzo con il brasiliano Banderò in posto 2. Al centro Calonico e Menicali, libero Casciaro con Taliani ancora convalescente.
E la Conad parte forte, fortissimo per cancellare Alessano: Tondo firma i primi vantaggi, Kody il vero allungo con due muri per il 7-10 prima e l’8-13 poi, quando capitan Guemart trova anche da Giglioli e Benaglia risorse importanti.
Detto del lavoro utilissimo di Allesch e Morgese, è una Conad semplicemente perfetta e capace di scappare sino al +6, prima del finale shock. Sul 18-23 si spegne la luce, tanti errori e un Banderò stellare ribaltano tutto, con il parziale di 7-0 dei padroni di casa che vale il 25-23. Semplicemente incredibile.

SECONDO SET

La Conad reagisce, nonostante la mazzata, anche se è la Caffè Aiello a partire avanti spinta da Mariano.
Sul 9-7, arriva però un gran parziale giallorosso, con i primi muri di Benaglia a rilanciare la Conad, che scappa sino al +4 sul 10-14.
Tondo è davvero in gran giornata, il vantaggio si dilata come nel primo set, ma questa volta niente paura. Guemart e compagni chiudono con margine sul 20-25, e allora la gara è ancora apertissima.

TERZO SET

Si attende una grande, grandissima battaglia per il terzo set che può essere lo spartiacque dell’intera sfida. La Conad lo approccia benissimo, con Kody che incide anche in attacco, oltre che coi suoi muri: 2-5.
Corigliano risponde, c’è anche l’apporto di Tomasello nel 12-9 rossonero, ma la squadra di Cantagalli vuole a tutti i costi venir via dal Pala Corigliano con punti pesanti.
Arriva il controsorpasso (14-15) con Giglioli, poi di nuovo ad inseguire sino all’aggancio sul 21 pari, ma non basta. Il finale in volata è dei padroni di casa, che scappano sul 2-1: 25-22.

QUARTO SET

La Conad mollerà, considerata l’emergenza e due set persi nel finale? Tutt’altro, anche se qualcuno potrebbe pensarlo quando in avvio di set Corigliano prova a fuggire sul 7-5 prima e sul 14-11 poi.
E invece no, la Conad è ancora viva, Tondo ricuce ancora il gap e si torna al -1 sul 21-20. Quando Banderò mette giù il 24-22 sembra finita, e invece si va ai vantaggi dove i giallorossi annullano un terzo match-point e conquistano una palla per andare al quinto, sul 25-26.
Nulla da fare, Corigliano ribalta ancora l’inerzia, colleziona altre due occasioni e al quinto match-ball chiude, sul 29-27, lasciando tanta rabbia per quel che poteva essere e non è stato.

RISULTATI 3^ GIORNATA

Corigliano-Conad Reggio Emilia 3-1, Tuscania-Cantù 3-0, Ortona-Matera 3-2, Potenza Picena-Sora 3-1, Brescia-Vibo Valentia 1-3, Alessano-Castellana Grotte 0-3

CLASSIFICA

Ortona 7 punti, Vibo Valentia, Corigliano, Potenza Picena e Castellana Grotte 6, Sora 5, Cantù e Tuscania 4, Conad Reggio Emilia, Matera e Alessano 3, Brescia 1

Leave a Reply