Conad-Ferrara, per avvicinarsi alla Final Four di Coppa

By 8 Ottobre 2013News

Una sfida da non fallire, per arrivare con tutte le carte in regola alla partita decisiva di domenica.
Per la Conad Reggio Emilia, la missione di ottenere subito la Final Four della Coppa Italia di B1 è diventata decisamente seria, come avevano promesso il club giallorosso e coach Luca Cantagalli ad inizio stagione.
Si gioca la Coppa per arrivare sino in fondo, e la risposta di Guemart e compagni è stata sinora più che convincente.
Due successi per 3-1, prima contro Ferrara poi contro uno squadrone come Santa Croce, ma la strada è ancora lunga.
Mercoledì sera, con inizio alle ore 20.30 e ancora una volta ingresso gratuito come contro i Lupi per lanciare la campagna abbonamenti in vista del campionato, al Pala Bigi arriva una Ferrara già eliminata dalla manifestazione per provare ad ottenere 3 punti che avvicinerebbero al primo posto nel girone, ma non ne darebbero la certezza.
Anche in caso di 3-0 giallorosso, domenica a Santa Croce bisognerà ottenere almeno 1 punto per rimanere davanti ai toscani, in questo momento appaiati alla Conad a quota 6 punti ma con una gara in più disputata (proprio il ritorno con Ferrara).
Questo perchè i Lupi hanno battuto 3-0 Ferrara sia all’andata che al ritorno, a differenza della Conad che all’esordio nella manifestazione vinse in terra estense “solo” per 3-1.
Ci sarebbe quindi un set di vantaggio in favore di Santa Croce, ma ai calcoli ci si penserà da giovedì mattina.
Prima c’è da affrontare una squadra che è sì fuori dalla competizione e ha palesato qualche difficoltà in questo avvio di stagione, ma annovera pur sempre un roster di qualità, dal palleggio di Marzola ai martelli Gallotta e Lirutti, passando per il libero Zappaterra.
La Conad, che ha comunque garantita l’eventuale seconda fase da giocare in caso di mancato 1° posto (ovvero un ulteriore girone a 3 squadre la cui vincente si aggiungerebbe alle 3 squadre già alla Final Four), ha avuto quasi dieci giorni di lavoro a disposizione dopo aver battuto Santa Croce il 28 settembre al Pala Bigi, e dovrebbe utilizzare la consueta formazione.
Capitan Guemart al palleggio, Bartoli opposto, Cuda e Tiozzo in banda, Tondo e Benaglia al centro, Catellani libero.
E proprio Alessandro Tondo analizza la situazione a poco più di una settimana dall’inizio del campionato.
“Siamo una squadra giovane, ma con un buon potenziale e sinora il campo, almeno per quanto riguarda i risultati, ha dato buone risposte – spiega il centrale leccese.
Sono convinto che possiamo crescere tanto dal punto di vista del gioco in prospettiva campionato, io per primo non mi sento ancora al top.
Il lavoro paga sempre, e noi stiamo facendo il massimo per essere competitivi ad altissimo livello”.
Se il buongiorno si vede dal mattino, questa Conad potrà andare lontano.