Cronaca 14ª partita di campionato: Prisma Taranto – Conad Volley Tricolore

By 17 Gennaio 2021Senza categoria

Dopo una importantissima vittoria in casa e dopo aver affrontato e superato con il punteggio di 3 a 2, la seconda in classifica Prisma Taranto di coach Vincenzo Di Pinto e dell’ex conoscenza Reggiana Padura Diaz, i ragazzi di Conad affrontano nuovamente i Tarantini nella sfida di ritorno che chiude un back to back fre le due formazioni.
Conad affronta fra le mura del Pala Mazzola la Prisma Taranto in data 17 gennaio in un match di enorme importanza per entrambe le formazioni che si giocano dei punti fondamentali per la stagione in corso.

Il finale è scritto, 3 a 1 e dice che è la Prisma Taranto a meritarsi la vittoria su una comunque molto combattiva Conad Reggio.

I ragazzi di Coach Mastrangelo iniziano la partita non nella migliore delle maniere, con molti errori in un set molto teso sin dal primo pallone.
Volley Tricolore costretta a dover sopperire all’assenza del libero Morgese, fermato da un piccolo problema fisico, e sostituito in formazione dell’esperto e poliedrico capitan Ippolito.
La Prisma, grazie ad un grande inizio set, prende subito il largo assestando un parziale che porta la squadra di coach Di Pinto già i  vantaggio di 5 lunghezze (8-3) al primo Timeout.
Un infortunio del libero Tarantino Goi costringe ad un cambio imprevisto anche coach Di Pinto che sostituisce Goi con il giovane Hoffer listato schiacciatore a referto.
Reggio prova a risalire in un set partito davvero nella peggiore delle maniere grazie ad alcune ottime giocate del centrale Mattei che prova a guidare la rimonta Conad.
Taranto però si dimostra in controllo del set e, sfruttando perfettamente l’asse Coscione/ Padura Diaz mette in grave difficoltà la ricezione dei ragazzi di coach Mastrangelo.

L’ultimo timeout vede Taranto avanti con il punteggio di (21-11) con Reggio che non riesce a far diminuire lo svantaggio sufficientemente per impensierire la squadra di casa.
Prisma che si dimostra cinica nello sfruttare alla perfezione le occasioni messe a disposizione da una Reggio non perfetta e che chiude il primo parziale con il punteggio di 25-15.

Secondo set che inizia con un piglio diverso per Conad rispetto al primo.
Una Reggio molto più concentrata e precisa infatti gioca in maniera molto più concreta senza subire troppo la prepotenza fisica di Taranto che continua però ad esprimere un buon gioco.
Il palleggiatore Coscione che imbecca spesso anche i suoi due centrali che riescono ad aggirare molto bene due giocatori molto abili a muro come Scopelliti e Mattei.
Le squadre si scambiano bordate sia in attacco che in battuta e la partita prosegue con molta carica agonistica in campo ma con grande fairplay fra i giocatori.

Reggio, che ha iniziato la partita con percentuali non perfette in battuta, cerca di mettere molta pressione sulla linea di ricezione di Taranto che, a differenza del set precedente, fatica a rispondere con continuità.

Due grandi giocate, una di Ippolito in difesa e una di Pinelli permettono quasi a Reggio di impattare Taranto sul 10-10con un mini break iniziato con una battuta punto dello schiacciatore Reggiano Maiocchi.

Loglisci (22 punti nella prima sfida fra le due formazioni) sale in cattedra per la Conad con due punti consecutivi e consente a Volley Tricolore di rimanere nel set con una Prisma molto concentrata ma costretta a giocare punto a punto dai ragazzi di Coach Mastrangelo.

Taranto sfrutta però due errori gratuiti da parte di Reggio e si porta sul momentaneo più 3 (15-12) in questo secondo parziale affidandosi a Fiore e Gironi in attacco.

Loglisci si dimostra il più pericoloso per Reggio mettendo a segno ben 7 punti in questo parziale che si aggiungono ai 3 messi a terra nel primo difficile set.

Reggio per cercare il recupero si affida a Bellei che, perfettamente servito da Pinelli mette a terra il meno 2 (18-16).
Implacabile però Padura Diaz che con una delle sue armi più pericolose, il servizio, da il via ad un break per Taranto che riesce ad aumentare il vantaggio accumulato portandosi sul 20-16.

Due grandi turni di battuta per Maiocchi portano Reggio nuovamente sul meno 2 (20-18) con il set che poi procede con le squadre che commettono qualche errore di troppo.
È proprio un errore di Coscione a portare Reggio sul meno 1 (22-21) con la Conad che sfrutta alla perfezione questo primo momento di debolezza della squadra di casa impattando il pareggio sul 23 pari e costringendo coach Di Pinto ad un Timeout.

Un videocheck chiamato su un punto di Maiocchi su una contesa a rete consegna il primo set point a Taranto che si porta sul 24-23.
Mattei prova a caricarsi suoi sulle spalle nel tentativo di chiudere questo parziale e scongiurare il 2 a 0 per la squadra di casa con due punti importanti che portano il parziale ai vantaggi 24-24.
Il parziale prosegue punto a punto con le squadre in perfetta parità fino ad un fantastico muro del centrale Scopelliti che porta avanti Reggio 26-27 con la Conad che chiude poi il set 26-28 grazie ad un errore in ricezione di Taranto su una bella battuta di Maiocchi.

Terzo set che inizia con entrambe le squadre estremamente decise e determinate.
Primo timeout chiamato da coach Mastrangelo con Reggio che vede la Prisma scappare grazie a due grandi giocate dell’opposto Padura Diaz che porta la propria squadra in vantaggio di 4 lunghezze (6-2).
Risponde ancora Loglisci per Conad con una grande diagonale a cui si aggiunge un errore di Fiore ed un grande muro di Mattei che riportano prepotentemente Reggio nel set sul meno 2 (7-5).

Taranto però ferma alla grande il tentativo di break Reggiano sfruttando la buonissima serata dei propri centrali a muro e il solito Padura Diaz, sempre molto complicato da arginare.
Reggio costretta al Timeout si affida a Maiocchi e Scopelliti per limare lo svantaggio accumulato e riportare Conad sul meno 4 (12-8).

Set che ricorda un pò il primo parziale per i ragazzi di Coach Mastrangelo che commettono qualche errore di troppo permettendo alla Prisma di prendere il largo senza troppa fatica (16-9).
Ultimo a mollare per Reggio è il centrale Mattei che con un muro su Alletti ferma parzialmente l’emorragia per Conad fissando il risultato al timeout sul 19-12 per Taranto che sembra in pieno controllo del set.
Reggio non regala nulla agli avversari e da battaglia su ogni pallone nonostante il set già ampiamente indirizzato verso la squadra di casa.
Ristić subentra a Maiocchi e aiuta i suoi a firmare un mini parziale di 3 punti che mandano Reggio sul meno 5 (22-17).
È il solito Padura Diaz che chiude definitivamente il set però, con due punti in attacco e un ottimo turno di battuta regalando ai suoi questo terzo parziale, chiuso con il punteggio di 25-18.

Quarto e decisivo set che inizia con
Reggio che scivola su alcune imprecisioni vedendo così Taranto scappare nuovamente nel punteggio (7-4) con molti errori da entrambi i lati del campo.
Prisma che cerca subito la spallata decisiva sfruttando la serata molto positiva del centrale Alletti molto bravo ad andare a segno con continuità.
Mastrangelo sul 10-5 per la squadra di casa è costretto al timeout per cercare di dare una scossa ai suoi ragazzi.
Pesa molto l’assenza del libero Morgese che toglie ovviamente dalla disponibilità in attacco un giocatore prezioso come Ippolito che sostituisce però egregiamente il giovane libero Reggiano.
Set che prosegue con un gioco non certo fantastico, con molti errori ed imprecisioni per entrambe le formazioni che pagano sicuramente un pò la stanchezza delle tante partite disputate nel breve periodo.

Loglisci gioca un ottimo mani out su Fiore e riporta Conad a meno 3 (13-10) con la Prisma però prontissima nel frustrare le speranze Reggiane con un provvidenziale Ace dello stesso Fiore.
Set che prosegue con Reggio che non riesce a limare sufficientemente il gap con la squadra di casa sprofondando nuovamente sul meno 4 (17-13).
Maiocchi prova nuovamente a suonare la carica per Conad con due grandi giocate e un ace sul veterano Fiore, costringendo coach di Pinto ad interrompere la partita con un timeout con Reggio nuovamente sul meno 2 (17-15).
Conad che mette tutto ciò che ha in campo  ma che non riesce a ricucire lo svantaggio, sprofondando ad un meno 5 (23-18) che consegna quasi definitivamente il match alla squadra di casa.
Un ace di Mattei annulla il secondo match point per Taranto regalando il ventunesimo punto a Reggio (24-21).
È lo stesso Mattei, forzando nuovamente la battuta in cerca di un Ace, a commettere un errore che mette la parola fine al set e alla partita con la Prisma Taranto che si impone per 25-21.

Taranto si dimostra una squadra esperta ed estremamente cinica nel concedere pochissimo alla formazione ospite Conad Reggio che paga certamente una serie di errori e di imprecisioni che hanno favorito una Prisma comunque molto attenta e precisa che ha portato a casa 3 punti di enorme importanza.
Conad che non conferma il risultato positivo dell’andata e che dovrà quindi cercare di lavorare al meglio in settimana per preparare la prossima sfida di campionato contro Cuneo in data 24 gennaio.

Prisma Taranto – Conad Reggio  3-1
25-15 (26′) 26-28 (32′) 25-18 (23′) 25-21 (25′)

Prisma Taranto:
Fiore 13  , Coscione 3 , Alletti 11 , Cottarelli n.e , Presta n.e, Padura Diaz 13 , Gironi 13, Goi L , Persoglia n.e , Hoffer, Cascio n.e,  Di Martino 16

All. Vincenzo Di Pinto
Ass Racaniello Francesco

Conad Reggio Emilia: 
Pinelli  , Catellani n.e , Bellei 15 , Loglisci 15 , Sesto n.e,  Scopelliti 5 , Maiocchi 10  , Mattei 9, Ristic 4, Ippolito L , Morgese n.e , Suraci n.e.

All. Vincenzo Mastrangelo
Ass. Civillimi Massimo

Note Taranto: ace 6, service error 13, ricezione 68%, attacco  50%, muri 15

Note Reggio Emilia: ace 4 , service error 18 , ricezione 52% , attacco 43%, muri 8

Leave a Reply