FINALMENTE PLAYOFF: LA CONAD A MONTEROTONDO CONTRO CIVITA CASTELLANA

By 2 Aprile 2016News

CI SIAMO: SCATTA L’ORA DEI PLAYOFF. LA CONAD A MONTEROTONDO PER L’ANDATA DEL PRIMO TURNO CONTRO CIVITA CASTELLANA: GARA DA BRIVIDI
COACH CANTAGALLI: “PARTITA DIFFICILE E IL PRONOSTICO PENDE DALLA LORO PARTE, MA SE FACCIAMO QUELLO CHE DOBBIAMO, POSSIAMO PORTARE A CASA IL RISULTATO…”.
E LE STATISTICHE TRA LE DUE SQUADRE NON SONO POI COSI’ DIVERSE… 

Ci vorrà una grande squadre con unità di intenti per fare il colpaccio a Monterotondo

Ci vorrà una grande squadre con unità di intenti per fare il colpaccio a Monterotondo

Ci siamo. Dopo una settimana di attesa frenetica, la Conad si gioca la parte più bella della stagione, quei playoff che si è guadagnata col sudore. Oggi pomeriggio alle ore 18 (diretta streaming SporTube), il Volley Tricolore scende in campo a Monterotondo (Roma) per l’andata del primo turno o dei quarti di finale – che dir si voglia- dei Play Off Serie A2 UnipolSai, contro la Globo Scarabeo Civita Castellana.
I viterbesi padroni di casa giocano la prima tra le mura amiche in virtù del miglior piazzamento in classifica (4° posto), una posizione più sopra rispetto a Reggio (5° posto) e sempre nel proprio palazzetto giocherà l’eventuale “bella” gara-3, se la situazione al termine del match di ritorno (mercoledì alle ore 20,30 al PalaBigi di Reggio Emilia) sarà di 1-1.

Insomma, un match da brividi, tra due squadre che sono arrivate a una manciata di punti l’una dall’altra. Forse la sfida più bella e accattivante del tabellone, la più incerta. E non importano le due sconfitte subìte in Regular Season dalla Conad; primo, perché quella dell’andata era una Reggio bruttissima copia di quella vista nel girone di ritorno dove con Civita si è arresa solo al tie-break dopo essere stata sempre avanti ai set. Secondo, perché ai playoff, si sa, ogni gap si azzera, subentrano motivazioni particolari, sensazioni, emozioni strane e speciali.
Una partita così per la Conad ha tanto valore. Perché può scrivere ulteriormente la storia. Può dare un senso a una cavalcata da favola nel girone di ritorno dove da fanalino di coda al giro di boa è arrivata fino al 5° posto (record storico per la società), ma soprattutto a quelle magiche 11 vittorie in 12 gare nel ritorno. E ricamare d’oro questa fiaba significherebbe guadagnare una semifinale da sogno, mai raggiunta prima d’ora.

Capitan Alessandro Tondo si è dimostrato ancora una volta uno dei migliori centrali in circolazione: 40 ace in stagione per lui (3° posto assoluto) e 79 muri vincenti (meglio di lui solamente Sperandio di Sora)

Capitan Alessandro Tondo si è dimostrato ancora una volta uno dei migliori centrali in circolazione: 40 ace in stagione per lui (3° posto assoluto) e 79 muri vincenti (meglio di lui solamente Sperandio di Sora)

E se “giochiamo i numeri”, Reggio e Civita sono testa a testa. I punti totali della Conad in Regular Season sono 1612 contro i 1749 della Globo che però dalla sua ha 7 set disputati in più (106 a 99). Se andiamo a vedere invece gli ace messi a segno, il computo è esattamente identico: 133 a 133; anche se qui la Conad può contare su un super capitano Alessandro Tondo che ne ha messi a segno 40, 3° miglior score assoluto individuale di serie A2 che va a far pendere la media ace per set a vantaggio dei suoi: 1,34 contro 1,25 di Civita. Lo stesso Tondo domina a muro, essendo il 2° migliore del campionato con 79: meglio di lui solamente Sperandio (Sora) con 83. Anche se i viterbesi sono più bravi nel complesso con 273 muri perfetti contro i 225 di Reggio.
Le cifre dell’attacco sono a favore di Civita Castellana: 1343 attacchi andati a buon fine contro i 1254 della Conad; e qui la differenza la fa sicuramente l’opposto brasiliano della Globo, Da Silva, miglior realizzatore del campionato con 554 punti. E pensate che Cetrullo che comunque ha fatto una stagione straordinaria, ne ha fatti 347, incluso comunque nella top 20.
Civita in attacco sbaglia anche meno: 204 errori contro 241 di Reggio; la perfezione dista di un punto percentuale, 49,8% (la seconda migliore del campionato) contro i 48,5% di Reggio (quarta migliore). L’efficienza vede sempre Civita avanti con lo 0,42 (la migliore assieme a Sora), mentre Reggio ha lo 0,39.
Ma è la ricezione l’aspetto che potrebbe essere la chiave di volta e che Reggio deve utilizzare. La Conad ha fatto 162 errori, mentre Civita quasi il doppio: 202. Peggio dei viterbesi solamente Alessano (212). Anche se sulla perfezione, Civita ha la meglio: 27,0 contro 25,1.

Insomma, le cifre sono abbastanza equilibrate e la minima differenza rispecchia il gap nella classifica finale. Certamente, la bilancia dei pronostici pende dalla parte di Civita Castellana.
Ma i pronostici sono fatti anche per essere sovvertiti…

Coach Luca Cantagalli sogna la semifinale playoff

Coach Luca Cantagalli sogna la semifinale playoff

E ci vuole provare coach Luca Cantagalli: “Sarà una partita molto difficile e visti i precedenti di questa stagione in cui non li abbiamo mai battuti, i favoriti sono loro. Ma se facciamo la nostra partita, possiamo portare a casa il risultato. Da Silva? Beh, uno che schiaccia col 50-60% in attacco conta tantissimo. Da solo però non può vincere, anche se ogni tanto lo ha fatto, perciò dobbiamo stare attenti non solo a lui, ma a tutta la squadra. Civita ha un ottimo team e noi dobbiamo essere bravi. Abbiamo la nostra strategia e dobbiamo essere capaci di ricevere bene, poi imporre il nostro gioco stando attenti. Se faremo questo, possiamo puntare alla vittoria”.