La capolista è troppo forte: Conad ko 3-1 a Sora

By 26 Dicembre 2014News

Emiliano GiglioliGlobo BPF Sora-Conad Reggio Emilia 3-1 (25-10, 25-21, 23-25, 25-17)
Globo Banca Popolare del Frusinate Sora: Fiore 15, Corsetti, Gaudieri (2° L), Marzola, Cacciatore, Lucarelli ne, Santucci (L), Bacca 9, Sperandio 15, Fabroni 7, Salgado 11, Hirsch 17, Cittadino. All. Soli
Conad Reggio Emilia: Della Corte 8, Catellani (L), Di Franco 7, Bertoli 13, Guemart, Tiozzo 9, Tondo 7, Bucaioni 2, Kody 1, Benaglia 2, Giglioli 7, Allesch, Morgese (2° L). All. Cantagalli
Arbitri: Morgillo e Bertoletti
Durata: 22′, 27′, 31′, 23′. Tot. 1h43′
Note Sora: ace 12, service error 6, muri 13, ricezione 64%, attacco 56%
Note Conad: ace 7, service error 16, muri 6, ricezione 39%, attacco 42%

Nulla da fare, anche nell’amaro pomeriggio di Santo Stefano in terra frusinate.
La capolista Globo Sora è troppo forte per questa Conad che gioca solo a tratti, in particolare nel secondo e terzo set, e cede 3-1 nell’ultima del 2014 e del girone d’andata, che laurea la squadra di coach Soli quale campione d’inverno e in pole position per la fase finale di Coppa Italia.
Guemart e compagni invece infilano la sesta sconfitta in fila, pur rimanendo al decimo posto davanti a Brescia e Alessano.
Si ripartirà il 3 gennaio 2015 proprio dal match interno contro i lombardi, fondamentale per capire se l’obiettivo play-off potrà essere ancora realizzabile o meno.

LA PARTITA

Sestetti confermati per Soli e Cantagalli, che ripropone la stessa formazione che ha sfidato Potenza Picena. L’approccio però è completamente diverso rispetto a domenica scorsa, con la Conad che in pratica non gioca un primo parziale perso a 10.
Cantagalli inizia a provarle tutte, con Kody al posto di Tiozzo mentre l’opposto tedesco Hirsch si scatena e la differenza tra le due squadre è un pò in tutti i fondamentali.
A metà secondo set, con i giallorossi sotto sul 14-8, il computo dei muri dice 8-0…
Dentro Di Franco e Bucaioni, la reazione d’orgoglio arriva, Reggio torna sino al -1 (20-19), ma cede nel finale: 25-21.
Sotto 2-0 sul campo della capolista è la situazione più difficile, ma i ragazzi di Cantagalli ci provano con il positivo inserimento di Della Corte e un Bertoli in crescita.
Dal 15-11 Sora arriva l’aggancio sul 16 pari con Di Franco bravissimo a muro e in attacco, per un set che si concluderà in volata e vedrà la Conad imporsi 23-25 con gli stessi Della Corte e Bertoli a mettere giù i palloni decisivi.
Neppure il tempo di sognare il colpaccio che il quarto set comincia malissimo, con la capolista che torna a fare la voce grossa, vola sull’8-3 e 11-4, conservando sempre almeno 6 lunghezze di margine sino al conclusivo 25-17.