La Conad torna macchina perfetta, è finale di Coppa Italia!

By 18 Aprile 2014News

Centrale McDonald’s Brescia-Conad Reggio Emilia 0-3 (23-25, 16-25, 25-27)
Centrale McDonald’s Brescia: Signorelli, Fusco ne, Montanari ne, Rodella 8, Maestrelli 6, Bellini 11, Pellizon, Straolzini ne, Quartarone 3, Paoletti 11, Agnellini 7, Peli (L). All. Zambonardi
Conad Reggio Emilia: Dordei ne, Catellani (L), Bassoli, Guemart 4, Tiozzo 16, Tondo 9, Bartoli 12, Sideri ne, Cuda 6, Benaglia 7, Santini ne, Magnani ne, Tataru ne. All. Cantagalli
Arbitri: Marotta e Vecchione
Durata: 26′, 24′, 30′. Tot. 1h20′
Note Brescia: ace 3, service error 13, muri 9, ricezione 63%, attacco 41%.
Note Conad: ace 2, service error 10, muri 13, ricezione 58%, attacco 49%.

E’ tornata la macchina perfetta, è tornata la super Conad capace di schiacciare tutto e tutti.
Basterà per andarsi a prendere il primo trofeo, la Coppa Italia di B1 in ballo in questo sabato pre-pasquale a Motta di Livenza?
Lo scopriremo a partire dalle ore 15.30, nella finalissima alla quale la squadra di Luca Cantagalli è approdata dopo aver portato a casa un 3-0 splendido nella semifinale contro Brescia.
Dimenticati in un amen i due ko in campionato, Guemart e compagni lotteranno per il trofeo contro la vincente della semifinale serale tra i padroni di casa di Motta e i Lupi di Santa Croce.
Doveva, poteva essere una semifinale durissima contro la Centrale seconda in campionato nel proprio girone, ma la Conad l’ha resa molto più semplice mostrando nuovamente la sua grande pallavolo.
La corsa verso il “double” è lanciata!

LA PARTITA

Cantagalli ripropone il sestetto classico, con Tiozzo a comporre la diagonale di banda assieme a Cuda, capitan Guemart al palleggio, Bartoli opposto, Tondo e Benaglia al centro, Catellani libero.
Brescia risponde con Quartatone in regia, l’ex bomber Paoletti in posto 2, Rodella e Bellini in posto 4, Maestrelli e Agnellini centrali e l’altro ex giallorosso Peli come libero.
Sugli spalti del Palazzetto dello Sport di Motta di Livenza c’è anche l’ex capitano giallorosso Santi Orduna a tifare Conad, dopo aver completato la splendida doppietta Coppa-campionato con la sua Padova promossa in A1.
La stessa doppietta, pur una categoria sotto, che cerca una Conad partita fortissimo con un break già importante, dal 10-11 al 10-16 della seconda pausa tecnica.
Brescia torna sino al -2 (18-20), ma i brividi veri arrivano nel finale quando la Centrale annulla un set-ball e sfiora la rimontona, spenta da Guemart & Co. sull’ultima palla: 23-25.
In avvio di secondo set un grande Tondo ricuce subito il primo mini-break bresciano, poi sono Tiozzo e Benaglia a lanciare avanti la Conad di 2 alla pausa tecnica.
Dall’11-13, un altro break pesante in favore dei giallorossi, che lavorano forte muro-difesa e volano a +4 sul 12-16 ancora con un positivissimo Nicola Tiozzo.
Quando capitan Michel Guemart schianta a terra pure il muro del 12-18, si capisce che è tornata la Conad schiacciasassi in campionato.
Il finale è una comoda passerella verso il 2-0, chiusura sul 16-25 e finalissima un pò più vicina.
E nel terzo set non cambia la musica, anzi.
E’ Alessandro Tondo ad accendere subito il turbo, prima con l’attacco poi con il turno al servizio che spacca immediatamente il parziale: da 4 pari a +7 giallorosso sul 4-11, con lo stesso Bartoli che si esalta nel parzialone che praticamente manda già la Conad in finale.
Anzi no, perchè Brescia prova disperatamente a rientrare, ma soprattutto la Conad rischia di gettare tutto alle ortiche facendosi rimontare dal 18-23 sino al 23 pari.
Ci pensa ancora Tondo a risolvere i problemi, anche se si va ai vantaggi tra mille paure, prima che arrivi il 25-27 che vale un enorme sospiro di sollievo e la finale.

Leave a Reply