Un campione, di sport e di vita: Max Di Franco sbarca alla Conad

By 5 Agosto 2014News

Non è solo un campione nella pallavolo, d’altronde il suo palmares parla da solo con oltre 15 campionati di serie A1 disputati.
Massimiliano Di Franco, Max per tutti, è anche un numero 1 nella vita, dove si è reinventato in mille versione, pur avendo ancora il volley al centro del suo mondo.
A 36 anni, ma con la voglia e la grinta di un ragazzino, il centralone siciliano è un nuovo giocatore della Conad Reggio Emilia, per un altro colpo da 90 firmato dall’uomo mercato Azzio Santini che va così a completare il reparto dei posti 3 assieme ad Emiliano Giglioli e Davide Benaglia.
Nato il 7 febbraio 1978 a San Cataldo, provincia di Caltanissetta, 203 cm d’altezza e un fisico che certamente sarà ammirato con piacere dal pubblico femminile del Pala Bigi, Max arriva a Reggio Emilia chiamato dal suo ex compagno Luca Cantagalli, con il quale ha giocato assieme nel corso di una carriera gloriosissima cominciata nelle giovanili della Sisley Treviso.
Con la maglia oro-granata ha vinto uno scudetto e una Coppa Cev da protagonista, in sostituzione di una leggenda come Pasquale Gravina.
Da quell’annata 1996/97, ben 14 campionati consecutivi nella massima serie, con un titolo di miglior muro dell’A1 nel 2003/04 e un percorso che l’ha portato in giro per l’Italia: Fano, Palermo, Parma, Montichiari, Modena, Perugia, Forlì, Pineto. Poi in A2 a Genova e Isernia, il ritorno in A1 a Ravenna un paio d’anni fa, lo scorso anno diviso tra Brolo (A2) e Ferrara (B1), dove ha affrontato da avversario la Conad prima di conquistare la salvezza con la sua ultima squadra, appunto prima di vestire il giallorosso.
Sarà un uomo chiave del progetto per l’immensa esperienza pallavolistica e lo spessore umano che potrà trasmettere ai compagni.
Pensate che nel 2011 Max, che tra l’altro è appassionato di biliardo e tiro a volo, ha partecipato all’International Sport Film Festival con un cortometraggio dal titolo “Il bambino che sogna”, che parla proprio della sua vita, vincendo il Premio Della Critica Gregorio Napoli. A maggio del 2013 “Il bambino che sogna” diventa anche un romanzo autobiografico scritto insieme a Lillo Cafieri ed edito da Galassia Arte.
Sul suo sito internet (www.maxdifranco.it) si possono trovare tutte le informazioni oltre alla galleria di foto in versione modello che lo statuario Max ha dedicato alle sue fans.
Una storia bellissima, nata da un piccolo paese siciliano e che deve ancora scrivere pagine molto importanti.

Leave a Reply

Facebook

Get the Facebook Likebox Slider Pro for WordPress