Monthly Archives

Aprile 2019

BUONA PASQUA 2019 DA VOLLEY TRICOLORE

By | Senza categoria | No Comments

In questo giorno di festa la società Volley Tricolore coglie l’occasione per augurare una buona Pasqua 2019 a tutti i nostri tifosi, giocatori e collaboratori. E’ stato un anno sportivo intenso, con un traguardo messo in chiaro fin dall’inizio e poi raggiunto con grande soddisfazione. E’ stata una stagione in cui abbiamo dimostrato molto, ma da cui usciamo con la consapevolezza che il lavoro non è finito. Anzi, il bello deve ancora venire.

Pasqua è festeggiata in tutto il Mondo e il termine ebraico letteralmente significa ‘passaggio’. Oltre al valore cristiano di questa festività, si aggiunge quindi la connotazione di una nuova primavera, una nuova storia che inizia.

Auguriamo, a noi ma soprattutto a voi, che questo sia un momento di serenità, in cui guardare al futuro con passione e voglia di sfida. Senza timore, senza remore. Una nuova primavera che veda sbocciare il frutto del vostro lavoro, di ciò a cui più tenete. Fiori che continueranno a rendere bello tutto ciò che vi aspetta, fino alla primavera successiva e ancora e ancora. Con delusioni che, certo, ci potranno essere ma che saranno affrontate a testa alta. Perché non c’è viaggio senza ostacoli e non c’è traguardo senza fatiche.

Vi auguriamo grandi progetti, enormi soddisfazioni e una serena Pasqua 2019.

CASTELNOVO VOLLEY CUP, OTTAVO POSTO PER PIEVE VOLLEY TRICOLORE

By | Senza categoria | No Comments

Oggi, negli stessi impianti che hanno ospitato la Final Eight della Del Monte Boy League under 14, si conclude anche la Castelnovo ne Monti Volley Cup, iniziata giovedì 18 aprile. La competizione, riservata alle otto migliori squadre di pallavolo maschili under 16 del Paese, ha visto anche la partecipazione di Reggio, rappresentata da Pieve Volley Tricolore, allenata da Manuel Bignardi. La nostra società rientra tra i collaboratori dell’Appennino Volley Team per l’organizzazione dell’evento, insieme al Comune di Castelnovo ne Monti, la Polisportiva Quadrifoglio, CAI Bismantova e IAT Castelnovo ne Monti. L’evento ha ricevuto inoltre il patrocinio di Fipav, Lega Pallavolo Serie A e Regione Emilia Romagna.

A sfidare i campioni in carica di Calzedonia Blu Volley Verona quest’anno c’erano il Team Volley San Donà Venezia, Olimpia Bergamo, Dinamo Bellaria Igea Marina, Vittorio Veneto Milano, Lagaris Trento, Kosmos Zero Grando Treviso e Conad Pieve Volley Tricolore Reggio Emilia.

Quest’ultima ha giocato oggi alle 14.30 alla palestra delle scuole medie la finale settimo/ottavo posto contro Olimpia Bergamo, riuscendo purtroppo a vincere solo un set. Lo scontro si è concluso 2 a 1 per Bergamo: (25-10, 21-25, 15-7). Per i ragazzi di Pieve è comunque un risultato fondamentale l’aver presenziato tra le otto migliori squadre del Paese, potendosi in questo modo misurare con una dimensione nazionale e seguendo (seppur ‘in piccolo’) le orme della prima squadra. 

L’organizzazione dell’evento non ha visto la partecipazione dei soli enti sportivi, ma anche di associazioni locali. Quest’unione d’intenti ha permesso la convivenza delle attività sportive e di visita al territorio, per far conoscere le sue eccellenze ai giocatori ma anche alle famiglie che hanno seguito i ragazzi. Oltre alle escursioni sulla pietra di Bismantova ha trovato posto anche un originale torneo del tradizionale ‘Scusin’ in occasione del Volley Party presso il Wellness Village Onda della Pietra. Una vera e propria ‘Pasqua ne’ Monti.

CONAD REGGIO E REGGIO AUDACE F.C. UNITI NELLO SPORT

By | Senza categoria | No Comments

La stagione è finita, ma non certo la passione per lo sport reggiano. Oggi pomeriggio alle 15 i giocatori di Conad Reggio hanno seguito la partita della Reggio Audace f.c. contro Ciliverghe, conclusasi in parità (2 a 2).

La Reggio Audace acquista un punto dopo essersi spesa in attacco per conquistare la vittoria, pur non riuscendo a trovare lo spunto giusto, complici anche alcuni errori difensivi che portano il Ciliverghe a segnare due gol. 

L’occasione è valsa non soltanto a sostenere il calcio della nostra città, ma anche a sancire ulteriormente la collaborazione con la società Reggio Audace f.c. Poco prima del fischio d’inizio, le due società si sono vicendevolmente donate le magliette della squadra. Ovviamente, sulla scia delle celebrazioni per il centenario della Reggio Audace f.c., non poteva esserci altro numero che ‘100’. 

Uniti in nome dello sport, il cuore della pallavolo e del calcio reggiani battono allo stesso ritmo.

CONSIDERAZIONI DI FINE ANNO. SANTINI: “CI ASPETTA UNA STAGIONE DI ALTISSIMO LIVELLO”

By | Senza categoria | No Comments

Dopo la cena di fine anno di domenica a Villa Cupido, il bilancio finale di Volley Tricolore si chiude in positivo. L’occasione di passare una serata insieme, tra giocatori e società, ha permesso la condivisione da parte di tutti delle grandi soddisfazioni, personali o di squadra, messe a segno quest’anno. Conad Reggio ha guadagnato con una partita d’anticipo il terzo posto del girone bianco, giocando in casa, al fortino PalaBigi, partite sempre di altissimo livello. La prossima stagione, con l’aggiunta della categoria A3, si prospetta tanto emozionante quanto impegnativa.

«È un risultato che premia gli sforzi fatti da tutti, dallo staff e dalla squadra – ha detto il vice presidente esecutivo, Azzio Santini –. Un sentito ringraziamento va al pubblico, che non ha mai smesso di seguirci e supportarci. Il campionato di A2 ora sarà a 12 squadre, non più 28 come quest’anno. Ci aspetta una stagione di altissimo livello, già da domani inizieremo a lavorare per portare ai massimi livelli l’organico dei giocatori ma specialmente lo staff organizzativo».

«Tutti gli obiettivi d’inizio stagione sono stati raggiunti – ha affermato il dirigente Loris Migliari –. Sia dal punto di vista sportivo, e la conclusione del campionato lo dimostra, sia nella risposta del pubblico. Non da ultimo bisogna poi considerare le numerose presenze della nostra società alle iniziative del territorio, una solidarietà che da sempre dimostriamo ma che quest’anno è stata più evidente. Arrivare tra i primi quattro vuol dire partecipare al campionato A2 con altre undici squadre, cui si aggiungono le altre 12 della Super Lega. A conti fatti, significa essere tre le migliori 24 squadre del Paese. È un motivo d’orgoglio ma anche di consapevolezza, riguardo la nostra amministrazione così come una spero maggiore inclusione nel tessuto economico reggiano».

REGGIO CONCLUDE IL SUO PERCORSO AI PLAYOFF. SESTO: “ONORE A BERGAMO E GRAZIE AI MIEI COMPAGNI PER LA SPLENDIDA STAGIONE”

By | Senza categoria | No Comments

Finisce qui il percorso di Conad Reggio nei playoff promozione Credem banca. Un percorso iniziato la scorsa domenica, con la gara 1 a Bergamo, conclusosi ieri al PalaBigi col risultato di 3 a 1 per la seconda del girone blu. È tanto il rammarico ma altrettanta la soddisfazione per la stagione tutta, che ha visto Reggio conquistare il terzo posto del girone bianco. Un obiettivo fissato fin dall’inizio dell’anno e raggiunto con una partita d’anticipo.

Il match di ieri ha visto la formazione reggiana brillare al terzo set, dopo i primi due un po’ sottotono. Bergamo è comunque riuscita ad avere la meglio al quarto, portandosi a casa la vittoria e passando di diritto alla fase di semifinale. Ecco i commenti dello schiacciatore Giulio Silva e del centrale Nicola Sesto a conclusione del match.

Silva: «Siamo stati bravi a riaprire la partita al terzo set, non era facile. Possiamo avere qualche rammarico, li avevamo messi veramente alle corde. Continuando a metter loro la stessa pressione non avrebbero vinto facilmente anche il quarto set. Mi dispiace molto, brucia uscire. È vero, è stata una grande stagione, ma comunque sia ai playoff promozione si ha il diritto e il dovere di provarci».  

Sesto: «In questo momento il dispiacere è tanto, volevamo andare avanti e portare la serie a gara 3. Non ci siamo riusciti e questo ci fa tanto male. Bergamo è sicuramente una squadra molto ben attrezzata e organizzata, sia all’andata che al ritorno ha levigato tanto le nostre certezze soprattutto col servizio, alternando corto e lungo. Questa sera come atteggiamento erano molto più sicuri di noi. È stata una stagione comunque positiva, quando abbiamo vinto il terzo set in quella maniera, con il PalaBigi in fiamme, ci speravamo. Purtroppo non è andata così, onore a Bergamo e un grazie ai miei compagni per la stupenda stagione che ho vissuto».

3 A 1 PER BERGAMO, OLIMPIA PORTA A CASA LA VITTORIA IN GARA 2

By | Senza categoria | No Comments

Bergamo s’impone anche al PalaBigi, portando a casa una vittoria 3 a 1 contro Reggio. Al primo set è Bergamo ad avere la meglio (19 a 25), un risultato che influisce molto sull’inizio del secondo. Reggio parte sottotono, riprendendosi verso la metà del set e bloccando l’ascesa avversaria. Il punteggio però ormai parla chiaro, il set si chiude sempre 19 a 25. Il terzo (25 a 20) vede il risveglio della formazione di casa, specialmente grazie al muro di Silva su Romanò che scongiura una delle minacce più grandi. Non finisce altrettanto bene il quarto set, che inizia punto a punto ma si conclude 13 a 25 per gli ospiti.

PARTITA

A tre giorni di distanza dalla gara 1, Reggio e Bergamo tornano in campo con la stessa grinta. Dopo un primo vantaggio di Olimpia Bergamo la padrona di casa la raggiunge sul 6 pari. Bergamo però non si lascia mettere i piedi in testa, e passa a +2 punti (6 a 8 per Olimpia). Mastrangelo a questo punto richiama all’ordine la squadra. Conad torna in campo con più lucidità ma continua a pagare lo scotto di qualche imprecisione di troppo. È su una veloce di Cargioli che Bergamo raggiunge i 15 punti, contro i 10 reggiani. L’azione dopo Bellei gioca d’astuzia, trovando il punto con un semplice palleggio lungo in zona 5. Bergamo detiene ancora +5 di vantaggio, è di nuovo Cargioli a trovare il punto per quanto all’azione dopo Benaglia restituisca il favore. Olimpia si fa sempre più vicina al setpoint, la grinta reggiana si rivela in attacco con Sesto in veloce e Ippolito che gioca sul corto. È però un servizio out di Ippolito a regalare il 24esimo punto. Il set si chiude con un ace di Shavrak.

Conad accusa il colpo del primo set, partendo con un gioco sottotono. Sull’attacco da seconda di Bellini ecco il primo pareggio (5 a 5), ma Bergamo ingrana e sul muro a due Erati-Shavrak che blocca in pieno l’attacco di Ippolito si arriva 5 a 8 per gli ospiti. Mastrangelo chiama il suo primo time out, ma con Romanò al servizio la situazione non migliora. Bergamo prende il volo e arriva a +7, il servizio passa nelle mani d’Ippolito dopo il muro su Romanò da seconda linea. La battuta finisce out, entra Silva al posto di Ippolito. Il primo tempo di Benaglia segna l’ottavo punto per Conad, Bellei serve bene ma Shavrak da seconda linea si dimostra letale (9 a 15 per Bergamo). Gli ospiti continuano la loro ascesa, Reggio si avvicina verso la metà del set e Romanò al contempo sbaglia alcune misure sia in attacco che al servizio. Olimpia è però forse troppo lontana: Cargioli porta a casa il 21esimo punto, Bellei risponde da zona 2 con due attacchi in diagonale perfetti. È sempre Cargioli al servizio sul 18 a 24 per Bergamo, ma un’invasione del muro bergamasco impedisce a Olimpia di chiudere il set. A quello ci pensa Romanò, in diagonale stretta.

Il terzo inizia in parità, la formazione reggiana torna in campo sempre con Silva al posto di Ippolito. Mastrangelo chiama il primo time out sul 6 a 9 per Bergamo. Il muro bergamasco tocca l’attacco Di Bellini, con anche il primo tempo perfetto di Benaglia Reggio inizia a farsi sentire. La parità arriva sul 12 a 12, Reggio aggiunge altri due punti ed ecco il primo time out di coach Spanakis: 15 a 13 per Reggio. Romanò viene bloccato dal muro di Sesto e Silva, il PalaBigi è in delirio, soprattutto quando viene bloccato anche Tiozzo. I padroni di casa tirano fuori i denti, più determinazione in difesa e nelle coperture oltre che un’ottima prestazione a muro. Silva blocca a muro Romanò, Reggio si fa sempre più vicina alla chiusura del set. Tocca a Sesto, a muro su Erati, a guadagnare il set point nonché a chiudere il terzo set a favore di Reggio.

Rinvigorita dal set precedente, Reggio non si lascia riprendere dalla squadra ospite. Bergamo aumenta il tasso d’imprecisione, forse rimasta un po’ scossa dalla mancata chiusura del match. Si avanza punto a punto, Romanò sbaglia il servizio e viene bloccato a muro nuovamente da Silva. Sul primo sorpasso avversario (8 a 10 per Bergamo), coach Mastrangelo chiama il primo time out. Al ritorno in campo la situazione si ribalta ulteriormente. Bellei subisce il muro di Cargioli e Tiozzo, gli avversari iniziano ad ingranare. Romanò rigioca forte sulla diagonale, dopo qualche imprecisione di troppo da parte di capitan Fabroni ecco il secondo time out chiamato da Mastrangelo. Bergamo inizia a correre mentre Reggio torna a perdere incisività, sull’8 a 16 per gli avversari Ippolito rientra al posto di Bellini. Olimpia decide di sguinzagliare Shavrak, che mette a segno due attacchi consecutivi da seconda linea. Sull’11 a 21 per gli ospiti al servizio c’è Tiozzo, che però sbaglia e la manda in rete. Silva trova il punto in attacco ma poco dopo subisce il muro di Romanò. Quest’utlimo passa poi al servizio, guadagnando con un ace il 24esimo punto. È sempre con un suo ace, nell’angolo in zona uno, che si chiude il match.

 

TABELLINO

CONAD REGGIO EMILIA 1

OLIMPIA BERGAMO 3

(19-25, 19-25, 25-20, 13-25)

Reggio Emilia: Fabroni 2, Bellei G. 11, Sesto 10, Benaglia 8, Silva 8, Bellini 14, Morgese (L), Torchia (L), Ippolito 3, Quarta , Chadtchyn, Bellei A.

Allenatore: Mastrangelo.

Bergamo: Garnica 1, Romanò 16, Erati 7, Cargioli 9, Tiozzo 11, Shavrak 20, Innocenti (L), Franzoni (L), Sette 1, Marzorati, Cioffi, Cogliati, Cristofaletti, Gritti,

Allenatore: Spanakis.

Note: durata set 0.22, 0.25, 0.25, 0.21 totale 1.33 Reggio Emilia ace 1, muri 11, errori in battuta 15, errori avversari 20. Bergamo ace 5, muri 13, errori in battuta 10, errori avversari 30.

Arbitri: Brancati, Oranelli.

GARA 2 IN ARRIVO: REGGIO E’ PRONTA AD AFFRONTARE DI NUOVO BERGAMO

By | Senza categoria | No Comments

Domani alle 20.30 al PalaBigi andrà in scena la gara 2 dei quarti di finale playoff promozione Credem banca. Olimpia Bergamo, dopo la vittoria 3 a 0  in gara 1, approderà stavolta sul campo reggiano. Il rammarico per la sconfitta di domenica si fa sentire, ma Conad è determinata ad imporsi sulla seconda del girone blu, potendo contare sull’effetto ‘casa’.

«Con squadre di questo livello può succedere di partire sottotono, specialmente se in fase playoff e in trasferta», ha commentato lo schiacciatore Andrea Ippolito. «Bisogna prendere ciò che di buono abbiamo fatto domenica e ripartire da lì. Domani al PalaBigi sarà un’altra partita, per noi ma anche per gli avversari».

Sotto la lente d’ingrandimento finisce Romanò, l’opposto avversario dal braccio pesante e realizzatore di 16 punti la scorsa partita. Dal canto suo comunque, Ippolito è a 5 punti di distanza dal record personale dei 200 in fase playoff. «Il loro opposto porta in campo una buona fisicità, oltre al fatto che è giovane è anche talentuoso. Lo abbiamo conosciuto e studiato in questi giorni, chiaramente se ripete la performance anche a casa nostra c’è da stringergli la mano, ma quest’anno al PalaBigi abbiamo davvero fatto prestazioni di alto livello. Domani la motivazione di Bergamo sarà forte tanto quanto la nostra determinazione ad allungare la serie. Giocare in casa mette in atto aspetti mentali importanti, a cui noi faremo appello essendo una gara ‘dentro o fuori’».

CONAD RIENTRA DALLA GARA 1 CON LA VOGLIA DI RIVINCITA. SILVA: “CE LA GIOCHIAMO ALLA PARI”

By | Senza categoria | No Comments

Conad rientra da Bergamo con una sconfitta 3 a 0 alle spalle e una possibilità di rivincita già questo mercoledì, ore 20.30, al PalaBigi. I quarti di finale playoff promozione sono iniziati così, con una partita dal ritmo ascendente. Il primo set subito, il secondo combattuto raggiungendo la padrona di casa sul 15 pari e calcando il primo vantaggio, per concludere con un terzo dominato fino alla fine, quando la padrona di casa ha però fatto il rush finale chiudendolo 27 a 25.

«È un risultato netto, questo tre a zero parla de sé», ha detto Morgese dopo il match. «Il  primo set avevamo messo in preventivo che sarebbe stato difficile, soprattutto in casa loro. Dopo una prima contrattura ci siamo un po’ sciolti, ma il loro opposto oggi ha fatto una prestazione direi quasi fenomenale. In questi due giorni che ci separano dalla gara 2 lavoreremo per far rimanere la serie qui, ci crediamo ancora. Mercoledì sarà una battaglia, come anche oggi, ma nel ‘fortino’ PalaBigi. Il fattore ‘casa’ farà il suo nella prossima partita, siamo fiduciosi».

Il PalaBigi fa effettivamente il suo effetto anche su alcuni ex giocatori reggiani, ora bergamaschi: «Sarebbe meglio, lo ammetto, non arrivare al PalaBigi da avversario: non mi è mai capitato ed è uno dei punti di forza di Reggio, per me è sempre stato un vantaggio ma stavolta potrebbe non essere così», ha detto il centrale Antonio Cargioli; «Sarà una partita dura, giocare al PalaBigi non è affatto semplice», ha confermato lo schiacciatore Nicola Tiozzo. La musica potrebbe davvero cambiare affrontando in casa Olimpia Bergamo e il suo opposto Romanò, realizzatore ieri di 16 punti. Forse l’attaccante che ha reso tutto più difficile, ma Bergamo ha davvero fatto una prestazione incredibile in generale, come ha affermato Giulio Silva.

«Innanzitutto bisogna fare i complimenti a Bergamo, perché ha giocato un’ottima partita», ha precisato lo schiacciatore a fine partita. «I primi due set li abbiamo subiti, mentre al terzo siamo stati noi a metterli in difficoltà e prendere il largo. Loro poi sono risaliti e noi abbiamo commesso qualche ingenuità su palloni che a questo livello non puoi permetterti di sbagliare. L’abbiamo pagata, ma il lato positivo è che questa era la gara 1 e la prossima sarà in casa nostra. Stasera usciamo di qui con la consapevolezza che ce la giochiamo alla pari, poi sono i dettagli che fanno la differenza. Certo abbiamo poco tempo per affinarli, ma dobbiamo farlo soprattutto a livello mentale. Che si vinca o si perda, c’è da pensare alla partita successiva. Sono fiducioso, possiamo giocarcela fino alla fine».

Non è detta l’ultima parola fino alla gara di mercoledì, la vittori reggiana potrebbe confermare il proseguo della serie e il ritorno al PalaAgnelli per la gara 3. Ricordiamo al pubblico che è attiva la promozione per la squadre giovanili: i ragazzi avranno l’ingresso omaggio, gli accompagnatori delle società sportive il biglietto ridotto a 7 euro. Le società potranno inviare una richiesta su carta intestata all’indirizzo segreteria@volleytricolore.it, indicando il numero degli atleti e degli accompagnatori. L’oggetto della mail sarà ‘Partecipazione a Curva Tricolore’: i ragazzi infatti avranno uno spazio riservato nel pubblico, dove potersi riunire e sostenere Conad Reggio scatenando il tifo del PalaBigi. Gli ingressi potranno essere ritirati in biglietteria prima dell’inizio del match, che andrà in scena alle 20.30.

OLIMPIA BERGAMO CHIUDE 3 A 0 LA GARA 1 CONTRO CONAD REGGIO

By | Senza categoria | No Comments

Il PalaAgnelli stasera ha ospitato la gara1 dei quarti di finale playoff promozione Credem banca, che vedeva scontrarsi Conad Reggio e Olimpia Bergamo. Il risultato è 3 a 0 per la squadra di casa, in vista del prossimo appuntamento al PalaBigi, mercoledì sera alle 20.30.

Il primo set vede imporsi fin dai primi punti la padrona di casa Bergamo, che continua ad avanzare lasciando Reggio a 18 punti. Al secondo set Reggio riprende la padrona di casa sul 15 pari, ma Bergamo preme sull’acceleratore sul finale chiudendo 25 a 21. Cambia la musica al terzo set, con Conad che detta legge fino alla finale set. Purtroppo è sul finale ad avere la meglio Bergamo, chiudendo il set, oltre che il match, 27 a 25.

PARTITA

Dopo un inizio in parità, Bergamo avanza con un leggero vantaggio su Reggio. Le due squadre cominciano a studiarsi di fronte ad un PalaAgnelli davvero infuocato, è con un ace di Shavrak che Bergamo segna l’ottavo punto mentre Reggio è sotto di tre. Coach Mastrangelo chiama il suo primo time out. Il servizio torna a Reggio dopo un primo tempo di Benaglia, cui segue una diagonale di Bellei. La ripresa viene smorzata da un fallo di formazione, Olimpia arriva a un vantaggio di cinque punti. Bellini si riconferma infallibile in attacco dalla seconda linea, ma allo stesso tempo il tiro mancino di Romanò non perdona. Sul 15 a 9 per Bergamo ecco il secondo time out chiamato da Reggio. Alla seconda invasione chiamata sul muro reggiano, il videocheck conferma il punto alla squadra di casa che prende sempre più le distanze. Bellei da zona 4 mette a segno una parallela perfetta, ma il servizio torna subito a Bergamo dopo un pallonetto di Erati. Sempre lui, insieme a Garnica, porta alla squadra di casa di 21esimo punto a muro su Bellini (21 a 12 per Bergamo). Silva scende in campo al posto di Bellini, trovando subito il punto in diagonale. Per il Bergamo è invece Sette, salito al posto di Shavrak, a conquistare in diagonale il setpoint. L’ascesa bergamasca è bloccata da un ace di Benaglia, ma il set si chiude con un attacco in parallela di Romanò.

Cambia il campo e Bergamo inizia ancora più determinata di prima, Reggio però non si fa intimorire né tantomeno vuole lasciar scappare gli avversari. Romanò, un braccio pesante al servizio già dal set precedente, mette a segno un ace e Mastrangelo chiama il primo time out. Attacco vincente per Ippolito, il servizio passa a Fabroni. Shavrak trova però il punto con mani-out del muro di Bellei, siamo 8 a 5 per Bergamo. Tiozzo riesce a recuperare un pallone finito praticamente in panchina, ma Sesto blocca a muro il contrattacco bergamasco. Reggio si fa sempre più vicina alla squadra di casa, Bellini trova il punto in diagonale per poi passare al servizio. Bergamo non si lascia ancora prendere, grazie anche a Shavrak in attacco, e resta sopra di due punti. Risponde colpo su colpo il centrale Sesto, prima in attacco e poi a muro, fino a determinare il vantaggio di Reggio (15 a 16 per Conad). Quando Bellei va a muro su Tiozzo viene segnata invasione, ma è il videocheck a confermare il punto a Reggio. È sempre Tiozzo con un rigore a riportare il punteggio in parità. Quando all’azione successiva Cargioli trova il punto tra zona cinque e sei, coach Mastrangelo chiama time out. Sul 21 a 20 per Bergamo entra di nuovo Silva al posto di Bellini, ma è di nuovo Cargioli a colpire con una veloce perfetta. È su un errore al servizio di Benaglia che si arriva al setpoint per gli avversari, cui segue un attacco out di Bellei che conferma il secondo set a favore di Bergamo.

Reggio ripropone la formazione con Silva al terzo set, imponendosi su Bergamo con Fabroni al servizio che segna due ace consecutivi. Sul 2 a 6 per Reggio, coach Spanakis chiama il primo time out. Romanò riporta il servizio a Bergamo con un attacco pienamente dentro i tre metri, Reggio però è ancora lontana e non intende perdere il suo vantaggio sulla padrona di casa. Romanò non molla la presa e continua a farsi sentire in attacco, trascinando Bergamo nel recupero degli avversari. Si annullano le distanze con un attacco di Erati e un muro di capitan Garnica (15 pari), ma Reggio riporta subito il suo punteggio a +2. Sesto porta a casa due punti importanti per il distacco reggiano, ma è il muro di Erati su Silva a portare il punteggio pari (20 a 20). Bellei a muro segna il 21esimo punto reggiano, ma Bergamo non è ancora disposta a mollare la presa, specialmente Romanò in attacco. È Quarta, salito al posto di Benaglia, al servizio sul set point. L’attacco di Bellei, però, finisce decisamente out e si arriva 24 pari. L’attacco successivo dell’opposto reggiano va invece a segno, il servizio va a Fabroni che però sbaglia e manda la palla in rete. Cargioli replica con un ace, Mastrangelo chiama time out. Il match si chiude con un attacco out di Bellei.

 

TABELLINO

OLIMPIA BERGAMO 3

CONAD REGGIO EMILIA 0

(25-18, 25-21, 27-25)

Bergamo: Garnica 3, Romanò 16, Erati 4, Cargioli 8, Tiozzo 7, Shavrak 10, Innocenti (L), Franzoni (L), Sette 2, Marzorati, Cioffi, Cogliati, Cristofaletti, Gritti,

Allenatore: Spanakis.

Reggio Emilia: Fabroni 3, Bellei G. 13, Sesto 5, Benaglia 5, Ippolito 9, Bellini 8, Morgese (L), Torchia (L), Silva 3, Quarta 1, Chadtchyn, Bellei A.

Allenatore: Mastrangelo.

Note: durata set 0.26, 0.32, 0.33 totale 1.31 Bergamo ace 2, muri 6, errori in battuta 9, errori avversari 27. Reggio Emilia ace 4, muri 5, errori in battuta 15, errori avversari 17.

Arbitri: Giardini, Caretti.

SI PARTE DIREZIONE BERGAMO, DOMANI GARA 1 DEI QUARTI PLAYOFF PROMOZIONE CREDEM BANCA

By | Senza categoria | No Comments

Conad Reggio è ormai prossima all’inizio dei quarti di finale playoff promozione Credem banca. Domani la squadra reggiana incontrerà la seconda classificata del girone blu, Olimpia Bergamo, sul campo del PalaAgnelli alle 18. La soddisfazione per il terzo posto in classifica dei nostri ragazzi è ancora tantissima, sicuramente uno sprone ad affrontare la partita di domenica con determinazione e consapevolezza.

«Fin da agosto il nostro obiettivo era arrivare tra le prime quattro e ci siamo riusciti con una giornata di anticipo», ha detto il palleggiatore e capitano Marco Fabroni. «Possiamo dirci molto soddisfatti, non poteva finire meglio di così. Ora affronteremo i playoff con una certa tranquillità, perché comunque il nostro obiettivo è stato raggiunto. Incontreremo una squadra molto forte e in trasferta, ci stiamo preparando al meglio per affrontare questa fase finale».

La regia bergamasca sarà nelle mani di Garnica, palleggiatore d’esperienza ed ex ‘reggiano’, che ricopre come Fabroni il ruolo di capitano.

«La grinta dovrà essere al massimo per affrontare Olimpia Bergamo, che dal canto suo forse avrà più pressione per la gara 1 rispetto a noi – ha concluso Fabroni –. Con Garnica hanno messo l’esperienza nel ruolo giusto, si è dimostrato un ottimo palleggiatore per tutto il campionato. Sarà una sfida molto interessante».

Facebook

Get the Facebook Likebox Slider Pro for WordPress