Monthly Archives

Settembre 2019

Parola al vice-capitano Dolfo: «Vi aspettiamo al PalaEnza»

By | Senza categoria | No Comments

A ormai tre settimane dall’inizio degli allenamenti, il vice-capitano Ludovico Dolfo guarda a questo primo periodo di preparazione alla imminente stagione di serie A2 Credem banca. «È stato un periodo intenso – dice lo schiacciatore –, incentrato sulla resistenza e il potenziamento, alternati alla parte tecnica del pomeriggio. Abbiamo lavorato sodo ma dopo un lungo periodo di fermo è del tutto normale oltre che necessario».

Negli ultimi giorni, dopo la preparazione ad hoc studiata da coach Bosco, si è tornati in campo a ritrovare la sana adrenalina da competizione. «A questo proposito – coglie l’occasione –, invito tutto il pubblico di Reggio e dintorni alla partita di domani, per dare una prima occhiata all’assetto della nuova squadra». Domani alle 17.30, al Pala Enza di Sant’Ilario, la squadra si dividerà infatti in Volley Tricolore A e B per un sei contro sei aperto al pubblico. Dopo le prove sotto sforzo e le visite mediche di martedì, i ragazzi sono a un passo dagli allenamenti congiunti dell’autunno, preludio all’inizio del campionato il prossimo 20 ottobre.

Ieri Dolfo e tutta la squadra erano presenti all’inaugurazione in vicolo Trivelli 4 dello spazio ‘Viva Vittoria’, l’iniziativa dell’associazione Senonaltro – Vittorio Lodini Onlus per sostenere le donne colpite dal cancro al seno e raccogliere donazioni per il laboratorio di ricerca I.R.C.C.S del Santa Maria Nuova. Fresco di nomina, lo schiacciatore trevigiano era già stato vice-capitano della rosa reggiana anche il suo ultimo anno a Reggio (2016/17). «È un ruolo importante di cui vado molto orgoglioso – commenta –, anche perché rappresenta la fiducia che tutta la squadra ripone in me. Un valore che intendo rispettare al meglio delle mie potenzialità. In effetti poi, essendo stato il vice anche l’ultimo anno che ero qui, è un po’ come se io e la Conad riprendessimo da dove ci eravamo lasciati».

Ufficiale: Andrea Ippolito capitano

By | Senza categoria | No Comments

Il verdetto è arrivato: quest’anno sarà Andrea Ippolito a ricoprire il ruolo di capitano. A dirla tutta, lui un po’ se l’aspettava. «Il pensiero c’è stato – ammette – ma sapevo che era una scelta che avrebbe fatto tutta la squadra insieme». Da questo confronto in spogliatoio sono in realtà due le nomine ufficiali: quella di Ippolito e quella di Dolfo, che quest’anno sarà vicecapitano. Il primo di Frascati e il secondo di Treviso, ma entrami ormai reggiani d’adozione, saranno i punti di riferimento del roster reggiano per questa annata in serie A2 Credem banca.

Ippolito è infatti al suo quinto anno con Reggio, Dolfo al terzo preceduto da una stagione con Bergamo e poi un’altra con Ortona. «Anche Ludo, ‘reggiano acquisito’ come me, era in lizza per il ruolo da capitano – afferma Ippolito –. Siamo entrambi contenti così, ne abbiamo parlato. Credo che la mia ‘reggianità’ sia stata riconosciuta sia dalla squadra che dalla società».


Una squadra, quella di quest’anno, con un’età media molto giovane e «a prescindere dal ruolo di capitano o no – precisa Ippolito – essere il più vecchio della squadra mi metteva già nella posizione di fare un po’ da guida, diciamo. Tanto più se sono il capitano, cercherò di andare incontro alle esigenze di tutti, ovviamente senza dimenticare che l’ultima parola spetta al coach».

La carica di capitano rappresenta per Ippolito il coronamento di un percorso compiuto insieme alla città e all’ambiente societario, così come un’eredità molto preziosa. «Per me è motivo di grande prestigio – conclude – soprattutto guardando a chi è stato capitano prima di me. Arrivare dopo Nicola Sesto e Marco Fabroni consegna nelle mie mani un’eredità importante, da loro ho imparato moltissimo. Voglio ricoprire questo ruolo nel migliore dei modi».

 

Conad Reggio insieme a Senonaltro per una Vittoria speciale

By | Senza categoria | No Comments

Molte sono le sfide per cui si è chiamati a combattere, Volley Tricolore ha scelto di scendere in campo insieme all’associazione Senonaltro – Vittorio Lodini Onlus. Dal 2013 Senonaltro sostiene le donne in cura per il tumore al seno, fornendo informazioni sul decorso della malattia e offrendo sostegno dalla diagnosi fino alle cure post-intervento. Per questo motivo la squadra sarà presente mercoledì 4 settembre in vicolo Trivelli 4, all’inaugurazione dello spazio ‘Viva Vittoria’.

‘Viva Vittoria’ è il nome dell’iniziativa che ha coinvolto ormai sette città italiane, tra cui anche la vicina Parma, e Odenwald in Germania. La volontà è quella di coinvolgere direttamente le persone che prendono a cuore la causa, chiedendo loro di realizzare un quadrato in maglia 50×50 a ferri o uncinetto, da firmare col proprio nome. Lo spazio di vicolo Trivelli sarà un nuovo centro nevralgico dell’ondata di positività e sostegno voluta dall’associazione. Lì, grazie alla collaborazione dei volontari, i quadrotti saranno legati tra loro a gruppi di quattro con un filo rosso.

piazza Vittoria a Brescia per la prima edizione (2015)

Tutte le coperte ottenute saranno stese in piazza Prampolini tra sabato 26 e domenica 27 ottobre 2019, creando un effetto meraviglioso – come dimostrato dalle immagini delle precedenti manifestazioni. Un risultato che, oltra all’estetica, è portatore di un messaggio preciso: ogni donna è artefice della propria vita, nonostante quest’ultima alle volte le chiami ad affrontare sfide enormi. Le coperte usate per l’installazione in piazza Prampolini saranno poi vendute e il ricavato verrà destinato al Laboratorio di Ricerca dell’I.R.C.C.S. Azienda Santa Maria Nuova/Ausl di Reggio Emilia.

«Il pensiero di fondo è quello di unire le forze positive della città, tra cui rientra chiaramente il mondo sportivo – commenta Roberto Piccinini, coordinatore dell’associazione Senonaltro – Vittorio Lodini Onlus –. Lo sport ti porta a raggiungere un obiettivo con costanza e impegno, spesso sacrificandosi. Un’immagine che non si allontana molto da un percorso di cura, da affrontare con positività e capacità di affidarsi. Per questo, nel coinvolgere vari enti reggiani, abbiamo subito pensato alle rappresentanze sportive della città».