Monthly Archives

Aprile 2013

Cava Camp, siete pronti allo spettacolo?

By | News | No Comments

Un grande spettacolo, ma soprattutto una grande scuola di pallavolo per i giovani.
La terza edizione del Cava Camp, nato da un’idea dell’ex campione ed ora tecnico Lorenzo Cavallini, in collaborazione con Volley Tricolore e Correggio Volley, è già in rampa di lancio.
Sono oltre 100 i ragazzi iscritti, ma c’è ancora tempo sino al 30 giugno per partecipare.
Ed è un’occasione unica per chi vuole imparare ad amare la pallavolo.
Dal 6 al 13 luglio la prima settimana, dal 14 al 20 la seconda, il tutto presso la struttura dell’Eurocamp a Cesenatico.
Saranno tantissimi gli istruttori e gli ospiti di altissimo livello, tra cui giocatori come Tondo, Goi, Grassi e Ippolito, amati e conosciutissimi dal pubblico di Reggio Emilia.
Il prezzo per chi parteciperà al Cava Camp è di 395 euro anzichè 450, con la possibilità del viaggio in pullman da Reggio Emilia (30 euro andata e ritorno).
Sarà svolta attività sia indoor che sui 9 campi da beach volley con tornei, feste e piadinate al chiaro di luna.
Una vera e propria isola felice del volley per ragazzi e ragazze.
Per scoprire la struttura dell’Eurocamp, si può visitare il sito www.eurocamp.it, per ricevere info sul Cava Camp inviare una mail a cavacamp2011@gmail.com.

Giorgio saluta con una lettera: da applausi

By | News | No Comments

Non sempre le cose vanno come noi vorremmo…..
Quando ho firmato il rinnovo con Reggio Emilia, a giugno dello scorso anno, ho annunciato alla società e alla squadra che per me questa sarebbe stata l’ultima stagione da pallavolista. Un mese fa ho compiuto 35 anni e inizio a non sentirmi più competitivo come prima, i problemi fisici sono aumentati, gli stipendi diminuiti, ma soprattutto dentro di me sento cominciare a mancare le motivazioni e la determinazione che mi hanno permesso di raggiungere ogni traguardo della mia carriera.
Non sono una persona che torni spesso sulle sue decisioni: infatti nonostante ci abbia riflettuto costantemente durante questi 8 mesi di allenamenti e partite, la mia scelta non è mai cambiata.
Nel corso di questa mia ultima stagione ho anche pensato tante volte a come avrei voluto che finisse la mia carriera. Fin troppo ovvio immaginare che avrei desiderato concludere con un’altra promozione in A1, ma senza puntare così in alto mi immaginavo almeno di chiudere con una grande partita, lottando fino all’ultimo pallone davanti al pubblico di casa, agli amici e a mia moglie.
Invece l’avventura playoff si è conclusa dopo solo due gare, entrambe giocate male e perse, in un palazzetto a quasi 800 km da casa.
Pazienza.
Il brutto ricordo di due partite non potrà mai cancellare quelli invece meravigliosi del resto della mia carriera, dove tutto è andato ancora meglio di come avrei mai potuto immaginare.
Nessuno mi ha regalato niente però….. se ho superato le mie e le altrui aspettative è perché ho lavorato, fatto sacrifici e stretto i denti: il mio obiettivo è sempre stato quello di migliorare, di dare il massimo ogni giorno ed ora posso chiudere con l’orgoglio di chi, quando cade l’ultima palla, è sereno perché ha dato tutto quello che aveva.
Non sono mai stato un campione ma fino all’ultimo giorno ho lottato per esserlo….. questo mi basta.
La mia “vita” pallavolistica è partita 21 anni fa dalla Prima Divisione dell’Olympia Voltri ed è passata attraverso Bergamo, Brescia, Cagliari, Latina, Mantova, Perugia e Reggio Emilia: tre promozioni e tre retrocessioni, 12 stagioni e quasi 350 partite in serie A, due operazioni chirurgiche e altri infortuni vari, ma soprattutto tante, tantissime emozioni.
Tra queste se dovessi sceglierne tre prenderei la promozione in A1, il giorno in cui il palazzetto di Cagliari cantava il mio nome per chiamarmi in campo e il primo momento in cui ho avuto in mano la maglia azzurra della Nazionale.
Ma queste sono solo tre gocce in un mare, emozioni che rimarranno sempre dentro di me perché la pallavolo ha contribuito a fare di me la persona che sono oggi.
Mi ha insegnato a vincere e a perdere, ad essere leader e gregario, a festeggiare e a soffrire, ad essere giocatore e ad essere uomo.
Ecco perché voglio salutare e dire grazie ai compagni, agli allenatori, ai dirigenti, ai procuratori, ai giornalisti, agli arbitri, ai tifosi, agli avversari che ho incontrato in tutti questi anni: senza di loro non sarebbe stato lo stesso spettacolo.
Grazie alla mia famiglia, che mi è sempre stata vicina anche se non ero mai a casa, e agli amici di Voltri, con cui tutto è cominciato e con cui ancora continua oggi.
Grazie alla gente di Cagliari e della Sardegna, dove ho vissuto gli anni più belli della mia carriera, e a tutti quelli di Reggio Emilia: non avrei potuto scegliere un posto migliore per chiudere la mia storia.
Grazie a mia nonna Lina e al mio amico Gerry, che nel corso di quest’anno se ne sono andati ma che sono sicuro mi hanno seguito dall’alto fino all’ultimo pallone.
L’ultimo grazie va proprio alla Pallavolo, per tutti questi anni fantastici e perchè un giorno ha portato mia moglie Cristina a vedere una mia partita: da quel giorno lei è diventata la mia forza, la mia famiglia, la mia vita.
E’ stato un bellissimo viaggio…..
Non lo dimenticherò mai.

Giorgio

Al seguente link, il video tributo dedicato a Giorgio Barbareschi realizzato da Studio Volley.

Ricominciano gli allenamenti in casa Conad, con due novità molto interessanti…

By | News | No Comments

Si ricomincia.
Senza più un sogno play-off da inseguire, ma con la voglia di stare assieme e preparare già il futuro.
La Conad Reggio Emilia si è ritrovata per una settimana di allenamenti, in programma con sedute tecniche dalle 17 alle 19 al Pala Bigi.
Non ci saranno tutti, come capitan Biribanti sbarcato in Libano per giocare alcune gare nelle terre asiatiche, ma agli ordini di coach Luca Cantagalli e del suo staff ci saranno due novità molto interessanti.
Si tratta degli schiacciatori Brad Lawson e Marcus Guttmann.
Il primo è un martello statunitense che ben ricorderete per essere stato contrattualizzato dal Volley Tricolore nella scorsa estate, prima che l’hawaiiano facesse esperienza nel campionato tedesco.
Saranno settimane importanti per valutare questo ragazzone classe ’89.
Arriva per la prima volta a Reggio Emilia anche l’austriaco Marcus Guttmann, schiacciatore classe 1991 che nella stagione appena conclusa ha vestito la maglia dell’Altotevere San Giustino nel campionato di serie A1.

BARBARESCHI E ORDUNA A STUDIO VOLLEY

Puntata quasi integralmente dedicata alla Conad, la 27^ di Studio Volley, il magazine di Teletricolore dedicato al volley reggiano.
Mercoledì, in diretta dalle ore 15.30 e in replica alle ore 23.00 (la trasmissione è visibile anche in streaming su www.teletricolore.com), l’appuntamento col salotto televisivo condotto da Davide Draghi e con la partecipazione di due ospiti giallorossi.
Saranno Santiago Orduna e Giorgio Barbareschi i protagonisti di una trasmissione nella quale si ripercorrerà la stagione reggiana, con un tributo speciale per la carriera di Giorgio Barbareschi, terminata proprio nella notte di mercoledì scorso a Molfetta.
Si potranno inviare sms in diretta al 3342666196 per domande e considerazioni con gli ospiti.

Grazie Conad, sei stata grande. Finisce a Molfetta il sogno giallorosso

By | News | No Comments

Exprivia Molfetta-Conad Reggio Emilia 3-1 (22-25, 25-17, 25-20, 25-20)
Exprivia Molfetta: Morelli, Aprea 1, Castard, Van Dijk 21, Del Vecchio 8, Mattei ne, Verhanneman 10, Tamborra, Rizzo (L) 1, Giglioli 6, Ippolito 3, Giosa 4, Saitta 6. All. Cichello
Conad Reggio Emilia: Luppi 11, Grassi ne, Grassano 8, Orduna 1, Goi (L), Tondo 3, Pellegrino 1, Barbareschi 8, Diachkov 4, Biribanti 22, Castellani ne, Groppi 1, Pagni 1. All. Cantagalli
Arbitri: Piluso e Gentile
Durata: 26′, 36′, 28′, 27′. Tot. 1h57′
Note Molfetta: ace 2, service error 12, muri 11, ricezione 58%, attacco 42%.
Note Conad: ace 4, service error 17, muri 10, ricezione 67%, attacco 38%.

Bisogna dire grazie.
Grazie ai fantastici ragazzi della Conad Reggio Emilia, che finiscono a Molfetta una stagione comunque bellissima.
Nulla da fare contro la fortissima Exprivia, anche in gara-3 dei quarti di finale play-off Linkem Cup.
Dopo l’1-3 di gara-2 al Pala Bigi, nella bolgia del Pala Poli la Conad gioca un grande primo set, prima di cedere 3-1 alla formazione di Cichello, che vince 3-0 la serie e vola in semifinale.
Giusto così in fondo, anche se lo spirito e il coraggio messi in campo da Biribanti e compagni meritavano qualcosa in più che non un paio di gare di play-off.
Il primo anno del Volley Tricolore targato Conad si chiude comunque col sorriso, per una stagione da archiviare con tanta positività.
Così come si conclude nella notte di Molfetta la carriera di un grande.
Gara-3 è stata l’ultima partita di Giorgio Barbareschi, che lascia il volley da grande protagonista.
Grazie Giorgio, grazie ragazzi!

LA PARTITA

Come prevedibile rispetto alla vigilia, Cichello e Cantagalli non cambiano nulla negli starting-seven.
Il tecnico dell’Exprivia va con la conferma di Verhanneman in banda assieme ad Ippolito, Saitta e Van Dijk in diagonale, Giglioli e Giosa al centro, Rizzo libero, quello della Conad risponde con la consueta formazione delle ultime settimane.
Capitan Biribanti opposto a Santi Orduna, Giorgio Barbareschi e tutta la sua voglia di prolungare una grande carriera in banda con Grassano, Luppi e Tondo al centro, Ricky Goi a provare a ripetere la strepitosa prestazione di gara-2 nel ruolo di libero.
L’avvio ricalca l’andamento di gara-2: equilibrio spasmodico, e 8-7 Molfetta alla prima pausa tecnica.
Poi Biribanti e Barbareschi lanciano una Conad che, come domenica scorsa, gioca un primo set da favola.
E’ +3 giallorosso alla seconda pausa, prima del mini-rientro Exprivia (18-20), subito respinto da Tondo.
Sul 19-23 sembra già essere scritto l’1-0, ma Van Dijk non ci sta: 3-0 Molfetta, 22-23 e sono fantasmi, scacciati da Orduna.
E’ 22-25 Conad e 1-0. Come domenica scorsa, si scoprirà poi dopo non bastare…
Il secondo set comincia come il primo, con la Conad ancora positiva in cambio palla e Molfetta che rimane avanti di +1 al primo stop con Giglioli.
Poi, quando Barbareschi riporta avanti di 2 gli ospiti sul 12-14, sembra davvero di sognare con i ragazzi di Cantagalli.
E invece, un parzialone pugliese cambia completamente il match, con la carta Del Vecchio per Ippolito che dà una bella mano all’Exprivia, proprio come in gara-2.
Molfetta fugge sino al 18-14, prima di un black-out dell’energia elettrica che provoca il buio al Pala Poli.
Qualche minuto di stop, poi si riparte con il 7-0 di parziale che si ferma sul 19-14.
Set andato, anche se Biribanti e compagni ci provano ancora. Finisce 25-17 e si va sull’1-1.
Molfetta riparte fortissimo nel 3° set, con Saitta ad accendere il turbo di Van Dijk: 6-2.
La Conad risponde con un sussulto (7-6), ma non c’è storia in questo parziale.
Verhanneman e Giglioli fanno il resto, è addirittura +8 pugliese al secondo stop tecnico, che i giallorossi dimezzano sul 21-17.
Troppo tardi, Molfetta chiude 25-20 e si porta sul 2-1.
Le energie sono ormai al lumicino per la truppa di Cantagalli, che regge sino al 6 pari del 4° set con le novità Pagni (per Tondo) e Diachkov (per Barbareschi) in sestetto.
Poi è super Molfetta sino al 3-1 finale, anche se la Conad non molla davvero mai, tornando sino al -2 (22-20) e lottando su ogni pallone.
Meritatamente l’Exprivia vola in semifinale, ma per la Conad sono comunque applausi.

Al Pala Poli per rimanere in vita: la Conad non molla!

By | News | No Comments

Proveranno in tutti i modi a far sì che non sia l’ultima gara di una stagione comunque splendida.
Proveranno a far sì che non sia l’ultima di un grande come Giorgio Barbareschi, per regalargli almeno un’altra esibizione davanti al pubblico di Reggio Emilia.
I ragazzi della Conad sono pronti, pronti a lottare anche in gara-3 dei quarti di finale play-off targati Linkem Cup, dopo il ko per 3-1 di gara-2.
L’Exprivia Molfetta è già avanti 2-0 nella serie (partendo dall’1-0 d’ufficio), e mercoledì sera (fischio d’inizio alle ore 20.30, arbitrano Piluso e Gentile) nel suo Pala Poli ha la grande chance per chiudere già i conti e volare in semifinale, dove potrebbe incrociare Monza, avanti 2-0 su Corigliano.
La Conad però non molla, con lo stesso spirito ammirato in gara-2.
Sempre aggrappata all’avversario, con il rispetto dovuto ad una grande squadra come quella di Cichello, ma anche il coraggio di chi sa di potersela giocare alla pari.
La Cantagalli’s band lo potrà fare con la carica di uomini che hanno ancora voglia di lottare per prolungare questa stagione.
Il tecnico della Conad, arrivata nella serata di martedì a Molfetta, con la rifinitura prevista per martedì mattina, potrebbe schierare lo stesso starting-seven di gara-2.
E allora capitan Biribanti opposto a Santi Orduna, con Giorgio Barbareschi in banda a voler regalare ancora gli ultimi colpi di una grande carriera.
Secondo martello Michele Grassano, che ritorna ancora una volta da avversario nella sua ex Molfetta, con Luppi e Tondo al centro.
Ricky Goi, eccezionale protagonista della prima notte play-off, a ricevere e difendere come libero.
Si proverà a portare la serie quantomeno a gara-4, che si giocherebbe domenica alle ore 20 al Pala Bigi.
Per farlo però. bisognerà piegare la straordinaria forza di Kay Van Dijk e di tutti gli elementi di una squadra solidissima quale l’Exprivia.
L’oppostone olandese sarà lo spauracchio anche di gara-3, dopo i 24 punti di domenica, in diagonale a Davide Saitta.
In banda i grandi dubbi di coach Cichello, che potrebbe schierare in partenza la coppia Verhanneman-Ippolito, ma che in gara-2 ha concluso la gara con il francese Castard e Del Vecchio.
Al centro poche storie, con Giglioli e Giosa (Mattei il cambio), Rizzo il libero.
Dalle ore 20.30 di mercoledì, livescore su www.legavolley.it per sostenere la Conad nella battaglia del Pala Poli.

FORMAZIONI IN CAMPO

Pala Poli di Molfetta – mercoledì ore 20.30
Exprivia Molfetta: Saitta-Van Dijk, Verhanneman-Ippolito, Giglioli-Giosa, Rizzo (L). A disposizione Morelli, Castard, Del Vecchio, Mattei, Aprea, Antonaci (2° L). All. Cichello
Conad Reggio Emilia: Orduna-Biribanti, Barbareschi-Grassano, Luppi-Tondo, Goi (L). A disposizione Grassi, Pellegrino, Diachkov, Castellani, Groppi, Pagni. All. Cantagalli
Arbitri: Piluso e Gentile

STUDIO VOLLEY E GARA-2

La differita integrale di gara-2 andrà in onda martedì sera alle ore 23.00 su Teletricolore, mentre per gara-3 sarà annunciata la programmazione nelle prossime ore.
Mercoledì pomeriggio, poche ore prima del match del Pala Poli, classico appuntamento con Studio Volley, il magazine di Teletricolore dedicato al mondo del volley reggiano, in diretta dalle ore 15.30 e in replica alle ore 23.00, visibile anche in streaming su www.teletricolore.com.
Ci sarà anche la possibilità di interagire con il salotto televisivo condotto da Davide Draghi e con la partecipazione di Fabio Poncemi, attraverso gli sms al 3342666196.

Conad ko, ma che spettacolo un Pala così!

By | News | No Comments

E’ stato tutto perfetto, tranne il risultato finale.
Gara-2 dei quarti di finale play-off Linkem Cup è stato qualcosa di magico per la Conad Reggio Emilia, nella domenica di Pasqua al Pala Bigi.
Una grandissima festa, che rimarrà comunque indimenticabile, nonostante quel 3-1 in favore di Molfetta che significa 2-0 nella serie e la possibilità, per la fortissima formazione pugliese, di chiudere i conti mercoledì (ore 20.30) nel proprio fortino del Pala Poli.
Martedì mattina la partenza per la Puglia, con Biribanti e compagni che ci proveranno eccome a prolungare la serie a gara-4, anche per regalare un altro spettacolo al proprio pubblico.
Sì, perchè la prima play-off della Conad ha lasciato un segno.
Tutti hanno visto il cuore, la grinta e la voglia di regalare un sogno messa in campo dalla formazione di Cantagalli, sempre attaccata ad una partita di per sè difficilissima.
E poi il colore e il calore di un pubblico fantastico, capace di emozionarsi per le difese incredibili di Goi (primo set da fantascienza), giusto per citare uno dei tanti protagonisti di una grande partita.
Una gara preceduta da un piccolo, grande evento.
La premiazione a Giorgio Barbareschi, alle sue ultime gare della carriera dopo aver annunciato l’addio al volley.
Quella di domenica potrebbe essere stata la sua ultima esibizione in via Guasco, dopo tutte le emozioni che questo ragazzone genovese è stato capace di regalare nell’anno e mezzo trascorso a Reggio Emilia.
Un campione e un uomo vero, apprezzato da tutti per la sua voglia, il suo carisma e quel tocco d’umanità così vero in Giorgio.
Il presidente Giulio Bertaccini e capitan Biribanti (nella foto), l’hanno premiato a nome di tutti quelli che hanno sempre apprezzato tutto quel che ha fatto Giorgio per la “sua” squadra.
E poi si è cominciato, nella giornata del “Niagara Day” che ha allietato il pubblico, e nella quale sono diventate protagoniste anche le “ragazze Conad”, ovvero le fidanzate dei giocatori giallorossi, che hanno preparato un cartellone con le loro immagini “personalizzate” per dare un tocco particolare a questi play-off.
Non è andata bene sul campo, ma viverne di domeniche così!

Facebook

Get the Facebook Likebox Slider Pro for WordPress