Monthly Archives

Novembre 2014

La battaglia con Tuscania per lanciare la Conad

By | News | No Comments

Coach Luca CantagalliDa Montefiascone per trovare continuità e lanciarsi sempre più protagonisti di questo campionato di serie A2 UnipolSai.
Una settimana dopo l’impresa su Ortona, la Conad Reggio Emilia sfida nel palazzetto viterbese un’altra neo promossa di questo torneo, la Maury’s Italiana Assicurazioni Tuscania.
Guidata sin dalla passata stagione in B1, dov’era inserita appunto nel girone dei giallorossi, da coach Paolo Tofoli, Tuscania rappresenta un ostacolo importante per la truppa di Luca Cantagalli, che vuole però punti pesanti dalla trasferta laziale nel match in programma al Pala di Montefiascone al classico orario domenicale delle 18 (arbitra la coppia Stancati-Piluso).
Alla quinta di campionato non è ancora semplice paragonare i valori delle varie squadre, ma si può certo dire che Tuscania tra le mura amiche (in attesa di tornare nel vero proprio palazzetto a Tuscania) ha offerto un ottimo rendimento.
Battuta solo al tie-break da Matera, dopo aver “rischiato” di vincere 3-0, ha battuto senza concedere set una squadra come Cantù: insomma, ci vorrà un’impresa, anche se la classifica vede la Conad avanti di 1 punto (5 a 4).
“Tuscania è una squadra compatta e combattiva, attacco e muro in particolare sono temibili – spiega coach Cantagalli – Ritrovare Paolo? Beh, non è più una novità neanche da allenatori, visto che ci siamo affrontati sia due anni fa che nella passata stagione. E’ sempre un piacere, Paolo è un amico e sono contento stia facendo bene”.
Sulla sua Conad, il coach è sicuro: “Possiamo e dobbiamo migliorare ancora, ma siamo sulla strada giusta. Se riusciremo a vincere e divertire, credo che il nostro pubblico ci seguirà sempre più numeroso e appassionato”.
Per la sfida di Montefiascone, il tecnico reggiano avrà tutti gli uomini a disposizione, compreso Piero Allesch recuperato per la panchina dopo l’influenza. Il sestetto iniziale dovrebbe essere lo stesso che ha affrontato Ortona, con Guemart-Tondo, Kody-Tiozzo, Giglioli-Benaglia e Catellani libero. Pochi dubbi anche per Tuscania, con Tofoli che ha un 6+1 consolidato composto da Krumins (ex della gara) al palleggio con Buzzelli opposto, l’ucraino Shavrak in banda con Ottaviani, il giovane emergente Festi al centro con Alborghetti e Marchisio libero.

FORMAZIONI IN CAMPO

Palazzetto dello Sport di Montefiascone (Vt) – domenica ore 18.00
Maury’s Italiana Assicurazioni Tuscania: Krumins-Buzzelli, Shavrak-Ottaviani, Festi-Alborghetti, Marchisio (L). A disp. Leoni, Vitangeli, Rossi, Di Felice, Silva. All. Tofoli
Conad Reggio Emilia: Guemart-Tondo, Kody-Tiozzo, Giglioli-Benaglia, Catellani (L). A disp. Della Corte, Di Franco, Bertoli, Bucaioni, Allesch, Morgese. All. Cantagalli
Arbitri: Stancati e Piluso

PROGRAMMA 5^ GIORNATA

Tuscania-Conad Reggio Emilia, Cantù-Sora, Ortona-Corigliano, Vibo Valentia-Matera, Potenza Picena-Castellana Grotte, Brescia-Alessano (lunedì sera)

CLASSIFICA

Vibo Valentia, Corigliano e Potenza Picena 9 punti, Sora e Ortona 8, Castellana Grotte 6, Matera, Conad Reggio Emilia e Cantù 5, Tuscania 4, Alessano 3, Brescia 1

Verso la sfida con la Tuscania di Paolo Tofoli

By | News | No Comments

Coach Luca Cantagalli assieme ad Andrea Giani e Paolo TofoliL’impresa di battere la capolista Ortona già alle spalle, la voglia di ripetersi per ottenere il secondo blitz esterno dopo quello dell’esordio a Brescia lo stimolo per crescere ancora.
La Conad Reggio Emilia lavora forte in palestra (giovedì altra seduta al PalaEnza di Sant’Ilario, venerdì al Pala Bigi) per preparare la trasferta di domenica in terra viterbese, con la squadra di coach Luca Cantagalli che affronterà la Maury’s Italiana Assicurazioni Tuscania.
Al Palazzetto di Montefiascone (designata la coppia arbitrale composta da Walter Stancati e Giuseppe Piluso) si preannuncia una battaglia visto che questa Tuscania ha ottenuto i suoi 4 punti in classifica proprio tra le mura amiche, sfiorando la vittoria per 3-0 contro Matera (cedendo poi al tie-break dopo aver avuto match-point nel 3° set) e ottenendola contro una squadra importante come Cantù.
Una squadra, quella guidata da coach Paolo Tofoli (e qui potremmo parlare dei mille intrecci con coach Cantagalli, compagno di squadra nella generazione di fenomeni), che fa del fattore campo la propria forza ed è una realtà ben conosciuta da Guemart e compagni.
Nella scorsa stagione infatti i viterbesi erano inseriti nello stesso girone di B1 della Conad, e una delle rarissime sconfitte della trionfale annata giallorossa è proprio arrivata sul campo di Tuscania, che aveva invece perso al Pala Bigi. Rinforzatasi in estate, ma cercando di mantenere l’ossatura base, la Maury’s Assicurazioni ha inserito al palleggio un giocatore ben conosciuto a Reggio, quel Davis Krumins che disputò un anno nella città del tricolore per il campionato 2008/09.
Squadra giovane, dall’opposto Pierlorenzo Buzzelli ai martelli, entrambi classe ’91, ovvero il confermato Ottaviani e l’ucraino Shavrak. Alborghetti e Festi la coppia di centrali, il libero è un ex Club Italia, Andrea Marchisio. Un bel progetto davvero, simile per certi versi a quello della Conad.

“E’ stata la vittoria del gruppo”

By | News | No Comments

Coach Cantagalli in un time out della sfida con OrtonaIl giorno dopo è sempre il più bello.
Specialmente dopo aver vissuto una notte magica, se ti chiami Conad Reggio Emilia e hai battuto, 16-14 al tie-break dopo una battaglia di quasi due ore e mezza, la capolista Ortona.
In un Pala Bigi davvero super per la passione con la quale il pubblico reggiano ha spinto la squadra, la truppa di coach Cantagalli è riuscita a cogliere la seconda vittoria in campionato, dopo i due ko con Alessano e Corigliano.
Proprio con il coach riviviamo una delle partite forse più belle viste degli ultimi anni in via Guasco. “E’ stata una gran lotta, ce la siamo meritata dimostrando di essere una squadra vera – dice il tecnico che, già da inizio secondo set è rimasto in maniche di camicia, “sentendo” la partita come non mai – Credo di poter dire che questa sia stata davvero la vittoria del gruppo”.
Cantagalli specifica: “Noi abbiamo bisogno di giocare d’insieme, non abbiamo valori individuali che ci permettono di non esprimerci al massimo come collettivo. Con questa voglia possiamo giocarcela per gli obiettivi di cui abbiam sempre parlato, sono molto soddisfatto di quel che han fatto i ragazzi contro una squadra importante come Ortona. Anche se…”.
Il piccolo rammarico è legato a quel vantaggio di 2-1 e 13-7 nel 4° set: “Sì – prosegue Cantagalli – con un pizzico di concentrazione in più avremmo potuto prenderci i 3 punti. Siam stati bravi a prenderci comunque la vittoria in un tie-break difficile”. Parlando dei singoli, anche se non è semplice esaltare la prestazione di un giocatore piuttosto che un altro, dopo una domenica del genere: “Sappiamo quanto fosse difficile per Tiozzo giocare una partita intera dopo tutti i problemi che ha avuto da inizio stagione. E’ stato bravo, pur tra normali alti e bassi, a giocare bene nei momenti importanti della gara. Ha funzionato bene l’intesa coi centrali, ma comunque possiamo migliorare in vari aspetti. Tondo? Abbiamo investito sul suo impiego da opposto e sta rispondendo molto bene, ha dimostrato che può dare tanto a questa squadra”.
E domenica prossima contro il Tuscania di Paolo Tofoli, si rinnoverà un altro bel derby in panchina con l’ex compagno della “generazione di fenomeni”.

LA CONAD IN TV

Per rivivere tutte le emozioni di Conad-Ortona, lunedì dalle ore 17.45 è in programma la sintesi del match su Telereggio con la telecronaca di Fabio Poncemi e il commento tecnico di coach Claudio Benedetti.
Martedì sera, dalle ore 22.30 e sempre su Telereggio, andrà invece in onda la quarta puntata di “Reggio Sotto Rete”, il salotto televisivo dedicato alle vicende della Conad.
Ospiti del programma condotto da Gionata Cavecchi, il centrale giallorosso Davide Benaglia e il tecnico della United Service Campagnola, James Costi.

Conad, sei una meraviglia: abbattuta la capolista Ortona in una notte magica

By | News | No Comments

Tondo esulta coi compagniConad Reggio Emilia-Sieco Service Ortona 3-2 (25-21, 24-26, 26-24, 21-25, 16-14)
Conad Reggio Emilia: Della Corte, Catellani (L), Di Franco 3, Bertoli, Guemart 2, Tiozzo 13, Tondo 26, Bucaioni ne, Kody 18, Benaglia 15, Giglioli 2, Morgese. All. Cantagalli
Sieco Service Ortona: Simoni 7, Guidone 12, Matricardi ne, De Paola 5, Michalovic 28, Cortina (L), Toscani (2° L) ne, Di Meo ne, Lanci, Cisolla 26, Moretti, Maiorana 2, Orsini 1. All. Lanci
Arbitri: Feriozzi e Cappelletti
Durata: 26′, 30′, 29′, 26′, 22′. Tot. 2h13′
Note Conad: ace 1, service error 11, muri 13, ricezione 40%, attacco 52%
Note Ortona: ace 5, service error 19, muri 10, ricezione 60%, attacco 49%

Una notte così, è di quelle da ricordare.
Una delle più belle degli ultimi anni, in un Pala Bigi meraviglioso per calore e trasporto nei confronti di una Conad bellissima.
Bellissima e a tratti commovente, rappresentata dalla gioia di Nicola Tiozzo a fine gara, come quella di tutti i compagni strepitosi protagonisti della vittoria sulla capolista di questa serie A2 UnipolSai.
La Sieco Service Ortona perde la sua prima partita, cedendo dopo 133 minuti di battaglia in un tie-break da ricordare, con il muro finale di Kody a scrivere 16-14 sul tabellone di via Guasco.
Bello, bellissimo, e anche se sul 2-1 e 13-7 giallorosso nel 4° set tutti sognavano una vittoria da 3 punti, va benissimo così. La Conad si è ritrovata, anche se già a Corigliano aveva dato segnali importantissimi. Ed ora questi ragazzi fanno davvero sognare.

LA PARTITA

Coach Cantagalli sceglie Tiozzo in banda assieme a Kody, confermando il resto della formazione classica.
Una novità anche per Lanci, che propone Guidone al centro con Simoni, con Alberto Cisolla in banda assieme all’ex De Paola, lo spauracchio Michalovic opposto a Lanci e Cortina libero.
La Conad è tutta un’altra storia rispetto a quella dell’ultima esibizione al Pala Bigi, davanti ad un pubblico ancora numerosissimo.
E’ subito 3-0 con super Kody e Tondo, anche se tutta la classe di Cisolla dai 9 metri riporta l’equilibrio sul 3-3.
La Conad però rimane sempre davanti, con capitan Guemart splendido per gestione e distribuzione. I primi tempi con Benaglia e Giglioli funzionano alla grande, i giallorossi scappano davvero sul 12-8 della pausa tecnica e non vengono più ripresi.
Funziona tutto, Tiozzo s’inventa una palla chiave per il 22-18 e chiude Tondo per il 25-21.

SECONDO SET

In avvio di secondo set cambia tutto, con la capolista del campionato che accende il turbo in battuta e a muro.
Il turno dai 9 metri di Cisolla, ancora lui, spacca in due il parziale con la Sieco Service che vola sino al 3-9.
La reazione giallorossa però è strepitosa, con una pioggia di muri su un Michalovic in crisi e l’aggancio che arriva sul 12 pari.
Benaglia è immarcabile, ma Ortona c’è ed è battaglia all’ultimo sangue.
Tondo si eleva a livelli straordinari e tiene la Conad lì, sino al gran finale. Un immenso Cisolla, inutile ripeterlo, s’inventa però 4 palloni che valgono l’1-1.
In pipe, da posto 4 e da posto 2, poi sul 24-25 abruzzese col servizio che manda in crisi la ricezione giallorossa e costringe Tondo al suo unico errore del set per il 24-26 che riapre tutto.

TERZO SET

Lanci conferma Maiorana al posto di De Paola in sestetto per un terzo set che parte sul filo dell’equilibrio.
Sul 4 pari la Conad ha un calo con un paio di errori diretti in attacco e la Sieco Service scappa sul 6-9.
Coach Cantagalli sceglie Di Franco per Giglioli, Ortona prova a scappare ma Guemart e compagni non mollano nulla.
Tondo riporta avanti i suoi sul 17-16, Cisolla e Michalovic sembrano poter scrivere un finale diverso con i palloni che lanciano la capolista sino al 21-23, ma ai vantaggi un grande muro di Tiozzo su Michalovic e il primo block-in anche su Cisolla scatena l’euforia al Pala Bigi.
E’ 26-24 e un punto e già in tasc

QUARTO SET

I 1000 del Pala Bigi spingono una Conad davvero straordinaria e capace di fuggire già in avvio di quarto set.
Sono tutti in piedi quando Benaglia mura ancora Michalovic per il +5 alla pausa tecnica del 12.
Sul 13-7 sembra fatta, ma un Cisolla meraviglioso (saremo ripetitivi, ma è lui a tenere in piedi Ortona) riporta i suoi sino al -1 (13-12).
La Conad riparte con Di Franco, ma il Ciso è una furia anche al servizio e spacca tutto portando gli abruzzesi addirittura avanti sino al 14-16.
La partita è cambiata, davvero in un amen, ma è sull’episodio del tocco a muro sull’attacco di Michalovic che poteva valere il 22 pari a dare l’ulteriore svolta. Ortona chiude con due muri e porta tutti al tie-break: 25-21.

TIE BREAK

La Conad è ancora viva, eccome.
Il muro di Di Franco su Cisolla e quello di Tiozzo su Michalovic regalano un primo strappo (5-2), che Tondo conserva per l’8-5 al cambio campo.
Reggio ha la palla per scappare a +4, ma Ortona non muore mai in una gara splendida.
Tiozzo è sulle gambe, ma è strepitosa la parallela che vale l’11-9 e il successivo muro di Tondo su Cisolla sembra mettere la firma sulla partita.
E’ un fantastico Nicola Tiozzo a regalare due match-point, ma Cisolla e Michalovic portano tutti ai vantaggi: 14-14.
Kody per un altro match, ed è proprio un muro del camerunense a siglare il trionfo giallorosso: 16-14.

RISULTATI 4^ GIORNATA SERIE A2 UNIPOLSAI

Conad Reggio Emilia-Ortona 3-2, Matera-Cantù 3-2, Sora-Tuscania 3-1, Alessano-Potenza Picena 0-3, Corigliano-Brescia 3-0, Castellana Grotte-Vibo Valentia 0-3

CLASSIFICA

Vibo Valentia, Corigliano e Potenza Picena 9 punti, Sora e Ortona 8, Castellana Grotte 6, Conad Reggio Emilia, Matera e Cantù 5, Tuscania 4, Alessano 3, Brescia 1

Spogliatoi – La commozione di Tiozzo: “La serata più bella della mia vita”

E’ commosso, con le ginocchia a pezzi dopo due mesi terribili, ma commosso per aver vissuto una serata meravigliosa.
“La più bella, considerando che sono all’esordio in A2 – dice con un filo di fiato il martello veneto a fine gara – Siamo stati grandi, abbiam giocato col cuore e il pubblico è stato straordinario. Ci ha dato una spinta formidabile in quel finale”.
Davide Benaglia fa eco al compagno: “Battere la capolista dà sempre un gusto particolare, giocando così potremo divertirci davvero”.
Fa un applauso alla Conad anche il grande Alberto Cisolla, che ha regalato spettacolo e fatto tanta paura alla Conad: “Peccato, ma Reggio è stata bravissima. Mi è piaciuto il nostro atteggiamento, la voglia di non mollare, ma non abbiamo espresso un grandissimo gioco”.

Al Pala Bigi ecco la capolista Ortona: serve una notte da leoni

By | News | No Comments

Benaglia e Kody a muro nella gara contro CoriglianoServe una notte da leoni, per tornare a sorridere dopo due ko consecutivi.
Una notte che la Conad vuole completamente diversa, rispetto alla prima vissuta in questa stagione al Pala Bigi. A Corigliano si è già vista una squadra completamente diversa, ma ora c’è l’esame più duro per i ragazzi di Luca Cantagalli.
In via Guasco arriva la capolista della serie A2 UnipolSai, la Sieco Service Ortona che sinora ha sempre vinto e non vuole fermarsi neppure in questo quarto turno in programma al consueto orario delle 18.00 della domenica.
Ortona è lanciatissima e ricca di entusiasmo, ma la Conad ci crede e le parole dei protagonisti giallorossi in settimana sono state chiare: “Ce la possiamo giocare contro chiunque”. A maggior ragione, se nel motore vengono di nuovo innestati due pistoni come Matteo Bertoli e Nicola Tiozzo.
I due martelli ricevitori sono recuperati dai rispettivi problemi fisici, con Bertoli che dovrebbe quindi far coppia con Kody nel sestetto titolare, confermando sulle altre diagonali il solito schieramento, mentre non sarà a disposizione Piero Allesch, colpito da uno stato febbrile che impedirà al giocatore friulano, grande protagonista a Corigliano, di dare un apporto ai compagni.
Ortona si presenta a Reggio Emilia al gran completo e con uno score immacolato, o meglio con due soli punticini lasciati per strada nelle gare vinte al tie-break contro Cantù e Matera. Se pensiamo che alla prima giornata gli abruzzesi avevano sconfitto nettamente la grande favorita Vibo Valentia, c’è da pensare che il primato della squadra guidata da coach Nunzio Lanci sia tutt’altro che casuale.
La conferma del blocco storico che ha fatto benissimo in questi anni è stato un vantaggio non da poco per partire subito forte, con Andrea Lanci a comandare in cabina di regia. L’opposto è lo slovacco Peter Michalovic, capace di sbattere a terra 92 palloni nelle prime tre uscite, mentre in banda come noto agisce l’ex capitano della Nazionale, Alberto Cisolla (che ha esordito domenica scorsa in casa contro Matera), e un ex “reggiano” come Antonio De Paola.
Al centro ecco il confermato Simoni e l’esperienza di Moretti, il libero è Cortina. Ci sarà anche un pullman di tifosi abruzzesi al seguito, per una sfida che si preannuncia bellissima. Arbitreranno Ugo Feriozzi ed Eliana Cappelletti.

FORMAZIONI IN CAMPO

Pala Bigi di Reggio Emilia – domenica ore 18.00
Conad Reggio Emilia: Guemart-Tondo, Kody-Bertoli, Giglioli-Benaglia, Catellani (L). A disp. Della Corte, Di Franco, Tiozzo, Bucaioni, Morgese (2° L). All. Cantagalli
Sieco Service Ortona: Lanci-Michalovic, Cisolla-De Paola, Simoni-Moretti, Cortina (L). A disp. Guidone, Matricardi, Toscani (2° L), Di Meo, Maiorana, Orsini. All. Lanci
Arbitri: Feriozzi e Cappelletti
TV: la differita del match andrà in onda lunedì alle ore 17.45 su Telereggio, con la telecronaca di Fabio Poncemi e il commento tecnico di Claudio Benedetti

PROGRAMMA 4^ GIORNATA

Conad Reggio Emilia-Ortona, Castellana Grotte-Vibo Valentia, Matera-Cantù, Corigliano-Brescia, Alessano-Potenza Picena, Sora-Tuscania

CLASSIFICA

Ortona 7 punti, Vibo Valentia, Castellana Grotte, Corigliano e Potenza Picena 6, Sora 5, Cantù e Tuscania 4, Conad Reggio Emilia, Matera e Alessano 3, Brescia 1

Un fuoriclasse sulla strada della Conad: a Reggio arriva Alberto Cisolla

By | News | No Comments

Cisolla è sempre stato considerato un sex symbol, oltre ad un grande campioneE’ uno dei giocatori più amati del volley italiano dell’ultimo decennio.
Un simbolo per la sua professionalità e la sua classe, che dimostra anche fuori dal rettangolo di gioco e ne fa uno dei sex symbol anche al di là del mondo pallavolistico.
A 37 anni, Alberto Cisolla ha ancora una gran voglia di giocare e domenica, con la maglia della sua nuova squadra, la Sieco Service Ortona capolista della serie A2 UnipolSai, lo farà per la prima volta al Pala Bigi nella sfida contro la Conad in programma alle ore 18.00.
“In categoria non ci ho mai giocato, ma più di 20 anni fa, da ragazzino nella Junior League di Treviso, una partita la ricordo. Aveva il tetto storto vero?” – chiede incuriosito il “Ciso”.
Il Pala Bigi non è cambiato, per lo schiacciatore trevigiano quasi tutto: da capitano della Nazionale, con la quale ha vinto tra le altre cose l’Europeo 2005 (col premio di MVP) e l’argento alle Olimpiadi di Atene 2004, alla prima esperienza in questa categoria dopo quasi vent’anni in A1, la maggior parte dei quali nella sua Treviso.
“Conosco ancora poco dell’A2, per questo bisogna andare cauti coi giudizi, ma di certo posso dire di essere molto felice della scelta di giocare ad Ortona – racconta il martello trevigiano – La mia intenzione era quella di continuare a giocare (nel frattempo ha fatto anche il commentatore per Sky Sport, ndr), perchè ritengo di potercela ancora fare. La condizione economica non era la priorità, cercavo solo una soluzione che ben si coniugasse con la mia situazione familiare. E il volo Ryanair da Pescara a Bergamo per raggiungere mia moglie e mia figlia Giorgia (6 anni) è l’ideale, visto che abitiamo a Salò. Inoltre, la situazione tecnica è ottima perchè gioco in una squadra di livello e per una società molto buona”.
Questa Ortona cosa può temere della Conad? “Per me è tutto nuovo, come detto, ma certo so che Reggio è un team che può fare molto bene. Ha un allenatore come Luca Cantagalli che è una garanzia e conosco molto bene, oltre a capitan Guemart. Con Michel ho giocato due anni fa a Latina, l’ho sentito a metà settimana e siamo pronti a sfidarci”.
Hai in squadra un giocatore come Michalovic, opposto capace di mettere giù 92 palloni in 3 partite. Ti ha impressionato? “Innanzitutto bisogna dire che Peter è un grandissimo lavoratore e i risultati lo ripagano per questa sua voglia. Non a caso Latina lo scorso anno lo acquistò come opposto titolare in A1, fu sfortunato e probabilmente aveva bisogno di più tempo per capire il nostro campionato. Qui ad Ortona è nella situazione ideale per esprimersi al top, difficile fare paragoni ma il suo livello è davvero altissimo”.
Sin dove volete arrivare, anche perchè il tuo acquisto significa avere ambizioni importanti… “Questa è una società che negli anni ha fatto una crescita graduale, con la fortuna e la bravura di poter costruire su uno zoccolo duro. Da Lanci a Simoni, da Guidone a Di Meo allo stesso Maiorana, calabrese ormai trapiantato ad Ortona. Non ci sono solo sei titolari, è dura guadagnarsi il posto per tutti quanti ed è giusto sia così. Alla fine del girone d’andata mi renderò conto della situazione complessiva ma credo che, come ha detto il nostro presidente, rimanere tra le prime 4 e giocarsi le finali di Coppa Italia sia doveroso. Ci vorrà costanza e anche un pò di fortuna, l’A2 mi pare molto più equilibrata della massima serie, dove ci sono 3-4 squadre che fanno un altro sport”.
Nell’album dei ricordi, scegliamo i più belli di una straordinaria carriera? “Beh, l’Olimpiade è qualcosa di unico e quella di Atene è stata incredibile, ma non solo per l’argento che abbiamo conquistato. No, la cosa più bella è stata vivere il villaggio olimpico, quell’ambiente impossibile da descrivere e che solo chi c’è stato può capire. Pallavolisticamente parlando, la vittoria dell’Europeo 2005, con la finale a Roma vinta al tie-break contro la Russia, davanti a 12mila persone e sotto due set a uno, è stata il massimo”.

Si avvicina la sfida alla capolista Ortona, con Cisolla e Michalovic che…

By | News | No Comments

Coach Luca CantagalliAl lavoro.
E’ l’unica medicina che conosce la Conad per provare a tornare a fare punti dopo i due ko consecutivi con Alessano e Corigliano.
L’occasione è dietro l’angolo, visto che domenica al Pala Bigi (ore 18) arriverà la capolista di questa serie A2 UnipolSai, la Sieco Service Ortona che comanda il torneo con 7 punti ottenuti nelle prime 3 gare.
Una sfida difficile, ma che la truppa di Luca Cantagalli vuole giocarsi alla pari. Per farlo, bisognerà essere al meglio e dagli allenamenti quotidiani arrivano buone notizie, con Matteo Bertoli e Nicola Tiozzo verso il recupero per essere nuovamente a disposizione sin dall’inizio. Sempre in posto 4, si è invece fermato Piero Allesch: il classe ’95 che domenica scorsa a Corigliano ha stupito nella sua prima da titolare in A2, ha accusato febbre alta e potrebbe dover rimanere fuori per il duello con la capolista.
Una prima della classe che, guidata anche in questa stagione da coach Nunzio Lanci, ha puntato sulla continuità per crescere anno dopo anno.
Sfiorata la finale play-off nell’ultimo torneo di A2, la Sieco Service è ripartita dal palleggio di Andrea Lanci, così come dai muri di Simoni, che al centro fa coppia con Daniele Moretti, giocatore espertissimo che la categoria la conosce come le proprie tasche.
Gli innesti sono di altissima qualità: si va dal libero Cortina (ve lo ricordate ad Atripalda?) all’ex della gara, quell’Antonio De Paola che giocò a Reggio nella stagione 2009/2010, sino ai due colpacci. Nel ruolo di opposto, lo slovacco Michalovic (lo scorso anno a Latina in A1) si è rivelato un bomber quasi immarcabile, aggirandosi su una media di oltre 30 punti a partita (92 in totale nelle prime 3 gare). E qualche settimana fa, è sbarcato ad Ortona un certo Alberto Cisolla, che a 37 anni si è rimesso in discussione nella serie cadetta dopo aver vinto tutto e trascinato la nazionale italiana all’argento olimpico nel 2004 e al trionfo agli Europei 2005. Un simbolo del nostro volley che potremo ammirare nella notte del Pala Bigi.

Bertoli rilancia la Conad: “Possiamo giocarcela contro chiunque”

By | News | No Comments

Matteo Bertoli è rimasto ai box per un problema alla spalla destraLe sue parole sono sicure e rafforzate da una prestazione molto importante come quella di Corigliano, al di là del ko rimediato in terra di Calabria.
“La Conad c’è e se la può giocare contro chiunque”. Il grido è di Matteo Bertoli, sfortunato protagonista delle ultime due settimane giallorosse. Il martello a Corigliano ha dovuto fare praticamente da spettatore per il problema alla spalla destra che lo condiziona dal pre Brescia, ma ha visto una squadra completamente diversa rispetto a quella che aveva perso in casa contro Alessano.
“Neppure da paragonare, a Corigliano credo avremmo meritato almeno il tie-break e contro una formazione di alto livello. E’ stato un peccato, ma se giochiamo sempre così i risultati arriveranno. I giovani? Sono stati bravissimi, vedere un ’95 (Allesch) e un ’96 (Morgese) giocare con quella personalità è stato sorprendente. E’ la conferma che il gruppo è solido e si lavora bene”.
Bertoli tenterà il recupero verso la sfida alla capolista Ortona, in programma domenica alle ore 18.00 al Pala Bigi.
“La voglia è tantissima, star fuori è dura ma in certi casi necessario per non pregiudicare tutta la stagione – spiega Matteo – Non mi capitava da anni un problema di questo tipo, già a Brescia e con Alessano ho sofferto tanto. Con terapie e lavoro speriamo di farcela”. Anche perchè Ortona… “Mi ha sbattuto fuori dagli ultimi play-off di A2 e cerco la vendetta. Scherzi a parte, la considero una delle formazioni più equilibrate del torneo. Costruita bene sulla base della formazione dello scorso anno, ha inserito giocatori importanti, l’opposto Michalovic e un certo Alberto Cisolla su tutti. Sarà dura, ma ripeto: non solo dobbiam giocarcela con Ortona, ma contro chiunque”.

Conad che reazione, ma non basta per portare via punti da Corigliano

By | News | No Comments

Davide Benaglia al centro con i compagniCaffè Aiello Corigliano-Conad Reggio Emilia 3-1 (25-23, 20-25, 25-22, 29-27)
Caffè Aiello Corigliano: Hrazdira ne, Calonico 7, Izzo 5, Taliani, Casciaro (L), Tomasello 3, Banderò 25, Mariano 9, Walker 7, Filomena, Lavia 1, Menicali 9, Colarusso ne. All. Ricci
Conad Reggio Emilia: Della Corte, Catellani (L), Di Franco 2, Bertoli, Guemart 4, Tondo 24, Bucaioni 1, Kody 18, Benaglia 10, Giglioli 10, Allesch 7, Morgese. All. Cantagalli
Arbitri: Zavater e De Simeis
Durata: 32′, 31′, 33′, 36′. Tot. 2h12′
Note Corigliano: ace 7, service error 8, muri 13, ricezione 57%, attacco 41%
Note Conad: ace 7, service error 12, muri 12, ricezione 56%, attacco 38%

Si chiedeva una reazione, e questa è arrivata eccome.
La Conad Reggio Emilia perde 3-1 a Corigliano, sì, ma dopo aver sputato sangue e sfiorato il capolavoro contro una squadra di livello come la Caffè Aiello, e in piena emergenza infortuni.
Senza Bertoli e Tiozzo in banda, sono bravissimi i giovani Allesch e Morgese e, in generale, un gruppo che dopo il rovescio interno con Alessano ha risposto presente, per disputare un campionato da protagonisti.
Non sono arrivati punti dalla Calabria, ma se la squadra di Cantagalli sarà sempre quella vista al Pala Corigliano, ne arriveranno eccome in futuro. Magari già a partire dalla sfida di domenica prossima al Pala Bigi, quando arriverà la capolista Ortona per una serata da brividi.

LA PARTITA

“Ognuno di noi ha un paio di ali, ma solo chi sogna impara a volare”.
Così recita lo striscione che domina il Pala Corigliano, giusto per descrivere l’atmosfera e il calore della gente di Calabria pronta a spingere la Caffè Aiello.
La Conad però non ha paura, quando si schiera in campo con il sestetto d’emergenza proposto da coach Cantagalli, che deve rinunciare a Bertoli e Tiozzo in banda e s’inventa la soluzione con Allesch in diagonale a Kody, ma con Davide Morgese utilissimo nei giri di seconda linea.
In pratica, un ’95 (Allesch) e un ’96 (Morgese) fondamentali nello scacchiere giallorosso, che propone sulle altre due diagonali Guemart-Tondo e Giglioli-Benaglia, oltre a Catellani come libero.
Anche Corigliano deve fare a meno di una banda come Michal Hrazdira, l’ex del match, e parte con il giovane australiano Walker assieme a Mariano, mentre al palleggio c’è Izzo con il brasiliano Banderò in posto 2. Al centro Calonico e Menicali, libero Casciaro con Taliani ancora convalescente.
E la Conad parte forte, fortissimo per cancellare Alessano: Tondo firma i primi vantaggi, Kody il vero allungo con due muri per il 7-10 prima e l’8-13 poi, quando capitan Guemart trova anche da Giglioli e Benaglia risorse importanti.
Detto del lavoro utilissimo di Allesch e Morgese, è una Conad semplicemente perfetta e capace di scappare sino al +6, prima del finale shock. Sul 18-23 si spegne la luce, tanti errori e un Banderò stellare ribaltano tutto, con il parziale di 7-0 dei padroni di casa che vale il 25-23. Semplicemente incredibile.

SECONDO SET

La Conad reagisce, nonostante la mazzata, anche se è la Caffè Aiello a partire avanti spinta da Mariano.
Sul 9-7, arriva però un gran parziale giallorosso, con i primi muri di Benaglia a rilanciare la Conad, che scappa sino al +4 sul 10-14.
Tondo è davvero in gran giornata, il vantaggio si dilata come nel primo set, ma questa volta niente paura. Guemart e compagni chiudono con margine sul 20-25, e allora la gara è ancora apertissima.

TERZO SET

Si attende una grande, grandissima battaglia per il terzo set che può essere lo spartiacque dell’intera sfida. La Conad lo approccia benissimo, con Kody che incide anche in attacco, oltre che coi suoi muri: 2-5.
Corigliano risponde, c’è anche l’apporto di Tomasello nel 12-9 rossonero, ma la squadra di Cantagalli vuole a tutti i costi venir via dal Pala Corigliano con punti pesanti.
Arriva il controsorpasso (14-15) con Giglioli, poi di nuovo ad inseguire sino all’aggancio sul 21 pari, ma non basta. Il finale in volata è dei padroni di casa, che scappano sul 2-1: 25-22.

QUARTO SET

La Conad mollerà, considerata l’emergenza e due set persi nel finale? Tutt’altro, anche se qualcuno potrebbe pensarlo quando in avvio di set Corigliano prova a fuggire sul 7-5 prima e sul 14-11 poi.
E invece no, la Conad è ancora viva, Tondo ricuce ancora il gap e si torna al -1 sul 21-20. Quando Banderò mette giù il 24-22 sembra finita, e invece si va ai vantaggi dove i giallorossi annullano un terzo match-point e conquistano una palla per andare al quinto, sul 25-26.
Nulla da fare, Corigliano ribalta ancora l’inerzia, colleziona altre due occasioni e al quinto match-ball chiude, sul 29-27, lasciando tanta rabbia per quel che poteva essere e non è stato.

RISULTATI 3^ GIORNATA

Corigliano-Conad Reggio Emilia 3-1, Tuscania-Cantù 3-0, Ortona-Matera 3-2, Potenza Picena-Sora 3-1, Brescia-Vibo Valentia 1-3, Alessano-Castellana Grotte 0-3

CLASSIFICA

Ortona 7 punti, Vibo Valentia, Corigliano, Potenza Picena e Castellana Grotte 6, Sora 5, Cantù e Tuscania 4, Conad Reggio Emilia, Matera e Alessano 3, Brescia 1

A Corigliano per un pronto riscatto, con la Caffè Aiello si annuncia battaglia

By | News | No Comments

Esulta il libero Luca CatellaniCancellare immediatamente il ko con Alessano fornendo una prestazione importante, al di là dei punti da provare a portare a casa.
In questo modo la Conad Reggio Emilia approccia la trasferta più lunga della stagione, quella che la porterà al classico orario domenicale delle 18 ad affrontare la Caffè Aiello Corigliano.
In terra di Calabria si ripropone una sfida classica delle ultime stagioni, e crediamo sarà anche questa volta battaglia contro i rossoneri guidati da coach Daniele Ricci, tecnico pluridecorato nella sua lunga carriera.
E’ una terza giornata di campionato importante per Guemart e compagni, anche perchè dopo aver affrontato due neo promosse, quella del Pala Corigliano è una sfida contro una squadra con obiettivi ambiziosi e che conosce molto bene la categoria. Rispetto alle passate stagioni questa Caffè Aiello, che ha ottenuto tre punti come la Conad nei primi due turni, ma attraverso due tie-break (quello vincente contro Castellana e perdente a Sora), ha cambiato parecchio nel proprio roster.
Al palleggio comanda il classe ’94 Marco Izzo, talento già sfidato dai giallorossi, mentre l’opposto è il brasiliano Felipe Airton Banderò, grande protagonista nelle due prime uscite.
In banda gli infortuni hanno condizionato le scelte di Ricci, con il grande ex Michal Hrazdira (una stagione a Reggio nel 2009/2010) che dovrebbe essere ancora out e la coppia di giovanissimi composta da Mariano (’91) e dall’australiano Walker (’95) che dovrebbe quindi partire in sestetto. Al centro giocheranno verosimilmente Tomasello e Calonico, ma c’è pronto anche Menicali, nel ruolo di libero Taliani è pronto al rientro, altrimenti sarà confermato Casciaro come nell’ultima gara.
Dal punto di vista dell’infermeria, anche in casa Conad qualche problematica esiste ancora visto che Tiozzo e Bertoli sono reduci da acciacchi, ma entrambi saranno a disposizione. Si va verso il sestetto di domenica scorsa, con Tondo opposto a Guemart, Kody e Bertoli in posto 4, Giglioli e Benaglia al centro, Catellani libero.
Proprio il correggese presenta la sfida di Corigliano: “Non sarà facile, ma dobbiamo tornare ad esprimere la nostra pallavolo, che certo non si è vista contro Alessano. Abbiamo le possibilità per ottenere un buon risultato e presentarci domenica prossima, davanti al nostro pubblico, per una grande sfida contro Ortona”.
La squadra è partita alla volta della Calabria nella mattinata di sabato, nella mattinata di domenica la rifinitura e dalle 18.00 il match che sarà diretto dalla coppia di fischietti Zavater-De Simeis.

FORMAZIONI IN CAMPO

Pala Corigliano di Corigliano Calabro – domenica ore 18.00
Caffè Aiello Corigliano: Izzo-Banderò, Mariano-Walker, Tomasello-Calonico, Taliani (L). A disp. Hrazdira, Casciaro (2° L), Lavia, Menicali, Colarusso. All. Ricci
Conad Reggio Emilia: Guemart-Tondo, Bertoli-Kody, Giglioli-Benaglia, Catellani (L). A disp. Della Corte, Di Franco, Tiozzo, Bucaioni, Allesch, Morgese (2° L). All. Cantagalli
Arbitri: Zavater-De Simeis
TV: la differita di Corigliano-Conad andrà in onda lunedi, alle ore 17.45, su Telereggio

PROGRAMMA 3^ GIORNATA

Corigliano-Conad Reggio Emilia, Brescia-Vibo Valentia, Tuscania-Cantù, Ortona-Matera, Alessano-Castellana Grotte, Potenza Picena-Sora

CLASSIFICA

Sora e Ortona 5 punti, Cantù 4, Conad Reggio Emilia, Vibo Valentia, Corigliano, Castellana Grotte, Alessano e Potenza Picena 3, Matera 2, Brescia e Tuscania 1