Monthly Archives

Giugno 2016

I RUGGITI DI GIULIO SILVA ANCORA AL PALABIGI: RINNOVO ANCHE PER LUI

By | News | No Comments

GIULIO SILVA RUGGIRÀ ANCORA AL PALABIGI: DOPO DOLFO RINNOVA ANCHE LA BANDA CHE NELLA SCORSA STAGIONE HA CONQUISTATO I TIFOSI.  “SONO FELICE DI RIMANERE. IO E LUDO SAREMO QUELLI PIU’ ‘VECCHI’ E DOVREMO TENERE UNITO IL GRUPPO. UNA BELLA RESPONSABILITA’, MA ANCHE UN BEL RICONOSCIMENTO”

IL DS BARBARESCHI: “PER NOI OLTRE CHE UN GIOCATORE DI QUALITA’ E’ FONDAMENTALE ANCHE PER LO SPOGLIATOIO”. 

Tutta la grinta di Giulio Silva, una delle note più liete della passata stagione

Tutta la grinta di Giulio Silva, una delle note più liete della passata stagione

Dopo il rinnovo di Ludovico Dolfo annunciato ieri, arriva anche la conferma importantissima di Giulio Silva. La banda classe ’86 è stata una delle note più liete dell’anno scorso conquistando tutti, dalla dirigenza ai compagni, fino ai tifosi che adorano la sua grinta e il suo attaccamento alla maglia. E così, anche per la prossima stagione, il PalaBigi potrà “ruggire” insieme a lui: le esultanze e la carica di Giulio sono tra le immagini più belle dell’annata passata.

Il direttore sportivo Giorgio Barbareschi è soddisfatto per l’accordo raggiunto: “Una conferma scontata da parte nostra quella di Giulio, che ha conquistato tutti per il suo impegno in palestra e per le qualità umane. Per noi è il collante dello spogliatoio e uomo di equilibrio in campo. Sono sicuro che anche quest’anno avrà lo spazio per dimostrare il suo valore”.

Lo stesso Silva è raggiante: “Sono contento di restare, non conosco sul campo il nuovo allenatore Costi, ma l’ho conosciuto come persona e mi ha fatto una bella impressione. Io e Ludo saremo i giocatori un po’ più esperti del gruppo che sarà comunque rinnovato, dunque saremo chiamati a dare quel qualcosa in più sia dal punto di vista tecnico sia dal punto di vista caratteriale. Sarà una bella responsabilità, ma anche un bel riconoscimento perché se la società mi ha individuato come tale vuol dire che ho fatto bene. Campionato? Beh, vederemo come saranno composti i gironi, ma secondo me il livello si è alzato. Così come la pressione perché ci sono tante retrocessioni e se l’anno scorso dovevamo raggiungere un obiettivo in un anno, quest’anno bisogna arrivare nelle prime cinque in tre mesi. Ogni partita peserà come un macigno. E noi come sempre daremo battaglia”.

DOLFO RESTA A REGGIO E CARICA PER LA NUOVA STAGIONE

By | News | No Comments

IL VOLLEY TRICOLORE RIPARTE DA LUDOVICO DOLFO CHE RINNOVA
“SONO CONTENTO DI RESTARE CON UN RUOLO DA LEADER. RIPETERE IL CAMPIONATO DELLA SCORSA STAGIONE NON SARA’ FACILE, MA DAREMO IL MASSIMO”
IL DS BARBARESCHI: “UNA CONFERMA IMPORTANTE PER NOI. LUDOVICO HA QUALITA’ INDISCUTIBILI SU CUI CONTIAMO MOLTO” 

Ludovico Dolfo è stato autore di un'ottima prima stagione nella Conad

Ludovico Dolfo è stato autore di un’ottima prima stagione nella Conad

Il Volley Tricolore riparte da Ludovico Dolfo. La banda classe ’89 ha rinnovato il suo contratto per un’altra stagione e resterà a Reggio Emilia per il campionato di Serie A2 2016-2017. La nuova Conad targata coach James Costi ripartirà da lui, l’uomo che ha fatto sognare il PalaBigi con le sue schiacciate da urlo, trascinando il Volley Tricolore fino alle semifinali. Insomma, con Dolfo – che ha trascorsi importanti in A1, ma anche in nazionale con cui ha vinto i Giochi del Mediterraneo nel 2013 – il potenziale offensivo della squadra reggiana resta di primo livello.

Il direttore sportivo Giorgio Barbareschi ha dunque raggiunto l’accordo per un tassello di prim’ordine. “La trattativa è durata poco – dice il ds – in quanto anche Ludo aveva l’intenzione di restare. Ripartiamo da lui che nella scorsa stagione ha fatto vedere di che pasta è fatto, disputando un’ottima stagione e soprattutto un’eccellente parte finale. Il suo potenziale offensivo è altissimo e contiamo moltissimo sulle sue qualità. Siamo davvero molto felici di averlo anche nella prossima stagione”.

Lo stesso Dolfo è soddisfatto: “Sono contento di restare a Reggio, dove l’anno scorso mi sono trovato bene. Avrò un ruolo da leader e sarò un onore e onere in quanto a responsabilità. Dobbiamo ripartire consapevoli che ripetere i risultati della scorsa stagione sarà dura, ma daremo il massimo e ci proveremo. Ora mi godo le ultime vacanze e poi sotto di nuovo a lavoro. Sarà un campionato con squadre attrezzate e penso a Siena, ma anche a Civita Castellana. Ci saranno tante retrocessioni e questo rispetto all’anno scorso in cui non ne erano previste, mette addosso un po’ di pressione a tutti”.

JAMES COSTI E’ IL NUOVO ALLENATORE

By | News | No Comments

IL NUOVO ALLENATORE DEL VOLLEY TRICOLORE E’ L’ESPERTO JAMES COSTI: “SONO ONORATO ED E’ UN GRANDE ORGOGLIO ALLENARE LA SQUADRA DELLA MIA CITTA’. FINO A QUALCHE MESE FA ERO AL PALABIGI TRA I TIFOSI, ORA FARO’ DI TUTTO PER FARLI ESULTARE E PER PORTARE IN ALTO IL CLUB”

IL DS BARBARESCHI: “COSTI E’ SEMPRE STATO IN POLE POSITION E GLI ALTRI NOMI CIRCOLATI NELLE SETTIMANE SCORSE FACEVANO PARTE DELLE NORMALI VALUTAZIONI CHE OGNI SOCIETA’ FA QUANDO DEVE SCEGLIERE. JAMES HA MESSO D’ACCORDO TUTTI E GODE DI TUTTA LA NOSTRA FIDUCIA” 

L'esperto James Costi è il nuovo allenatore del Volley Tricolore che guiderà la compagine Conad nel prossimo campionato di Serie A2

L’esperto James Costi è il nuovo allenatore del Volley Tricolore che guiderà la compagine Conad nel prossimo campionato di Serie A2

James Costi, 63 anni, è il nuovo allenatore del Volley Tricolore e guiderà la compagine Conad per il prossimo campionato di Serie A2. L’accordo è stato siglato ufficialmente nelle ultime ore, dopo quello raggiunto per il neo direttore sportivo Giorgio Barbareschi.

Ed è proprio Barbareschi a presentarlo: “Siamo felici di comunicare che sarà James Costi il nostro allenatore. Volevo fare alcuni precisazioni su ciò che è uscito su alcuni media nei giorni scorsi riguardo ad altri nomi. Nomi che facevano parte di un normale processo di analisi sulle possibili alternative tecniche. Ma su James – che è sempre stato in pole position per la scelta – c’è stata la convergenza da parte di tutta la società. E’ un allenatore di grande esperienza e che ha un modo di lavorare su cui crediamo molto. E non vedo l’ora di lavorare assieme a lui per perseguire gli obiettivi di alto livello che ha il club. Gode in modo totale della mia fiducia e di tutti”.

James Costi è un cavriaghese doc. La sua grande esperienza sarà un fattore importantissimo per il Volley Tricolore. Ha cominciato ad allenare negli anni ’72-’73 le giovanili del Cavriago femminile, portando lo stesso gruppo negli anni successivi fino alla serie D. Poi è passato al maschile con la Cbr Reggio in serie C2 per poi fare il salto a 34 anni con la Transcoop Reggio Emilia con cui è approdato in serie A2. Rientra a Cavriago, dove allena in C1 e B2. Poi svolge il ruolo di dirigente e direttore sportivo nelle stagioni successive. Torna nel femminile con Cavriago e Montecchio.
Mentre le sue ultime esperienze sono legate a Campagnola dalla C alla B2, poi Calerno in serie C, Viadana portata dalla B2 alla B1 e infine Campagnola col salto dalla C1 fino alla B1.

“Questa chiamata – dice Costi – mi ha reso onorato ed orgoglioso. Ho una grande occasione e soprattutto l’opportunità di allenare la squadra più importante della città e della provincia a livello pallavolistico. Dopo tanti anni che alleno in categorie intermedie, seppur anche importanti,
avere questa opportunità mi ha reso felice. Sono di Cavriago e il gruppo societario lo conosco benissimo perché sono stato comunque protagonista della scalata cavriaghese alla pallavolo. E dire che fino a ieri sono stato in mezzo ai tifosi a tifare al PalaBigi. Ora sarò dall’altra parte e ci metterò tutta la passione e tutto l’impegno per farli gioire e per portare in alto il nome della società. Cosa mi aspetto da questo campionato? Per vincere ci vuole una squadra forte, l’allenatore non è miracoloso. Ma deve essere bravo a creare l’amalgama giusto e l’armonia. Infatti, la prima cosa che farò sarà parlare con tutti coloro che lavoreranno con me, dal preparatore atletico, dagli assistenti che avrò in palestra, a tutto lo staff. Voglio che ci sia armonia e che si lavori bene”.

Sulla squadra in costruzione dice: “Siamo partiti un po’ tardi a costruirla, ma sono in costante contatto col direttore sportivo Barbareschi e credo che faremo un bel roster. Per il momento vedo Siena e Spoleto davanti a tutti, ma d’estate siamo tutti un po’ forti. Quel che conta è arrivare bene in inverno. Sono un allenatore che punta sul dialogo coi ragazzi, non devono esserci tensioni e tutti devono avere la fiducia di tutti. Il nuovo capitano? Beh, credo che debba avere voce in capitolo la società perché per me il capitano deve rappresentare tutto il club, non l’allenatore. Parlerò con la dirigenza”.

Infine, ringrazia la società: “Voglio ringraziare il patron Azzio Santini e tutta la dirigenza che ha deciso di darmi fiducia e che credono in me. Farò di tutto per ripagarla. E tengo a dire una cosa: sostituire Luca Cantagalli è un onore, sia per la sua grande carriera e il nome che si porta, sia per ciò che ha dato a Reggio da allenatore”.

E la società tiene a ringraziare Luca Cantagalli per il lavoro svolto come allenatore del Volley Tricolore in questi anni e per lo storico traguardo della semifinale raggiunta nella scorsa stagione. A lui va un grande in bocca al lupo per il prosieguo della sua carriera che ci auguriamo sia ricca di soddisfazioni.

GIORGIO BARBARESCHI NUOVO DIRETTORE SPORTIVO

By | News | No Comments

UFFICIALE: GIORGIO BARBARESCHI E’ IL NUOVO DIRETTORE SPORTIVO
“IL LEGAME CON REGGIO NON SI E’ MAI SPENTO, TORNO A CASA CON GRANDE ENTUSIASMO E VOGLIA DI FARE BENE. STIAMO GIA’ LAVORANDO PER COSTRUIRE LA SQUADRA” 

Giorgio Barbareschi ha smesso i panni da giocatore nel 2013 proprio a Reggio Emilia

Giorgio Barbareschi ha smesso i panni da giocatore nel 2013 proprio a Reggio Emilia

Il Conad Volley Tricolore dopo la splendida stagione conclusa con un 5° posto storico e la semifinale play off di Serie A2 che ha fatto sognare i tifosi, ricomincia da un nuovo tassello per iniziare la nuova stagione che verrà (la serie A2 sarà composta da due gironi, come 28 anni fa).
E la società reggiana riparte con la nomina del direttore sportivo che sarà Giorgio Barbareschi, l’ex schiacciatore che ha concluso la sua carriera pallavolistica proprio a Reggio tre anni fa.

Sarà dunque un ritorno a casa per Barbareschi che indosserà giacca e camicia per un ruolo che va ad arricchire l’organigramma del Volley Tricolore che la passata stagione non aveva un d.s.
Si tratta dunque di una figura che farà da collante tra società e squadra, occupandosi del mercato e del team a 360 gradi. Una scelta che fa intendere quanto il club voglia crescere ulteriormente.

“Ho concluso la mia carriera a Reggio – dice un soddisfatto Giorgio Barbareschi – Ma nonostante sia passato qualche anno, il mio legame con questa città e con questo team non si è mai affievolito. Tant’è che quando si è palesata l’opportunità di tornare da dirigente, ho subito manifestato la mia volontà positiva. Ieri il mio incarico è diventato ufficiale, anche se sono già diversi giorni che sto lavorando dietro le quinte per definire il nuovo roster. E nei prossimi giorni avremo novità sia per quanto riguarda i giocatori sia per quanto concerne l’allenatore. Ringrazio il patron Azzio Santini, Loris Migliari e tutta la dirigenza che ha deciso di darmi fiducia. Sono entusiasta e non vedo l’ora di cominciare e fare bene”.

Giorgio Barbareschi con la maglia della Conad quando giocava a Reggio

Giorgio Barbareschi con la maglia della Conad quando giocava a Reggio

Barbareschi, classe ’78 di Genova, vanta un grande curriculum da giocatore e la sua grande esperienza maturata sarà di grande aiuto al Volley Tricolore.
Ha iniziato a giocare nell’Olimpia Genova Voltri disputando serie C2 e poi B1, categoria in cui ha militato poi nella Sav Bergamo e nella Gabeca Brescia. Poi il salto in A1 con due stagioni con Montichiari. Poi quattro stagioni a Cagliari tra A2 e A1. Ancora in A1 con Latina e poi A2 con Mantova per due stagioni. Nel 2010-2011 ha vestito la maglia di Perugia e infine le sue ultime stagioni della carriera a Reggio, prima nell’Edilesse Cavriago e poi nella Conad. Squadra in cui “il Guerriero”, suo soprannome, riparte da dirigente in una città che lo ha sempre apprezzato.

LA “LEZIONE” DI SILVA ALL’ASSEMBLEA DI BILANCIO DI CONAD

By | News | No Comments

GIULIO SILVA OSPITE ALL’ASSEMBLEA DI BILANCIO DEL CONAD COME ESEMPIO DI GIOCO DI SQUADRA. LA SUA “LEZIONE”: “DOPO L’AVVIO DI STAGIONE DIFFICILE, CI SIAMO COMPATTATI E CON L’UNIONE I RISULTATI SONO ARRIVATI. UN CONCETTO CHE SI PUO’ APPLICARE ANCHE NELLE AZIENDE”

IL DG DI CONAD CENTRO NORD IVANO FERRARINI: “QUELLO PORTATO DA GIULIO E DAL VOLLEY TRICOLORE E’ UN ESEMPIO DI COME LO SPIRITO DI SQUADRA PUO’ PORTARE IN ALTO. E QUESTO DEVE VALERE ANCHE PER IL NOSTRO LAVORO”  

Giulio Silva parla al centro Loris Malaguzzi davanti ai soci Conad

Giulio Silva parla al centro Loris Malaguzzi davanti ai soci Conad

Ieri si è tenuta l’assemblea di bilancio del Conad al centro Loris Malaguzzi di Reggio Emilia. Oltre a snocciolare i dati, i dirigenti della società di supermercati hanno parlato anche dello spirito che occorre avere per crescere sempre di più. Si è parlato di gioco di squadra, di compattezza e di cooperazione su tutti i frangenti e da parte di tutti i dipendenti per portare avanti i superstore.

A tal proposito, sullo stesso filo conduttore, è stato invitato Giulio Silva, banda del Volley Tricolore, di cui il Conad è main sponsor da diversi anni creando un sodalizio che va al di là della mera applicazione del marchio. Un connubio che unisce valori dello sport e cultura del lavoro. Proprio di gioco di squadra ha parlato Silva, portando l’esempio della stagione appena trascorsa.

“All’inizio del campionato – ha detto il giocatore – abbiamo passato momenti difficili, avendo cominciato malissimo. Poi però abbiamo capito che dovevamo giocare di squadra ed essere uniti. E quando siamo diventati compatti, i risultati si sono visti. Siamo riusciti a risalire la classifica, dall’ultimo posto fino al 5°, facendo segnare un record storico per la società. E poi abbiamo centrato la semifinale playoff. E se qualche dettaglio fosse girato diversamente chissà… Però questa è la dimostrazione di cosa si possa fare e dove si possa arrivare con la forza del gruppo. E questo non solo nello sport, come hanno detto i dirigenti di Conad nella loro assemblea di bilancio”.
Infine, Silva ha voluto ringraziare Conad: “Grazie per l’invito, in particolare a Ivano Ferrarini, direttore generale di Conad Centro Nord e al suo staff. È stata un’esperienza molto bella, parlare davanti alla platea di protagonisti che portano avanti la società”.

La banda del Volley Tricolore ha parlato di gioco di squadra portando l'esempio di come nella scorsa stagione si sono superate le difficoltà arrivando fino alla semifinale playoff con una risalita da cineteca

La banda del Volley Tricolore ha parlato di gioco di squadra portando l’esempio di come nella scorsa stagione si sono superate le difficoltà arrivando fino alla semifinale playoff con una risalita da cineteca

E lo stesso Ivano Ferrarini, dg di Conad Centro Nord ha voluto concludere con un commento: “Ci tenevamo ad avere la testimonianza di un atleta del Volley Tricolore per farci capire e trasmetterci ciò che hanno fatto nel campionato di serie A2. Perché sono stati straordinari? Non era facile partire con grandi ambizioni e poi trovarsi nei bassifondi della classifica. Ma col senso del gioco di squadra e il rispetto delle regole, ci hanno dimostrato che lo spirito di gruppo è fondamentale. E lo è dallo sport fino all’azienda e all’economia. Senza la cultura del lavoro di gruppo e il rispetto di valori e principi non si va da nessuna parte. Siamo molto soddisfatti e orgogliosi di aver accostato il nostro marchio a questa squadra che sta facendo cose meravigliose, dentro e fuori dal campo. Ai soci è piaciuta tantissimo questa testimonianza e ringraziamo società del Volley Tricolore e Silva”.

Facebook

Get the Facebook Likebox Slider Pro for WordPress